Monaco e la Baviera

Ciao viaggiatori!
Anche questo viaggio è terminato. Siamo partiti da Roma venerdi 29 Maggio alle ore 12.00. Il viaggio è andato bene senza grossi intoppi. Non abbiamo trovato traffico e come anticipato dal mio fido navigatore alle 21.20 siamo arrivati a Monaco, sotto l’Hotel Goethe vicino la stazione centrale. Per pargheggiare la macchina non abbiamo avuto grossi problemi come molti dicono online nei forum o nei blog. Il costo varia in base alla zona e a volte anche da strada a strada. Il costo giornaliero del parcheggio in strada è di 6 euro dal lunedi al venerdi. Nei festivi non si paga. Parcheggiata la macchina abbiamo scaricato i bagagli e abbiamo preso possesso delle nostre camere. Albergo carino, un 3 stelle senza troppe pretese. Ad oggi non mi sento comunque di consigliarlo. La colazione a buffet era ottima ma la pulizia dell’albergo e delle camere lasciava un pò a desiderare e sinceramente non ci tornerei.
Visto l’ora tarda siamo andati a mangiare di corsa alla stazione centrale, dove si possono trovare aperti diversi negozietti che vendono cibarie di ogni tipo, ci siamo buttati sul Kebab e le patatine fritte. Alcuni di noi hanno mangiato invece panino con i classici wurstel bianchi con senape. Tutto buono, tranne forse le patatine che sapevano un pò di plastica.
1° Giorno: Dachau, Nymphenburg, Allianz Arena e Monaco
Colazione alle 09.00 per la prima giornata di visite. Per cominciare in bellezza la nostra prima meta è stato il campo di concentramento di Dachau. Molto bello (passatemi il termine), molto interessante dal punto di vista storico. L’ingresso al campo è completamente gratuito, soltanto il parcheggio si paga circa 3 Euro. Come potete ben immaginare il clima che si trova all’interno del campo non è dei più allegri ma ne vale la pena. La visita ha il potere di ricordarci a volte quanto in basso può scendere l’uomo nella sua malvagità. E’ possibile visitare i classici dormitori di legno, le prigioni bunker, i forni crematori e l’intero campo. Molto toccante. All’interno è stata anche allestita una mostra con diversi video, testi e pezzi esposti. All’interno è possibile acquistare delle audio guide. La visita in totale è durata un’oretta.
Dopo un veloce pranzo al vicino Mc Donald siamo andati a visitare il palazzo Nymphenburg, visto solo da fuori con un giretto nel parco antistante la costruzione e poi di corsa al mitico Allianz Arena, per una visita allo store del Bayer Monaco. Lo stadio è stupendo anche da fuori, non certo come i nostri stadi italiani (nel video potete vedere le immagini).
Al ritorno dallo stadio abbiamo parcheggiato la macchina vicino l’albergo e ci siamo diretti a piedi nella zona pedonale di Monaco per un giretto d’esplorazione. Per cena ci siamo diretti verso la mitica birreria Hofbräuhaus la più famosa birreria di Monaco. L’ambiente dentro è stupendo, molto confusionario e si beve birra a fiumi. Il boccale classico è da 1 Litro, se prendi quelli più piccoli ti guardano male.
La cena è stata ottima, carne, wurstel, crauti e birra. Unica pecca il menù unicamente in tedesco. Per fortuna ci ha serviti un cameriere che parlava un pò d’italiano. Dopo la birreria abbiamo fatto un giretto per la zona pedonale di Monaco e siamo tornati in camera.

2° Giorno: Castelli di Linderhof e Neuschwanstein
Dopo un abbondante colazione, verso le 9 siamo partiti alla volta dei bellissimi Castelli di Linderhof e Neuschwanstein, il famoso castello delle fiabe.Da Monaco centro al primo castello sono circa 40 minuti di macchina. Lo spettacolo ripaga di tutto. Sia Linderhof che Neuschwanstein sono bellissimi. Ludwig II sarà anche stato pazzo ma era comunque un genio. I castelli sono qualcosa di stupendo, tutti e due senza nessuna riserva. A Linderhof abbiamo fatto un biglietto comulativo che ci permetteva anche l’accesso a Neuschwanstein. Intorno al Castello di Linderhof ci sono diverse altre cose da vedere nel parco, diverse costruzioni che Ludwig ha fatto spostare dalla città al parco per il suo unici piacere. All’interno dei due castelli non è possibile fare fotografie. In ognuno dei due castelli si può ascoltare un audioguida in italiano. Bellissima anche la Grotta di Venere, grotta artificiale fatta realizzare da Ludwig all’interno del parco di Linderhof. Terminata la prima visita abbiamo ripreso la macchina alla volta del castello delle fiabe. La vista del Castello è stupenda, merita il nome di Castello delle Fiabe. Ai piedi della collina dove si erge il castello c’è la biglietteria e diversi locali dove mangiare. Siamo arrivati intorno alle 13.40 ci siamo diretti subito verso la biglietteria. La prima visita in italiano era disponibile per le 17.40. Abbiamo approfittato del tempo disponibile per fare un giretto e pranzare tranquillamente in uno dei ristoranti del posto. Alle 16 ci siamo messi in fila per salire sul colle del castello con una delle carrozze disponibili. Ogni carrozza porta circa 12/13 persone. Il prezzo è di 6 Euro a persona A/R. A differenza di quello che dicono i foglietti illustrativi del castello e le stesse guide la carrozza non impiega 40 minuti per salire ma soltanto 15 minuti. La strada si può fare tranquillamente anche a piedi. La visita al Castello è stata molto bella ed è durata circa 40 minuti. Terminata al visita siamo tornati verso il parcheggio e ci siamo diretti verso la città.
Per cena abbiamo deciso di mangiare nella birreria che si trova di fronte alla birreria HB. Solita cena a base di carne, crauti e birra e poi giretto digestivo per il centro.
3° Giorno: Monaco e la Romantische Strasse
Dopo la colazione ci siamo accorti che qui il 1 Giugno è festa e quindi ci siamo ritrovati in una Monaco quasi deserta con tutti i negozi chiusi. Abbiamo cosi dedicato la mattinata a fare qualche giretto per il centroAlle 11 siamo corsi a Marientplatz per vedere il carion dell’immenso campanile in movimento, molto carino.
4° Giorno: Il ritorno con sosta Siamo scesi per colazione alle 07.30. Dopo una buonissima colazione abbiamo caricato la macchina e ci siamo avviati per il lungo viaggio di ritorno. Alle 14 ci siamo fermati verso Modena, in località Puianello (Castelvetro) per pranzare con un buonissimo piatto di tortellini alla Trattoria del Colle. Siamo ripartiti alle 15 alla volta di Roma. Non abbiamo trovato nessuno per strada nonostante fosse il 2 giugno ed immaginavamo di trovare il caos. Alle 19.45 eravamo a Roma con nostra grande sorpresa.
Il viaggio è stato bellissimo, la germania merita un approfondita visita. Per ora la lasciamo con il bel ricordo di Monaco e un pensiero ad un futuro viaggio verso Berlino.
Buon viaggio a tutti

Pin It
Tags:

Ci sono 2 commenti su “Monaco e la Baviera

Lascia un Commento

Commenta con Facebook