Djerba – Palais Des Iles

Ciao a tutti. Sono tornata ieri dal Palais di Djerba. MERAVIGLIOSO! Una premessa: era la mia prima volta in un villaggio di questo tipo (generalmente faccio viaggi più movimentati) ma credo comunque di poter affermare che lo standard sia decisamente alto.
Breve racconto di viaggio.
L’andata è stata traumatica. Abbiamo beccato una tempesta di sabbia su Djerba, nessun aereo è potuto atterrare. Dopo averci fatto girare per un’ora sul cielo di Djerba (con evidenti problemi di mal d’aria) ci hanno portato su Monastir dove siamo rimasti dalle 17,30 fino alle 23,00! Ma tutto sommato non c’è andata male perché c’è chi è rimasto parcheggiato a Malpensa fino alle 4 del mattino.
Arrivati a Djerba nessun problema, è una vera pacchia. Da quel momento se vuoi puoi anche spegnere il cervello, pensano tutto loro.
A disposizione vela, windsurf, catamarano, canoa, tennis, ping pong, tiro con l’arco, piscina scoperta, piscina coperta, ginnastica di tutti i tipi, animazione serale e discoteca. Io e mio marito abbiamo un primato: non abbiamo fatto assolutamente niente!!! Meritavamo un diploma!
C’erano tante famiglie ma anche parecchi ragazzi e ragazze, mi sembra che ci siano divertimenti per tutti. I ragazzi dell’animazione sono molto simpatici ma anche molto discreti: se ti va fai, se non ti va non ti assillano. Il posto è veramente grande anche se credo che in piena stagione sia meglio buttare un pareo su un lettino in spiaggia alle 8 del mattino se vuoi trovare posto!
Il mangiare ( per me non è mai un elemento fondamentale perché mi adatto facile) è tantissimo e molto vario. Molto poco tunisino ma questo non è necessariamente un difetto.
Tranquillissimi per quanto riguarda la pulizia ( è davvero notevole) e le bevande: pericolo di sentirsi male non c’è ( a meno che non vi abbuffate di insalate condite con maionese!) perché sono tutte nei dispenser, dall’acqua alla cocacola e quindi controllate. Io almeno mi sono fidata e con me mio marito e mie bambini e altre 500 persone!
C’è molto vento (almeno la scorsa settimana) e questo sembra essere un vantaggio in piena estate perché mi hanno detto che si arriva a 50 gradi!
Portatevi qualcosa per le zanzare e se odiate le mosche: rassegnatevi!
C’è il DIVING a fianco alla spiaggia del Palais. non so dirvi che genere di immersione si possano fare (qualcuno parla di un relitto di una nave inglese) ma comunque è attrezzato.
Chi vuole può fare un milione di escursioni , di tutti i tipi. Ho sentito qualcuno che ha fatto il giro dell’isola e ha detto che non è il massimo ma non vi so dire altro perché, ovviamente non ho fatto neppure quelle.
Apro un capitolo speciale dedicato ai bambini e alle mamme.
Meraviglioso! C’è il minisuper club da me ribattezzato “anonima sequestri”. Mio figlio, cinque anni, non li ha abbandonati un solo secondo ( Gelosia!). Li affidi a loro alle 9,30 del mattino e li riprendi alle 17,45. Ci pensano loro a farli giocare, a fargli fare il bagno e a farli mangiare. Poi glieli ridai alle 19,15 e te li riprendi (già cenati) alle 21,30 dopo la baby dance! In pratica una pacchia, forse troppo.
la spiaggia è tutta di sabbia fine , è grandissima e con gli ombrelloni. L’acqua (il mare era freddo e mosso) sembra bassa e bellissima.
Un consiglio: c’è da fare un pezzo di strada per arrivare alla spiaggia, è comoda con il passeggino ma se andate in piena estate portatevi anche la cappottina per il sole.
C’è latte a volontà, credo fosse a lunga conservazione ma è buonissimo di sapore. Volenso al bar potete avere biberon pieni a qualsiasi ora fino alla chiusura nottura.
Per mangiare non ci sono problemi: sia a pranzo che a cena c’è sempre pasta e riso da condire con sugo al pomodoro e al ragù. Se andate presto a pranzo e a cena guardate in fondo alla sala a sinistra. Dietro ad un paravento di legno c’è un piccolo buffet nascosto: è quello del miniclub , è sempre provvisto di patatine fritte , a volte purè e pasta di formato pià piccolino.
Ci sono seggioloni a disposizione, quindi no problem.
Per i pannolini non so dirvi niente perché ero partita con la scorta da casa.
Appena siamo arrivati mia figlia ha avuto una reazione allergica, tipo orticaria. Rimane un mistero perché non aveva bevuto e mangiato niente che non avessi portato da casa. Probabilmente , nonostante lei non sia allergica deve avere avuto una reazione strana ad una puntura di insetto. Tutti i bambini hanno sofferto per i pizzichi di zanzare. Vi consiglio di non commettere il mio stesso errore: ero così ossessionata dalla gastroenterite che ho portato scorte di fermenti lattici e nemmeno un antistaminico! Ho chiamato , tramite la veratour, il medico (tunisino) che ha visitato la piccola ed è andato a comprare i farmaci (tunisini!). La mia piccola è stata comunque benissimo, fortunatamente non aveva prurito e nemmeno febbre. E poi è un angelo, è buonissima e non ha sofferto sotto l’ombrellone per un giorno.
Credo di avervi raccontato proprio tutto. Sono a disposizione per ogni domanda.
Certo che passare da Djerba all’ufficio :shock:

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook