Creta isola delle meraviglie

Viaggiatori: Tano e Caterina

Meta: Isola di Creta dal 16 Luglio al 30 Luglio 2008

Prima di partire: ricerche su internet, diari di viaggio di vari viaggiatori (alcuni dei quali molto interessanti), Creta Cartoguida (turino club italiano) e le più belle spiagge di Creta scritto da Alberta Galla e Michele Buonsanti edizione Mystis.

Prenotazioni effettuate: Tramite le ricerche e i diari di viaggio letti abbiamo prenotato sul sito www.xerocamboscreta.com gestito da due gentilissimi italiani Andrea e Anna Marini (e-mail: [EMAIL=andrea18@otenet.gr]andrea18@otenet.gr[/EMAIL]) che si sono trasferiti a Creta.
• la macchina, classe D (era rimasta solo questa categoria disponibile) al prezzo di 360,00 € per quattordici giorni
• quattro giorni da passare a Xerocambos, villa Ampelos
volo Catania-Heraklion (volo Charter della WindJet organizzato dalla Kenoby) al prezzo di 395,00 € a persona.

Questo diario di viaggio è il frutto delle nostre esplorazioni nell’isola di Creta ed è indirizzato ai viaggiatori che preferiscono avventurarsi in posti nuovi per scoprire usi e costumi locali piuttosto che partire con pacchetti turistici organizzati tutto compreso.

16 Luglio 2008
Il volo WindJet organizzato da Kenoby previsto per le ore 12:00 dall’aeroporto di Catania è puntualissimo e pertanto arriviamo ad Heraklion alle 14:50 ora locale (rispetto all’Italia le lancette dell’orologio devono essere spostate in avanti di un ora). La macchina affittata di categoria D a 360,00 € per 14 giorni era una Hunday Accent. Dopo aver messo 25,00 € di benzina ci siamo immessi nella new road (strada che collega la parte nord dell’isola in cui si trovano molte stazioni di servizio).
Confermo che nella new road bisogna spostarsi a cavallo della corsia di emergenza per consentire il sorpasso alle macchine più scattanti.
Dopo circa due ore e mezzo abbiamo raggiunto la cittadina di Kissamos e il room for rent Bikakis Family (www.familybikakis.gr costo 30,00 € a notte la stanza senza aria condizionata, ma non ce n’era bisogno) che si trova sulla stradina a destra parallela a quella principale. Il padrone è gentile e disponibile ma la stanza è abbastanza spartana. La stanza ha frigo, bagno con doccia e TV.
Appena cambiati siamo andati a Falassarna (circa 14 Km) a vedere il tramonto dalla spiaggia. Per cenare ci siamo fermati in un locale panoramico che si trova a sinistra salendo. Prendendo coniglio con salse aromatizzate e moussaka abbiamo speso 16,00 €.

17 Luglio 2008
Sveglia alle 07:00 per andare a vedere la splendida spiaggia di Elafonissis. La strada scelta per raggiungere la spiaggia è stata quella interna che passa Topolia e Elos un angolo carino pieno di verde dove ci sono diverse taverne e room for rent. Noi abbiamo preso due cappuccini (4,00 €).
Arrivati ad Elafonissis dopo circa un ora e mezza di macchina dopo aver trovato parcheggio sotto l’ombra di un albero ci siamo incamminati verso l’isolotto dopo un piccolo tratto fatto a guado. Bisogna raggiungere le calette più lontane belle e selvagge. Nell’isolotto è vietata la pesca, la caccia, la raccolta di sabbia e l’utilizzo dell’ombrellone.
Tornati a Kissamos verso sera siamo andati a mangiare al Pikantiko a circa 50 metri dopo aver svoltato a sinistra della piccola stradina di fronte al Bikakis. Abbiamo preso due Gyros Pita e birra al prezzo di 4,60 € in tutto. La cittadina di Kissamos è un ottimo campo base per le escursioni nella parte ovest dell’isola.

18 Luglio 2008
Sveglia alle 07:00 per andare a vedere la laguna di Balos. Per raggiungere la laguna è possibile prendere dal porticciolo di Kissamos dei barconi che accompagnano i turisti. Noi abbiamo preferito raggiungere la laguna in macchina. Dopo aver raggiunto la cittadina di Kaliviani comincia il tratto sterrato che deve essere percorso con prudenza. Dopo circa 30 minuti di sterrato si arriva al parcheggio da dove parte un sentiero di circa 30 min di cammino. Lo spettacolo dall’alto della laguna è davvero mozzafiato e sarebbe un peccato perdersi tale vista. In spiaggia prima dell’arrivo dei barconi ci sono solamente dieci persone a godere di tale bellezza. Alle 12:00 cominciano ad arrivare i barconi sino a circa le 17:45.
La spiaggia di una bellezza indescrivibile presenta purtroppo delle tracce di catrame.
La sera siamo andati nuovamente al Pikantiko e prendendo due gyros, un insalata greca e birra abbiamo speso 10,40 €.

