Stoccolma…la città più bella del mondo!

Anche questa volta con un ritardo mostruoso (è passato già quasi un anno) ma ci tenevo a raccontare della mia esperienza nella splendida Stoccolma insieme al mio biondo!

Abbiamo prenotato ad Aprile: una settimana, volo+hotel (in pernottamento e prima colazione) a 375 euro!

5 Agosto: si parte a mezzogiorno da Malpensa con l’Easyjet.

L’aereo è in perfetto orario e arriviamo a Stoccolma Arlanda alle 14.30. Recuperiamo le valigie (che arrivano in tempo record!) e andiamo a cercare l’Arlanda Express, il treno che ci porterà a T-Centralen, la stazione in centro Stoccolma da cui partono tutti i mezzi.
Facciamo il biglietto agli sportelli automatici (che prendono anche le carte di credito e la Poste Pay) e ci dirigiamo sul binario dove un addetto all’Arlanda Express, vedendo che eravamo turisti, si avvicina subito per chiederci se avevamo bisogno di fare il biglietto e indicandoci qual è il binario per raggiungere il centro: il primo impatto con la popolazione svedese è ottimo!

Arriva il treno…puntualissimo, pulitissimo, velocissimo…mi scende una lacrimuccia mentre il mio pensiero va ai mezzi di Trenitalia…

Arriviamo a T-Centralen e andiamo a cercare la T-Bana…che casino!Io non ho il minimo senso dell’orientamento!Per fortuna ad ogni angolo si possono trovare gli addetti dei trasporti muniti di cartina e pronti ad indicarti la linea e la direzione giusta.

Prendiamo la metro e, dopo 7 fermate scendiamo ad Aspudden per dirigerci verso il nostro hotel, l’Attaché, che si trova a 700metri dalla fermata della metro. L’hotel non è proprio in centro, però è ben servito dalla metro ed è molto pulito ed accogliente!

Arriviamo in hotel alle 16 (per essere atterrati alle 14.30, non è male!) posiamo le valigie, facciamo una doccia e ci riposiamo.
Per le 19 usciamo per iniziare ad esplorare la città, prima però facciamo la tessera settimanale della metro, in modo da non dover più preoccuparci dei biglietti.

Prima tappa: il Katarinahissen!Prendiamo la metro e scendiamo a Slussen e saliamo sull’ascensore Katarinahissen (costo 10 Kr…1 euro) per ammirare la vista di Stoccolma dall’alto…semplicemente magnifica!Ci gustiamo uno splendido panorama al tramonto, contornato di mongolfiere che sovrastano la città…davvero incantevole!
Scendiamo non più con l’ascensore, ma tramite la passerella e scendiamo con le scale da dietro l’Ipercoop.

Panino al McDonald’s lì sotto e poi andiamo a fare una passeggiata…giriamo tra i vicoli di Gamla Stan, ammiriamo il Kungliga Slottet, il parlamento, la Riddarholmskyrka, il municipio…

Poi passiamo all’isola di Norrmalm e, sorseggiando una granita (facevano quasi 30°C!!!) ammiriamo la Sergels torg, un obelisco tutto illuminato…di notte è davvero bello!

Finito questo giro torniamo in albergo per riposarci per il giorno dopo!

6 Agosto: sveglia alle 8 di mattina, colazione in albergo e poi si parte alla volta della città!Prima di tutto andiamo all’ufficio turistico per prendere la Stockholm Card valida 3 giorni, questa ci permetterà di visitare 75 musei gratuitamente, oltre che vari sconti e i mezzi gratuiti.

Ci dirigiamo verso Gamla Stan, prima di tutto facciamo fruttare la nostra Stockholm Card e andiamo a visitare il Kungliga Slottet e il museo Tre Kronor, molto interessanti!Finito il giro, ci fermiamo nella piazza davanti al palazzo perché a mezzogiorno c’è il cambio della guardia e, anche se siamo in anticipo di mezz’ora, c’è già tantissima gente!
Consiglio a tutti di andarlo a vedere, anche se è molto lungo (dura quasi un’oretta!) perché è molto suggestivo!E poi gli svedesi in divisa non son per niente male! :cattivo:

Finito il cambio della guardia, andiamo a visitare il museo del Nobel…davvero molto istruttivo!Lo consiglio vivamente!

