Turchia meravigliosa

Meravigliosa Turchia

21/7 Finalmente partiamo all’alba per Malpensa e per le nostre vacanze. Tutto regolare, arriviamo a Istanbul in orario e aspettiamo gli amici che sono già sul posto per fare il check-in del volo per Kayseri e….overbooking. Due di noi risultano di troppo! Dopo varie trattative riusciamo fortunatamente a salire tutti e quattro sull’aereo che ci porterà in Cappadocia. All’aeroporto ci vengono a prendere e nel tragitto per Uchisar cerchiamo di scorgere i primi paesaggi caratteristici della zona ma, essendo ormai quasi buio non vediamo granchè. Arriviamo in un hotel a dir poco straordinario, Argos in Cappadocia. L’eleganza, la posizione e la cura di tutti i dettagli sono perfetti.

22/7 Al risveglio ci rendiamo conto del paesaggio incredibile che si presenta dalle terrazze dell’albergo. Ci viene a prendere la nostra guida con un bellissimo furgone e un autista e iniziamo l’escursione poco fuori del villaggio con una sosta alla Valle dei Piccioni. Panorama mozzafiato per un primo assaggio di Cappadocia. I due giorni successivi saranno un continuo stupore per le meraviglie che vedremo. Segue la visita allo Zelve open air museum, alla Vallata del Monaco e sosta ad Avanos. Dopo pranzo andiamo a visitare il Caravanserraglio di Sarihan dove acquistiamo già i biglietti per la rappresentazione serale dei Dervisci Rotanti. Quindi una passeggiata alla Valle dell’Amore e al museo all’aperto di Goreme. La sera, la rappresentazione dei Dervisci è molto suggestiva, anche grazie all’ambientazione all’interno del Caravanserraglio.

23/7 Al mattino visita alla città sotterranea di Kaymakli, un posto veramente straordinario e suggestivo. Poi Mustafapasa, la Valle delle Rose (magnifica passeggiata) Cavusin…le località si susseguono e sono tutte magnifiche. Ci fermiamo anche in una casa dove le donne stanno cuocendo il pane e le pizze per tutti i contadini del villaggio che lavorano nei campi. Vorremmo comprarne ma vogliono assolutamente regalarcelo: il pane caldo è una delizia. La visita ad Uchisar, il villaggio dove siamo alloggiati nell’hotel che rimarrà per sempre nella nostra memoria, chiude il nostro soggiorno in Cappadocia.

24/7 Partenza con la Dacia Logan che l’agenzia ci porta in albergo in direzione Konya. La strada che percorriamo corre in mezzo alla steppa: paesaggio di infinite praterie e colline gialle.
Facciamo sosta al grande Caravanserraglio di Sultanhani, molto bello da visitare. Proseguiamo poi per Sille, un villaggio a nord di Konya con belle casette in legno e pranziamo al Sille Konak, sotto una pergola: buonissimo!! Arriviamo nel pomeriggio a Konya: tanta gente, hotel centrale; visitiamo a piedi la scuola coranica, la moschea sull’Alaaddin Tepesi, il museo Mevlana (bello) e il bazar. Cena a base di pide in un giardino da tè sull’Alaaddin Tepesi dove ci sono luci e musica, molta gente, anche turisti, ma solo turchi.

25/7 Partenza in direzione lago di Beysehir. Il lago è molto grande e bello, in lontananza si vedono dei monti molto alti. Visitiamo la moschea in legno, forse la più bella fra tutte quelle che abbiamo visto, passeggiamo un po’e comperiamo dei guanti e delle ciabattine di lana fatte da una signora vicino alla moschea. Ripartiamo diretti verso sud ed inizia una strada che sale in mezzo alle montagne. Attraversiamo vari passi, in un panorama fantastico di laghi, rocce e vegetazione sempre più fitta. Facciamo sosta vicino ad Aksesi e pranzo sotto le frasche di un localino lungo la strada: come sempre ottimo. La temperatura quassù è ideale e diventa sempre più torrida man mano che scendiamo verso il mare. Sosta alle cascate di Manavgat, temperatura altissima e caos infernale. Decidiamo di non fermarci e proseguire per Side ma anche qui fa molto caldo e ci dirigiamo ad Antalya. Entramo nella zona pedonale vicino al porto dove si trova il nostro hotel. Il quartiere è bellissimo, con vecchie case di legno restaurate, molto raffinate così come il Dogan Hotel. Andiamo alla spiaggetta che dista cento metri dall’hotel per fare un bagno ma la troviamo molto affollata e preferiamo rimanere un paio d’ore nella minuscola piscina dell’albergo. La temperatura è rovente e usciamo la sera per cenare. Il centro è molto bello e anche il lungomare con viali e giardini.

26/7 Colazione alle sette e mezza e partenza per Termessos. Il sito è meraviglioso, a 1000 metri di altitudine. Una passeggiata di tre ore ci permette di ammirare una intera città sommersa dalla vegetazione e soprattutto il teatro in magnifica posizione con vista sulla valle e il mare in lontananza. Torniamo per pranzare al ristorantino del parco naturale in cui è compreso il sito, immerso in una bella pineta. Il gestore del Yesil Vada Restaurant è molto gentile e ci regala dei souvenir, il cibo è come sempre ottimo. Nel pomeriggio rimaniamo in piscina per il meritato riposo. La sera passeggiata verso il parco sul lungomare. Acquistiamo delle belle tovaglie e asciugamani in uno dei negozietti e ceniamo in una terrazza sul mare.

27/7 Partiamo dopo colazione per Cirali. La temperatura è già rovente e arriviamo a Cirali verso le undici.Il posto è molto particolare, un sapore d’altri tempi, la campagna che arriva fino alla bellissima spiaggia con orti, alberi da frutto, fiori. Le stradine sono in terra battuta e ogni casetta è stata trasformata in albergo. Anche la nostra, Villa del Monte è molto graziosa. Andiamo subito in spiaggia a fare il bagno. L’ombrellone e i lettini sono gratuiti, sono gestiti dai localini su lungomare dove si può bere e mangiare qualcosa. Quello dove ci fermiamo noi offre dei piatti buonissimi a prezzi irrisori. Rimaniamo in relax fra sole bagni e passeggiate lungo la spiaggia per tutto il pomeriggio.

28/7 Andiamo lungo la spiaggia a visitare le rovine di Olympos. Il sito è molto bello e ombreggiato, alla fine della visita sbuchiamo sulla spiaggia dove il fiumiciattolo sfocia nel mare. L’acqua è limpidissima e ci bagnamo anche in quella dolce e fredda del fiume. Trascorriamo la giornata in spiaggia e verso sera saliamo alla Chimera. Fa caldo ma saliamo a piedi attraverso il sentiero nel bosco fino a raggiungere le fiammelle. Non è ancora buio ma è ugualmente abbastanza suggestivo.

29/7 Partiamo in direzione Kalkan percorrendo la bella strada quasi sempre costiera. Ci fermiamo per un’aranciata in un baretto con vista sulle innumerevoli serre presenti in questa zona e arriviamo all’hotel Kulube verso le 11 e mezza. Il posto è bellissimo, panoramico e scendiamo subito a fare un bagno. Ci sono tante terrazzette immerse nella vegetazione dove si può stare all’ombra sui lettini a poltrire. Il pomeriggio trascorre tra bagni e sole e la sera andiamo in paese. Kalkan è molto carina, troviamo un bel ristorante sul mare, la serata è bellissima e fresca.

30/7 Ottima colazione a bordo piscina e partenza per la spiaggia di Patara. Si accede attraversando un sito archeologico dove sono in corso degli scavi e si arriva alla bellissima spiaggia dove c’è solo un ristorantino e pochi ombrelloni coi lettini. Facciamo una lunga passeggiata e vediamo anche qui, come a Cirali, le gabbie per riparare le uova di tartaruga deposte sotto la sabbia. Trascorriamo una lunga giornata tra bagni (ci sono i cavalloni) e sole.

31/7 Andiamo con l’auto a Kekova. La strada è abbastanza lunga ma alla fine arriviamo in un paesino dove affittiamo una minuscola barchetta che ci porta a vedere la città sommersa. Passiamo proprio sopra alle mura con il motore al minimissimo e poi ci fermiamo in un paio di baie per fare il bagno. Rientriamo al paese e pranziamo in un ristorantino sul porticciolo. Terminiamo la giornata in albergo.

01/7 Partiamo a malincuore per andare a prendere l’aereo all’aeroporto di Dalaman che ci porterà a Istanbul e poi, in serata, in Italia. Siamo tristi perché pensiamo di aver finito la vacanza e invece una bella sorpresa ci aspetta a Istanbul. Poiché ci sono quattro o cinque ore di attesa per il volo verso casa, chiediamo all’autista che è venuto a prenderci a Sabiha per portarci ad Ataturk se possiamo passare per Sultanhamet e rimanere un paio d’ore per una visita veloce del centro di Istanbul. Senza problemi ci porta proprio dietro il palazzo di Topkapi e riusciamo a fare una visita lampo alla Moschea Blu e alla Cisterna che ci lascia assolutamente affascinati. Questa breve visita ci ha convinto che il prossimo week end disponibile sarà sicuramente a Istanbul…

CONCLUSIONI

Come avrete capito il viaggio è stato perfetto, al di sopra delle nostre aspettative. Per questo dobbiamo ringraziare:
l’Adelphia Tour, agenzia di Istanbul cui ci siamo appoggiati per l’organizzazione del viaggio, che è stata a dir poco grandiosa,
i turchi che abbiamo trovato gentili e disponibili,
il loro cibo e il modo raffinato di presentare le pietanze sempre e dovunque,
la loro terra che offre delle rare meraviglie.

Pin It
Tags:

Ci sono 2 commenti su “Turchia meravigliosa

Lascia un commento

Commenta con Facebook