19 Luglio 2008
Sveglia alle 07:30 e dopo aver pagato le tre notti lasciamo definitivamente il Bikakis e partiamo per Paleohora dopo aver rabboccato nuovamente il pieno con 15,00 €.
La strada scelta per raggiungere Paleohora è stata quella per Topolia e dopo alcuni Km abbiamo svoltato verso Plemeniana. Dopo circa un ora ed un quarto raggiungiamo Paleohora. Per passare la giornata scegliamo una spiaggia a 4 Km dal centro prendendo la direzione per il camping verso le spiagge di Anidri. La strada è sterrata ma piatta per cui non bisogna preoccuparsi per la macchina.
La spiaggia è di ciottoli e il fondale è favoloso ideale per lo snorkeling. Alle 17:45 partiamo per Hania dove arriviamo dopo circa un ora e mezza percorrendo la strada diretta. Trovare il parcheggio è complicatissimo e solamente con un colpo di fortuna ci permette di avere un posto gratis nella zona del porto veneziano. Trovare alloggi è solamente questione di prezzo per cui dopo una breve ricerca prendiamo la pensione Kastelli vicina al porto veneziano a 40,00 €.
Ne avevamo trovate altre anche a 30,00 € la stanza ma abbiamo preferito la pensione Kastelli per i comfort che aveva. La zona turistica e le viuzze sono bellissime. La sera abbiamo cenato nella zona portuale al costo di 26,00 €.

20 Luglio 2008
Sveglia alle 08:30 con passeggiata e colazione per Hania. Abbiamo fatto colazione nella zona portuale (10,00 €).
Alle 10:30 siamo partiti verso Frangokastelo. Dopo alcune foto al castello ci siamo diretti verso Plakias raggiunta dopo circa due ore e mezzo da Hania. Abbiamo visitato la spiaggia di Ammoudi e Skinari.
Alle 18:00 siamo andati in cerca di alloggi. Sul lungomare di Plakias al prezzo di 30,00 € la stanza abbiamo preferito il Livicon beach Hotel (e-mail: [EMAIL=liviconplakias@acn.gr]liviconplakias@acn.gr[/EMAIL]).
La stanza ha A/C, frigo, TV con parabola e balcone. Questa sarà la più bella camera presa durante la gita.
La sera sul lungomare abbiamo preso un menù turistico a 6,50 € a persona.

21 Luglio 2008
Sveglia alle 07:30 e dopo una colazione in uno dei localini del lungomare (7,00 €) partiamo per raggiungere la spiaggia di Preveli. La spiaggia vista dall’alto è bellissima con una fitta vegetazione di palme ed oleandri alle spalle e il fiume che la divide in due parti. E’ necessario percorrere il sentiero delle palme per ammirare il torrente in tutta la sua bellezza. Non consiglio di prendere il pedalò perché il tratto percorribile è di circa 100 metri dopo di che le rocce impediscono il passaggio. La sera a Plakias abbiamo cenato con tre gyros pita ed un insalata greca (10,00 €). Siamo tornati soddisfatti della giornata nel nostro magnifico albergo Livicon.

22 Luglio 2008
Sveglia alle 08:00 e dopo una sosta al panificio per rifornirci di paste per colazione e di qualcosa per il pranzo (10,00 €) siamo partiti per Matala (15 € di benzina). La strada scelta è stata Plakia – Lefkogia – Spili – Timbaki – Pistidia – Matala. Abbiamo visitato la spiaggia di Kommos qualche Km prima di Matala svoltando a destra. Alle 18:00 siamo andati a Matala ed imboccata la stradina sulla sinistra (piena di indicazioni di affittacamere) siamo andati all’Antonio’s Studio a 30,00 € con aria condizionata, frigo e parcheggio gratuito. Siamo andati a mangiare al Mare-Mare (18,00 €) localino con splendida vista sulla rocca di Matala.