Usciti dal museo, abbiamo fame…decidiamo di andare a mangiare all’Engelen, un pub lì a Gamla Stan e optiamo per un pranzo tipico a base di Kottbullar: le polpettine di alce condite con patate e salsa di mirtillo…mamma mia che buone!Non abbiamo neanche speso tanto…per un piatto e il bere l’equivalente di 15 euro…ok, è un piatto solo, però vi assicuro che riempie!

Finito il pranzo andiamo a visitare la Tyska Kyrka e la Storkyrka. Quest’ultima (a pagamento) è la chiesa dove i reali celebrano le nozze e i funerali…bella, anche se inquietante visto che appena entrati ci ha accolto una musica d’organo degna di un film dell’orrore!

Visitiamo anche la Riddarholmskyrka che ora non è più adibita a funzioni religiose, ma accoglie le tombe dei nobili svedesi.

Siamo un po’ stanchini, così decidiamo di andare a svaccarci nel prato sulla terrazza del municipio (Stadhuset)…un incanto!Ci riposiamo un po’ e poi torniamo in albergo per una rapida doccia.

Lasciamo l’albergo e ci dirigiamo verso la Kaknastornet, una torre delle telecomunicazioni alta 150 metri su cui si può salire e godere della vista di TUTTA Stoccolma!Anche lì facciamo un po’ di foto e poi scendiamo e ci dirigiamo verso Norrmalm: sono le 22 e dobbiamo ancora mangiare!Troviamo un bar e lì prendo ancora le mie adorate Kottbullar.
Finita la cena andiamo a cercare l’Icebar, il bar fatto interamente di ghiaccio!Lo troviamo (è all’interno del Nordic Sea Hotel) e decidiamo di spendere questi 15 euro per entrare…quando ci ricapita di andare in un bar ghiacciato?
L’idea è carina, ma il bar è proprio un buchetto!E non riusciamo a resistere più di una mezz’oretta nonostante le mantelline che ci hanno dato all’ingresso (sarà perché lì dentro ci sono -4°C e noi sotto abbiamo vestiti leggeri).
Comunque è da vedere!

7 Agosto: destinazione: Drottningholm!Prendiamo il battelo dal municipio per affrontare un’oretta di traversata sul lago Malaren e andare a visitare Drottningholm Slott, il palazzo dove risiedono i reali svedesi e dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Il palazzo si può raggiungere anche in bus, ma la minicrociera sul lago è sicuramente più suggestiva!

Arrivati visitiamo il palazzo e poi ci addentriamo nei giardini…cavoli!Sono immensi!L’ingresso ai giardini è libero e lì troviamo molte famigliole che intente a fare un pic nic…dopo aver girato un po’, andiamo a mangiare in un baretto e poi andiamo a visitare il padiglione cinese (Kina Slott)…questo padiglione fu regalato da un re a sua moglie come regalo di compleanno…alla faccia!Comunque, molto carino (l’ingresso è gratuito con la Stockholm Card)!

Continuiamo la nostra esplorazione dei giardini e raggiungiamo una torre di guardia…non chiedetemi come fare ad arrivarci perché non lo so…foto e poi decidiamo di tornare indietro…attraversiamo i giardini e, davanti al palazzo becchiamo un altro cambio della guardia!Assistiamo anche a quello e poi prendiamo il battello per tornare in centro…

Altro momento di relax nei giardini del municipio e poi ci dirigiamo verso il Globen, l’edificio sferico più grande del mondo…è veramente immenso!È una cosa tipo il Forum di Assago, ci fanno concerti ed eventi sportivi (soprattutto partite di Hockey) ed è nel mezzo del complesso sportivo di Stoccolma, con negozi e lo stadio dell’Hammarby (una delle squadre di calcio della città…)

Prima di cena decidiamo di andare a fare un giro a Tantolunden, un parco nell’isola di Sodermalm…volevamo visitarlo perché la guida lo consigliava, però sinceramente mi ha un po’ deluso…sarà per la gene presente: appena arrivati vediamo una ragazzina di 16 anni massimo totalmente ubrica che inizia a sbraitare e dopo si tira giù i pantaloni e si mette a urinare. L’unica cosa carina sono le casette tipiche più avanti…sembra di essere in campagna!
Andiamo a mangiare in un locale a Sodermalm e poi andiamo diretti all’Hard Rock Cafè. Foto di rito ai vari cimeli, acquisto della mia prima maglietta dell’Hard Rock Cafè e poi in albergo a nanna!

