In New York concrete jungle where dreams are made of…

E’ estate piena quando cominciamo ad organizzare questo viaggio…stavolta si parte per l’America destinazione New York, prima di tutto prenotiamo il volo con KLM in codeshare con Alitalia Trieste –Roma- New York dal 18/10 al 28/10 prezzo 600 Euro a persona, poi incominciamo a guardare gli hotel…impossibile troppo cari per questo periodo, del resto è uno dei periodi più belli per andare a New York. Cominciamo a guardare sul sito Homeholidays (mai usato per trovare appartamenti) e troviamo tre appartamenti che fanno al caso nostro: Upper East Side 2 camere in una zona tranquilla, contattiamo la proprietaria (che è la stessa per tutti e tre gli appartamenti) dice che uno è libero per quelle date, è molto gentile ci invia un paio di foto dell’ appartamento via mail e ci fa un po’ di sconto al posto di 280 $ a notte ci fa 260 $…prenotiamo, l’acconto è circa di 400 $ il resto da saldare in loco. L’appartamento era ben fornito e pulito, dotato di Wifi, biancheria ed asciugamani, l’unica pecca il bagno…troppo piccolo. Quando abbiamo dato l’acconto ho scoperto che loro si appoggiavano anche ad una agenzia di affitti online che aveva veramente buoni prezzi e belli appartamenti http://www.sublet4u.com/eng/default.asp.

Prima di partire facciamo le New York pass per 7  giorni, pagate con un piccolo sconto Euro 150 a testa (molto utili ci permetteranno di andare dappertutto senza pagare nulla, conviene farla anche perché New York come ingressi per le attrazioni è molto cara) http://www.newyorkpass.com, invece circa una settimana prima di partire facciamo l’assicurazione sanitaria siamo un po’ indecisi tra la Mondial conosciutissima ma carissima e la Travelguard non tanto conosciuta ma chi l’ha usata non si è lamentato, optiamo per la seconda (140 Euro a coppia dal 18/10 al 28/10 contro i 250 della prima). https://purchase.travelguardworldwide.com

18/10/2012 ore 6.55

Ragazzi ci siamo si parte…non ci posso credere che tra “poche ore “ saremo a New York, il viaggio vola, con la KLM si viaggia bene un sacco di film da vedere, buona musica da ascoltare e tanti spuntini. Con circa 1,30 ora di ritardo arriviamo a New York, ci aspetta Ysaac che ci porterà nell’ appartamento. Appena saliti in macchina cominciamo a chiedergli di tutto e di più…arrivati nell’ appartamento non restiamo delusi, anzi pulito prima di tutto ma poi è tale e quale a quelli che si vedono nei film, scale antiincendio fuori, il classico muro a mattoni rossi all’ interno e le immancabili foto dei taxi newyorkesi sopra i nostri letti. I nostri amici sono un po’ stanchi del viaggio …Noi no ore 21 locali cerchiamo la stazione della metro…direzione TIME SQUARE…la nostra zona è molto tranquilla, da lì ci mettiamo circa 20 minuti in metro ad arrivare. Appena usciti rimaniamo abbagliati…è luce come se fosse giorno, gente dappertutto, prima cosa che facciamo un mitico hot dog al volo…Good!!! Girovaghiamo nella zona di Time Square fino circa a mezzanotte poi prendiamo la metro verso casa ed andiamo a dormire …domani ci aspetta una giornata lungaaaaa!!!

19/10/2012

Ci svegliamo presto dopo aver fatto colazione, vista la giornata piovosa, ce la prendiamo con calma. Facciamo la spesa in uno di quei tipici supermercati americani (giusto per aver qualcosa per la colazione) ognuno di noi fruga tra i scaffali cerando le tipiche cose americane…Finita la spesa può iniziare la nostra prima giornata New yorkese…Ci dirigiamo verso Time Square dove dobbiamo ritirare i New York Pass fatti online (quello da 7 giorni era scontato del 15 % e lo abbiamo preso al volo…Speso circa 150 Euro a persona ma meritavano anche perché in 7 giorni non abbiamo cacciato un dollaro per nessuna attrazione, era tutto pagato), ritirati i pass li sfruttiamo subito, piove e allora ci dirigiamo verso il Museo delle cere ed un altro museo lì vicino il  “Ripley’s Believe it or Not” (la classica americanata ma se avete tempo ne vale la pena…ci si diverte). Alla sera andiamo di nuovo a Time Square, ceniamo da Bubba Gump; il locale è originalissimo si rifà al film di Forest Gump, si mangiano solo gamberi ed è affacciato proprio su Time Square, per mangiare 4 secondi, un antipasto e 4 bibitone spendiamo circa 28 $ a testa, dal mio punto di vista per niente caro visto che mangi affacciato  a Time Square.

20/10/2012

Oggi ci aspetta una bellissima giornata di sole, quindi decidiamo di farci un giro verso il fiume, a piedi dalla 42 street ci dirigiamo verso l’Intrepid of the Sea la portaerei museo, con il pass evitiamo tutta la fila quando entriamo scopriamo che c’è da visitare sia un sottomarino che il Concorde della British (in cui non riusciremo ad entrare perché le visite sono solo programmate), finita la visita ci dirigiamo verso il pier per fare la Circle Line (anche questa compresa nel NY Pass) dura un’oretta e mezza e ci permette di goderci uno spettacolo unico New York dal fiume con tanto di guida che ci spiega un po’ di cose, passiamo davanti le Freedom tower che svettano altissime saranno pronte a novembre 2014, mi mette un po’ i brividi pensare che lì c’erano le torri gemelle, la parte più bella arriva quando siamo davanti la statua della libertà…è maestosa! Tornati indietro prendiamo il Water Taxi (avevo prenotato nel loro ufficio davanti le crociere l’escursione compresa nel New York Pass che comprendeva il trasporto con l’ingresso al 911 Tribute center) che ci porta direttamente a Battery Park di là c’incamminiamo verso il 911 Tribute Center, arrivati lì ci aspetta una lunga fila dovuta ai controlli, quando entriamo nel parco dove al posto delle torri gemelle ora ci sono 2 enormi fontane a cascata con all’interno incisi tutti i nomi delle vittime. Ci vengono le lacrime agli occhi a pensare quello che è successo lì, usciti ci avviamo verso la St. Paul’s Chapel ed è lì che ci si stringe il cuore, entrando nella chiesa rimaniamo colpiti dalle varie commemorazioni del 09/11, una bandiera americana con tutti i nomi delle vittime, le foto delle vittime, gli stemmi di tutta la polizia e i vigili del fuoco di tutto il mondo appesi, le divise dei pompieri…Non riesci a trattenere le lacrime!

Usciti da lì facciamo due passi per riprenderci, ci troviamo a Wall Street ormai la zona è vuota sono le 18, gli uffici sono chiusi, la borsa anche riusciamo a vedere il famoso Charging Bull, solita foto di rito e poi prendiamo la metro in cerca di un posto dove cenare andiamo sulla quinta strada  e troviamo il fast food Five Guys…ragazzi da provare i tipici hamburger americani con mille topping diversi tutti gratuiti! Ceniamo ci facciamo una passeggiata e ritorniamo verso il nostro appartamento stanchi morti dopo una bellissima giornata. Domani sveglia presto ci aspetta il gospel.

21/10/2012

Oggi è domenica …non ci possiamo perdere il Gospel ad Harlem dopo aver letto un po’ sulle chiese, turisti fai da te ci dirigiamo verso Harlem, prima ci mettiamo in fila in una chiesa ma visto l’arrivo di un sacco di gruppi di tour organizzati, cerchiamo un’altra soluzione, incontro una ragazza del posto per strada e chiedo a lei dove poter assistere alla messa gospel, gentilissima lei ci porta nella chiesa che frequenta: CANNAN BAPTIST CHURCH OF CHRIST
132 W 116th St New York, NY 10026, Stati Uniti. Pochi turisti solo gente del posto, io rimango incantata da tutto l’atmosfera dl luogo, la musica, le voci, la gente…assistiamo ad uno spettacolo che non scorderò, queste voci ti entrano nell’anima ed è difficile non intonare con loro certe canzoni…” God is awesome…” Restiamo lì per circa 2 ore poi iniziato il sermone andiamo via (all’uscita ti fanno lasciare la busta con l’offerta libera che si può fare), ci dirigiamo verso Central Park è ora di pranzo quindi scatta il brunch domenicale con i panini portati da casa; con questa splendida giornata di sole ci godiamo l’erba del parco. Riposati ci facciamo un bel giro nel parco, arriviamo al laghetto dove sembra di stare a casa…vediamo una gondola…Venice in New York??? Proprio prima di arrivare al laghetto incontriamo degli artisti da strada…o meglio degli artisti e basta…un coro improvvisato e un sassofonista …pelle d’oca …camminare per questa città è come vivere in un film, un’emozione così grande faccio un passo e resto ammaliata da qualcosa!! Decidiamo di dirigerci verso il Museo di Storia Naturale (dove hanno girato “Notte al museo”), restiamo lì un paio d’ore a goderci questo museo enorme…troppo poche ma del resto ci sono ancora tante cose da vedere!! Arriva il tramonto ci dirigiamo verso casa, una doccia veloce e si riesce…stavolta la destinazione è Top of the Rock alla sera, quando saliamo (in pochi secondi con un ascensore più veloce della luce) c’è un panorama mozzafiato, facciamo tutto il giro della terrazza per goderci appieno il panorama. Per finire in bellezza la serata…un po’ tardi per le cene americane verso le 21.30 ci dirigiamo nel ristorante a Broadway Ellen Stardust…ragazzi è da provare, è un tipico ristorante americano in stile Happy Days con una piccola particolarità i camerieri ad un certo punto salgono sui tavoli e cantano e ballano. Bella serata e prezzo nella media 120$ in 4.

