Diario di Francia 2004 — Lao in moto in solitaria —

Pubblico il diario di Francia di Lao, amico del BOFFA.

Un’avventura entusiasmante, raccontata a mò di lao!!

come di consueto, per la versione integrale (PDF meglio leggibile):
http://www.wearecoming.com/modules.php?name=News&file=article&sid=71

Ecco il diario:

Diari-Guide: Francia in solitaria by lao
…in moto!

FRANCIA 2004: ON THE ROAD NELLA COSTA BASCA

PASSANDO DA LOURDES UN GIRO NEL GOLFO DI GASCOGNE

ATTRAVERSO STRADINE DAI MAGNIFICI SALI SCENDI E SCENARI

INIMMAGINABILI

a cura di lao!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

DIARIO DI VIAGGIO E GUIDA DI FRANCIA 2004
Scritto da Enzo

PREFAZIONE
Il viaggio è nato dalla voglia di conoscere la Francia, dopo aver visitato l’interno e la costa a nord (quella dello sbarco) fino a s. malo ho deciso di spostarmi ad ovest verso l’oceano.

Il percorso in Francia e stato tutto su statali che non è possibile riscrivere per quantitativo, poi ritengo che ognuno debba fare il proprio giro, per trovare la sua strada che gli resterà nel cuore.

Quindi ci sono solo degli spunti e i punti piu importanti.

Il giro,partendo da Milano è sezionato in sei tappe e il viaggio di circa 4.000 km.

La durata è stata di 17giorni , precisamente dal 9 al 25 agosto.

INDICE DELLE TAPPE:
Torino — val di Susa — m. Cenisio — Chambery — Grenoble — Valence — Privas — Aubenas — Mende — Rodez — Albi — Toulose — Tarbes — Lourdes

Lourdes — Pau — Bayonne — Biarritz — Bidart (costa fino a s. sebastian spagna)

Bidart — Bayonne — Biscarrosse — (costa giro di Pila — Arcachon — cap. Ferret)

Biscarrosse plage — verso Bordeaux — Mont de Marsan — Auch — Toulose — Carcassonne — Narbonne — Narbonne plage

Narbonne — Beziers — Montpellier — Nimes — Arles — Aix en Provence — Roquevaire – Aubagne — Cassis — la Ciotat — Bandol — Sanary s. Mar

Sanare — Aubagne — Aix en provence — Sisteron — Gap — Briancon — Col de Monginevre — val di Susa — Torino — Milano

ORGANIZZAZIONE DEL VIAGGIO
ALLOGGIO

Per dormire ho quasi sempre usato i camping che in Francia si trovano senza problemi.

Un punto importante è fare attenzione ai prezzi: in alcuni ho pagato fino a 27 euro a notte, non essendoci distinzione tra camper e moto!

Di fatto si paga una piazzola enorme, come si possedesse un camper!!!!!!!!!

In caso di pioggia, si può trovare rifugio a prezzi modici negli alberghi delle catene come il Campanile, o Balladins o Premier Class.

Per informazioni dove sono posti, basta fermarsi al primo che si incontra e chiedere la guida, che comprende tutta la francia e tutti gli alberghi della catena, con tanto di cartine per arrivarci.

CIBO

Per il mangiare io mi sono arrangiato portandomi fornello pentole e pasta, anche se, andando in costa vengono offerti succulenti piatti di molluschi fritti a prezzi da favola: con tredici euro , bevande comprese si riesce a mangiare!!

Oppure ci sono varie rosticcerie.

Un consiglio per chi va in Francia e vuole assaggiare qualche sapore potrei consigliare le Merges, salsicce da fare alla brace (io ne ho fatto il pieno) , aromatizzate e piccanti; si possono trovare per uno spuntino anche nei negozietti arabi che si incontrano per strada,o nei chioschi.

ATTREZZATURA

Per il viaggio ho portato una tenda igloo raid 2 posti (Bertoni tende), molto leggera(3,50kg.), un sacco a pelo di tipo estivo, una branda smontabile (6 tubi 4 piedi e una tela),

fornello, pentole ed occorrente(olio, sale, pepe, zucchero etc.)

pasta. Sugo, caffe!!!!!!!!! (in Francia il caffè non lo fanno come noi perchè è sempre lungo)

i vestiti, qualche attrezzo per la manutenzione della moto e la chitarra, mia grande compagna.

DIARIO DI BORDO
PRIMA TAPPA

8-08-04 domenica ore 19:00

Sto finendo di caricare e come sempre ho troppa roba, ma non voglio rinunciare a nulla!

9-08-04 lunedi ore 6:30

Sono gia in piedi, il caffè è sul fuoco e ancora ho dei bagagli ai quali non ho trovato posto, ma posso farcela!!

ore 9:45

Il tempo fa schifo, spero di non prendere l’acqua al passo.

Il monte Cenisio:oggi è davvero strano: le nuvole basse che non fanno vedere il lago; un’atmosfera strana che ho immortalato , ma non darà sicuramente le stesse sensazioni che sto provando!!

ore19:45

Sono in un campeggio verso Valence, ed il tempo è molto caldo.

A Torino ho sbagliato strada, ricordando l’ultimo viaggio ho seguito per il monte Bianco, anzichè il Frejus e ho fatto 200 km. in più del previsto!

Al passo il tempo è nuvoloso ed il paesaggio del lago non è purtroppo visibile.

Il camping è molto particolare e non ha una piscina, ma un lago artificiale per fare il bagno.

Il percorso: alla fine dell’autostrada a Torino, proseguire per la tangenziale in direzione Frejus passo m. Cenisio – val di Susa; scesi dal passo seguire per Chamberi e poi Grenoble.

Appena si entra a Grenoble e si lascia la super strada, c’e subito la E75 , prendere poi per Valence.

… continua…

http://www.wearecoming.com/modules.php?name=News&file=article&sid=71

by lao
http://www.wearecoming.com

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook