Hurghada – Coral Beach Agosto 2004

10/08/2004 Sveglia ore 3.00 Am per essere a Malpensa alle 4.30 Am, cioè 2 ore prima del volo della compagnia VOLARE. Imbarco alle 6.15, decollo alle ore 7.00 e atterraggio 3.50 ore dopo. Il volo è stato tranquillo e l’unico problema è stato lo spazio tra i sedili, davvero scarso!
Appena scesi dell’aereo soffiava un bel vento caldo ma non fastidioso. All’interno dell’aeroporto, un po’ spartano, abbiamo fatto la coda per avere il visto per il quale necessitano 1 foto tessera e i 2 bolli che il T.O. Teorema ci ha dato a Malpensa.Dopo i vari controlli e il ritiro bagagli fuori dall’aeroporto il personale del T.O. smistava i turisti sui vari pullman diretti agli Hotel. I pullman erano discreti ma non troppo puliti.
Il panorama in pullman appena usciti dall’aeroporto, che si trova nel deserto, è di triste povertà e di disordine ma interessante. Per la strada si notano posti fissi di polizia armata con mitragliatori che sicuramente rassicurano qualsiasi turista.
Il Coral Baech è praticamente l’ultimo albergo è quindi abbiamo dovuto scaricare altri turisti in quelli precedenti.

Arrivati ci hanno fatto scendere e dei facchini hanno scaricato le valigie davanti l’entrata dell’hotel.
Alla reception hanno assegnato le stanze consegnandoci le chiavi, la tessera per gli asciugamani, una mappa dell’hotel e un adesivo a testa da applicare alle valigie.
Percorso uno dei vicoli di cui è composto l’hotel arriviamo alla nostra stanza con un tizio che ce la mostra al quale ho dato 2€ di mancia.
La stanza è Grande, addirittura con 2 letti matrimoniali anche se eravamo solo in 2, semplice ma con tutto quel che serve come TV 21”, minifrigo, aria condizionata e phon in bagno che è altrettanto grande, con un grande specchio e un buon piano d’appoggio in marmo(almeno credo) intorno al lavandino; non c’è il bidè.
Secondo me l’igiene nelle stanze non è di altissimo livello ma è sufficiente!
Dopo 5 min.arriva un facchino che ci porta le valigie al quale do 2€ di mancia

E’ ora di pranzo, andiamo al ristorante dove bisogna consegnare il tagliando per poter mangiare.
Ci spettano 1 bottiglia d’acqua da 65cl e 1 un soft drink da 24cl poi arriviamo all’aspetto più negativo IL CIBO: personalmente non l’ho trovato molto buono in quanto tutto è molto speziato e perfino anguria e melone trovo che siano più buoni in Italia.
La scelta non è ampissima ma se si viene in Egitto non bisogna sperare di mangiare come in Italia ovviamente!

La spiaggia è ampissima e con una buona quantità di ombrelloni e lettini, i teloni che ti danno quando gli consegni i tagliandi sono abbastanza puliti. Il ragazzo in spiaggia ti porta anche i materassini da mettere sul lettino e sotto il telo. Molti gli danno la mancia così ti tiene il posto anche per i gg successivi.
Il mare è bello e vicino alla spiaggia è praticabile anche da chi non sa nuotare, ma è ancora meglio al di là della barriera corallina anche se è più profondo. Non è stato un problema entrare in mare ma sicuramente pensavo fosse più caldo!
In spiaggia c’è anche il Diving Center e ogni tanto passano tra gli ombrelloni per offrirti lezioni di windsurf, massaggi, tatuaggi e giri a cavallo o cammello.
Inoltre la spiaggia è attrezzata con un bar dove si può consumare senza pagare, infatti si salda il conto alla fine della vacanza. Allo stesso modo si fa in tutti i bar dell’hotel.

L’animazione c’è ma non è soffocante, anzi!Comunque organizzano piccoli tornei ti beach volley, bocce e altro ancora ma non so precisamente perché non ho partecipato.
La sera ci sono degli spettacoli nel piccolo anfiteatro alle spalle del quale ci sono dei bazar dove si può acquistare di tutto, anche patatine, wafer e caramelle.(per la sopravvivenza!!!)

Il tempo è sempre bellissimo e ventilato, il caldo non è per niente soffocante .Solo un paio di giorni c’è stato un vento più forte ma comunque sopportabile.
Per chi cerca ottime temperature mitigate dal vento e intere giornate senza l’ombra di una nuvola è il posto ideale!

ESCURSIONI: la sera del primo giorno il personale del T.O ci ha riunito e ci ha esposto le varie escursioni da loro proposte e i prezzi.
Ho fatto la motorata nel deserto con i quad al prezzo di 60€ per una moto in 2 e la gita ad Hurghada a 15€ a testa.
Ma c’erano anche le varie gite in barca nelle isole vicine, al Cairo, a Luxor e il Jeep safari

L’esperienza con i quad nel deserto è stata costosa ma indimenticabile!per me appassionato di motori)
Partenza alle 9 am dall’hotel in pulmino e dopo aver caricato altri turisti da altri alberghi e dopo un’attesa in una stanza vicino ad un benzinaio ci hanno portato nel deserto dove c’erano una miriade di quad.
Ci hanno fatto fare una breve prova e dopo ci hanno fatto una foto, poi siamo partiti in carovana. Si alteravano se non cercavi di rispettare la fila! Intanto due ci filmavano e così hanno fatto per l’intera gita. Abbiamo fatto due pause nel deserto dove ci siamo dissetati e in una di queste abbiamo visto anche il resto di un motore di un aereo Israeliano
All’arrivo alla base ci hanno date la foto (2€) e per chi voleva c’era anche il video in cd-dvd-vhs (dai 10 ai 20€)

Ritorno in Hotel per l’ora di pranzo.

La gita ad Hurghada ci ha permesso di visitare l’acquario che era modesto, una moschea e una chiesa ortodossa. Poi siamo andati in un mercato dove abbiamo acquistato souvenir, cartoline e 4 bottiglie d’acqua e 1 di coca-cola a 2 €.
Il problema è che tutti ti vengono vicino a chiederti l’elemosina o cercano di venderti qualcosa, anche utilizzando dei finti serpenti. Questa esperienza non mi è piaciuta tantissimo ma sono riuscito a sapere alcune cosa tra le quali che con 1€ si possono comprare 15 litri di gasolio o che gli appartamento costano 70€ al mq ma anche che lo stipendio di un cameriere è di 130€ al mese. La guida della Teorema molto preparata, ci poi spiegato qualcosa della cultura egiziana e mussulmana.

24/08/2004 L’ultimo giorno è caduta la telecamere e mi si è rotta, cmq partenza dall’albergo alle 10.30. I facchini hanno caricato i bagagli sul pullman e all’aeroporto dopo essere passati dal metaldetector siamo andati a fare i biglietti e abbiamo imbarcato i bagagli, li un egiziano ti aiutava e per l’aiuto gli ho dato 1 € di mancia ma ne voleva 2…lasciamo stare!
Dopo i soliti tempi di attesa intorno alle 12 ci siamo imbarcati su un A 321 della LIVINGSTON, nuovo, comodo e bello. Abbiamo mangiato, visto un film e dopo 4.05 ore siamo atterrati a Malpensa.
E’ stata una bella vacanza anche se sono un po’ dimagrito (non guasta!) La consiglio magari però solo 1 settimana oppure 2 ma facendo tutte le escursioni possibili.
prossimamente pubblicherò delle foto!
ciao e spero di esservi stato utile e se volete altre info chiedete pure.

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook