Croazia, Istria – Banjole

Siamo partiti in 4 amici (due coppie) di sabato in direzione Banjole con la macchina e siamo arrivati dopo circa 13 ore di viaggio…
Pro: il mare è quasi dappertutto bello anche se i sassi sono parecchio fastidiosi, se andate a mangiare al ristorante generalmente si spende poco rispetto all’ Italia. I piatti tipici locali come i Cevapcici sono molto buoni ed in Istria la maggior parte delle persone capisce l’italiano.
Controurtroppo sia Banjole che quasi tutti i posti in Croazia a parte Medulin sono quasi completamente privi di divertimenti (diciamo che il divertimento comincia a svanire dalle 23). Per spostarsi da Banjole occorre avere una macchina soprattutto se volete girarvi un pò di spiaggie, la maggior parte delle vie terminano con un campeggio e ci sono pochissime indicazioni per il mare.

Per quanto riguarda la spesa, noi abbiamo affittato una casa a Banjole (posticino carino ma troppo tranquillo) nelle prime due settimane di agosto (ferragosto compreso) e a testa ci è venuto a costare 250 euro. Quindi in totale tra benzina e divertimenti con 600 euro ho fatto la mia vacanza…

Consigli:
– state attenti all’acqua frizzante perchè non è buona come quelle che ci sono in italia, soprattutto la Jamnica che loro dicono sia la più buona di tutta la Croazia, noi l’abbiamo trovata un pò salaticcia e per niente buona.
– per quanto riguarda le chiamate verso l’Italia, se chiamate dal cellulare si spende molto e i soldi vengono scalati sia a chi chiama che a chi riceve per cui consiglio di comprare una scheda per chiamare l’estero.
– al mare invece consiglio caldamente di portarvi le scarpette da mare (quelle per i sassi) che vi assicuro sono indispensabili altrimenti vi spaccate i piedi, e una bella maschera perchè i fondali sono pieni di pesci.
– una spiaggia molto bella da vedere è Verudela dove c’è un bel campo da beach volley quasi sempre prenotato ma tra una partita e l’altra nessuno ti dice qualcosa se giochi anche te e a volte organizzano anche tornei sia di beach volley che di beach soccer.
– per quanto riguarda il cambio dei soldi 1 euro=7,5 kune consiglio di non cambiarli appena passata la frontiera Slovenia Croazia perchè ti ladrano un pò: 1 euro=6,9 kune, per cui il miglior posto dove abbiamo cambiato i soldi è stato a Medulin con 1 euro=7,10 kune senza commissione.
– se volete provare un esperienza nuova, andate a fare il Paintball, la guerra con le palline di vernice che se ti beccano ti fanno un male assurdo e anche se vengono sparate da lontano lasciano i lividi però ne vale la pena.
– per trovare un pò di vita notturna vi conviene andare a Medulin che assomiglia vagamente a Rimini con le bancarelle sul lungomare e il luna park. La cosa brutta è che il mare apparentemente di sabbia è più sporco di quello di Rimini e se pensi di trovare solo sabbia mentre cammini potresti inciampare in un bel sassone, e come se non bastasse l’acqua è talmente bassa che ti arriva al massimo alla vita.
– noi abbiamo provato ad andare una volta in discoteca e ce ne siamo pentiti molto perchè c’era questa Severina pensavamo fosse una deejay…abbiamo pagato 10 euro (70 kune) per entrare e nel prezzo non c’era consumazione, la location era carina ma dopo un pò abbiamo visto bambini e bambine di circa 9-10 anni accompagnate dai genitori e persone un pò più adulte oltre i 50…
La musica era nauseante e un bel pò passata visto che era paragonabile alla musica dance di 10 anni fa in Italia, forse abbiamo solo trovato la serata sbagliata…
– un posto invece da visitare assolutamente secondo me è il parco naturale del Kamenjack, si può entrare solo in macchina e si pagano 25 kune (circa tre euro) e puoi visitare un sacco di spiagge bellissime.All’interno di questo parco c’è il Safari bar che è un pò nascosto ma è troppo bello e particolare per non andarci!
– per quanto riguarda le escursioni, noi ne abbiamo fatta una spendendo circa 35euro (doveva esserci anche la guida italiana) mentre sfortuna vuole che proprio quel giorno la guida italiana era in malattia… (doveva esserci la visita guidata a Rovigno) che sì, era italiana ma è durata giusto il tempo per spiegarci la leggenda di quella città e accompagnarci alla chiesa che abbiamo visitato da soli. (dicevano che c’era tanto da mangiare e da bere compreso nel prezzo) il pranzo consisteva in un branzino e una bistecca di carne con insalatina per contorno, ed i piatti erano uguali per tutti, e se c’era qualche vegetariano?e qualcuno che non mangia il pesce come me? comunque non hanno chiesto a nessuno le preferenze, e da bere c’erano per tavolo: un’acqua frizzante (ovviamente non buona), un succo di frutta che era acqua colorata e un vino bianco frizzante che era meno buono di quello più scarso che esista in italia, se volevi l’acqua naturale te la dovevi comprare a parte…
E’ stata comunque un’esperienza bella che consiglio soprattutto alle famiglie con figli o semplicemente a chi cerca la tranquillità mentre sconsiglio vivamente ai ragazzi che cercano i divertimenti.
Noi ci siamo divertiti comunque tra amici, ma non credo di tornarci, ho ancora molti posti da visitare…

Pin It
Tags:

Ci sono 1 commenti su “Croazia, Istria – Banjole

Lascia un commento

Commenta con Facebook