Australia .. in diretta!

Per scrivere questo diario ho deciso di voler riportare le emozioni “dal vivo” sentite e godute durante il nostro viaggio di nozze in Australia nell’ottobre 2009: le impressioni che rendono al meglio la mia affermazione le troverete nelle e-mail che abbiamo scritto ai nostri parenti/amici in diretta dalla terra dei canguri…emozioni colte al volo e in tempo reale!
Buona lettura Elena e Davide.:rose:

5 ottobre 2009

Ciao dagli sposini in Australia. sono le ore 18.45 e siamo a Sydney in un hotel 4* very cool!! Oggi purtroppo e’ una giornata brutta, 20 gradi e piove. Abbiamo giusto fatto in tempo a fare un giretto all’Harboure Bridge e all’Opera House con i giardini botanici annessi. Siamo un po’ fusi,sto jet-lag si sente eccome!!


Il viaggio è stata un odissea infinita: chi ci dirà che sui viaggi intercontinentali si viaggia larghi e comodi deve passare tra le mani del Davide.. povero, non gli ci stava neanche mezza gamba!
Siamo partiti da Roma sabato 3/10 ore 20, i cinesi viaggiano in anticipo e ci hanno rubato tutti i posti migliori sull’aereo,quindi stretti tra due sciure ci siamo fatti le prime 9 ore di volo. Ma non finisce qui: arriviamo a pechino, giriamo per un’ora sto mega aereoporto e il Davide si rifornisce il pancino con il cibo cinese,e vai! Si riparte per sydney,ma sorpresa..il volo fa scalo a Shangai e qui tra giù e su dall’aereo non ci capiamo più niente,tra mille controlli,mascherine ai visi dei cinesi e perdita “quasi” delle fede al dito del Davidone, ma come si può??Tra mille ansie le hostess che ci ritroviamo sullo stesso aereo precedente ce la trovano a terra vicino al nostro sedile…fiuu pericolo scampato!! Anche perchè avevo inventato un bel gioco e sta paura me lo aveva fatto chiudere sul nascere…faremo tante belle foto dei nostri anelli in viaggio! Ce la faremo?
Finalmente dopo altre 13 ore di aereo con film solo in inglese e francese arriviamo il giorno 5 (per voi erano le 23 del sabato 4!!) a Sydney e già ci sentiamo più vecchi: ho perso un anno insieme alla mia valigia! Eh si,non ho capito perché ma il Davide ha ritrovato il suo bagaglio,il mio invece si è disperso! e adesso? chiama l’assicurazione e torna in aereoporto domani mattina…sperem! sennò son cavoli del Davide che mi deve rifare il guardaroba!!
Meno male che il nostro sorriso sopravvive ovunque e siamo felici che questa nostra avventura sia finalmente cominciata! Vi vogliamo tanto bene,grazie per averci accompagnato nel nostro giorno +importante, condividendo ogni nostra emozione con tanto amore! Ci risentiamo presto. Un bacio dagli sposini Ferrari

8 Ottobre


Ciao a tutti!! Dopo aver trascorso 3 stupendi giorni a Sydney (e ritrovato la mia cara valigia), tra cena sulla Sydney Tower dal panorama stupendo e giretto alla spiaggia + famosa per i suoi bellissimi bagnini (Bondi Beach) finalmente siamo giunti in un clima alla sposa molto piu’ piacevole..molto tropicale:evviva i 30 gradi!


Siamo arrivati all’aeroporto di Cairns ieri pomeriggio alle 16.30 ore locali (siamo+8 ore rispetto all’italia)e qui ci siamo imbarcati nella nostra prima esperienza di driver!caspita,non ci aspettavamo il cambio automatico ma della guida a sinistra ne temevamo già in partenza.
Quindi,dopo 2 ore a cercar di capire che caxxo di assicurazione aggiuntiva mi volevano far fare, noi belli giocondi impavidi, decidiamo di andar e farci 64km di strada per raggiungere la località di Port Douglas e il nostro bellissimo hotel Paradise Villa. Non vi dico per partire con sta macchina quanto ci abbiamo messo.Quindi, io imbocco gli occhiali da vista e il davide le strade al contrario,che storia!
Per fortuna la strada era bella larga e quasi tutta dritta fino a destinazione.
Il davide ha cmq deciso di non toccare l’auto per almeno un giorno, per riprendersi, pota’ ha sudato sette camice!

Eccoci al nostro hotel: piccolo e pieno zeppo di piante tropicali.Siamo gli unici clienti yeah, suite con terrazza sulla piscina Privata! wow!! uno spettacolo..la bottiglia di champagne poi..che si vuole di piu’ dalla vita?!




Abbiamo passato una serata tranquilla in compagnia delle pizze australiane,notiamo che la margherita ha più ingredienti di una capricciosa: prosciutto,olive,pomodori a pezzi, bah. La mia amata Italia, su questo non c’è da dire:il cibo Italiano e’ sempre il migliore.
Per oggi invece avevamo già prenotato dall’Italia una bella escursione in barca alla barriera corallina.E via che si parte..e si ritorna ustionati!


Bello davvero,ma abbiamo visto pochi pesci,barriera colorata e piena di coralli ma di fauna gran poco,peccato.Stasera ci siamo concessi una bella cenetta a base di pesce,ora cotti ci dirigeremo con la nostra autovettura verso casa.
Domani abbiamo deciso di dedicarlo al relax,alle camminate su queste stupende e lunghissime spiagge semi-deserte (abbiamo capito perché: pericolo coccodrilli!!) e poi si vedrà dove far la pennichella…ah,che goduria ragazzi!
Dopodomani invece il Davidone non scapperà dal fare il Jungle Surfing nella foresta pluviale,praticamente ad un passo da noi. Vi racconterò poi però..prima bisogna continuar l’opera di convincimento!
Ci sta scadendo la connessione sorry, per paura di non farcela,vi salutiamo adesso con un immenso bacio. I coniugi Ferrari

13 Ottobre


Wela!!
siamo ancora vivi,solo che ovviamente non prende il telefono.Oggi è il terzo giorno che passiamo in mezzo al deserto australiano,wow! 28-32 gradi di temperatura e alla sera circa 22.
Innanzitutto abbiamo provato l’ebrezza di essere fermati dalla polizia per la velocità, ben 333 dollari: andavamo giusto a 103km dove il limite era 80..oscia,eravamo in ritardo per l’aereo ma il gentile poliziotto non ci ha nemmeno degnati di uno sguardo..tac,pistola in mano..speedy!! Vabbé,volevamo provare tutto,accontentati!

Il primo giorno con il nostro 4×4 è stato caldo e pieno di mosche,ti si infilano anche nelle orecchie.
Abbiamo visto il monolite +famoso,Uluru,bello grosso rosso e i Monti Olgas. La prima notte l’abbiamo passata in una stazione di servizio,che storia! La carne qui è buonissima.




Ilsecondo giorno,cioè ieri,abbiamo fatto una camminata di soli 6 km lungo il Kings Canyon,wow! ne valeva veramente la pena,anche se la spusa ci stava lasciando le penne sui primi..150 mt?!?..di arrampicata su per il kenyon.


Ieri sera ci siamo quindi MERITATI una cena particolarissima: Sound of Firenight, Dinner in the desert:solo 4 coppie e il cameriere personale che si chiama Alessandro, italiano anche lui! Evviva,ci ha spiegato tutto il menu:emu,kanguro,coccodrillo e fiumi di vinooo! per la prima volta dopo tanto tempo la sciura era ubriaca!! ahah meno male che eravamo a piedi.


Oggi ce la siamo presi comoda,e dopo aver appurato di aver fatto un calcolo sbagliato dall’italia,le strade asfaltate sono da percorrere a 40 km/h,abbiamo deciso di dedicarci al relax,alla piscina del resort,ad un’altra piccola camminata nel kenyon e quindi non abbiamo potuto che pensare a voi. E’ veramente un’avventura fantastica,non vediamo l’ora di fare tante cene con voi per raccontarvela tutta! Ci risentiamo tra un paio di giorni quando torneremo nella civiltà, per ora qui ci sono solo canguri morti sulla strada, carcasse di auto e gomme..speriamo in bene per domani che attraversiamo laMerineeLope road,adatta solo a fuoristrada e lunga ben 96 km nel nulla..Solo sole e deserto.
Ciao belli!!
glisposini Ferrari

18 ottobre


Wella bella gente! Scusateci il ritardo ma internet nel sud Australia è poco usato.
Allora vediamo di riepilogare il tragitto fatto fin d’ora:dopo il deserto siamo giunti in Adelaide, cittadina cosmopolita e incasinata dove il clima primaverile si fa sentire,azz dai 35 ai 20 gradi..insomma, cerchiamo di abituarci per il rientro che mi dicono in italia molto freddo!
Qui la notte è veramente selvaggia, i cittadini di Adelaide sono tutti matti e ubriachi, il nostro hotel si trova nel bronx: pieno di locali a luci rosse, discoteche, hanno orari assurdi:cominciano alle 9 di sera fino all’una di notte e si cena alle 18. Vabbè, almeno qualcosa riusciamo a dormire.

Da qui siamo partiti a visitare Kangaroo Island: semplicemente stupenda!




Abbiamo visto leoni marini,foche, uccelli strani e io ho pure constatato che le formiche pizzicano, ho malauguratamente messo piede su un formicaio..che bastarde sono!?! sotto i pantaloni mi si sono infilate e ho ballato il flamenco sul bus!

Un’altra visita interessante l’abbiamo fatta a chinatown dove abbiamo comprato un trolley in più per la marea di regali che abbiamo comprato..adoro lo shopping! E poi il central market: una specie di mercato al chiuso con tanta merce, cibo e piatti da tutto il mondo.
Poi venerdì siamo partiti con la nostra macchinina a noleggio verso lo stato del Victoria, passando tra verdi colline popolate da mucche e pecore, tra laghi salati e paludi, tra fitti boschi di pini e piccole cittadine pittoresche a metà tra lo stile coloniale e marinaresco, che storia!
Oggi siamo a Port Fairy, piccola località con un unico internet point..finalmente,qui sembra che vivono solo di pesca e caccia.
Domani cominceremo a percorrere la Great OceanRoad e le sue meravigliose coste frastagliate. Abbiamo anticipato di un giorno l’arrivo previsto a Melbourne in modo da poter visitare Phillip Island e i suoi pinguini!


Purtroppo ci rimangono pochi giorni da trascorrere in questo stupendo continente,accidenti è già finita? no,ci sta ancora Pechino che ci aspetta!A presto nostri cari e giocondi amici..ci mancate davvero,tutti in maniera diversa..ma che voglia di vedervi!!
E poi il Davidone ha proprio voglia di cucina italiana a più non posso,qui non riesce a mettere kg!!!
Baci..Gli sposini Ferrari

22 ottobre

Ciao a tutti.Siamo in aereoporto pronti per prendere il volo per Pechino: Mangia -riso arriviamoooo!
Gli ultimi due giorni a Melbourne sono stati discreti: è una città enorme, caotica e con la macchina abbiamo girato ore per trovare l’hotel, senza contare le inversioni a U effettuate..qui si che ci meritavamo la multa, ma ci è andata bene.
Abbiamo visitato anche Philip Island…stupenda!!




Siamo stati molto fortunati:abbiamo visto un bellissimo canguro selvaggio sul margine della strada e poi tantissimi pinguini!Altro che pagare per vedere la sfilata serale dei pinguini in rientro a casa;altro che turisti da imbrogliare, noi siamo più furbi. Con la nostra auto abbiamo girato l’isola in lungo e in largo ed ecco, sorpresa, troviamo una piccola conca nella costa,scendiamo a fare la passeggiata e troviamo la pinguina dentro in un piccolo buco-tana..che cova le sue uova!..ricerca, ricerca..ne abbiamo visti altri 2-3!e poi siamo arrivati fino alla punta estrema dell’isola dove c’era un enorme colonia di gabbiani con prole appena nata…nessuna s****** in testa per fortuna(ndr).
Insomma,dispiaciuti lasciamo questa meravigliosa terra selvaggia chiamata Australia che ci ha regalato intense emozioni. E il mio inglese è pure migliorato!
Oggi siamo pronti per partire per Pechino (io con gli Ugg ai piedi!) per scoprire la città dei mangia-riso.
Lunedì saremo di nuovo tra voi cari amici, ci siete mancati!
Baci australiani Elena e Davide:bacio:


Pin It
Tags:

Ci sono 6 commenti su “Australia .. in diretta!

  1. Grazie Ila/Fabio…staremo attentissimi!! eheheh:ok:
    Per le foto ho creato un album chiamato Australia, qui non sapevo come inserirle..è la prima volta che scrivo una pagina di diario, sorry.
    E’ vero non ho indicato ne i costi ne ho indicato gli hotel dove abbiamo soggiornato..ho voluto apposta riportare le mail da noi scritte per dare una senso di “diario” vero e proprio.
    Comunque resto attivissima nei forum sulle discussioni i merito a questo bellissimo paese e in quel caso cerco di essere molto dettagliata.

Lascia un commento

Commenta con Facebook