23 Luglio 2008
Sveglia alle 08:30 e colazione presso il locale che si trova alla fine della stradina del nostro appartamento sulla destra. La colazione a buffet al costo di 5,00 € a persona è molto abbondante. Finita la colazione decidiamo di raggiungere la Red Beach. Esistono due strade una più semplice ma più lunga ed una più breve ma più corta. Noi abbiamo scelto la via più corta che parte dalla stradina nella quale si trova l’appartamento scelto per la notte. Il primo tratto è quasi da arrampicata, poi si giunge ad un cancelletto da richiudere dopo il passaggio e comincia la discesa. Il percorso sino alla spiaggia è di circa 30 minuti. Una volta giunti in spiaggia abbiamo notato che la sabbia è di un colore giallo ocra. Non sappiamo dare notizie sui fondali marini perché il mare era agitato. Verso le 16:30 siamo ritornati in paese e devo dire che risalire il percorso è stato veramente faticoso. Ci siamo messi in viaggio verso Myrthos (20,00 € di benzina) paesino che ci ospiterà per i successivi due giorni e ottima base per l’escursione a Chrissi. Appena arrivati abbiamo trovato alloggio presso il Cretan House.
La proprietaria , una signora sulla settantina, è riuscita a tener duro ai nostri tentativi di abbassare il prezzo da 35,00 a 30,00 €. Alla fine ci siamo accordati pagando le due sere al costo di 65,00 €. In serata dopo una bella passeggiata sul lungo mare abbiamo provato la pizza al ‘Ca Nova pagando 16,00 € per due pizze e una bottiglia d’acqua. Successivamente abbiamo provato un Waffel (5,00 €) che non ci è piaciuto molto.

24 Luglio 2008
Sveglia alle 08:00 e partenza per Irapetra da dove partono i barconi per l’isola di Chrissi. Dopo aver trovato parcheggio nella zona portuale (anche questa volta parcheggio libero) e dopo aver fatto colazione (10,00 €) prendiamo alle 10:30 la barca che ci trasporterà a Chrissi (costo 25,00 € a persona). Appena sbarcati a Chrissi ci dirigiamo verso la Golden Beach spiaggia sul lato nord dell’isoletta. La particolarità che ci ha colpito è stato il sentiero tra i cedri e i colori della spiaggia e del mare. Partiamo da questo paradiso con la barca delle 17:00 (molti non lo sanno ma è possibile partire e tornare con due barche diverse). La sera a Myrtos mangiamo alla taverna Myrtos (18,00 €).

25 Luglio 2008
Avevamo deciso di svegliarci un po’ più tardi ma la vicina chiesa ha più volte interrotto il nostro riposo con campane a festa sin dalle 06:30.
Alle 08:30 ci siamo alzati ********* come delle bestie! Chiedendo informazioni sulla celebrazione tenutasi in mattinata ad altri clienti che erano stati in quella zona per due settimane abbiamo appreso di essere particolarmente fortunati: nelle due settimane precedenti le campane non avevano mai suonato prima delle 10:00.
Dopo la colazione sul lungomare (14,00 €) e dopo un piccolo rifornimento di benzina (25,00 €) siamo partiti per Xerocambos. Dove alloggeremo a villa Ampelos (prenotata dall’Italia tramite il sito www.xerocamboscreta.com).
Non è possibile resistere alla tentazione di fare delle foto panoramiche scendendo dalla strada di collegamento Zyros – Xerocambos. Il posto è molto bello e tranquillo ideale per passare delle vacanze rigeneranti e per gli amanti dello snorkeling è un posto da non perdere. A Xerocambos sono presenti quattro taverne ed un minimarket dove con 8,00 € abbiamo comprato l’occorrente per le colazioni dei giorni seguenti.
Siamo stati alla Katsounaki beach dove abbiamo visto il sito nel quale il giorno prima una tartaruga aveva deposto le uova. Facendo una piccola escursione con la maschera non è raro incontrare delle sogliole, cernie e seppie oltre a tanti pesci colorati. Per la prima volta nella mia vita sono riuscito tagliando un riccio a far mangiare dei pesci direttamente dal palmo delle mia mano.
La sera siamo andati a mangiare al locale Akrogialis vicino al mare (23,00 € prendendo tzatziki, grigliata di carne per due e acqua).

26 Luglio 2008
Sveglia alle 09:30 e colazione sotto l’albero di tamerice di Villa Ampelos. Alle 11:30 siamo andati al mare. Xerocambos ha diversi arenili molto belli per cui c’è solo l’imbarazzo della scelta. La giornata trascorre tranquilla e la sera con i nostri vicini di appartamento (Pietro, Marica e i due figli) andiamo a mangiare al Kostas. Il proprietari del locale ci ha fatto visitare le cucine per aiutarci a scegliere le pietanze. Abbiamo mangiato e bevuto molto (30,00 €). Dopo cena una bella passeggiata sotto il cielo stellato è obbligatoria.

