Vacanza in Kenya al Blue Bay

Siamo appena tornati da una settimana passata al Blue Bay, oggi ritorno al lavoro e approfitto di un attimo di pausa per inserire i miei commenti a questa vacanza. Premetto, a scanso di equivoci, che tutto quello che scriverò qui sopra è frutto di mie personalissime opinioni, date dal fatto di avere sulle spalle tanti viaggi in tanti posti diversi del mondo. E’ inevitabile quindi che alcuni miei commenti non saranno condivisi ma avendo viaggiato molto non posso esimermi dal fare paragoni con altri posti visitati.
Partiamo venerdi 30 novembre da Roma con la Eurofly. Estremamente puntuali, volo perfetto, cinema a volontà con schermo personale sul sedile di fronte. Unici 2 appunti: pasti di qualità veramente bassa ed equipaggio (solo all’andata) estremamente brusco e scortese. Tutto sommato voli a/r inappuntabili.
Il visto per il Kenia si può fare sia a Fiumicino che a Mombasa, noi abbiamo preferito farlo in loco per il fatto che a Roma si poteva pagare solo in euro (40 euro), a Mombasa anche in dollari (50 usd). Fatti 2 conti, con il dollaro a 1,46 abbiamo risparmiato circa 6 euro a persona. Non credete a chi dice che è meglio farlo subito per evitare file a Mombasa, la fila c’era invece a Fiumicino, non a Mombasa!
Nessun problema alla dogana, sapendo che possono chiedere di aprire le valige, le avevamo fatte imballare togliendogli di fatto la voglia di aprirle. Ci hanno chiesto se avevamo dei regali per i bimbi, abbiamo detto di no e ci hanno lasciati tranquillamente andare. 2 ore e 15 di pullman per arrivare al Blue Bay, strade tutto sommato in buone condizioni, e trasferimento piacevole. Arrivati al villaggio ci siamo resi subito conto della bellezza della struttura: non molto grande, molto raccolta, verde, curatissima e con al centro una splendida piscina. Le nostre camere erano standard con a/c (indispensabile), proprio sopra la piscina, al primo piano. Non so le altre ma le nostre erano molto belle: pulite, spaziose, con un a/c ben funzionante e con un bel terrazzo con un grande divano pieno di cuscini. Il personale del villaggio è tutto gentilissimo e molto disponibile, dai camerieri con in testa F. agli animatori, bravi ma mai invadenti capitanati dal bravissimo siciliano M. , che insieme al torinese S., al parmense I. e alla ligure C., mettono in piedi degli sketch molto divertenti la sera. Unico neo, gli spettacoli si svolgono sotto una struttura dove si soffre moltissimo il caldo, sarebbe stato meglio farli in una struttura all’aperto. Ristorante con una buona varietà e qualità del cibo, il cuoco M. è siciliano, buffet ben organizzato e pulito. Peccato per l’assenza dell’all inclusive che fa spendere molto di più a fine vacanza.

