Marsa Alam ad ottobre

Dopo averne letti tantissimi, eccomi finalmente a scrivere il mio primo diario di viaggio…. Quest’anno per festeggiare il nostro 15° anniversario di matrimonio, io e mio marito (anzi più io.. lui si è solo arreso!) abbiamo deciso di organizzare una vacanza in Egitto… ovviamente portandoci dietro le nostre tre pesti..
Alla fine abbiamo deciso per Marsa Alam, villaggio Veraclub Elphistone.
La mattina della partenza.. sei del mattino…primo attimo di panico… mio marito si è svegliato con il tronco pieno di bolle dovute probabilmente a qualcosa che gli aveva fatto male la sera prima (eravamo stati in pizzeria!) ma ovviamente l’ho riempito di Gentalyn e ci siamo comunque preparati per andare in aeroporto…
Al momento di chiudere la porta .. secondo attimo di panico… avevo lasciato le chiavi inserite nella serratura dentro casa quindi non siamo riusciti a chiudere la porta… abbiamo lasciato le chiavi a mio padre chiedendogli in nostra assenza di chiamare un fabbro… Cominciamo bene!
Alle otto del mattino eravamo comunque in aeroporto al banco Veratour per il ritiro dei documenti e pronti per il check in…
Ore 10: partenza! Volo in perfetto orario, il vettore era AirOne, pranzo pessimo, ma che ci importa?? Finalmente siamo in volo!!!!!!!
Ammetto che ero piuttosto preoccupata per la mia piccolina di tre anni… pensavo che tenerla tre ore ferma in aereo sarebbe stato un dramma.. invece devo dire che è andata meglio di come pensassi.. ovviamente mi ero portata di tutto e di più.. bambole, colori e libretti vari…
Bellissimo il passaggio sulla valle del Nilo … vedere tutto quel deserto ed all’improvviso un nastro azzurro circondato da campi verdissimi!
L’arrivo all’aeroporto di Marsa Alam è accolto da grandi sorrisi e commenti sul caldo e sul vento… l’aeroporto è piccolissimo, sperduto nel nulla .. e questa è una costante a Marsa.. tutto è sperduto nel nulla!!!
Ci attende un gentile signore egiziano che ci fa riempire dei moduli per il visto e superato il controllo passaporti siamo accolti da un ragazzo dell’animazione che ci indica il nostro pulmann e ci accompagna nell’ultima mezz’ora di viaggio prima di raggiungere il tanto agognato villaggio … Ci avverte del costo del telefono (accipicchia non pensavo così tanto!), del VeraTime (!! Il villaggio ha un orario tutto suo.. ti fanno mettere l’orologio un’ora avanti in modo da sfruttare un’ora in più di sole!) e ci tranquillizza sulla Maledizione di Tutankamon…
Eccolo.. avevo visto foto, cataloghi e video di viaggio.. ma finalmente ci siamo.. il Veraclub Elphistone…
Siamo accolti dall’animazione che ci offre da bere mentre gli inservienti scaricano i bagagli quindi ci accompagnano alla nostra stanza…
Qui inizia la vera vacanza… la nostra stanza è nell’edificio I appena sopra la nuova piscina con idromassaggio (è una bella sorpresa.. l’hanno aperta solo da quattro mesi e sul catalogo non c’era!), siamo vicinissimi alla spiaggia, ma è l’edificio più lontano dal ristorante.. ma non importa… il villaggio non è grandissimo e passeggiare nei vialetti circondati da giardini coloratissimi non ci pesa per niente…
La stanza è ENORME… abbiamo una bella stanza matrimoniale con divanetto e un bel balcone e un’altra stanza comunicante con tre letti a una piazza e mezza, divanetto e due balconi…. L’unico neo è che un balcone (tra l’altro il più grande) dà sul nulla…
La stanza è pulita, il bagno grande… ma, mentre mio marito pignolo e preciso com’è si accinge ad aprire le valigie per sistemare, io e i bimbi apriamo si una valigia.. ma quella dei costumi… e via in piscina…
Sono le 17.00 Veratime e in effetti l’aria è freschina, l’acqua è fredda… ma noi ci tuffiamo ugualmente … giusto un attimo per capire che siamo veramente in vacanza… poi si torna in stanza veloci veloci per il Briefing iniziale…
Alle 18 siamo in Anfiteatro e l’animazione si presenta, ci danno tutte le informazioni necessarie .. qualche battuta.. poi ci lasciano liberi di girare un po’ il villaggio in attesa della cena…
