Cefalonia, isola meravigliosa!

Un viaggio nei mari di Ulisse, nella terra degli dei,
alla scoperta di un’isola ancora fuori dalle rotte del turismo di massa,
ancora autentica, un piccolo paradiso nel mar Ionio.
Un viaggio che mio marito ed io abbiamo deciso di fare
4 anni fa, quando per caso abbiamo scoperto delle recensioni fatte
nel web da chi c’era già stato.
Questo mio racconto vuole essere una piccola guida per chi sta programmando
di andarci, per chi ci andrà e per far conoscere un’isola ancora poco nominata.
Abbiamo prenotato con largo anticipo, tramite internet.
La nave, con partenza da Bari alle ore 18:30 del 7/08/2007 dell’Agoudimos Lines
(Endeavor Lines, Ionian Queen) e arrivo a Sami alle ore 9:45 del mattino successivo (fuso orario di un’ora avanti).
Ritorno da Sami alle ore 20:30 del 22/08/2007 e arrivo a Bari alle ore 10 del mattino successivo.
Prenotata tramite Morfimare s.r.l. di Bari l’11/04/2007. Cabina esterna + 2 passeggeri
+ auto totale 806 euro.
Considerare che già ai primi di aprile le cabine interne (quindi più economiche)
erano già occupate. L’agenzia si è rivelata affidabile e impeccabile.
Lo studios Aristea con cucina, tv, letto matrimoniale, bagno con doccia, balcone vista mare spettacolare e
veranda,


l’abbiamo prenotato il 21/04/2007 tramite Odysseas, l’agenzia viaggi e servizi internet
a Mousata a Cefalonia.
Il proprietario dell’agenzia parla italiano ed è molto gentile e disponibile.
Prenotato dall’8/08 al 22/08/2007, totale 784 euro.
Siamo partiti da Reggio Emilia alle ore 7:00 del 7 agosto per arrivare a Bari intorno alle 15:30.
Per fortuna non abbiamo trovato traffico, soprattutto perchè era un martedì (lo avevamo scelto apposta).
La nave è stata puntuale, il viaggio tranquillissimo, la cabina pulita e spaziosa (con Tv, scrivania, armadio e bagno).
Il servizio ricevuto è stato ottimo.
Lo studios l’abbiamo trovato proprio come descritto sul sito, una casetta, su il lato di un colle, in una
zona tranquilla, pulito, e con una vista mare da togliere il fiato! In lontananza si vedeva Zante.
La zona di alloggio per noi è stata ideale, eravamo vicini alle spiagge del sud, distese di sabbia con mare
trasparente, e ad Argostoli (circa 20 minuti di auto) per trovare un po’ di movimento la sera.
L’isola l’abbiamo girata tutta in auto, anche se era agosto non c’era la folla di turisti che ci si aspetta di trovare.
Da qualsiasi punto in cui si parte, per raggiungere la parte opposta si impiega circa 1 ora/1 ora e mezza.
Apro il primo capitolo: spiagge (noi avevamo il nostro ombrellone). Nonostante in ogni spiaggia, solo una piccolissima
parte sia gestita da “bagnini” che affittano sdraio e ombrelloni, sono pulite e curate. Evidentemente gli abitanti
si fidano dei turisti e del loro rispetto per l’ambiente.
MOUDA, quella che preferivamo, ci siamo andati 4 volte, perchè è tranquilla, isolata, con il mare che scende piano piano, acqua cristallina, calmissimo di mattina e con onde nel pomeriggio per un bagno più movimentato.
In giugno le tartarughe caretta caretta ci vanno a deporre le ouva. Infatti ci sono i cartelli (in inglese) che spiegano di piantare
il proprio ombrellone vicino al mare dove la sabbia è umida, proprio per non correre il rischio di rovinare un nido.
PETANI, meravigliosa, acqua con colori quasi caraibici, trasparente, calma, una spiaggia di sassolini incastonata
in uno scenario meraviglioso, è la sorella di Myrtos. Consiglio di arrivare presto, intorno alle 9:30 perchè
c’è poco parcheggio!

MYRTOS, considerata la più bella spiaggia della Grecia, tra le più belle in Europa.
In effetti ammirandola dall’alto lascia senza fiato:

spiaggia bianca incastonata tra due altissime rocce, con colori
che vanno dal turchese al blu. Attenzione però perchè il mare è subito alto ed è sempre agitato con onde alte.

Peccato
che ogni tanto si possano notare tra i sassolini bianchi, delle piccole macchie nere: è catrame, che con tutta probabilità è stato
scaricato in mare da una nave, marinai ovviamente con nessun rispetto per la natura…
PARADISI, spiaggia quasi deserta, acqua calma e splendida, ma difficile da raggiungere, con una camminata di 40 minuti in una
strada sterrata.
SKALA, lunga spiaggia di sabbia, molto tranquilla.
LOURDATA e TRAPEZAKI, due spiagge lunghe ma strette, sempre un bel mare, ma essendo strette possono essere affollate
in alcuni punti.
XI: stretta spiaggia con la particolarità di avere la sabbia rossa e vicino rocce di argilla. Sulla spiaggia c’è un grande
bar con dj che rallegra la giornata al sole con musica a toni alti. Per un po’ di tranquillità basta spostarsi ai lati della spiaggia.
ANTISAMOS: bellissima spiaggia di ciottoli e sassi, un mare calmo e caldo, grandi montagne rigogliose che ne fanno
da cornice (hanno usato il parcheggio come accampamento dei soldati italiani nel film “Il mandolino del capitano Corelli).

In ogni angolo di Cefalonia il mare è stupendo (anche nei porti).
Capitolo numero 2: paesi.
ARGOSTOLI: capoluogo dell’Isola, con un lungomare molto frequentato la sera, e una via parallela al lungomare
piena di piccoli negozi di souvenir e bar con posti all’aperto. Ci è piaciuto moltissimo. Da non perdere la visita al
Museo Archeologico, al Museo dedicato ai caduti della Divisione Acqui a Cefalonia, durante la strage insensata e crudele
che i nazisti
fecero durante la seconda guerra mondiale (si trova nella via principale del centro, di fianco alla chiesa cattolica, aperto solo
la sera dalle 20 alle 22), e al MONUMENTO AI CADUTI ITALIANI (si raggiunge percorrendo il lungomare di Argostoli, alla fine girando a
sinistra e seguendo le indicazioni). Proseguendo sulla strada si arriva anche alla fossa dove furono ammassate le salme
di 136 Ufficiali Italiani. Un luogo che veramente stringe il cuore., è doveroso rendere omaggio.
ASSOS: caratteristico piccolo paese, situato sull’istmo di una penisola a nord di Myrtos. Se non si ha paura di affrontare
una strada sterrata, in certi punti stretta e senza protezioni, si possono raggiungere i resti della fortezza veneziana, dalla
quale si gode di una meravigliosa vista.
FISKARDO: grazioso porto al nord dell’Isola, l’unico paese che ha resistito al catastrofico terremoto del 1953.
SAMI: uno dei più grandi porti dell’isola, pittoresco, sul longomare si susseguono taverne, caffetterie e negozi.
Questi sono i 4 paesi che ci hanno colpito di più.
Da non perdere la visita al MONASTERO femminile di San Gerasimo, protettore di Cefalonia, costruito in mezzo a una valle,
dove sono custodite le sue reliquie. Evitare di andarci il 15 e il 16 di agosto perchè si festeggia il santo e c’è molta gente
che ci va per rendere omaggio.
Bellissima anche la vista che si goda dalle rovine del CASTELLO DI SAN GIORGIO a Travliata, ingresso gratuito (chiude alle 17).
Da dedicare sicuramente mezza giornata alla visita della GROTTA LACUSTRE DI MELISSANI. Per il prezzo di 4 euro a testa,
fanno fare il giro in barca del laghetto (circa 15 minuti), un luogo suggestivo e spettacolare, dove nell’antichità veniva
adorato il dio Pan ed erano presenti le Ninfe.

Bellissima anche la GROTTA DI DROGARATI, con ricca decorazione di stalattiti e stalagmiti ( portatevi qualcosa da coprire le spalle
perchè dentro fa piuttosto freddo!).
Per quanto riguarda i ristoranti, c’è da dire che noi amiamo la cucina greca, soprattutto il modo in cui cucinano la carne.
Con due piatti unici, acqua, vino della casa, ouzo e caffè si spende circa 18 euro.
La marca di caffè più usata a Cefalonia per fare l’espresso è l’Illy (ottima per noi), e in certi bar lo fanno bene.
E’ buonissimo e molto rinfrescante nei caldi pomeriggi il Nescafè Frappè. In Italia purtroppo non si trova, è una bevanda
con ghiaccio a base di caffè nescafè con latte e zucchero e una sfiziosa schiuma sopra.
Per solo 1 euro e 80 (a volte anche 2 euro) si può gustare il mitico gyros me pita, ovvero carne di maiale speziata, patatine
fritte, salse, pomodori e insalata, avvolti nella pita (una specie di piadina, ma più spessa).
Imperdibili i vari souvlaky di pesce o carne (gli spiedini), oppure il filetto di pollo alla griglia.
Buono anche il moussaka (per intenderci sembra una lasagna bolognese, ma con molta verdura), ma per noi
è un piatto che si addice più all’inverno.
Da provare l’insalata greca, piatto leggero ed estivo, con una fetta di feta (formaggio greco) sopra.
Noi ci eravamo portati da casa la griglia, e quindi siamo andati in macelleria a comprare agnello e spiedini
da cucinarci sul balcone (una bella cenetta economica).
Al mattino consigliatissimo andare dal bakery (dal fornaio), per comprare il pane e grandi ciambelle fritte o
grandi croissant!!
Noi consigliamo la taverna “Denis” sulla spiaggia di Trapezaki, il “Taka taka mam” a Sami, il “Makis” a Vassilikades sulla strada che porta a Fiskardo, il Ristorante “Mermaid” sul lungomare di Sami, ma soprattutto “La casa del gyros” (però è scritto in cirillico) che si trova sulla strada proprio sotto al Castello di San Giorgio a Travliata, dove
potrete cenare ai tavoli, oppure portarvi a casa il vostro gyros, il personale è davvero gentilissimo e simpatico.
Ricordate che si parla ovunque l’inglese, l’italiano è parlato pochissimo.
Tenete a mente magari qualche parola di base greca, quando salutate o ringraziate, le persone del luogo gradiscono molto!
Per quanto riguarda il clima, durante la nostra permanenza non è mai piovuto, abbiamo visto solo qualche nuvoletta che passava per sbaglio!
E’ un caldo abbastanza secco e ventilato, ma quando la colonnina segna i 40 gradi meglio fermarsi a sorseggiare
un Nescafè Frappè!!
Mi sono informata dalla gente del posto e mi hanno detto che in estate è davvero difficile che piova a Cefalonia.
Vorrei consigliare inoltre il Muses Cafè a Lourdas, dove si può navigare in internet anche con collegamento wireless .
Sempre a Lourdas da Petros Super Market, potrete trovare spezie greche, olio d’oliva locale, vino locale, salumi e formaggi.
Consigliamo una sosta alla caffetteria e pasticceria sul lungomare di Sami “Nea Sami” (ottimo l’espresso).
Assaggiate assolutamente il vino prodotto a Cefalonia, il Robola, un bianco secco molto buono, costa circa 4 euro e 80. Se apprezzate particolarmente il vino, potrete andare alla Cooperativa del Robola di Cefalonia a Omala, si raggiunge girando a destra per 400 m prima di arrivare al Monastero di San Gerasimo. Qui, prima di acquistare il vino locale che più vi piace, avrete
l’occasione di assaggiarlo gratuitamente. Noi abbiamo comprato anche il Linos (rosso).
Attenzione alle strade, in alcuni punti sono strette al punto di doversi fermare e accostare per fare passare le auto
della parte opposta (questo soprattutto nei paesi, non nelle vie principali). Attenzione anche alle capre che pascolano libere
e con molta naturalezza attraversano le strade!
Il 20 agosto abbiamo dedicato la giornata alla scoperta dell’isola di Ulisse e Penelope: Itaca.
E’ consigliato andare ad Argostoli il giorno prima della data scelta per la visita (soprattutto in agosto) per comprare
i biglietti del traghetto. Noi abbiamo scelto una delle tante agenzie presenti sul lungomare, la “Maliagros Angelos” e per il viaggio andata/ritorno per 2 persone più auto abbiamo speso 40 euro. Siamo partiti dal porto di Sami alle 8:30 e arrivati a Pisso Aetos
alle 9:00 con la Ionian Ferries. Per il ritorno siamo partiti alle 15:20.
Le ore a disposizione non sono state molte, noi abbiamo trascorso la mattina in una graziosa spiaggia di ciottoli ad Agios Ioanis.
Anche qui il mare è di una trasparenza imbattibile. Le coste di Cefalonia sono di fronte, e danno l’impressione di poterle
raggiungere a nuoto.
Prima di andare a pranzo, siamo andati a Stavros, dove nella piazzetta c’è il busto del leggendario re Ulisse.
Abbiamo in seguito raggiunto il capoluogo di Itaca: Vathi dove abbiamo scelto di pranzare in un ristorante del porto.
Per chi vuole invece lasciare l’auto al porto di Sami e fare una crociera che parte alle 9:00 e torna alle 17:00, può
farlo con l’imbarcazione della Sami Star con 25 euro a testa. Noi abbiamo preferito andare alla scoperta della piccola
isola organizzandoci da soli.
Per finire consigliamo una vacanza a Cefalonia a chi è in cerca di tranquillità (anche in pieno agosto non c’è mai nè traffico
nè folle di turisti), di paesaggi mozzafiato, colori forti, mare cristallino,
spiagge di sabbia, ciottoli, sassi, taverne con ottima cucina, ospitalità, luoghi suggestivi, siti archeologici…
Quest’isola ci ha affascinato, con la sua selvaggia bellezza, lasciandoci bellissimi ricordi…

Tags:

4 thoughts on “Cefalonia, isola meravigliosa!

  1. Ciao,
    ho letto il tuo diario e mi sembra davvero una bellisima esperienza.
    Avresti qualche consiglio riguardo sistemazioni per dormire? noi siamo 3 coppie, e quindi vorremmo un unico appartamento…
    Grazie in anticipo

  2. Ciao Sgamar
    io vado a Cefalonia tutti gli anni da tempo. Mi trovo benissimo in un residence che si trova a lakithra, 6 km dal capoluogo. Collina con vista mare meravigliosa. Posto tranquillissimo, negozi e quant’altro a portata di mano. Proprietari italo-greci. Appartamenti molto ampi, mono, bi e trilocali con aria condizionata, cucina, terrazze, grandissime vista mare. Ci sono anche villettine molto riservate con cortiletti privati. Il tutto immerso in un uliveto.
    Il sito è questo: http://www.villatheodora.it Prova a contattarli. Ti troverai benissimo. ciao Scilla

  3. scilla1 wrote:
    Ciao Sgamar
    io vado a Cefalonia tutti gli anni da tempo. Mi trovo benissimo in un residence che si trova a lakithra, 6 km dal capoluogo. Collina con vista mare meravigliosa. Posto tranquillissimo, negozi e quant’altro a portata di mano. Proprietari italo-greci. Appartamenti molto ampi, mono, bi e trilocali con aria condizionata, cucina, terrazze, grandissime vista mare. Ci sono anche villettine molto riservate con cortiletti privati. Il tutto immerso in un uliveto.
    Il sito è questo: http://www.villatheodora.it Prova a contattarli. Ti troverai benissimo. ciao Scilla

    Ciao, ti disturbo in quanto ho letto del link che tu hai messo, volevo sapere se vicino vi sono ristoranti locali o supermercati?ciao e grazie

Lascia un commento