Veniamo alle dolenti note: la spiaggia e il mare. La spiaggia è molto bella, con una sabbia bianchissima che sembra borotalco, purtroppo in questo periodo ancora piena di alghe. Il mare veramente non invoglia a fare il bagno. Diciamo con molta semplicità che non è un punto a favore di una vacanza in Kenya. Una volta usciti a largo con la barca o fatto una safari marino, la situazione migliora molto ma, ripeto, non è certamente per questo che si viene in Kenia. Altro punto debole della spiaggia è la quantità smodata di BB, alcuni tranquilli che ormai per passa parola lavorano in pratica per appuntamento, altri fastidiosi come mosche e altri ancora anche aggressivi. Ora, non sono un pivellino, sono stato in diversi posti in Africa e anche in Oriente (India con la vecchia Delhi e Calcutta compresi), però il fastidio di non poter fare una passeggiata lungo la spiaggia in tranquillità l’ho accusato molto. E’ vero, per la maggior parte di loro si tratta di persone oneste che ti propongono qualcosa e non insistono più di tanto ma a me questo fatto provoca un fastidio non indifferente. La colpa è probabilmente di noi italiani che li abbiamo abituati cosi’, con gli stranieri non sono cosi’ invadenti, ma secondo me la situazione è sfuggita di mano e diventerà sempre peggio, fino a che qualcuno sarà costretto a prendere provvedimenti drastici. Non vorrei essere cattivo profeta ma penso che si arriverà alle spiagge con l’accesso chiuso a tutti i BB. Dopo una estenuante passeggiata lungo la spiaggia verso il paesino di Watamu, ne abbiamo incrociati e respinti un centinaio, un paio di loro ci hanno seguito dall’inizio alla fine e devo dire che tra loro e la visione di tante donne di mezza età, mano nella mano con ragazzi del posto, la passeggiata è stata veramente triste! Watamu in se poi non vale lo scomodarsi. Non credo si possa dire che in Africa è cosi’, non credo sia vero, penso noi tutti dovremo far qualcosa per migliorare la situazione. Loro, all’inizio molto ingenui, si sono rapidamente adattati ed ora sono facili anche alle piccole truffe che non sono affatto nel loro dna. Riflettiamo su questo.

Abbiamo fatto il safari di 1 giorno e mezzo al Galdessa, sapevamo che il Masai Mara sarebbe stato un’altra cosa ma non volevamo spendere una fortuna! Non è vero che il Galdessa è lontano da Watamu e dai luoghi di avvistamento degli animali, è una favola che raccontano quelli che non possono venderlo (anche qui sul forum c’è qualcuno che cura i suoi interessi in loco e tutti sanno chi sono…). Il campo tendato è sulla riva del fiume più frequentato dagli ippopotami ed ha un fascino indescrivibile! Quando siamo andati noi poi eravamo gli unici ospiti! Un consiglio: chi non sopporta gli insetti lasci perdere i campi tendati, la notte si trasformerebbe in un incubo!! Safari fotografico bellissimo e anche impegnativo, alla fine siamo stati contenti di essere tornati al villaggio.
Abbiam fatto il Safari Blu con la mitica Sig.ra I. che ha tenuto a precisare che il suo è l’unico e vero Safari Blu (marchio registrato) e noi, visto come si è svolto, ci crediamo nel modo più assoluto. Ci siamo divertiti tantissimo, l’organizzazione è quasi maniacale, i pasti sono da leccarsi i baffi e lo spettacolo finale è da non perdere! Per quanto riguarda il Parco Marino, per me che ho quasi 1.000 immersioni sulle spalle ed ho girato mezzo mondo con le bombole indosso, non è veramente niente di che. Trovo anzi fastidioso che in un’area protetta dove si pagano anche 10 dollari per entrare e dove ti viene dato un biglietto con le regole da osservare, i primi a non osservarle siano proprio loro! Pesci maltrattati, conchiglie asportate, tutto ad uso e consumo degli spettatori paganti: grazie ma preferivo non vedere uno spettacolo del genere…
Quando sono partito mi sono domandato, come faccio ogni volta prima di un viaggio in una nuova destinazione, sarà questo il posto che mi rimarrà per sempre dentro e mi costringerà a tornarci ancora altre volte? Farò come tante persone conosciute al villaggio, che tornano li da 10/15 anni? La risposta è no, quel posto non è il Kenya come non poteva essere Zanzibar lo scorso anno di questi tempi. Troppi italiani, troppi locali dipendenti dagli italiani, troppa falsità e molto fintume. Poco rispetto da parte di tutti noi per un luogo che sicuramente lo merita, tutto sommato sono contento di essere stato in vacanza li, sono stato bene, mi sono divertito molto ma non ci tornerei una seconda volta. Il mondo è grande e la prossima meta già mi aspetta.
Jambo a tutti,
Roberto

Pin It
Tags:

Ci sono 4 commenti su “Vacanza in Kenya al Blue Bay

  1. Noi ci torniamo ormai da diversi anni !
    Siamo innamorati di questo paese, della sua gente, dei suoi colori ecc….
    Questo non vuol dire che poi non visitiamo anche altri paesi e ci fossilizziamo lì ! :-P

    Comunque, per educazione, rispetto il tuo pensiero di non tornarci mai più !

