Affascinante, fredda Parigi

A ottobre iniziamo la ricerca viaggio, tramite la nostra nipotina che lavora in agenzia viaggi prenotiamo tutto comprese Paris-visit (bimbo gratis) ed ingressi per 2 giorni ai 2 parchi. Il 20 dicembre abbiamo tutto in mano. Evviva!!! Grazie alle amiche e amici del forum abbiamo una cartellina piena di consigli che torneranno utilissimi.
Venerdì 28 valige pronte, controllo documenti, partenzaaaaaaaaaaaa. Arriviamo in aeroporto con tranquillità a soli 15 min da casa, lasciamo la macchina in parcheggio e nel freddo con la bora che soffia andiamo a fare il check-in. Faccio subito amicizia con una ragazza che abita a Parigi e la tempesto con gli ultimi dubbi. Volo liscio puntuale, arriviamo al CDG terminal 2G alle 20, ho tutto pronto sotto mano quale bus prendere e via ritiro bagagli aspetta aspetta aspetta (più di 1 ora) e aiutooo mi si addormenta il bambino, che si fa? Come fantozziani con valige, zaini e bimbo di 20 kg in braccio che non si sveglia neanche con le bombe andiamo a prendere un taxi. Brrrr che freddo anche qua. Il taxi ci porta all’hotel la Senna e la Tourre Eiffel vestita in blu da gran soirè ci danno il Benveniù.
Hotel bello accogliente, zona tranquilla ma vedremo domani camera pulita con bolitore che tornerà utilissimo, ma dov’è il water? Ah ah, ha una stanza solo per lui dal tronde è come un trono….
29-30 dicembre 2008 Disneyland arriviamo. dopo una super colazione in hotel (davvero molta scelta) con calma siamo in vacanza e teniamo i ritmi del bambino, partiamo purtroppo a causa di un guasto alla rer A ritardiamo ma quando arriviamo con un freddo glaciale (grazie a chi ha inventato berretti, sciarpe e guanti).
Wowwww che meraviglia gli studios, facciamo file lunghissime, vediamo Saetta, Monster & co, mangiamo con Remì al ratatoille, Topolino, Pippo vestito da Babbo natale, Main strett con la parata ahhhhhhh c’è pure la neve finta ( ma ci sarà anche quella vera, e pure la pioggia) e il pavimento diventa una lastra di ghiaccio. Con cautela facciamo file (dicono ci sia crisi….) “it’s a small world” è stupenda la facciamo 2 volte, insomma noi torniamo bambini assieme a nostro figlio e questa sensazione resterà anche per gli altri giorni. Mangiamo da Flam’s e in un risto-pub-music Charlie Birdy. Troppo freddo siamo ghiacciati un thè caldo in camera e si va a nanna.
31 dicembre cominciamo la visita di Parigi, colazione e fuori, brrrrrrrrrrrr nuvoloso e freddo. Ma a noi non ci ferma nessuno basta non piova.
Prima tappa museo d’Orsay cavoli che fila, un’ora e mezza al freddo, intanto per passare il tempo facciamo le foto alle sculture esterne, il bimbo non paga (bene)!
Il museo è mozzafiato già solo la struttura senza parlare dell’esposizione il bimbo tutto preso con la sua guida per bambini, bello bello. Attraversiamo Pont neuf e siamo al Louvre non vi dico che file c’erano, guardiamo la struttura esterna, notevole davvero. Ci incamminiamo nel fango dei Tuileries, l’acqua delle fontane è una lastra ghiacciata, la polizia si prepara per la nottata. Arriviamo in Place de la Concorde e non ci facciamo perdere un giro sulla ruota panoramica, piccola fila nel freddo e che bello le cabine sono riscaldate e la vedere Parigi dall’alto è stupendo. Ci incamminiamo verso gli Champs-elisèe che negozi splendidi evvai si comincia a spendere :oops: cara carta di credito…… Povero cucciolo dentro e fuori a negozi devo promettergli un regalino. Cammina cammina si arriva all’Arc de Triomphe e lì si accendono le luminarie blu sugli Champs wow che chiccheria. Facciamo una camminata li attorno, ammirando i palazzi e negozi. Prendiamo metro verso Montparnasse ed andiamo in un negozietto di giocattoli. Andiamo a cambiarci doccia bollente ed usciamo a cena. Che male ai piedi.
1 gennaio 2009 bonne annèe Oggi andiamo a Montmartre, prendiamo la metro e la funicolare che fino alle 12 è gratis, arriviamo su e ci accoglie una musica di arpa, il Sacro Cuore è maestoso all’interno stanno facendo messa con musica d’organo mi si riempie il cuore. Facciamo giro per Montmartre con i suoi artisti vado a vedre la chiesa di San Josef e prendiamo la discesa a piedi per Pigalle, camminiamo in mezzo ai sexi shop e cinema porno, arriviamo al Molin Rouge, proseguiamo verso place De Lammark fa freddo, da lì prendiamo per Notre-Dame la nostra intenzione era entrare e salire, ma la fila è allucinante e gli uomini mi mettono in minoranza, facciamo un giro per il giardino e la giriamo l’esterno è inquietante con quelle facce di mostri che escono. Prendiamo un open tour che per il freddo diventa close tour e vediamo da la Sorbonne alla Bastiglia dal giardino botanico all’ Istituto arabo Place des Voges per finire al mercato dei fiori. Finito il bel giro ci dirigiamo alla Tourre Eiffel che oggi è vestita di giallo, imponente magnifica e….. fila lunghissima nel freddo. Ci incamminiamo su camp de Mars verso l’ecole militare la giriamo vediamo il palazzo dell’Unesco, il dietro degli Ivalide e prendiamo il bus per l’hotel, siamo congelati che non andiamo neanche a cena il bollitore con il the torna utilissimo.
2 gennaio ultimo giorno e nevicaaa tres chic Paris con la neve!!! Visto che non siamo riusci a salire sulla tour Eiffel saliamo sulla Tour Montparnasse e vediamo il cimetero di montparnasse e i giardini degli Invalides innevati. Col bus andiamo a San Germain de Pres, lungo rue Napoleon via dei mobilieri, costeggiamo il d’Orsay con i negozi degli antiquari, attraversiamo il ponte in ferro per i Tuelerie innevati e ghiacciati, esce il sole e fa un freddo bestiale. Rifacciamo un giro sulla ruota panoramica e vediamo Parigi sotto il sole, wow wow, ci riempiamo gli occhi. Prendiamo per il Palace Royale vediamo il villaggio Royale via verso la Maddaleine e accontentiamo il maritino che chiede di mangiare le ostriche (bles) al ristorante “la Coupole”, ultima visita alla chiesa di Notre Dame des Camp e via in hotel a prendere le valige e ripartiamo.
Lasciamo una Parigi fredda, ma che ci rimane nel cuore. Paris nous amour.
Siamo ancora qua a sognarla ripartiremo anche domani se fosse possibile.

Pin It
Tags:

Ci sono 8 commenti su “Affascinante, fredda Parigi

  1. Finalmenteee:yeah:! Erano 2 giorni che cliccavo sul tuo diario e si apriva su “lavori in corso”, ma ora finalmente l’ho letto e che dire…bellissimo, come la città di cui si parla. Ho appreso con piacere che al Musèe d’Orsay ci sono anche le guide per bambini, buono a sapersi, visto che con le mie 7 volte a Parigi NON sono MAi stata al D’Orsay:(:oops:!!!!!!! Parigi con la neve deve essere qualcosa di speciale…La sezione di Disneyalnd poi sprizza magia…It’s a small world, non me ne parlare:serenata:, l’adoro! Un solo appunto: manca qualche foto.

  2. aaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhh:shock:
    Pazzesco è la terza volto che riscrivo :-x
    Grazie mille ragazze
    Fede hai ragione non sono riuscita ad inserirle con i lavori in corso!
    Parigi con la meve era affascinante davvero.
    Il museo è bellissimo e pensa che quando gli chiedono cosa gli sia piaciuto di più oltre a dysneyland risponde il museo…. lo ha colpito il fatto di avere in mano una guida per lui e cercarsi i quadri.

    baci e abbracci

    P.s. speriamo finiscano i lavori al più presto:bacio:

Lascia un commento

Commenta con Facebook