Parigi …sempre unica

Ciao,
sono rientrata ieri da Parigi e volevo ringraziare tutti per i consigli.
Abbiamo girato abbastanza per essere con due bimbi.
Qui un pò di notizie che potrebbero servire a qualcuno:
All’aeroporto prima fila per acquistare i biglietti per gli spostamenti:
2 carte Navigo Decouverte per noi adulti (munitevi di foto) valide dal lunedì alla domenica e due carte Paris Visite 5 giorni per i bambini (pagate al 50%) costo totale 124.40 euro.
Abbiamo alloggiato al Novotel La Defense e ci siamo trovati bene. Intanto a due passi dalla metro e poche fermate dall’Arco di Trionfo, albergo con camere quadruple (non ce ne sono molti a Parigi) per noi che viaggiavamo con due bambini, una colazione ricchissima e un paio di sere abbiamo anche cenato in albergo. In 4 abbiamo speso cica 50 euro per ogni cena in albego-.Per i bambini menu a 8 euro con un piatto, contorno, bevanda e dessert. Per gli adulti a la carte oppure menu da 16 euro con piatto+dessert o antipasto +piatto e bevande a parte. Colazione al mattino ricchissima, c’era di tutto anche uova strapazzate con bacon e salsicce.
Come consigliato da alcuni di voi ho sempre chiesto une carafe d’eau visti i prezzi assurdi per l’acqua in bottiglia (circa 5 euro…e anche fuori 2,50 per mezzo litro). Ho trovato diverse fontanelle in giro dove riempire le bottigliette.
Il primo giorno atterrati alle 12 tra ritiro bagagli, acquisto tesserine trasporti, trasferimento dall’aeroporto in albergo, sistemazioni in camera ecc siamo usciti alle 15,30. Arco di trionfo (filone pazzesco per acquistare il bilgietto per poter salire in cima quindi abbiamo dato forfait), passeggiata sugli Champs Elysèe fino a Place della Concorde, giardini delle Tuileres dove ci siamo riposati dopo la lunghissima passeggiata mentre i bimbi giocavano intorno alle fontane. Poi cena da Hippopotamus, catena di ristoranti dove spt fanno carne alla griglia e anche qui menù per bambini.
Il secondo giorno approfittando del bel tempo siamo andati a Disneyland…..un incubo….una fila perpetua dovunque…anche per comprare UN GELATO O UNA CREPES PERCHè MAGARI AI CHIOSCo C’ERA UNA SOLA PERSONA e devo dire che i francesi non sono particolarmente veloci….
Attenzione: se acquistate la Paris Visite c’è scritto che si ha uno sconto sul prezzo del biglietto del 20%…così ho deciso di acquistarli sul posto e non prima (tipo al DisneyStore, biglietterie metro o rer) per avere lo sconto per poi scoprire che lo facevano solo se acquistavi il biglietto “2 parchi in un giorno” che costa di più e n un giorno due parchi proprio non riesci a farli.
Abbiamo fatto file di un’ora per cinque minuti di gioco…una cose tremenda……appena finisci ricominciare subito con una nuova fila. E’ stata una giornata non particolarmente brillante per noi adulti ma almeno i bimbi si sono divertiti.
Il terzo giorno ci siamo svegliati con un cielo grigio e piovoso. Siamo andati a vedre l’Hotel de Ville da li a Notre Dame ma c’era la fila non solo per salire sulle torre (lunghissima…) ma anche per entrare in chiesa. Così abbiamo fatto un giro per l’Ile de la citè e per l’Ile de sant Louis. Da li abbiamo attraversato il ponte e siamo andati verso Il Boulevard di Saint Germain, passati davanti a La Sorbonne, Odeon Theatre e stradine del quartiere latino.
Durante il pomeriggio siamo arrivati al Trocadero e davanti al palazzo de Chatillot si gode una vista bellissima della Tour Eiffel . Qui abbiamo deciso di salire nonostante la fila. Un consiglio se non avete qualcuno (tipo bimbi che aspettano Parigi solo per quello) da accontentare un’ottima alternativa può essere la Tour de Montparnasse. Da li si gode una splendida vista sulla città….Tour Eiffel compresa. In un mio precedente viaggio sono salita e ne vale la pena.
Alla Tour Eiffel abbiamo cominciato a fare la fila alle 15,30 circa e ne siamo scesi alle 18,30. Di queste 3 ore circa 2 ore e mezza spese per fare la fila: fila per il controllo zaini, per il biglietto, per prendere l’ascensore fino al secondo piano…da qui altro serpentone per prendere l’ascensore che porta in cima. E una volta ammirato il panorama mozzafiato ti rendi conto che ti devi di nuovo mettere in fila per scendere…… :-(
onestamente avrei usato quelle tre ore in maniera diversa…..ma una volta si può fare.
Zona Opera dove abbiamo visto il teatro solo fuori e cena in zona al ristorante Leon de Bruxelles…..se vi piacciono le cozze Leon è una catena di ristorani che le cucinano in tutti i modi e tute le salse…..cena per 4 con antipastino e tre piattoni di cozze cucinate in diversi modi (i bimbi hanno diviso a metà un bel piattone con cozze, pomodori, gamberoni e calamari) e bevande (coca cola e birra) circa 75 euro.
Quarto giorno…..dedicato ai musei. Al mattino Louvre…qui solo una minima fila per il controllo zaini…biglietti acquistati presso il tabacchino all’uscita della metro. Abbiamo visto prima le sale dedicate alla collezione egizia, poi immancabile Gioconda, La Nike, Amore Psiche e altre sculture nella collezione al piano terra (quasi tutte della collezione Borghese…).
Dopo aver mangiato una baguette e un dolce della Boulangerie siamo andati a prendere il Batobus e abbiamo fatto un bel giro. Pomeriggio al Museo d’Orsay e cena in albergo.
L’ultimo giorno pioveva. Abbiamo optato per il complesso de Les Invalides con la tomba di Napoleone e Museo de l’Armèe dove c’è una sezione dedicata alle armature e armi del Medioevo con alcune salette dedicate all’Oriente con le armature dei samurai. la parte dedicata alle due guerre mondiali è davvero interessante, ci sono filamti trasmessi in francese con sottotitoli in inglese e un percorso cronologico fatto bene. Si trovano moltissime divise militari, un paio di auto dell’epoca e tantissimi altri oggetti.
Ormai verso l’ora di pranzo una volata a Montmartre per vedere la chiesa del Sacro Cuore e un velocissimo giro in Place du Tertre……è tardi bisogna correre in albergo a ritirare i bagagli e poi in aeroporto.
A questo proposito…siamo partiti dal terminal 2, c’è un solo bar con dei prezzi assurdi per tramezzini e panini (che sono di quelli confezionati)…un tramezzino 6 euro….e non era un granchè.
Vi consiglio di prendere magari dei panini in qualche buona boulangerie e di portarveli in aeroporto.
Buon viaggio a tutti per la splendida e indimenticabile Parigi.

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook