Relax, cultura e sapori..Toscana – Umbria

Dopo tanto tempo sono riuscita ad avere un weekend libero ed io e il mio ragazzo abbiamo deciso di fare un giretto tra Toscana e Umbria.

[FONT=Arial Black]Sabato 13 aprile [/FONT]
Ore 6.00 suona la sveglia. Questa mattina ho deciso contro la volontà del mio ragazzo di andare alle terme sensoriali di Chianciano. Già le avevo prenotate qualche giorno prima perché nel fine settimana si rischia di non entrare.
Prima tappa alla pasticceria Edoardo a Petrignano d’Assisi, i suoi dolci e anche il salato sono meravigliosi.
Arriviamo verso le 8.30 alle terme paghiamo l’ingresso 45,oo € a testa per 3 ore e mezza.
All’entrata ci danno accappatoio, telo e un cartellino con scritto l’orario di uscita.
Ci sono molte cose da fare: idromassaggio, caledarium, bagno turco, passeggiata sul fiume, sauna, ecc…, ma che dire? Non mi hanno soddisfatto più di tanto, per carità tutte le attività sono ben curate e tutto pulito, ma se devo dire che mi sono rilassata direi una bugia, forse non fanno per me….e anche se un pochino mi sono rilassata bè, appena ho messo piede dentro lo spogliatoio altro che stress non ci si riusciva a muoversi poiché sono piccoli, ci si confonde le cose…una vera bolgia. Per cui, sono uscita da lì con un forte mal di testa e i capelli bagnati e con un pensiero: cavolo già ci siamo spesi 90 € e sono più stressata di prima.
Poi abbiamo cercato un posticino dove mangiarci un panino che ci siamo portati da casa, abbiamo preso moment e verso le 14.30 siamo ripartiti alla volta di San Gimignano. Abbiamo soggiornato al Podere Bellavista, un agriturismo carino, tranquillo, curato, con personale gentile e una bellissima vista.

Dopo aver fatto il check-in siamo andati a visitare la città, abbiamo parcheggiato al parcheggio numero 1 consigliato dalla signora dell’albergo perché meno costoso (giornaliero 6 €).
La città è veramente stupenda, caratteristica con le sue torri imponenti.

Verso le 18.00 abbiamo deciso di fare un aperitivo all’ “Enoteca Vinorum”. Questo posto lo abbiamo scelto perché ha dei tavolini esterni, con una bellissima vista sulla campagna e inoltre a quell’ora ancora c’era un po’ di sole che ci riscaldava.
Dopo aver assaggiato qualche salume e formaggio tipico e bevuto un calice di vernaccia di San Gimignano abbiamo continuato a passeggiare per le vie di questo stupendo paese. Le vie sono piene di enoteche, ristoranti e negozi tipici.
Abbiamo comprato i pici e una bottiglia di Vernaccia di San Gimignano.
Verso le 20.00 abbiamo cominciato a cercare un ristorantino, la scelta è stata difficile perché ce ne sono davvero tanti, ma alla fine abbiamo scelto di provare il ristorante “le vecchie mura”, siamo stati anche fortunati perché era tutto prenotato. Un posto veramente carino, d’estate hanno una terrazza con una vista eccezionale.
La cucina è separata dalla sala ristorante da un pannello che permette di sbirciare i cuochi, che lavorano in maniera silenziosa e tranquilla.
Oltre ad aver mangiato benissimo, bevuto altrettanto bene e pagato il giusto, ho osservato come lavoravano ed è stato davvero una grande sorpresa, servizio veloce ma tranquillo e personale sereno e sorridente. Mi soffermo molto sui ristoranti perché sono già 10 anni che lavoro nei ristoranti e ne ho viste di tutti i colori.
Dopo la cena siamo tornati in agriturismo distrutti da questa infinita giornata.

[FONT=Arial Black]Domenica 14 aprile[/FONT]
Alle 7.00 già ero sveglia, mannaggia a me, mi sono fatta una lunga doccia, mentre il mio ragazzo, oramai arreso dal casino si è messo a guardare il gran premio F1. Con tutta tranquillità abbiamo sistemato la valigia, fatto colazione e verso le 10.00 siamo partiti per Siena.
Ci siamo fatto un giro per questa città, abbiamo visto il Duomo da fuori visto e considerato che l’entrata costa 4 € a persona……non è tantissimo, ma io per principio dentro le chiese che fanno pagare non ci vado anche se mi sarebbe davvero piaciuto entrare.
Abbiamo visto Piazza del Campo e siamo stati seduti lì a prendere il sole per un’oretta, si stava troppo bene!!!!

Verso l’una siamo andati a mangiare, un mio amico mi ha prenotato un ristorantino favoloso come potrete vedere nelle foto, “Antica osteria da Divo”.
Sicuramente i prezzi sono alti ma secondo me almeno una volta bisogna andare. L’ambiente, il servizio e i piatti sono impeccabili e il conto logicamente è proporzionale. Fortuna che io ero stata raccomandata dal mio amico e quindi ci è andata bene.

Questo ristorantino si trova proprio sotto il Duomo, io ho pranzato nella grotta etrusca.

Dopo aver mangiato abbiamo passeggiato per Siena e poco dopo siamo ripartiti verso Passignano sul Trasimeno.
C’erano molte persone, al mio ragazzo è venuta in mente la fantastica idea di prendere il traghetto per l’Isola Maggiore, abbiamo speso 12 € A/R in due.
Abbiamo fatto tutto il giro dell’isoletta a piedi e poi ci siamo seduti in una panchina e siamo stati più di un’ora!!! Altro che terme sensoriali…… qui davvero mi sono rilassata!

Alle 19.15 abbiamo preso il traghetto per il ritorno verso Passignano. Per finire la giornata in bellezza, promettendoci di metterci al più presto a dieta e di non spendere più così tanto per un fine settimana, siamo andati a mangiare la mega super buonissima pizza al ristorante “La City” presso “Città della Domenica” a Perugia.
Uno spettacolo, già siamo stati diverse volte ed è sempre un piacere ritornare, servono la pizza su due piatti e il costo è di 7 o 8 € a pizza, cioè come una di quelle normali.

Diciamo che abbiamo concluso proprio in bellezza.
Da Perugia poi siamo tornati a Palazzo d’Assisi.

Pin It

Lascia un commento

Commenta con Facebook