Zona dei castelli di Fussen

Partenza sabato 09/08 alle 10.
Decidiamo di passare per la Slovenia, andare su per l’austria e girare per la germania
La strada è stata abbastanza tranquilla, siamo stati fermi in coda solo vicino al tunnel St. Michail in austria un’ora. Noi però ci eravamo appena fermati in area di servizio, quindi non è stato troppo traumatico! Tra l’altro noi viaggiamo sempre col frigo per cui avevamo sia da bere che da mangiare. Non abbiamo capito il perchè della fila, abbiamo ipotizzato che centellinassero l’entrata al tunnel.

Arrivo la sera alle 21.00 circa (io ho preparato venerdì focaccia e pizza che sono durate fino a lunedì a pranzo…).
Fattoria a Schwangau, a due passi dai castelli di Fussen.
Camera bella, con l’arredamento tipico di montagna. Due cioccolatini ritter come benvenuto sui cuscini. La camera aveva un bel balcone, un armadio, comodini. In bagno non c’erano saponette, in compenso asciugamani di spugna (non come in certi posti che ti danno il telo che non asciuga nulla) e anche un bel fon. Niente televisore (che cmq non ci interessava). A disposizione comune degli ospiti un frigo col freezer (che ci è stato utilissimo)
La signora che ci ha accolto la sera parlava solo tedesco, ma mi sono fatta capire anch’io che di tedesco non so nulla (mio moroso invece qualcosa sa).
La fattoria è vicina alla strada ma non te ne accorgi nemmeno.
La mattina senti solo gli uccellini e le campane delle mucche, di notte nemmeno quello!
Le ragazze della mattina parlano bene inglese e sono molto simpatiche. Colazione a buffett abbondantissima, man a mano che viene mangiata la roba, le ragazze portano altro. Pane (bianco, nero, di sesamo), marmellata (pesche, fragole, ciliegie), miele, burro, formaggini vari, salumi e formaggio tagliati di fresco, yogurt naturale e alla fragola, musli, riso soffiato, macedonia, succo di frutta. Bevande calde a richiesta ogni mattina (caffè, the, cioccolata).
Sempre a disposizione di tutti gli ospiti, un frigo a parte dove puoi prendere bevande varie fresche e vicino bevande a temperatura ambiente. ho visto anche una griglia in giardino

Domenica: siamo andati sul Zugspitze che è la cima + alta della germania (45 euro andare e tornare!). Vista splendida…se andate vestitevi bene perchè su la temp. è tra i 5 e i 7 gradi!!!
(ovviamente parcheggio a pagamento, 2.5 euro).
Giretto per Fussen (negozi chiusi ….) e cena al Gasthoff Krone. Bil posto, stile medievale. Cibo buonissimo e porzioni gigantesche…ti portano il bavaglio invece dei tovaglioli che ti mettono direttamente al collo. Menu in italiano e cameriere che parla anche un pò di italiano. Conto: due piatti (costine e agnello) , due birre, un dolce (frittelle di mele): 38 euro.

Lunedì: hohenschwangau e neuschwanstein. Ci sono vari parcheggi, tutti a pagamento. Quello + sotto vale solo per sei ore, sopra il ticket center c’è un parcheggio che per gli stessi soldi (4.5 euro) puoi stare quanto vuoi.
Se arrivate la mattina la fila è abbastanza gestibile (noi abbiamo fatto una 40ina di minuti). Se state da quelle parti guardate il tallocino della prenotazione dell’albergo perchè spesso dà uno sconto. Noi infatti invece dei 18 euro per tutti e due i castelli abbiamo pagato 15. Ti danno l’orario di entrata anche in base alla lingua scelta.
Per HoheSchwangau ti danno 20 minuti per salire a piedi, ma ci vogliono molto meno, in 5 minuti sei su.
Le visite sono solo guidate, e non è la guida che parla in italiano, ma hanno delle registrazioni che fanno partire man mano. Attenzione…non si possono fare foto all’interno.
Siamo scesi a piedi, volevo prendere la carrozza per andare all’altro castello, ma c’era una fila paurosa e non ce l’avremmo fatta ad arrivare per la seconda visita (ci vogliono circa 20 minuti per arrivare su con la carrozza, oltre la fila, e almeno 40 per arrivare su a piedi) e abbiamo optato per il bus: sono abbastanza frequenti, 1.80 a testa per salire in 10 minuti scarsi, e arrivi a una decina di minuti a piedi dal castello.
Anche qua visita guidata col registratore e niente foto. Non c’è molto da vedere poi all’interno perchè non è mai stato finito!
Dal castello siamo andati al ponte di Maria, da dove vedi una cascata e ovviamente il castello. Nel frattempo dal sole….sono arrivati prima i nuvoloni…e dopo un diluvio universale! Niente panico, su i poncho e giù a piedi!. Cmq ha diluviato quel tanto che basta che avevamo gli scarponi completamente inzuppati….e acqua fin sotto le ginocchia
Passaggio in camera a cambiarsi…spesa, e giretto per Fussen.

Martedì: tempo incerto, direzione castello di Linderhof. Anche là arriviamo presto, quindi niente fila in biglietteria (14 euro le entrate). Visita guidata anche là col registratore, niente foto all’interno. Devo dire che mi è piaciuto molto di + di neuschwanstein…. La fontana davanti al castello fa lo spettacolo d’acqua ogni ora. La piantina del giardino che è tutto visitabile, è a pagamento. Noi abbiamo fatto prima…e la abbiamo fotografata :D
Tra una cosa e l’altra….abbiamo fatto quasi le 4 là. Abbiamo cenato in una gasthoff a Schwangau (schwangauHoff). Non male. Menu in inglese e cameriere che parla inglese…accompagnamento musicale (musica popolare per lo +). Due piatti (due cotolette), contorno, birra, due dolci, 32 euro. Attenzione all’acqua che la costa il doppio della birra :D

Sulla strada da Linderhof e Fussen ci siamo fermati prima a visitare l’abbazia di Ettal, stile barocco molto bella, poi siamo passati per Oberammergau. è una piccola cittadina ma molto caratteristica, con le case tutte dipinte. In centro del paese c’è un negozio di addobbi di Natale aperto tutto l’anno e due negozi che vendono oggetti intagliati a mano (moltissime su stile religioso e da presepe). Sempre là anche una bella chiesa, St. Peter e Paul.
Il parcheggio è con disco orario.
E sempre sulla strada siamo passati a visitare la Wieskirche, che in estate è aperta fino alle 7 di sera (mentre tutto il resto è aperto generalmente fin le 6). Parcheggio a pagamento….la gente che va a messa arriva tutta a piedi dal paese.
Nelle chiese puoi fotografare, tranne che durante le funzioni religiose (e mi sembra giusto!). Cena Da Haus Hetchen a Fussen (trovata su internet come consigli). Non ci ha entusiasmato a dire il vero, cmq menu in italiano e cameriere che parla italiano. Un piatto di spatzel (niente di eccezionale…) un insalata due birre, 16 euro.

Mercoledì: diluvio universale. Andiamo a Monaco. Passaggio in Marienplatz in tempo per vedere il carillon di mezzogiorno, poi visita alla residenz (dove invece puoi fotografare ma senza flash), giretto alla Frauenkirche e poi a prendere la macchina. Stavolta per far presto….abbiamo parcheggiato in centro, 12.50 di parcheggio) e poi direzione Nymfemburg, che ha un bel parco. Il sole finalmente fa capolino. Anche a Nymfemburg puoi fare foto senza flash, non hai l’obbligo di visita guidata. Abbiamo finito alle 7 + o -. Andiamo a curiosare la Lowenbrau per cena, ma visto che per una wienerschnitzel chiedono 18 euro (contro la media dei 9.50) ci dirigiamo su altri lidi…e troviamo un ristorante sloveno :P Visto che è tardi e le cucine chiudono prestissimo….andiamo là. La lubianska mi riservo di verificare (perchè un paio di ricette le avevo viste con l’uovo), fatta col l’uovo di fuori (sapeva di frittata) e anche nel ripieno. Cmq due secondi, due insalate, da bere, 33.50. È stato molto divertente là: abbiamo cominciato col tedesco, siamo passati all’inglese. Il cameriere era mezzo sloveno e mezzo tedesco (come si dirà: germano-sloveno? sloveno-tedesco?). Quindi mio moroso è passato allo sloveno (e per quanto poco,capisco di + lo sloveno del tedesco!!!). Il cameriere mi portava i piatti e rispondevo in sloveno e a me parlava in italiano (qualcosa sapeva!). Quindi 4 lingue nel giro di un’ora!!! non vi dico il caos che avevo in testa quando siamo usciti!!

