Tour nel sud ovest del Canada

Quello che andrete a leggere è il racconto di un viaggio organizzato in 5 mesi, volendo fare un viaggio diverso dai precedenti, io ed i miei compagni (mia moglie, la cognata con il marito), abbiamo pianificato ed organizzato un viaggio di circa 2 settimane con il camper nel Canada Occidenatale. Stando alla guida da noi utilizzata, lonely planet, il periodo scelto era ideale in quanto si trovavano pochi turisti, e quello è vero, ma in compenso molti campeggi “statali”(soprattutto all’interno dei parchi) sono chiusi per la tutela degli orsi e dei campeggiatori, cmq i campeggi, quelli aperti, sono ben strutturati, spartani, immersi nel verde più totale, in funzione di quanto si vuole spendere (18-38 CAN) si può avere solo l’allacciamento della corrente fino al “tutto incluso” (corrente, acqua potabile, scarico delle acque nere), in quanto il camper è dotato di serbatoi da 150litri ciascuno.
Le uniche cose prenotate, dall’Italia, sono il volo (con Lufthansa, cibo in volo scadente) ed il camper (gowest, bravi molto disponibile e cordiali), poi per il resto tutto è stato fatto sul posto, anche grazie all’unica persona che l’inglese lo sapeva veramente (il cognato) o così andava dicendo, cmq faceva da nostro interprete.
Abbiamo macinato 3800km in 17 giorni, dal 29 maggio al 14 giugno, il costo complessivo a persona è di circa €2100,00 , comprensivo di: camper, volo, ingresso parchi, attrazioni varie, spesa per mangiare, e soprattutto carburante.
Avevamo un camper molto bello e confortevole, ma dotato di una motorizzazione di 6800cc, per i profani faceva i 3 km/litro, praticamente facevamo il pieno un giorno si e l’altro pure, un consiglio in queste zone quando la lancetta segnala la metà del serbatoio fermarsi a fare il pieno non si sa mai.
Ciancio alle Bande o Bando alle Ciancie iniziamo con il racconto

29 maggio 2009
Partenza da Verona con scalo a Francoforte, il viaggio tutto sommato si è svolto bene, siamo arrivati a Calgary e preso possesso del camper, con istruzioni da parte del noleggiatore per i vari allacciamenti e lo scarico delle acque grigie e nere, cosa che dovremmo fare quasi tutti i giorni, il tempo di fare un pò di spesa e poi vi qualche chilometro per raggiungere il primo campground a Canmore

30 maggio 2009
Arrivo a Banff con entrata al Parco di Lake Luoise, dove vi resteremo per 4gg, visita al Minnewanka Lake, Johnson Lake e la cittadina di Banff, poi direzione nord per il campeggio dei pressi del Lake Luoise.

31 maggio 2009
Visita al Lake Louise molto presto, per poterlo vedere alle primeluci, la sorpresa è stato nel vederlo quasi completamente ancora ghiacciato suggestivo ma un po delusi, allora ci siamo sfogati percorrendo uno dei tanti sentieri che circondano il lago, circa 800mt di dislivello per un totale di circa 4 ore di marcia con visita al Mirror lake e lake Agnes anche questi ghiacciati puntando alla cima Beehive per veder un panorama da mozzafiato.
Una volta ridiscesi abbiamo puntato al Moren Lake, secco-privo di acqua- (che delusione) così siamo andati al Johnston canyon, lungo il percorso abbiamo avvistato i primi animali: orsi, caribù, marmotte, oche canadese. Siamo tornati al campeggio nei pressi del Lake Louise per il pernotto.

01 giugno 2009
partenza per Jasper, lungo il percorso abbiamo visitato: il Peyto Lake (totalmente ghiacciato ma sigestivo ugualmente), il Mystaya Canyon, le Sunwapta Falls, l’Atabasca Glacier, le Atabasca Falls, le Leach Lake, il Medicine Lake, il Maligne lake. Molti luoghi da noi visitati erano chiusi a causa della presenza della neve lungo la strada ed il sentiero, ma è bastato un po di pazienza ed un passo dopo l’altro siamo giunti ugualmente. Il campground di Jasper è sittuato poco prima l’ingresso del paese bello ma soprattutto ogni piazzola ha un rudimentale braciere per il barbeque finalmente carne alla brace.

02 giugno 2009
Partenza da Jasper e usciti dal parco lungo la Hwy 5 abbiamo puntato a Kamloops facendo prima tappa a Clearwater, Grey Walls Parck, le Helmcken falls (stupenda merita veramente), le Spahats falls, qui abbiamo avuto la fortuna di avvistare degli orsi bruni con i loro ciccioli a pochi metri dalla strada. Giornata tra le più pesanti dove abbiamo percorso più di 600 km, per fortuna che i campeggi sono sempre aperti. Pernotto a Kamloops.

