Ancora Amphoras….. ancora immersioni!

Ancora Amphoras…… ancora tante immersioni!!
Quest’anno siamo in cinque tre dei quali non sono mai andati a Sharm; ci si ritrova all’autogrill in autostrada e proseguiamo fino al parcheggio dove lasciamo le nostre vetture. Espletate le procedure d’imbarco, decolliamo in perfetto orario. Mia sorella vola per la prima volta per cui preferisco farla accomodare accanto al finestrino. Non funzionano i monitor di intrattenimento e allora ascolto la musica dal mio cellulare. Dopo tre ore e quaranta minuti tocchiamo il suolo, con un atterraggio da cani,. Ci attende un bel caldo visto che in Italia usiamo ancora indumenti pesanti.
Entriamo in aeroporto e tutti veniamo controllati da medici locali; la paura o sindrome da influenza A colpisce anche l’Egitto. Ritirati i bagagli, saliamo sul bus che ci porta all’Amphoras dove noto, all’arrivo, che la struttura non fa più parte della catena HOLIDAY INN ma di SHORES HOTELS. Si rivelerà una migliore qualità del servizio globale.
Conoscendo già la struttura ed essendo io l’organizzatore della vacanza comincio a dare le informazioni necessarie, a completamento delle notizie ricevute nel briefing.
Il lunedì mattino prendo subito accordi con il diving Grand Blue per effettuare le immersioni, iniziando obbligatoriamente nel pomeriggio per il check dive. Mia moglie, mia sorella e l’altra coppia si spaparanzano subito al sole. La giornata scorre velocemente, come scorreranno questi 15 giorni di vacanza. Verso sera devo mandare un sms, il primo di tanti, agli amici ….. mi mancano già! Serata dedicata allo spettacolo dell’animazione. C’è una drag queen veramente brava!!!!
Martedì devo andare in barca, per cui mi presento alla reception (ore 7,40) ma non vedo nessuno. Alle 8,15 arriva una guida del diving e mi dice che il gruppo sub è partito alle 7,20: “Hanno cambiato gli orari!”; ben mi sta, così mi informo meglio la prossima volta. Vado in spiaggia dove il gruppo guarda il mio arrivo, meravigliato. Spiego il mio errore e rimango con loro a prendere il sole. Serata passata al Fantàzia una specie di Old Sharm, ma più pulito. La prima lingua parlata ormai è il russo, però l’italiano è largamente diffuso.

Mercoledì sono puntuale e partiamo per Dahab dove faccio due immersioni tra le più belle mai effettuate: il Blue Hole ed il Canyon (meglio il secondo per me). Rientro al villaggio verso le 17,30; passo circa un’ora in spiaggia e dopo cena porto il gruppo a Naama Bay. Gran caos con i locali (Pashà, Hard Rock Cafè per citare i due più famosi) che si riempiranno verso l’una di notte….. tutto il mondo è paese!
Giovedì giornata dedicata al relax e alla vita di gruppo. Meglio stare all’ombra dell’ombrellone o la mia pelle chiara, viene violentata dai raggi di un sole che picchia. Il mio computer subacqueo messo nella sacca appesa all’ombra segna 34°; lo metto al sole e dopo circa 40 minuti segna 47°.
Verso sera già finisco il primo libro che ho portato. Li divoro i libri, non li leggo! Da bravo agente di viaggio porto il gruppo a Sharm Vecchia dove le fanciulle possono cominciare a guardare i vari negozietti pronte acquistare i soliti regali da portare a casa.

Venerdì , sabato, domenica e lunedì sono giornate dedicate alle immersioni da fare in mezza giornata.
Sabato sera salutiamo dopo cena, la coppia che era partita con noi e che tornerà a casa la domenica; noi guardiamo lo spettacolo di arrivederci preparato dal gruppo di animazione; veramente bello.
Il lunedì mattina esco con Elisa, la ragazza che gestisce il diving, per un’immersione da pontile che dura 52 minuti ; io esco dall’acqua con 60 bar in bombola …. Lei con 150!!!! Ma non respiri, mannaggia a te!

Il pomeriggio, stanco di portare la fotocamera subacquea quando vado sott’acqua e non vedo niente (se non i soliti pesci piccoli del Mar Rosso), faccio un’immersione senza la digitale e che ti vedo? due mante giganti ed un pesce napoleone di notevoli dimensioni.
Dopo cena ricominciamo a visitare i negozietti del Fantàzia, mentre il martedì sera è dedicato al riposo dopo una giornata di rosolamento in spiaggia… e così ce ne stiamo a guardare lo spettacolo in anfiteatro; prima però voglio fare una sorpresa agli amici; mi collego in internet (maledette tastiere, mancano tutte le vocali con l’accento e l’accento separato non riesco a scriverlo ….) e mando un saluto veloce veloce ai miei amici.
Mercoledì è l’ultima giornata piena per fare le immersioni da barca e ne approfitto per andare ancora a Ras Mohamed; due immersioni in mattinata, pausa pranzo in zona Ras Um Sid (dove ci sono il Reef Oasis ed il Faraana) e poi altra immersione. E’ la prima volta che ne faccio tre in un giorno… e me ne accorgo; sarà che c’è una discreta corrente, ma faccio una fatica a terminare l’immersione. Rientrato al Villaggio, solita cena e ancora Naama Bay. Ogni volta a discutere con il taxi per la tariffa….. mica mollano, ma io sono tosto e più di 4 euro non pago!
Giovedì mattina la passo al sole e il pomeriggio altra immersione con serata dedicata ad uno spettacolo sulla spiaggia: il Fire Show…… una cosa meravigliosa vedere i giochi di fuochi nel buio della spiaggia. Molto bravo lo staff di animazione gestito da Simone.
Venerdì mattino ultima immersione; mia sorella scatta fotografie a più non posso (per fortuna c’è lei, almeno ho il ricordo di questa vacanza, visto che ho bruciato la scheda di memoria). Per completare gli ultimi acquisti, prima di cena si va a Sharm Vecchia e dopo cena a Naama Bay. Nel ritorno ci fermiamo a fotografare la Moschea.

Arriva anche per noi l’ultimo giorno di vacanza, dedicato all’alleggerimento del portafoglio …. Chi deve pagare il diving (io) e chi deve saldare il conto dell’hotel (io).
Prepariamo le valigie cercando di distribuire i pesi ma quella più grande arriva ai 26 Kg. ….. all’aeroporto non succederà nulla. Solita fortuna sfacciata, visto che poco prima qualcuno ha dovuto pagare l’eccedenza bagaglio.
Che dire: 15 giorni sono volati, ma sono stato benissimo. Ho fatto tutte le immersioni che volevo, anzi qualcuna in più. Mia moglie e mia sorella sono state benissimo insieme. La vacanza non ha avuto intoppi di nessun genere…. Sono quelle vacanze che tutti desiderano….
Dicevo all’inizio che la struttura è passata sotto la catena SHORES HOTELS che ha leggermente innalzato la qualità del cibo, vario e abbondante comprese le grigliate di carne o pesce tutte le sere. Unico neo il cambio del cuoco italiano addetto agli ospiti Eden, anche se poi si intrufolavano anche gli ospiti internazionali.
Giudizio globale positivo, migliore dello scorso anno, anche se il servizio di pulizia del ristorante lascia ancora un po’ a desiderare; pressanti e a volte fastidiosi i camerieri locali nella richiesta di mance….. Nota estremamente positiva il diving. Se sono tornato all’Amphoras è soprattutto per il diving e felice di aver ritrovato Elisa, preparatissima istruttrice e ottima guida sub…. Vorrei immergermi sempre con lei. Per chi vuole fare immersioni (o anche solo snorkeling) davanti al villaggio c’è una barriera corallina tra le più belle e conservate (fino a quando????) di Sharm….

Per i sub:
L’immersione inizia da una grande spaccatura nella parete di corallo, tipo ascensore panoramico, che arriva fino a 28 metri passando per un piccolo arco alla fine. Si va poi a destra risalendo fino a superare la “sella” si entra nel famoso “blu hole” un cratere profondo 110 mt..

L’immersione secondo me, è stata la più emozionante. Si entra in laguna e proseguendo restando ai -10 mt. si arriva ad una crepa che indica l’entrata; il “Canyon” riconoscibile dalle bolle, di alti sub, che escono formando un effetto bellissimo . E’ un’immersione a -30 metri con una fantastica vista dall’interno verso l’alto. Si esce da un pinnacolo, chiamato il camino, dove ci sono tanti pesci accetta.

Pin It
Tags:

Ci sono 9 commenti su “Ancora Amphoras….. ancora immersioni!

  1. grazie Capoboss….. non volevo ripetere il diario dello scorso anno, visto che il posto è lo stesso….. purtroppo sono state tolte (spero temporaneamente) le piantine delle immersioni fatte a Dahab, dove si capisce meglio, anche per chi non è sub, perchè per me sono state le più appaganti.

  2. grazie Federica :bacio:…. mi sarebba piaciuto quest’anno, parlare di più delle immesrioni, visto che del villaggio ne ho parlato ampiamente lo scorso anno….. però ho avuto timore che chi non è sub avrebbe capito poco… a parte il fatto che le emozioni non le puoi mettere su una pagina…..

Lascia un commento

Commenta con Facebook