Il primo sguardo mi fa sorridere… una mia amica poco tempo fa era stata in un villaggio vicino e, saputo che avevo prenotato al Veraclub, mi ha subito detto che l’aveva visto e che sembrava un villaggio preistorico stile Flinstones… lì per lì non sapevo cosa dire… ma una volta arrivata ho capito subito cosa intendeva… l’anfiteatro, la piscina principale, alcuni giardini e soprattutto l’entrata del Centro Benessere sono fatti con pietre, alcune molto grandi che ricordano molto le case del famoso cartone…
In ogni caso il villaggio ci piace… ma è ora della cena… ci avviamo verso il ristorante, anche lì attesi dai ragazzi dell’animazione e, cosa molto importante per me, dalle ragazze del Mini Club Elena e Francesca (due sante!)…. Mio figlio Lorenzo (di 12 anni) e mia figlia Elisa ( di 6) si iscrivono subito e Elena chiede loro se vogliono cenare al tavolo riservato ai bimbi… loro ovviamente accettano subito e da quel momento li ho praticamente dimenticati!
Purtroppo la mia piccolina non è abbastanza grande per il Mini Club… quindi la porto con me per la cena… Non è la prima volta che vado in un villaggio in cui il ristorante è a buffet quindi so già che mi aspettano file per tutto ma mi accorgo che da buoni italiani la fila è solo per la pasta!!!!!!!!
L’unico neo che trovo nel ristorante è che i dispenser per le bibite non vengono ricaricati… e per una come me che beve solo acqua naturale diventa un problema.. dopo dieci minuti dall’apertura del ristorante i dispenser sono vuoti.. immagino lo facciano per spingerti a prendere una bottiglia a pagamento! Ma non mi piace!
Ottima cosa il menu bambini… ogni sera c’è un tavolo a parte con un menu riservato ai bimbi.. patatine fritte praticamente sempre e vari secondi adatti a bimbi di tutte le età… i miei figli hanno sempre mangiato tutto…
Che dire dell’Angolo della Pasta??? Gianluca, il cuoco italiano (anzi de Roma!) cucinava molto bene.. pasta sfornata in continuazione.. almeno tre tipi di condimenti diversi ogni sera … oltre alla solita pasta in bianco o rossa sempre pronta… Una cosa di cui ho sentito molto la mancanza è stato il parmigiano…loro hanno una specie di formaggio giallo che chiamano parmigiano ma decisamente non lo è…
Finita la cena ce ne andiamo in Anfiteatro dove mia figlia scopre la Baby Dance… non l’ho mai vista più felice… (ha ballato per tutta la settimana e ancora sta ballando…)
Poi lo spettacolo… i ragazzi dell’animazione si danno un gran daffare … si vede che non sono professionisti (tranne la coreografa e ballerina Mari… veramente veramente brava!!!) ma ci mettono l’anima e alla fine lo spettacolo è gradevole e simpatico…come per tutte le sere successive (tranne uno che ho ritenuto forse un pò troppo pesante visti i tanti bambini presenti ma questo è un mio pensiero!)
A mezzanotte salto al bar per una bibita e uno snack e via a letto.. siamo distrutti… ma decisamente contenti…
Il resto dei giorni si svolge più o meno con lo stesso ritmo… ci alziamo abbastanza presto, colazione decisamente abbondante e via in spiaggia… i primi due giorni ci siamo spostati nella seconda spiaggia del villaggio che si raggiunge con un pulmann in cinque minuti. La spiaggia non è granchè, i lettini un po’ vecchiotti e un po’ sporca… ma una bella barriera sia a destra raggiungibile a nuoto che a sinistra con un comodo pontile. Abbiamo fatto snorkeling a più non posso….
Il terzo giorno abbiamo deciso di rimanere in villaggio e prendercela comoda e meno male… è stato l’unico giorno in cui abbiamo avuto qualche piccolo problema di intestino.. niente di grave ma il fatto di essere vicini alla stanza ci ha permesso di viverlo meglio…
Poi ci sembrava arrivato il momento di muoverci un po’ per qualche escursione.. ci siamo prenotati per la Glass Boat per far vedere anche alle due piccoline qualche pesce.. purtroppo per i tre giorni successivi l’escursione è stata annullata per il mare mosso, quindi, grazie soprattutto alle indicazioni dei vari Giramondini, ci siamo rivolti al Servizio Taxi che si trova vicino alla reception… e abbiamo conosciuto Amido.. un simpatico signore egiziano che ci ha portato ad Abu Dabbab (con la modica cifra di 25 euro totali contro i 33 a persona richiesti dal villaggio!) Purtroppo il giorno in cui abbiamo deciso di fare l’escursione ad Abu Dabbab era piuttosto ventoso quindi non ci è stato possibile uscire in mare per arrivare alla zona delle tartarughe e del dugongo.. sigh sigh questa è una cosa che ci è proprio mancata!!!!!!!!
Amido soprattutto ci ha consigliato di visitare la spiaggia di Sharm El Luli… cosa che abbiamo fatto subito il giorno dopo… i due bimbi grandi non sono voluti venire perché troppo impegnati con il Miniclub (“Mamma ci sono le MiniOlimpiadi!!!!”) quindi, dopo aver parlato con le animatrici che ci hanno rassicurato che era tutto ok, ci siamo messi d’accordo con Amido per il giorno dopo… Appuntamento alle 9 e dopo circa un’ora di macchina arriviamo alla spiaggia… Amido ci aveva organizzato già una stuoia con due ombrelloni (impossibile aprirli per il vento, ma cmq gentile!) e soprattutto aveva portato una borsa frigo con varie bibite e snacks… Tornando alla spiaggia, era molto bella con sabbia bianca e un mare all’inizio molto basso.. molto stile Maldive…con colori veramente notevoli… Abbiamo scoperto dopo poco che è anche meta di escursioni da parte di vari villaggi nei dintorni, infatti ad un certo punto sono arrivati due pulmann carichi di persone armate di maschere e pinne pronti ad entrare in acqua .. quindi per circa un’ora c’è stato un viavai continuo di gente … ma quando sono andati via… era un paradiso… abbiamo snorkelato per ore (naturalmente io e mio marito facevamo i turni… Amido si era offerto di guardarci la bambina per permetterci di andare insieme ma ammetto che per quanto sembrasse una brava persona non mi sono fidata!).
Il pomeriggio i bimbi avevano le prove dello spettacolo della sera (!!!) ebbene si .. le ragazze del miniclub con l’aiuto di tutta l’equipe di animazione avevano messo su un vero spettacolo sulla base di Harry Potter… La sera erano tutti agitati per il debutto ma è stato veramente carino.. tutti i bimbi hanno partecipato e a tutti alla fine è stato dato un diploma, l’hanno dato anche alla mia piccolina per il suo impegno nella Baby Dance!! L’ultimo giorno prima della partenza è stato di relax quindi mattina in spiaggia al villaggio e pomeriggio in piscina.
La buona notizia è arrivata nel pomeriggio.. l’aereo è stato spostato dalle 14 alle 17.45 quindi la stanza dovevamo lasciarla alle 15… potevamo forse farci sfuggire una simile occasione?? No no!! Quindi la mattina di sabato ce ne siamo andati alla spiaggia di El Nabaa per un ultimo giro di snorkeling…. Poi di corsa in stanza, doccia, pranzo e pronti alla partenza!
Inutile dire che i saluti finali sono stati tristi soprattutto da parte dei bambini che avevano legato veramente molto con Elena e Francesca….ultime foto insieme e via sul pulmann che ci portava di nuovo in aeroporto…
Ultimo momento di panico, quando al checkin ci hanno fatto aspettare un sacco di tempo e non abbiamo capito il perché…. Alla fine il signore davanti a me si era dimenticato di imbarcare il coltellino svizzero nel bagaglio di stiva quindi al metal detector l’hanno fermato (ovviamente!!!) .
Alla fine siamo riusciti a passare appena in tempo per la chiamata dell’aereo e non siamo neanche potuti passare al duty free (le sigarette!!!).
Saliamo sull’aereo e scopriamo che al check in egiziano ci avevano dato dei bei posti proprio sull’uscita di sicurezza quindi belli ampi…carini eh?? gentili eh ??
Peccato però che i bimbi non possono stare sull’uscita di sicurezza quindi l’hostess ha dovuto spostare parecchie persone per farci avere cinque posti vicini… ma alla fine ce la facciamo e partiamo..
Volo di ritorno in orario, stesso pranzo pessimo ma personale molto più gentile dell’andata… Forse mi sono dilungata troppo anzi l’ho fatto sicuramente ma perdonatemi… la vacanza è stata veramente bella e mi faceva piacere condividerla con voi…

Pin It
Tags:

Ci sono 5 commenti su “Marsa Alam ad ottobre

  1. Non sai la risata che mi sono fatta leggendo le tue prime righe e l’incidente della porta di casa…!!! Vi immaginavo già tutti super agitati…
    Complimenti per la gestione di tre bimbi… io non ne ho, ma devi avere tre angeli per permetterti una vacanza tranquilla simile.
    Ho letto con piacere il tuo diario, carino e simpatico, fa sorridere!
    Mancherebbe qualche foto (io ne sono maniaca!), ma magari le vedremo nel tuo album prossimamente!

    Ancora complimenti :cool:!

Lascia un commento

Commenta con Facebook