Messico e nuvole

Perchè questo titolo? Pur avendo avuto una settimana di tempo buonissimo, le nuvole sono state sempre presenti, e anche il venticello….non è mai mancato e in alcuni casi dava anche un pò fastidio, soprattutto per via del mare sempre mosso.

Partiamo dalla prenotazione….era il 2 gennaio, quando, gironzolando per il web, alla ricerca, come sempre, di uno spunto, un’idea, un’occasione per un viaggio, sono incappata in un’offerta Todomondo che ha catturato la mia attenzione: una settimana in Messico, in Riviera Maya, ad aprile, all inclusive 5 stelle, ad un prezzo pienamente rispettoso del mio budget !!!!! Dirlo a mio marito e ai nostri amici, da anno ormai nostri fedeli compagni di avventure, è stato un attimo…un’occhiata al calendario e ci siamo resi conto che il periodo del viaggio avrebbe coinciso con la settimana di Pasqua, ergo, perdita di giorni scolastici minima per i nostri ragazzi…tutto giocava a nostro favore:cattivo:, insomma…detto-fatto è stata fatta la prenotazione per 8 persone :yeah: . Trattandosi del famigerato T.O. Todomondo, l’attesa è trascorsa tra entusiasmo e momenti di sconforto…ma poi reagivamo, decidendo di no fasciarci la testa prima di essercela rotta e così, tra un alto e un basso, è giunto il momento di preparare le valigie…che strano dover tirar fuori dall’armadio gli abiti estivi quando ancora indossiamo quelli invernali…Ed ecco il grande giorno della partenza. Devo dire che, a dispetto delle a volte catastrofiche notizie sull’operato Todomondo, è andato tutto alla grande: giorno della partenza rimasto invariato, volo Blu Panorama puntuale, pur se lunghissimo: Roma-Milano-La Habana-Cancun :confused: . Il villaggio era il Sandos Caracol bellissimo e immenso
, immerso nella natura, eravamo circondati dal verde, all’interno del villaggio scorreva anche un fiume, abitato da tartarughe, pesci e granchi! Ovunque era pieno di uccelli che col loro melodioso canto ci svegliavano tutte le mattine.

Il servizio all inclusive era davvero degno di questo nome :cattivo:e comprendeva mangiare e bere a scatafascio in tutti i numerosissimi ristoranti e bar, il servizio spiaggia, nonchè l’accesso al centro benessere e l’utilizzo delle strutture di quest’ultimo…che spettacolo!!! Nei sette giorni che siamo stati lì, abbiamo alternato giornate di relax a giornate di escursioni, in modo da conciliare le esigenze di tutti. Purtroppo non abbiamo fatto l’escursione a Chichen Itza :grin: ….mi sono dovuta piegare al volere dei più…ma, giuro, sarà solo per questa volta :( !!!!!
Il mare davanti al nostro hotel non era tra i più incantevoli che si possano trovare in Messico…ma non era nemmeno da buttar via! Le giornate dedicate al relax sono passate sfruttando le piacevolezze dell’hotel: i bar i ristoranti, le piscine

e, soprattutto, il già citato centro benessere:serenata:.

Escursioni: le abbiamo organizzate fuori dal villaggio, a Playa del Carmen, in un’agenzia in cui lavora una simpatica ragazza italiana: una giornata siamo stati alla Biosfera di Sian ka’an, dove abbiamo fatto un lungo e divertente giro con le lance, che letteralmente volavano sull’acqua, e varie tappe: la prima per avvistamento delfini

la seconda per avvistamento tartarughe

e la terza per avvistamento stelle marine

…e tutti e 3 gli avvistamenti si sono conclusi con successo :D !!! Ulteriore tappa alle piscine naturali per un bagnetto in un mare splendidamente caraibico :cool:

e, a seguire, giro nella laguna delle mangrovie, pranzo e relax sulla spiaggia di Punta Allen e, infine, rientro in hotel.

Altra giornata di escursione: Cobà, Gran Cenote, Tulum e Playa Paraiso. A Coba abbiamo girato l’intero sito archeologico, che si trova in mezzo ad una lussuregiante foresta, in bicicletta…devo dire che è stato molto divertente, dopo un pizzico di timore iniziale dovuto al fatto che erano decenni che non mettevo più il sedere sul sellino di una bici :D …ma una volta preso il via filavo come una scheggia!
La pirmide più alta di Cobà e alta 49 metri e io non me la sono sentita di salirci sopra, ma lo ha fatto mio marito, e con il nostro bambino di 5 anni al seguito :confused: ….non vedevo l’ora che scendessero, considerando la ripidità di quei gradini… :confused: :???:

Dopo la sfacchinata di Cobà, una pausa rinfrescante nel bellissimo e suggestivo Gran Cenote…un luogo davvero magico!

e poi, altra sfacchinata, ma anch’essa piena di soddisfazioni, a Tulum, il famosissimo sito maya che sorge sul mare…e che mare!!!!

Per finire in bellezza la giornata, sosta relax in una delle più belle spiagge della Riviera Maya: Playa Paraiso…palme, sabbia bianca e mare turchese…c’era proprio tutto!!!!!

L’ultima escursione l’abbiamo fatta, con i folcroristici collectivos, i minibus che collegano Playa del Carmen a varie località, ad Akumal, nota anche come spiaggia delle tartarughe. Spiaggia molto bella e mare limpido e azzurro


ma, purtroppo, come durante tutta la nostra vacanza, il mare era mosso, per cui visibilità sott’acqua zero…andare ad Akumal per vedere le tartarughe e beccare un mare così è pura sfortuna :(:x !
Tra una piacevolezza e l’altra è finita la nostra bella vacanza…e così finisce anche il mio racconto, arricchito da due piccole note di gossip: all’aeroporto di Malpensa ho incontrato due VIP…all’ andata c’era Zucchero e al ritorno Edoardo Bennato :cool: !
Pochi giorni dopo il nostro rientro il Messico è diventata zona off-limit per i motivi che ben sapete…beh, sono felice di essere riuscita a partire quando l’allarme influenza ancora non esisteva…sarebbe stato un vero peccato perdere la visita, se pur superficiale e veloce, di un paese così bello e abitato da persone davvero squisite :) !!!! Hasta luego, Mexico!!!!:bacio:

Pin It
Tags:

Ci sono 10 commenti su “Messico e nuvole

  1. Ma che bel diario!!!!Complimenti Fede.Mi hai fatto tornare in mente un scco di ricordi,che belle anche le escursioni:noi ne abbiamo fatte altre,ma quelle che avete fatto voi sono molto belle.Un saluto a tutta la comitiva.Bacioni

Lascia un commento

Commenta con Facebook