Mauritius: il fascino della natura

Quest’anno i nostri figli scelgono di fare vacanze autonome, quindi, io e mio marito, abbiamo l’opportunità di fare un viaggio di coppia e festeggiare i nostri 20 anni di matrimonio.
Raccogliamo un po’ di materiale alla BIT e visioniamo diversi cataloghi, poi la scelta cade su Mauritius, una meta che volevamo visitare da alcuni anni.
I prezzi dei TO per noi si rivelano eccessivi, perciò stiamo per abbandonare l’idea, quando, sul Giramondo, mi imbatto nel diario di viaggio di Bruny, dove leggo le sue positive impressioni sulla struttura scelta, AssoVilla di Belle Mare, prenotata via mail.
Decido di fidarmi del suo unico commento e in Aprile prenoto prima il volo, poi il soggiorno da Asso e aspetto finché finalmente arriva il 2 novembre: la partenza!!!
Nel primo pomeriggio partiamo per Malpensa, parcheggiamo da Panicucci, che rapidamente ci accompagna in aeroporto: il nostro volo partirà puntuale alle 20.
Al mattino atterriamo a Mauritius, ritiriamo il bagaglio e usciamo, ma non c’è nessuno a prenderci e ci sentiamo smarriti; finalmente arriva Tangalee, l’autista di Asso (era in ritardo per il traffico), saliamo sul pulmino e dopo poco più di un’ora arriviamo in albergo.
Ci accolgono con un vassoio di bibite e le collanine di fiori, ci preparano subito il pranzo e ci consegnano la camera.
Dopo una necessaria doccia, ci rechiamo sulla spiaggia: una lunga striscia di sabbia bianca corallina, davanti un mare turchese con 1000 sfumature e dietro una fresca pineta. Il posto ci piace subito, è perfetto per noi.
La prima sera Asso organizza una cena nella pineta, pesce a volontà e aragoste grigliate; io purtroppo ho diverse allergie alimentari, tra cui gli ambiti crostacei, ma l’attenzione nei miei confronti è massima, la voce si sparge rapidamente tra il personale e per tutta la durata del soggiorno non mi fanno mai mancare gustosi piatti alternativi.
Dopo cena conosciamo Sameer, che organizza le escursioni e fissiamo per il giorno dopo l’Isola dei Cervi: un posto molto turistico e frequentato, ma noi non lo abbiamo trovato caotico, la spiaggia è bianchissima, l’acqua è trasparente e calda.
Nei giorni seguenti partecipiamo a tutte le altre escursioni proposte:
– Tour del sud ovest: visitiamo un colorato tempio Tamil, il Lago sacro, le cascate di Chamarel, le terre colorate e finiamo la giornata sulla spiaggia di Flic e Flac
– Tour del sud est: andiamo al parco Vanille, dove assistiamo al pasto dei coccodrilli, diamo da magiare alle tartarughe giganti e alle scimmie, vediamo molti animali e ci godiamo il fresco della ricca vegetazione; poi proseguiamo per le scogliere di Gris Gris, le cascate di Rochester e il parco marino di Blu Bay.
– Tour del nord: visitiamo con la guida il giardino botanico di Pamplemousse, con la sua ricca collezione di piante molto particolari, andiamo al mercato di Port Louis, alla chiesa rossa di Cap Malheureux e facciamo il bagno a Mont Choisy.

Quando non siamo in escursione ci rilassiamo sulla spiaggia, passeggiamo di buon mattino e al tramonto nelle pineta, andiamo al mercato di Flaq, una cittadina poco distante, giriamo per i negozi di Belle Mare.
La sera, dopo le abbondanti cene, ci intratteniamo in chiacchiere con gli altri ospiti oppure Asso organizza serate con le ballerine di sega o cantanti.
Il 15 novembre Asso organizza la festa di compleanno per il mio ignaro marito: la torta, lo spumante e il pianista che intona Happy Birthday! Un’emozione.

Durante il nostro soggiorno abbiamo avuto l’opportunità di assistere a due importanti feste indù che si sono svolte nella pineta, con sacro e profano che si uniscono: i riti religiosi di venerazione agli dei e le bancarelle del colorato mercatino.
Purtroppo arriva per noi il momento di tornare a casa: tutti ci salutano con affetto, lasciamo lì un pezzo di cuore.
Siamo felici della nostra vacanza: la struttura è semplice ma accogliente e pulita, il personale è gentile, cordiale, sempre disponibile ad esaudire qualsiasi richiesta.
La cucina è di ottima qualità, porzioni più che abbondanti, persino eccessive, tantissimo pesce e, a detta di chi può godersele, ottime aragoste cucinate in tutti i modi.
L’aperitivo accompagnato da stuzzichini, le bevande e la frutta a tavola e in spiaggia, il caffè, il rhum, i lettini e gli ombrelloni sono compresi nel prezzo del soggiorno.
Abbiamo speso circa 3000 Euro in totale, volo, soggiorno, escursioni e extra.
Mauritius ci è piaciuta molto per la ricchezza della natura, per il clima, il mare, le spiagge bianche, ma soprattutto per la cordialità degli abitanti, sempre sorridenti e gentili.

Pin It
Tags:

Ci sono 7 commenti su “Mauritius: il fascino della natura

  1. Maluc, Maluc… dove sono tutti i colori di Mau??? Aspettiamo con ansia tuo figlio allora :rose: !!!

    Cmq, complimenti per il diario, in pochissime parole sei riuscita a far percepire tutta l’ospitalità e la semplicità che Asso regala ai suoi clienti, anche se non li chiamerei così, infondo alla fine si è tutti amici di tutti, e questa sensazione l’ho avuta anche durante il mio breve soggiorno!

    Complimenti ancora!

  2. Grazie….questo diario trasmette la vera atmosfera di Mauritius…é stato un piacere leggerlo….

    Sono passati parecchi anni da quando ci sono stata. Allora era tanto meno costruito e più selvaggio, tuttavia vedo che questo posto conserva lo stesso calore e folklore.
    :serenata:

    Lilly

  3. ciao sono jessica (e daniele)…e chi se le scorda le tue allergie…che ridere nel giardino di pamplemousse…quanti starnuti…e le due vecchiette con i giovincelli?…è stata veramente una vacanza divrtente.
    Uè saluta tuo marito, chissà magari ci rivedremo in qualche:bacio: altro viaggio!!
    Bacio

Lascia un commento

Commenta con Facebook