    Jambo

  2. mammussi wrote:
    Noi ci torniamo ormai da diversi anni !
    Siamo innamorati di questo paese, della sua gente, dei suoi colori ecc….
    Questo non vuol dire che poi non visitiamo anche altri paesi e ci fossilizziamo lì ! :-P

    Comunque, per educazione, rispetto il tuo pensiero di non tornarci mai più !

    Jambo

    Non mi pare di aver mai detto che chi torna laggiù è un fossile. Non mi pare di aver detto che non ci tornerò mai più ma soltanto che preferisco continuare a visitare posti nuovi piuttosto che tornare in un paese dove già sono stato. Non credo di aver mancato di rispetto a qualcuno avendo tra l’altro premesso che quanto scritto rappresenta il sunto del mio personale pensiero.
    Ognuno di noi è comunque libero di trarre le conclusioni che vuole e anche di leggere tra le righe quello che magari vuol leggere…
    Il kenya mi è piaciuto, mi sono divertito tanto ed è una vacanza che consiglierò di fare a tutti. Questo non significa che non debba e non possa evidenziare quelli che per me possono rappresentare dei contro per questa destinazione.
    Ad maiora, Rob

  3. Ciao Madredeus,
    io sono andato in Kenya lo scorso ottobre ed alla partenza mi sono posto la tua stessa domanda e mi sono dato anche la tua stessa risposta.
    Noi eravamo un gruppo di ragazzi, ci siamo divertiti tantissimo, il safari è stata una esperienza che ci porteremo nel cuore per tutta la vita così come il Kenya in generale, abbiamo visitato un paese molto diverso dal nostro e siamo stati accolti molto bene dai locali. Non mi sono, però, ammalato del famoso “mal d’africa” e non ho trovato alcuno stimolo a tornarci anche se consiglierei a tutti di andarci almeno una volta!
    Ciao

  4. Ciao,

    io sono 6 anni che vado in Kenya e da 4 anni al Blue Bay a Watamu.
    Per me è diventata la 2 casa. Ho adottato una bambina da 4 anni, faccio parte di questa associazione e l’anno scorso siamo anche riusciti a costruire la “nostra” scuola.
    Dopo 6 anni, quest’anno devo rinunciare … ho subito un’operazione e non ho prenotato. Di solito io ci vado in gennaio, secondo me il periodo migliore.
    Ho fatto tutti i safari in questi anni ed è inutile dire che il Masai Mara è stato il più bello. Dicembre/gennaio/febbraio è il periodo migliore, con meno zanzare (rispetto luglio/agosto) e con un clima ottimo. Io non prendo nulla contro la Malaria, mai preso e non mi è mai capitato nulla.. Un buon reppellente da mettere dopo la doccia ed ero a posto. Anch’io sono stata spesso nelle camere che dici tu.
    Secondo me sono le migliori, infatti sono quelle che hanno rinnovato per ultimo. Sono vicinissime a tutto e l’atmosfera è belissima (soprattutto alla sera sul divano e alla mattina con le scimmiette che venivano a fare colazione).
    Che altro dire…mi spiace che per te non sia un posto dove tornerai, io invece sono una di quelle tante persone che ogni anno puntuale sono la, e ora mi piange il cuore al solo pensiero che la mia bambina non mi vedrà come tutti gli anni. Per lei è una speranza…e io la deluderò !!

    Ciao a tutti
    Romy

Lascia un commento

Commenta con Facebook