22/10/2012

Oggi giornata dedicate allo shopping ci andiamo all’outlet Jersey Gardens. Per arrivare ci dirigiamo alla stazione di Port Authority al piano terra, i bus buoni sono il 111 e il 115 si compra il biglietto a/r per 13 dollari e viene fornito anche un foglio indicante orari e gate da cui parte il bus. All’outlet ci si arriva in bus in circa 1 oretta, se volete andarci preparatevi a stare via tutto il giorno. Prendete i coupon con gli sconti all’ ingresso, il posto è enorme pieno di marche a noi conosciute come Nike Adidas Reebook H&M Abercrombie Victorias Secret Levi’s GUess Polo Us. Sinceramente gli unici posti dove ho comprato perché erano convenienti sono stati alla Nike (un paio di scarpe da ginnastica), Ambercombie (qualche maglione classico per me e mio marito) e Polo us (qualche polo classica da uomo), da Victoria Secrets (solo qualche profumo). Per quanto riguarda tutti i negozi citati qualcosa di decente si trovava rovistando sennò le cose esposte erano veramente delle vecchissime collezioni! Avendo noi italiani un bel po’ di gusto nel vestirci questo outlet non mi ha soddisfatto, insomma i classici gusti americani, lo ripeto i negozio in cui valeva la pena erano pochi.  Vi ricordo che ai prezzi esposti non bisogna aggiungere le tasse.

Alla sera ci dirigiamo verso un locale consigliato da un mio collega a Greenwich Village il Cafè Wha per il locale si scende in un seminterrato, negli anni ’60 ci suonava Bod Dylan, durante la settimana ci sono delle cover band che fanno dal rock al r’n’b al soul. Noi quella sera ci siamo goduti la serata brasiliana. Lo spettacolo inizia alle 9.30pm vi conviene prenotare il tavolo online se volete assicurarvi il posto. L’entrata costa 10$ e noi mangiando 4 hamburgher e facendo due giri di moijto abbiamo speso circa 180  $ in 4 (solo 40 però erano d’ingresso). Fatevi un giro in bagno …troppo forti tutti tappezzati di foto degli anni 60.

23/10/2012

Oggi ci alziamo con la calma…ieri sera abbiamo fatto un po’ tardi, andiamo a fare la spesa per questa sera cucineremo noi una typical American dinner, tutti e 4 ci dirigiamo verso gli scaffali del supermercato cercando cose tipiche, non vi dico che cena!!! Oggi piove quindi ci dirigiamo verso il Moma …ops il martedì è chiuso!! Ritorneremo domani…Prendiamo la metro e nadiamo al Chelsea Market un mercato coperto dove trovi tutte le stranezze, essendo vicini ad Halloween ci sono addobbi di teschi streghe, ragnatele ovunque…In questo posto non si può non mangiare, ci sono negozi di dolci di tutti i tipi che vendono muffin stranissimi tutti colorati e con tutte le forme possibili..Hangry Birds, I Muppets, Spiderman…e poi i biscotti decorati in pasta di zucchero ed ispirati ad Halloween, ma qui non puoi non mangiare nulla nella pescheria, visto che è ora di pranzo approfittiamo, ci prendiamo dei ottimi rotoli con gamberetti e salmone…per i più sfiziosi potete prendere anche l’aragosta cucinata al vapore. Proprio fuori dal Chelsea Market ci facciamo un giro all’Apple Store. Prima del tramonto dobbiamo arrivare all’Empire State Bulding, dobbiamo goderci lo spettacolo…Arrivati lì niente fila saliamo subito e restiamo lì fino a quando non si fa sera…Ci godiamo il panorama mozzafiato…e scattiamo più foto dei giapponesi!! Prima di scendere (visto che è compresa nel NY Pass) ci facciamo un tour virtuale nei grattacieli con il New York Skyride. Scesi dall’Empire ci facciamo un bel giro in limousine mezz’ora 40$…ci fa fare un giro di mezz’ora dall’Empire a Columbus Circle e scendiamo in piena Time Square. Giornata intensa ci dirigiamo verso casa per preparare la nostra American Dinner!!