8 Agosto: giornata dedicata alla visita di Djurgarden! Salpiamo con il battello davanti al Katarinahissen (la tessera dei trasoprti vale anche per i battelli!) e approdiamo a Djurgarden..prima tappa: il museo dove è conservato il Vasa,una nave affondata circa 300 anni fa dopo neanche un’ora di navigazione (il re l’aveva fatta caricare con troppi cannoni!) e recuperata quasi intatta negli anni ’60 a dir poco SPETTACOLARE!Andateci perché non potete dire di aver visto Stoccolma senza aver visto il Vasa!Davvero imponente!

Finito il giro (che è durato 2 orette) andiamo a mangiare nel fast food di fronte al Parco Giochi Grona Lund Tivoli (peccato non esserci andati!) e poi…Skansen!Il più antico museo all’aperto d’Europa (o del mondo?)Anche questo assolutamente da vedere!Ci sono tutte le casette d’epoca della Scandinavia e gli animali tipici (bellissimo l’Alce!)…se avete bambini, non potete non portarli!
Finito il giro (durato tutto il pomeriggio) si torna in albergo.

A cena decidiamo di andare in un posto a Gamla Stan, dietro al Parlamento…lì prendo le mie solite Kottbullar, mente il biondo prova un pasticcio di aringhe.
Dopo ci dirigiamo verso il KGB, un locale tutto ispirato alla Russia Comunista, con tanto di statua e bandierone di Lenin…io non potevo che apprezzare! :-) peccato solo per il caldo soffocante!Beviamo qualcosa e poi andiamo a fare un giretto nei dintorni…lì troviamo la Saint Jacob Kyrka (o almeno mi pare fosse quella), ma più che la chiesa, a colpirci è il suo parco…un cimitero!Vederlo di notte, con quelle croci e quelle tombe, è davvero inquietante! :shock:

9 Agosto: decidiamo di far fruttare un’ultima volta la Stockholm card e andiamo a visitare l’armeria reale (Livrustkammaren) dentro il Kungliga Slottet, invogliati dal fatto che la nostra guida ne parla veramente bene…e non rimaniamo delusi!C’è un piano con tutte le carrozze e slitte reali, mentre sopra sono esposte tutte le armature e i vestiti dei reali e nobili svedesi: c’è pure il vestito con cui è morto re Gustavo III con tanto di foro del proiettile e sangue rappreso, il vestito del suo assassino e quello del 18°compleanno della principessa Vittoria. Un museo molto istruttivo!

A pranzo optiamo per una Creperie presente sulla nostra fidata guid: la Fyra Knopp a Sodermalm. Il locale è piccolino e caratteristico e le crepes sono una bomba!Andateci! :ok:

Il pomeriggio lo dedichiamo a passeggiare per Sodermalm…in realtà cerchiamo il museo degli ABBA che, secondo la guida, è stato aperto nel Giugno 2009 proprio in quell’isola, ma non lo troviamo (a casa scopriamo che in realtà dovrebbe aprire per il giugno 2010).
Visitiamo la Katarina Kyrka e il cimitero lì a fianco in cui si trova la tomba di Anna Lindh, la ministra uccisa nel 2003.
Giriamo un po’ a zonzo e poi decidiamo di tornare in albergo.

Prima di cena giriamo un po’ per il quartiere “In” di Stoccolma: Ostermalm, pieno di negozi chic e locali…molto carino!
Finiamo a mangiare al PA&Co, un posto un po’ in, ma neanche tanto caro. Lì decido di abbandonare le mie fidate Kottbullar per le aringhe…non l’avessi mai fatto!Pensavo mi portassero un pasticcio come quello che aveva preso il biondo il giorno prima, ma invece, ahimè, mi portano 3 aringhe intere, con tanto di lische, pelle e, soprattutto, testa!Quegli occhi mi guardavano! :notok: odio mangiare il pesce con ancora la testa, così per quella sera: niente cena!