Giovedì: finalmente bella giornata dalla mattina! quindi…scarponi in macchina (che finalmente si sono asciugati) e via al parnaklamm. (un canyon con le passerelle) e mi tolgo lo sfizio della carrozza che dal parcheggio ti porta all’entrata. 3 euro a testa per la carrozza. A piedi è circa una mezz’ora. Entrata al klamm, due euro. Se vi piace il genere… molto bello. Non troviamo però le indicazioni per andare sul ponte che sovrasta la cascata.
Conviene andare al mattino, perché c’è sole nel canyon, già alle due era tutto in ombra. Si passa praticamente sotto la cascata per cui un kwey o un poncho possono esser molto utili!
Sulla strada del ritorno andiamo a un Frielichtmuseum (un museo all’aperto). Carino, ma quello di Salisburgo è moooooooooolto meglio! Qua le indicazioni sono solo in tedesco, non è molto grande e i recinti con animali di fattoria si vedono da lontano.
e anche qua comincia a diluviare!
Andiamo a cena in un posto consigliato dalla trattoria (che ci ha avvisato…i posti economici dove mangiare sono le pizzerie…gli altri posti hanno prezzi normali). Menù in inglese, posto carino da vedere in cima a un cucuzzolo.
Io prendo pesce (di lago), mio moroso carne, due dolci, da bere, 36 euro. (non mi ricordo il nome ma ve lo metterò).

Venerdì, è ferragosto. Diluvio universale. Tutto chiuso, aperti solo i musei. Direzione…Deutch museum. Anche a Monaco tutti i negozi chiusi . Comunque…una fila che sembra spaventosa…ma ce la caviamo con 50 minuti di fila. Anche qua abbiamo lo sconto col talloncino dell’albergo (da 8.5 a 7 a testa). Ah stavolta abbiamo parcheggiato in periferia e abbiamo raggiunto il museo in metro (che cmq per un giorno andata e ritorno è 4.60 a testa). Ceniamo in autogrill dove abbiamo scoperto che c’ è una specie di mcdonald del pesce (si chiama NordSee) che ci è piaciuto molto! 26 euro due piatti di pesce, due bibite due dolci.

Sabato: causa tempo infelice…ci manca Fussen. Quindi paghiamo la fattoria…(22.35 a testa per notte) e salutiamo le ragazze che si scusano addirittura per il tempo infelice, e andiamo a Fussen. Vistiamo l’abbazia di St. Mang, il castello di Fussen e il museo di Fussen (3 euro i biglietti combinati).
Giretto per i negozi, pranzo al volo al Nordsee (9 euro per tre panini) e via verso casa.
Siamo partiti + tardi del previsto…per cui non ce la facciamo ad arrivare in tempo a Herrechiemsee….
Nel frattempo prendiamo anche una multa per eccesso di velocità… (il limite c’era 100… :( ). Vabbè però devo dire che la polizia austriaca (passi e ripassi il confine come niente…) gentili, simpatici, per niente aggressivi….35 euro di multa…e vabbè pazienza!
Anche qua…cena in autogrill in autostrada (30 euro), ci fermiamo prima del tunnel.
Nella direzione opposta alla nostra, prima fila per il tunnel, dopo per incidente….ci saranno stati circa 5 km di coda, macchine completamente ferme), ma noi nella nostra direzione non abbiamo trovato neanche un metro di fila!!!!

Beh cosa dire?
Molto bello!
Torneremo (magari in altro…periodo). Ci manca la SachenHouse (che è una residenza di Ludwig II in montagna, ma è da fare col bel tempo perchè ci arrivi solo a piedi….), un paio di vecchi castelli in cima a due montagnette (direi quasi colline) che ci ispiravano molto…e ovviamente Herrenchiemsee!

Pin It
Tags:

Ci sono 1 commenti su “Zona dei castelli di Fussen

Lascia un commento

Commenta con Facebook