27 Luglio 2008
Sveglia alle 10:00 dopo una veloce colazione e un piccolo rifornimento a Zakros di 10,00 € (a Xerocambos non ci sono rifornimenti) siamo partiti per visitare la spiaggia di Vai.
La spiaggia è bella ma molto commerciale e quando la calca diventa eccessiva ci dirigiamo verso Itanos. Ad Itanos sono presenti due spiagge entrambe molto belle.
Al ritorno abbiamo comprato nella baracca di fronte lo svincolo per la spiaggia di Vai circa 8 banane e dell’uva sultanina.
La sera dopo esserci cambiati siamo andati con i nostri amici a mangiare a Zakros da Napoleon. Non ci siamo fatti mancare niente (gelato e vini resinosi compresi 30,00 €)! Incontriamo a Xerocambos Anna e Andrea Marini ai quali chiediamo come è possibile raggiungere l’isola di Koufonissis. Loro ci spiegano che su prenotazione (se viene raggiunto il numero) parte una barca da Makrigialos. Pensano in poco tempo di accontentarci e cercare di organizzare l’escursione. Dopo circa un ora ci confermano che c’è una speranza.

28 Luglio 2008
Sveglia alle 07:30 e partenza per Makrigialos che dista circa 1 ora da Xerocambos. La nave parte alle 10:30 (30,00 € con pranzo incluso) e porterà circa 25 persone a Koufunissis isoletta deserta e fuori dal turismo di massa. Appena approdati sull’isola ciascun passeggero sceglie la propria caletta. Ci sentiamo padroni dell’isola. Rispetto a Chrissi è più selvaggia ma obbiettivamente meno bella, comunque da non perdere. Tornati a Xerocambos decidiamo di cenare a casa con i nostri amici anche in vista della sveglia per l’indomani e del trasferimento ad Agios Nikolaos. A fine serata mentre giocavamo a carte è venuto a trovarci Andrea marini e ci ha portato una bottiglia da due litri di rakì aromatizzato all’arancia fatto in casa. Abbiamo bevuto e parlato sino alle 03:30. Andrea ci spiegava tante cose sugli usi e costumi dei Cretesi e molti aneddoti di turisti che a causa di pacchetti vacanza si sono trovati catapultati nella bolgia della costa nord. (Con pochissime forze siamo andati a letto (credo anche con un forte mal di testa).

29 Luglio 2008
Avevamo dimenticato di mettere la sveglia per cui alle 11:00 ci siamo alzati (il rakì ha fatto effetto). Siamo partiti alle 13:00 verso A.Nikolaos facendo un piccolo rifornimento di benzina di 10,00 €. La scelta di tale meta è dettata dal fatto che vorremmo raggiungere il palazzo di Knosso per l’indomani prima di raggiungere l’aeroporto. Dopo circa un ora e mezza di macchina raggiungiamo A. Nikolaos. La cittadina è molto turistica e con la caratteristica di avere un lago vicino alla zona del porticciolo turistico. Questa è stata l’unico posto nel quale abbiamo avuto qualche difficoltà in più per trovare alloggio (molti non vogliono affittare per una sola notte). Alla fine troviamo la pensione Mary (si trova in via Evans) al prezzo di 35,00 € con aria condizionata. Dalle 17:00 alle 20:00 abbiamo dormito (a causa della serata con giri di rakì). La sera abbiamo cenato sul lungo lago (35,00 €) ed è stato molto romantico.

30 Luglio 2008
Sveglia alle 07:30 e partenza in direzione Knosso. Lungo la strada veniamo attratti dalla segnaletica per il cretacquarium che decidiamo di visitare (8,00 € a persona). Ne vale la pena!
Successivamente dopo aver sbagliato più volte strada raggiungiamo Knossos. Troviamo un parcheggio gratuito (dopo aver parcheggiato apprendiamo che era obbligatoria una consumazione). Il palazzo se bene tutto rifatto è da vedere.
Arrivati all’aeroporto lasciamo al parcheggio la macchina (che ha percorso in quattordici giorni 1418 Km) alle 13:00 per prendere il volo delle 15:30 della Windjet. Il volo ha un ritardo mostruoso e partiamo alle 20:30.

A parte il ritardo nel volo di ritorno la gita a Creta rimarrà per sempre nei nostri cuori.
Tano & Caterina

Costo della gita:
Totale 2184,00

Pin It
Tags:

Ci sono 7 commenti su “Creta isola delle meraviglie

  1. Fraco wrote:
    Davvero un bel diario:ok:…anche io ho raggiunto Xerocambos, e confermo che e un posticino splendido, e ho dormito al Bikakis Family a Kissamos, altra cittadina simpatica.

    Ti invio la nostra personale classifica delle spiagge più belle visitatate a creta dal primo posto in poi:
    Balos
    isolotto di Elafonissis
    Preveli (per la splendida vegetazione di palme)
    Chrissi (golden Beach)
    Xerocambos
    Koufunissis
    Falassarna(ha splendidi fondali)
    Itanos
    Vai

Lascia un commento

Commenta con Facebook