24/10/2012

Oggi iniziamo con il tour che abbiamo prenotato con la NY Pass che ci porta nel Bronx, siamo rimasti un po’ delusi, con una guida che ti spiega tutto in inglese ti portano in pullman a vedere il quartiere, insomma niente di che. Subito dopo la visita del Moma…appena entrati vediamo un bel po’ di gente, era il primo giorno di esposizione del quadro di Munch “L’Urlo”, il museo è molto particolare sinceramente mi aspettavo un po’ più opere di Andy Warhol. A metà pomeriggio ci dividiamo i maschi vanno a vedere la partita Nba di preseason tra New York Knicks e Brooklyn Nets da quanto vediamo e da quanto ci raccontano era un vero e proprio spettacolo; noi donne invece ci godiamo il musical a Broadway Mary Poppins in platea, da vedere assolutamente alla fine dello spettacolo Mary Poppins vola via sopra la nostra testa. Entrambi i  biglietti li abbiamo acquistati nel centro dove abbiamo ritirato i NY Pass a Time Square, il prezzo era ottimo circa 45$ a biglietto.Per finire la serata ci godiamo tutti assieme un hamburger a Time Square da Five guys…che dire altro che Mc Donald!!!

 25/10/2012

Anche oggi iniziamo con il tour a piedi che abbiamo prenotato con la NY Pass che ci porta ad  Harlem, siamo un gruppetto piccolo e la guida ci porta un po’ in giro per le strade del quartiere. Il primo insediamento umano nel luogo fu da parte degli olandesi, e devo dire che si deve, passeggiando nelle stradine sembra di essere ad Amsterdam la struttura delle case è uguale a quelle olandesi. Dopo il tour ci spostiamo verso il centro del quartiere , devo dire che è abbastanza tranquillo, arrivati all’Apollo Theatre ci facciamo le solite foto di rito e diamo uno sguardo al teatro dove si sono esibiti i miti della musica come Ella Fitzgerald, James Brown, Michael Jackson e The Jackson 5, Lauryn Hill. Poi ci facciamo un giro nei negozi e notiamo che i prezzi sono molto più bassi in confronto al centro soprattutto quelli sportivi. Ci spostiamo con la metro a Brooklyng proprio dall’altra parte del ponte nel quartiere di Dumbo ci fermiamo in un parco a rilassarci un po’ e poi attraversiamo il maestoso ponte…è uno spettacolo sia il ponte ma anche vedere il panorama su Manhattan. Ci incamminiamo poi a piedi verso Little Italy e Chinatown. Ormai è quasi sera e stanchi morti troviamo un locale vicino casa dove mangiare il BBQ Grill, è una catena ma fa della carne veramente ottima e mangiamo in 4 con 90 $.

26/10/2012

Oggi…It’s my birthday però è anche il penultimo giorno allora decidiamo di dedicarlo allo shopping, dal nostro appartamento ci incamminiamo a piedi fino alla Fifth Avenue, camminando sulle avenue ti sembra di essere in un film, ti soffermi ogni secondo a guardarti intorno entriamo in mille negozio. Arrivati alla fine della  Fifth Avenue troviamo l’Apple store…vi dico che c’era la  fila fino a fuori per poter solo ordinare l’Iphone 5…fatta una capatina dentro, appena usciamo ci dirigiamo verso Columbus Circle dove scopriamo che anche lì nei paraggi c’è il super outlet Century 21, raccomandato solo per souvenir a buon prezzo, occhiali e profumi, per l’abbigliamento non hanno niente di che.

Da lì arriviamo a piedi fino a Time Square dove ci fermiamo a guardare uno spettacolo di breaker…Bravissimi!! Sempre a piedi ci dirigiamo verso Bryant Park, dove c’è già un’atmosfera natalizia, con la pista di pattinaggio su ghiaccio e le bancarelle che vendevano tutti i gingilli per l’albero di Natale. Dopo essere andati in giro a piedi tutto il giorno, ritorniamo a casa con la metro per prepararci per l’ultima serata, abbiamo scelto di passarla di nuovo  al BBQ grill ma a Time Square e dopo aver cenato ci facciamo l’ultimo giro per vedere le mille luci di questa favolosa città che sembra veramente la città dei balocchi!!!

27/10/2012

Ultimo giorno purtroppo …oggi si riparte, approfittiamo della bellissima giornata per incamminarci dal nostro appartamento a Central park, spettacolo è sabato e la prossima domenica ci sarà la maratona quindi c’è un sacco di gente che si allena, noi ci mettiamo lì sul laghetto scattiamo qualche foto e ci godiamo le ultime ore a New York tra il paesaggio autunnale di Central Park! Arrivederci New York …arrivati in Italia ci rendiamo conto che siamo scappati in tempo all’uragano che ha bloccato tutta Manhattan!

Pin It

Ci sono 2 commenti su “In New York concrete jungle where dreams are made of…

Lascia un commento

Commenta con Facebook