Abo Nawas resort Marsa Alam

ABO NAWAS RESORT MARSA ALAM di Giuseppeaz

Vorrei dare il mio contributo a tutti coloro che desiderano trascorrere la vacanza all’Abo Nawas di Marsa Alam, resort gestito da Eden Viaggi.
Sono molti anni che viaggio e posso esprimere la mia opinione da viaggiatore esperto e serio.
La Struttura: la struttura del resort è molto bella: sia il villaggio che le camere sono in stile nubiano e molto ben rifinite all’interno e all’esterno. I vialetti sono ben puliti così come la piscina, le doccie, i bagni e la spiaggia. Per tutta la durata del soggiorno il nostro Housekeeper è stato molto diligente, ordinato e preciso. Mi sono rammaricato di non avergli dato la mancia ma lui ha esternato la sua gioia quando gli ho riconsegnato il questionario e ha visto scritto che avevo dato un bel 10 alla pulizia della camera. Consiglio le camere con numerazione da 300 in su.
Le attrezzature sportive sono fatiscenti mentre l’anfiteatro dove venivano allestiti gli spettacoli serali è sufficientemente organizzato per far divertire la clientela.

Purtroppo nonostante una bella passerella che collega la spiaggia alla barriera corallina, non ho mai potuto fare snorkeling. Questo perché, per tutto il tempo del soggiorno, c’è stato un forte vento che alzava delle onde molto grandi e assai scomode nonché pericolose per chi ama fare snorkeling inteso come “passeggiata rilassante”.
Visto il fenomeno della bassa e alta marea, la laguna fronte spiaggia permetteva di prendere una sedia e godersi il sole nell’acqua, ma era del tutto inappropriata per un bagno.
L’acqua della piscina come detto prima era pulita ma freddissima e con una alta quantità di cloro che irritava gli occhi di più di un cliente. La piscina ha un piccolo bar al suo interno e prendere un drink seduto a contatto con l’acqua è stato molto piacevole e divertente.
Vicino al villaggio così come in tutta Marsa Alam, ci sono continui cantieri e spesso il rumore dei macchinari non ci lasciava tranquilli. Ma la cosa che da più fastidio sono le piccole mosche che ti si attaccano da tutte le parti del corpo. Dovunque voi siate, spiaggia, bar o ristorante saranno sempre con voi.
Il ristorante è la nota un po’ negativa del nostro soggiorno. Il servizio è impeccabile, tutti i ragazzi egiziani sono preparati ed educati, ma la varietà del cibo è limitata e la qualità anche. Certo non si muore di fame, i dolci sono squisiti e il pollo, fatto in mille modi, pure. Ma lasciate stare pasta e zuppe nonché i calamari “gommossi”.
L’Eden Viaggi: lo staffa dell’Eden si è sempre mostrato educato e professionale. Molto bravi nelle animazioni e riservati al punto giusto per l’attenzione al cliente. Il capo della struttura Raffaele merita una segnalazione sicuramente positiva: è stato sempre cordiale e disponibile accompagnandoci addirittura con la sua macchina a prendere i soldi ad un bancomat in un villaggio vicino e quando il bancomat non funzionava lui ci ha prestato dei soldi senza nessun problema.
Le escursioni che abbiamo fatto sono: Luxor (100 euro), isola di Hamata (65 euro) e Abo Dabbab (20 euro).
Luxor: se si vuole andare a Luxor, Karnak e nella valle dei Re solo per dire “io ci sono stato” allora consiglio questa escursione. Per chi invece ama l’egittologia per scoprire questi posti deve andare almeno una settimana. Infatti l’escursione prevede 6 ore di bus ad andare e 6 ore per tornare. Si visitano 3 tombe nella valle e si visita in fretta e furia il tempio di Karnak. Ma come si può non vedere il tempio di Hatscepsut, la valle delle regine, il villaggio di El Medina o El Baari che sono la storia dell’Egitto? Solo la valle dei Re merita più di 4 ore! Mentre ero nel tempio di Karnak ho chiesto alla nostra veloce guida di mostrarmi i geroglifici che ricordavano la vittoria di Ramses il grande a Quadesh. Lui mi ha guardato con interesse facendomi i complimenti per non essere stato uno di quei turisti superficiali e mi ha accompagnato sul luogo spiegandomi tutto con vero entusiasmo.
L’isola di Hamata è bella. Si fa snorkeling 2 volte ma non si può mai scendere dalla nave per riposarsi sulle isole che ti porteranno a vedere. I fondali meritano un 7 visto la poca quantità di pesci e il corallo non sempre colorato . Si mangia in maniera discreta (lasciate stare la pasta!).
Abo Dabbab è una piccola spiaggia vicino al nostro villaggio dove si fa un piacevole snorkeling ma nulla più. Si vedono delle tartarughe al centro della baia e alcuni dicono di aver visto il Dugongo. Noi non siamo stati fortunati.
Fate attenzione a ciò che consumate “non inclusive”. Quando ripartite e vi chiedono il pagamento, i signori del resort vi fanno la fattura in lire egiziane ma PRETENDONO euro. Non è che sia molto corretto questo comportamento!
I dispenser del villaggio per all inclusive sono comodi ma attenzione ai bicchieri e alle tazzine per il tè. Spesso erano sporche. Utilizzate i bicchieri di carta.
C’erano molti bambini ospiti del resort e le ragazze del mini club sono state proprio brave nel loro intrattenimento. Quindi consiglio vivamente questo villaggio alle famiglie con prole al seguito.
Oltre il villaggio il deserto!

Pin It
Tags:

Ci sono 1 commenti su “Abo Nawas resort Marsa Alam

  1. “Abo Dabbab è una piccola spiaggia vicino al nostro villaggio dove si fa un piacevole snorkeling ma nulla più”

    …ma sei sicuro di essere stato ad Abu Dabbab?????????*-)…piccola spiaggia??…nulla di piu’???
    anche perchè dici “vicino al ns villaggio”….dal Karamana ci volevano 10 minuti di navetta….e se non erro, l’Abu Nawas era piu lontano ancora………..:o

Lascia un commento

Commenta con Facebook