Isola di Skiathos

Eccomi qui a descrivere un pò questa splendida isola che è Skiathos e a raccontare un pò di appunti di viaggio…Dopo aver toppato la partenza per Alonissos, causa “problemi tecnici” del tour operator, andiamo in agenzia per cercare di risolvere le nostre belle vacanze…Cerchiamo subito qualcosa di simile al nostro viaggio saltato, quindi destinazione Grecia!!! Cogliamo al volo una bella offerta per Skiathos, isola dell’arcipelago delle Sporadi!Si parte lunedi mattina prestissimo…Appuntamento al banco InViaggi per le 5 del mattino…L’aereo però ritarda quasi due ore il suo volo…Iniziamo bene!Ma poi ci fanno un imbarco immediato e recuperiamo qualcosa…Il volo fila liscio regolare, il tempo è ottimo…Intravediamo l’isola….e la pista….una lingua d’asfalto tra le barche…Lunga, o meglio corta come il viale di casa mia…L’aeroporto è minuscolo, una sola pista e due posti aereo, i bagagli passano direttamente da fuori sul nastro…Come atterriamo troviamo subito, quella che sarà la nostra mappa ufficiale, gratis!L’isola si può dividere idealmente in due, la parte più “popolare” dove passa l’autobus con strade ben asfaltate e la parte più selvatica, dove si trovano le spiagge più caratteristiche, raggiungibili solo in auto o su due ruote, stradine di terra mista a sabbia!Ci portano nel nostro appartamento, dove il proprietario ci accoglie subito, una persona simpatica, un pò chiaccherona che smiglia a Tom Selleck…L’appartamento è modesto ma molto carino, purtoppo il bagno lascia un pò a desiderare, non c’e’ nè finestra nè areatore, e l acqua della doccia usciva un pò pianino…Comunuqe per quelle che erano le nostre esigenze andava più che bene!L’isola è ben ventilata e il caldo non si soffre più di tanto, ma la notte le zanzare sono state nostre buone compagne e noi i loro serbatoi…
Appena arrivati, posiamo al volo le valige e mettiamo il costume, siamo atterrati sull’isola a un orario decente, a ridosso dell’ora di pranzo, li c’e’ + 1 ora di fuso rispetto a noi…Scendiamo dall’appartamento e ci interessiamo subito all’affitto di qualcosa per muoverci, l’offerta è ampia, motorini 50/80/125, moto da enduro, buggy, auto e quad!Riusciamo a contrattare per due italianissimi Piaggio Typhoon 125 due tempi, una bomba ecologica praticamente!Grazie alla capacità di contrattazione di un nostro amico di viaggio, spuntiamo un 110 euro per 7 giorni pieni…Ma anche l’enorme disponibilità del proprietario del noleggio, tale Niko!I mezzi non erano subito disponibile e quindi abbiamo atteso il pomeriggio, siamo saliti in macchina con un suo dipendente che ci ha portato a Skiathos Town…Nel mentre la fame si era fatta avanti e ci siamo trovati a mangiare in una taverna della spiaggia di Troulos…Subito piatti tipici, che ci accompagneranno per tutti i 6 giorni…10 euro procapite, per tzaziki e insalata greca, bevande incluse…E siamo a lunedi…Dopo pranzo ci portano a ritirare alla “town” i nostri bolidi…Svolte le pratiche burocratiche ci mettiamo subito in marcia, e il mio scooter aveva la ruota dietro bucata da un bel chiodo…Prontamente riparata in 2 minuti dal nostro noleggiatore…Prima spiaggia : Koukounaries, la più frequentata dell’isola, una lunga striscia di sabbia costeggiata da vegetazione!La sera, giro per la città e cena in un locale consigliatoci della ragazza del T.O., una locanda un pò nascosta ma ottima, dove il cameriere ci ha fermato nelle ordinazioni perchè secondo lui sarebbe stto troppo, ed aveva ragione!Spesa a testa 18 euro per insalata greca, l’immancabile tzaziki, acqua, vino e due fantastiche moussaka!!!
Martedi: sveglia un pò posticipta vista l alzataccia della partenza, cartina alla mano, si decide subito di esplorare le spiagge meno battute dai turisti bipedi, quelle raggiungibili solo con sterrati, quindi direzione…Spiaggia di Mandraki, spiaggia di sabbia dorata molto bella e pranzo in taverna…8 euro p.p. (p.p.=per persona), dopo pranzo decidiamo di visitare la splendida baia di Mikros Aselinos, si riprende la strada sterrata e si costeggia il mare, visto dall’alto, bellissimo spettacolo, arriviamo lasciamo il mezzo e scendiamo per un piccolo sentiero nel bosco, niente di impegnativo e davanti a noi si apre questo spettacolo di rocce e sabbia, anche qui c’e’ possibilita di mangiare qualcosa alla taverna sulla spiaggia, si fà sera, doccia, fredda…e si và a cercare un posto per la cena serale, troviamo un ristorantino carino e mangiamo con 15 € p.p.
Mercoledi: colazione in appartamento e via alla volta della spiaggia di Ligharies anche qui pranzo in taverna a 6 p.p. se non ricordo male, questa spiaggia di sabbia e piccoli ciottoli, viene presa d’assalto anche dalle barche che fanno il giro dell’isola, infatti appena arrivati eravamo praticamente da soli…Poi si sono avvicinati questi battelli che hanno scaricato un pò di turisti per venirli a riprendere 1 ora dopo, comunque ne vale la pena…Dopo pranzo, nel pomeriggio decidiamo di fare un salto a Capo Kastro, si lascia lo scooter in un parcheggio e si procede a piedi, li si può decidere se scendere verso la piccola spiaggia o godere dell’ottimo panorama che si gode dalla punta, si cammina su un piccolo sentiero e si passa vicino a delle piccole chiese, molto bello. A cena, andiamo a mangiare nel posto che ho amato dippiù dell’isola, una taverna, con un girarrosto immenso pieno di carne, per noi il “carnaro”…Piatto misto di vitella e pollo, accompagnato da patate e verza…Acqua vino e solito tzaziki a 12 p.p…..
Giovedi: Decidiamo di vedere la piccola spiaggia di Diamandi, nella parte sud-est dell’isola, facile da raggiungere la strada è tutta asfaltata…Ma…per raggiungere la spiaggia bisogna scendere a piedi su uno sterrato in alcuni tratti abbastanza ripido, la spiaggia e molto piccola e di sassi, l acqua non l ho mai ancora menzionata, ma è splendida ovunque!Ci fermiamo qualche ora li e poi all’ora di pranzo risaliamo per cercare qualcosa per mangiare, quindi ci dirigiamo verso la spiaggia di Agistros, sempre sabbia mista a ciottoli, pranziamo alla taverna, dove prendiamo anche un fritto di calamari, insalata greca e tzaziki 12 € p.p., la sera, di nuovo dal “carnaro” Qui abbiamo incontrato anche il “manager” (cosi si faceva chiamare) del nostro appartamento…
Venerdi: puntiamo la piccola insenatura di Nikotsara…Dopo un lungo e tortuoso sterrato ci si apre davanti gli occhi un insenatura che è una piscina naturale…Acqua calmissima, limpida e rocce…Stupenda!Sulla spiaggia non c’e’ nulla, ma resistiamo fino all’ora di pranzo….Riprendiamo il nostro fido destriero e andiamo nella spiaggia di Ghournes Elias, pranziamo li e per la cena decidiamo di andare a mangiare in uno dei ristorantini che si affacciano sul porto, nella zona dove ci sono anche i locali tipo discopub, tutti molto molto curati, la qualità però in questo caso non è ottima, ma la location molto gradevole 15 € p.p. per una moussaka e un soulvaki di pollo
Sabato: Meghas Ghialos, spiaggia stupenda, lunga e deserta, acqua azzurra e limpida…Deserta, perchè per arrivarci bisogna scendere un sentiero abbastanza difficoltoso…Pomeriggio di nuovo a Mikro Aselinos pranzo in taverna 8 € e cena al girarrosto 12 € p.p.
Domenica: ultimo giorno utile della nostra vacanza, infatti il lunedi l’appuntamento per andare in aeroporto è per le 7,15…Giornata ventosissima, facciamo un giro per spiagge, ma niente da fare, quelle un pò più riparate sono piene di gente, quindi decidiamo per fare un giro nella città e poi magari nel pomeriggio riprovare, qui troviamo una piccola taverna, dove fanno solo piatti greci, ci sediamo e ordiniamo una moussaka “modificata” da loro, un insalata di patate, una greca e l ormai immancabile tzaziki…La cosa che ci fà piacere è che siamo gli unici turisti, gli altri sono tutti greci…10 € p.p. Nel pomeriggio il vento si calma e ci affacciamo sulla spiaggia Marata, facile da raggiungere, spiaggia lunga e stretta con i pini fino all’acqua praticamente….L’ultima sera andiamo di nuovo nella taverna dove eravamo stati il lunedi, ci è piaciuto molto l ambiente e il servizio…
Lunedi: riconsegnamo lo scooter lasciando le chiavi nel posto pattutito con Niko, il proprietario del noleggio e prendiamo il pulmino che ci porta all’aeroporto…

A Fiumicino, ci portano al terminal sbagliato con l’autobus e si perdono la mia valigia…Che ritroverò dopo due ore…

Più che un diario sembra la guida del gambero roTTo, dove ho segnalato più i posti per mangiare che le spiagge, ma diciamo che l’isola è così, la sera, solita passeggiata per il porto e la via principale, via Papadiamantis. Ci sono diversi bei localini se qualcuno vuole prendere qualcosa da bere, molto curati e in stile moderno…
Consiglio, scarpe chiuse per scendere nei sentieri con le infradito è molto scomodo, scarpe di gomma tipo da scoglio, meglio quelle chiuse a scarpetta, se affittate uno scooter prediligete un 125, alcune salite sono ripide e se si è in due il 50 arranca parecchio e possibilmente prendete quelli con le ruote intagliate (i Typhoon per capirci)

L’isola merita, il mare è stupendo ovunque, anche nelle spiagge più frequentate

Alla fine noi abbiamo speso per mangiare, pranzo cena e un pò di spesa per la colazione compreso l affitto dello scooter e la benzina sui 300 a persona

Se volete sapere i nomi di quelle locande chiedete, non li ho scritti perchè non so se si può :rose:

Pin It
Tags:

Ci sono 9 commenti su “Isola di Skiathos

  1. Ciao DocG,
    ho letto il tuo diario di viaggio e mi è sembrato piuttosto interessante. Volevo avere un tuo consiglio.. io e il mio ragazzo per quest’estate pensavamo di trascorrere le nostre vacanze su un’isola della Grecia, ma ancora non riusciamo a valutare quale possa fare al caso nostro.. Naxos al momento è la più “gettonata”, ma anche Skiathos mi incuriosiva abbastanza:) Quello che cerchiamo noi è bel mare, visitare un po’, serata tranquilla con una passeggiata in centro e magari qualche localino dove bere qualcosa(però il tutto lontano dalla gran massa, discoteche, ubriachi ecc), tenedo conto che tenderei al risparmio e ad evitare appunto, per quanto possibile la gran massa. sapresti dirmi se Skiathos potrebbe fare al caso nostro? Grazie:)

  2. Bella descrizione, molto accurata. Complimenti. :ok:
    Devo andare a Skiathos a metà di giugno.
    Potresti cortesemente darmi qualcuno dei nomi dei ristorantini che descrivi?
    Credo mi tornerebbe molto utile.
    Grazie 1000 e ciao.

  3. giambo wrote:
    Bella descrizione, molto accurata. Complimenti. :ok:
    Devo andare a Skiathos a metà di giugno.
    Potresti cortesemente darmi qualcuno dei nomi dei ristorantini che descrivi?
    Credo mi tornerebbe molto utile.
    Grazie 1000 e ciao.

    Ciao scusa se ti rispondo solo ora, ma ho visto adesso la tua domanda…

    Purtroppo non ricordo i nomi dei posti…

    In questa discussione, c’e’ il nome di una http://www.ilgiramondo.net/forum/page-7/isole-greche-generico/7290-grecia-skiathos-e-skopelos.html

    Le altre ora ci penso e speriamo di ricordare qualcosa…

  4. ciao a tutti… andro a skiathos ad agosto…ho gia prenotato tutto.. mi servirebbe solo un sito dove noleggiare lo scooter perché per essere tranquilli vorremmo prenotarlo da qui… qualcuno ci puo aiutare… se sapete gia anche il nome di un noleggio meglio ancora.. graziee

  5. Dodi Costanzi University of Oxford
    Ciao sono Dodi di Pesaro ho letto attentamente il tuo diario di viaggio molto interessante! Io e mio marito il 7 sett fino al 16 saremo a skiathos alloggeremo all’irini studios a circa 6 km da skiathos abbiamo trovato un’offerta con pirati in viaggio sia per il volo da Bologna con la Blue express sempre compagnia della Blue panorama se riesci darmi il nome di qualche ristorante o taverna ti ringrazio sin da ora se ti va di rispondermi ti lascio il mio indirizzo mail
    Annabella05@libero.it

Lascia un commento

Commenta con Facebook