03 giugno 2009
Discesa verso Vancouver passando da Hope, facendo tappa a Capilano dove si puo passare qualche ora nel sito del ponte sospeso. Visita alla città di Vancouver con visita al parco e ai totem, poi preso il traghetto a Horseshoe bay con destinazione Nanaimo, questa è statta la giornata più pesante in quanto siamo giunti al campeggio di Nanaimo alle 23:00. Come detto prima la fortuna dei campeggi sempre aperti ti permette di entrare prendere posto e successivamente, il mattino seguente, ci si va a registrare.

04 giugno 2009
Partenza da Nanaimo per Port Alberni con la visita della Cathedral Grove, dove risiedono le piu antiche piante di abete duglas alte più di 60mt ultracentenari. Poi proseguiti per Ucluelet, Tofino e la famosa Chestermann beach l’acqua era alquanto fredda così si ha rinviato il bagno a data da destinarsi , mentre per il pernotto abbiamo puntato ad un campeggio di Ucluelet.

05 giugno 2009
Sveglia presto per andare a fare whale watching per mezzo di uno zodiac (sull’isola, come sulla costa ci sono molti uffici che prenotano questi servizi) poi , dopo una veloce visita a Ucluelet, ridiscesa lungo l’isola con visita a Duncan, Cowichen Bay e Victoria dove qui abbiamo pernottato

06 gugno 2009
Prima di partire da Victoria abbiamo visitato Castle Craigdarich (per chi, come noi piacciono le “cose vecchie” merita, ma non ha nulla a che vedere con i nostri castelli, la definirei una villa). Poi preso il traghetto con ritorno Vancouver abbiamo macinato km con destinazione di Langlay, con la visita al forte programmata per il giorno dopo.

07 giugno 2009
Visita a Fort Langley (uno dei molti forti coloniali nato dalla spartizione del territori tra francesi, inglesi, russi e spagnoli; dove viene ricreato, con abiti del periodo la vita e le usanze), piccola tappa alle Rhododendra flats e poi diritti a Penctinton nell’Okenagan valley per il pernotto.

08 giugno 2009
Sveglia nella ridente città di Penctinton, noleggio delle MTB e fatto un giro di circa 40 km lungo il KWR trail, vecchia linea ferroviaria dismessa e ora pista ciclabile, per poi puntare a Kelona, nel Provincial Parck sul lago.

09 giugno 2009
Partenza da Kelona passando per Vernon, Sicamous per poi fermarsi a Revelstore al campeggio Canyon hot spring, sinceramente l’Okenagan valley, da come lo descriveva la guida, ce lo aspettavamo meglio.

10 giugno 2009
Dopo aver fatto una discesa in rafting lungo il torrento di Revelstore (per i neofiti ne vale veramene la pena) partenza per Golden e fermandoci al campeggio della ridente cittadina di Radium Hot Spring (come si dice nel cartone di CARS). Il campeggio è molto bello e permette di accendere il fuoco, finalmente un po’ di carne alla brace.

11 giugno 2009
Oramai stiamo giungendo alla fine della nostra vacanza-viaggio quindi puntiamo a fare sempre meno km e poltrire il più possibile, quindi puntiamo a Banff, ma prima facciamo tappa a Kooteney, Points Pats (sito dove veniva estratto il colore ocra), Marble Canyon, e abbiamo rivisitato il Lake Louise finalmente sghiacciato ed il Moraine Lake con un po più di acqua. Ulteriore visita alla cittadina di Banff per gli ultimi acquisti e poi al campeggio.

12 giugno 2009
Giorno di “deffaticamento” puntiamo a Calgary con tappa all’Herithage parck historical centre, dove è stato ricostruito un villaggio con giostre dell’epoca funzionanti, un treno a vapore dell’epoca che porta i turisti in giro per il villaggio con figuranti che circolano con abiti dell’epoca, MERITA. Qui abbiamo avuto qualche problema a trovare il campeggio, forse perchè la guida ne segnava solo due e ben distanti o forse perchè il satellitare non ne trovava di abbastanza vicini, sta di fatto che abbiamo girato un bel po. Dopo aver pianificato già da qualche giorno di fare carne alla brace il tempo ha ben pensato di far piovere, unica volta, dovendo noi ripiegare di preparare la cena ai fornelli

13 giugno 2009
La giornata non prevedeva cose particolare quindi consegna del camper di prima mattina e poi ci siamo fatti accompagnare in aeroporto dove da lì a qualche ora un aereo ci avrebbe portato prima a Francoforte e poi a Verona.

Un ringraziamento a tutti i compagni di viaggio (Michela, Roberta e Damiano) con la speranza che seguino altri viaggi, grazie. Fabio

Pin It
Tags:

Ci sono 2 commenti su “Tour nel sud ovest del Canada

Lascia un commento

Commenta con Facebook