Creta, alla ricerca della spiaggia ideale

Partenza da Bologna con volo Ryanair per Chania, all’arrivo noleggiamo un auto e ci dirigiamo verso l’hotel che abbiamo prenotato poco distante dall’aeroporto dato che siamo arrivati di sera e non volevamo avventurarci in inutili ricerche al buio. Pernottiamo all’Hotel Monte Vardia dove veniamo svegliati da un concerto di Cicale, ottima colazione. Raggiungiamo la National road che percorre la costa nord dell’isola per raggiungere Iraklio dopo 160 Km, a pochi Km dalla città si trova il sito archeologico di Knossos antica capitale del regno Minoico che visitiamo sotto ad un sole cocente, sconsiglio la visita pomeridiana per via del calore, ben cotti a puntino decidiamo di raggiungere l’hotel Dimitra a Kokkini Kani 10 km da Iraklio, hotel scarsino e spiagge che non meritano una tappa anche se abbiamo trovato diverse persone molto gentili: 2 lettini 1 ombrellone 4 euro e 1 bottiglia di acqua da 2 lt. in omaggio, e inoltre abbiamo cenato molto bene,come del resto ci è capitato per tutta la vacanza.

2° Giorno Raggiungiamo Iraklio seguendo la costa, è la città più grande dell’isola, diciamo una tipica città Greca, dal porto parte una lunga strada pedonale che culmina nel bel mercato riparato da grandi tendoni, a Creta fa molto caldo! Visitiamo la bella cattedrale greco ortodossa, vari palazzi con influenze architettoniche derivanti dal dominio Veneziano e facciamo un minimo indispensabile di shopping prima di riprendere la marcia lungo la costa nord che ci porta a fare una sosta nella città di Agios Nikolaus, un bel paesino pieno di locali e di giovani, l’ideale per chi ama la vita notturna, noi dopo un insalata di mare ripartiamo per la nostra destinazione finale di giornata, Sitia, 75 Km da Agios Nikolaus, lungo il percorso il paesaggio ci accompagna tra tornanti,ricca vegetazione e scorci di mare, fino a giungere al Petras Beach, un alberghetto carino a conduzione familiare direttamente sulla spiaggia e con una colazione mitica. Trascorriamo in spiaggia il resto della giornata, il mare è bello ma niente di particolare e la spiaggia è di sassi, il centro di Sitia è invece molto carino, lungo la baia ci sono molti locali, noi ceniamo da Zorba con una grigliata mista di pesce.

3° Giorno Dopo un ottima colazione, ci dirigiamo verso la costa orientale dell’isola, lungo il percorso visitiamo il monastero Toplu risalente al XIV sec. per poi arrivare alla spiaggia di Vai, un posto molto bello contornato da una foresta di palme, l’acqua ha un colore verde smeraldo, sicuramente una delle spiagge più famose di Creta tanto che per via delle dimensioni non molto grandi e del mese di Agosto ci vuole poco per riempirsi. La spiaggia è attrezzata con lettini e ombrelloni, 10 euro 2 lettini e 1 ombellone, ci sono un paio di bar e venditori di frutta e verdura. Per chi cerca posti meno caotici a pochi Km c’è la spiaggia di Itanos, non bella come Vai beach ma comunque di alto livello. Ritorno a Sitia e cena a base di Tatziki, Tamaras,Moussaki e insalata Greca.

4° Giorno. Da Sitia ci dirigiamo verso sud-est, decidiamo di tagliare per i monti passando da Honos e Karidi dove incontriamo lunghi tratti di strada sterrata e sassosa, scendiamo fino a Zakros e arriviamo nella zona di Xerocambos , qui le spiagge sono meno belle e affollate di Vai ma il mare è di un azzurro spettacolare e con la maschera si possono anche incontrare diversi pesci colorati. Ripartiamo tra valli di Ulivi e l’azzurro del mare sullo sfondo per arrivare alla nostra destinazione di Ierapetra, la città non è niente di speciale, ma ha un lungomare molto bello e pieno di locali, noi alloggiamo all’hotel El Greco, direttamente sul mare con una bella vista dalla nostra camera e una buona colazione sul lungomare.

5° Giorno. Ci dirigiamo verso il porto di Ierapetra e ci imbarchiamo sul traghetto che ci porta sull’isola di Chrissi, una volta sbarcati si attraversa un tratto di isola tra sabbia bianchissima,arbusti e vegetazione bassa e si raggiunge la golden beach, il panorama è spettacolare per il colore dell’acqua dalle mille sfumature, nulla da invidiare alle spiagge caraibiche. Quest’isola è collegata con Ierapetra da alcuni traghetti, l’ultimo è verso le 5 del pomeriggio, chi vuole può rimanere a campeggiare in totale libertà in questo paradiso. Noi facciamo ritorno per la nostra dose quotidiana di fritto misto di pesce.

6° Giorno. Partiamo di mattina presto per intraprendere il viaggio più lungo di questa nostra vacanza, 400 km che ci porteranno a Kissamos nell’ estremo nord-ovest. Cominciamo un lungo sali e scendi tra i monti e lungo il mare Libico fino a giungere a Monte Preveli, sulla costa meridionale, dove c’è un famoso monastero e soprattutto una splendida area naturalistica. Lasciata la macchina nel parcheggio comincia una discesa di 425 gradini sotto al sole cocente, la vista che si gode dall’alto e magnifica; mare blu, sabbia grigia, canne di Bambù e il fiume che scende fino al mare tra una foresta di palme. Il posto è affollatissimo si può godere del bagno in mare o di un tuffo nelle fresche acque del fiume, passeggiare tra le alte palme, c’è anche un locale dove mangiamo i tipici Dakos. Purtroppo il tempo a disposizione è poco perché dobbiamo fare ancora molta strada per arrivare alla nostra meta che raggiungiamo andando verso nord-ovest via Rethimnon e Chania e infine Kissamos dove alloggiamo all’Hotel Sunny Bay, in una bellissima posizione sulla spiaggia, Kissamos è al centro di un ampia baia, con colazione modesta. Il paese non è molto bello ma ha diversi locali sul lungomare dove si mangia molto bene e nel periodo in cui abbiamo soggiornato (5 notti) c’era una fiera locale con vari stand di prodotti tipici e spettacoli folcloristici.

7° Giorno. Partenza per la vicina spiaggia di Falassarna, 15 km. da Kissamos, la spiaggia è immensa, bellissima sia per il colore dell’acqua che per la vegetazione, la sabbia è sottile e dorata e 2 lettini e un ombrellone costano 6 euro. Il mare è perfetto sia come colore che come altezza dell’acqua che sale in modo graduale, di tutte le spiagge che ho visitato a Creta, questa pur non avendo nulla di particolare è quella che più ho amato. La spiaggia è rivolta a est e i tramonti sono indimenticabili seduti al tavolo di un ristorante in riva al mare.

8° Giorno. Sveglia e partenza di buon ora per andare a Elafonissi. All’andata percorriamo l’entroterra, qui la vegetazione è più ricca che nelle altre zone dell’isola e anche i paesini ci sembrano più curati, dopo una sosta a Potamida per osservare delle strane formazioni rocciose che ricordano la Capadocia percorriamo 50 km. tra strette gole e gallerie fino a giungere alla fantastica spiaggia di Elafonissi, bisogna arrivare presto perché nel corso della giornata il posto si affolla sempre di più, e così tra immense piscine di acqua bassa e trasparente, dune di sabbia bianchissima e scorci di spiaggia con sabbia rosa,trascorriamo una splendida giornata, sicuramente la meta più famosa e bella dell’isola di Creta, la pecca sta nella folla. Al ritorno verso Kissamos percorriamo la strada che costeggia il mare con panorami molto belli specialmente verso l’ora del tramonto.

9° Giorno. Altra sveglia e partenza di buon ora per raggiungere la laguna di Balos. Dal porto di Kissamos prendiamo il traghetto che ci porterà alla laguna, è possibile raggiungerla anche via terra , dopo un lungo tratto sterrato si deve lasciare l’auto e fare un attraversata di 40 minuti sotto al sole, cosa che ci ha fatto preferire la nave. La navigazione dura un ora, poi arrivati a Balos veniamo sbarcati e ognuno è libero di andare dove vuole, attenti all’alta marea che cambia i passaggi in poche ore. Dalla spiaggia che si inerpica sul monte si gode tutta la bellezza di questa laguna, le varie gradazioni di colore dell’acqua, la sabbia bianchissima, un’altra spiaggia memorabile. Ripartiti con la nave facciamo una sosta nell’isola di Gravousa, dove si può visitare una fortezza Veneziana e godere di una bella spiaggia.

10° Giorno. Giornata dedicata alla spiaggia che più mi è piaciuta, Falassarna.

11° Giorno. Mattinata trascorsa nella spiaggia dell’hotel a Kissamos, ci siamo abituati bene ma anche qui il mare è bello e le spiagge sono grandi e tranquille. Nel pomeriggio raggiungiamo la vicina Chania, senza dubbio la città più bella di Creta con le sue case colorate e tipiche, piena di turisti, consigliatissima per chi cerca divertimenti. Alla sera arrivo in aeroporto e ritorno a casa.

Pin It

Lascia un commento

Commenta con Facebook