Dopo andiamo a farci un giro per Ostermalm, ammiriamo da fuori il teatro di arte drammatica dove ha esordito la divina Greta Garbo. Peccato non essere riusciti a fargli una foto decente per colpa di una macchina con la pubblicità di un Night Club con una tipa con il seno di fuori…pazienza!
Proseguiamo verso l’isola di Skeppsholmen e verso l’ancora più piccola Kastellholmen.
Tornando indietro, passiamo davanti ad un’agenzia di viaggi e il mio occhio cade sulla gigantografia in vetrina: ma…ma…QUELLO È IL LAGO D’ORTA! :shock:Guardo bene e scopro che quella è un’agenzia per i viaggi nel nord Italia!Pazzesco!Non pensavo di trovare casa mia anche in Svezia!

10 Agosto: si va a Skogskyrkogarden!Questo è un cimitero monumentale (letteralmente mi pare sia il “cimiero nel bosco”) che è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO e in cui trova riposo Greta Garbo. Lo consiglio vivamente!Sì, lo so…andare in vacanza per visitare cimiteri non è che sia il massimo dell’allegria, però questo non è angosciante e triste come molti cimiteri…trasmette pace e tranquillità!E poi è proprio caratteristico!
Tornando indietro, decidiamo di passare il pomeriggio a girare per il parco di Djurgarden…immenso!E, oltretutto, tenuto molto bene!Alterniamo la camminata allo svacco sull’erba e, cammina cammina, arriviamo a Rosendal…dev’essere una specie di orto comune, infatti vediamo molte persone che raccolgono fiori o ortaggi. C’è anche un baretto che serve pietanze fatte esclusivamente con prodotti dell’orto!

A cena andiamo al Bakfickan, il ristorante del teatro dell’opera. A dire così, e vedendo tutti i cameriericon la divisa bianca, sembra un posto extralusso, ma in realtà spendiamo circa 15 euro a testa per la cena (ovviamente io opto per le Kottbullar!), prezzo standard!

11 Agosto: decidiamo di sfruttare la giornata per visitare l’università che ci fa subito una buona impressione già dalla fermata della metro: tutta colorata con mosaici (bellissimo quello con la scritta “Dio creò, Linneo classificò“!). Anche l’università non è male!Un parco immenso che ti fa venir voglia di stenderti lì e studiare!
Tornando indietro ci fermiamo a vedere lo Stadio Olimpico, dove si sono svolte le Olimpiadi nel 1912 (anche qui la fermata della metro è molto carina!). Purtoppo siamo riusciti ad ammirarlo solo da fuori perché si stava svolgendo l’allenamento del Djurgarden (altra squadra di Stoccolma) che il giorno prima aveva perso il derby con l’Hammarby.

A pranzo andiamo prenderci un panino da Max, una catena di Fast Food Svedese…mamma che buono!Niente a che vedere con il Mc Donald’s!

Il pomeriggio inizia a piovere (per fortuna!Il primo giorno di pioggia proprio l’ultimo giorno di vacanza!) e decidiamo di andare a visitare i magazzini NK, una specie di Rinascente.
Quando la pioggia smette di cadere, ce ne andiamo a Gamla Stan a cercare qualche Souvenir per il parentame.

La sera decidiamo di tornare a cenare all’Engelen (il luogo del primo pranzo coincide con quello dell’ultima cena…) e lì opto per il salmone…davvero squisito! Il biondo per dessert prende una cosa strana: il Camembert fritto!Devo dire che non è male, ma io proprio non ce lo vedo come dessert!

Dopo cena facciamo un giretto per Norrmalm e lì scopriamo che è iniziato il festival della cultura!Guardiamo uno spettacolo nella piazza sotto Sergels torg…uno spettacolo che mi lascia alquanto perplessa: ci sono questo muletti con dei container che girano per la piazza e dei ragazzi che si rincorrono, saltavo sui container, uno finge di zoppicare, l’altro spinge il container con la testa…bah…sarà che non ci capirò nienta d’arte…giriamo un po’ tra concerti, rappresentazioni varie e poi optiamo per salire ancpra sul KatarinaHissen (questa volta non prendiamo l’ascensore perché è chiuso, ma saliamo dalla parte opposta) e fare delle foto di Stoccolma dall’alto di notte!Peccato che nessuno di noi 2 ha una macchina fotografica professionale, per cui le foto non escono quel granchè…

12 Agosto: non mi voglio alzare dal letto…mi vesto ma mi aggrappo alle lenzuola…non voglio lasciare questa magnifica città!
Ma purtroppo devo…
Prendiamo la metro e ci dirigiamo a T-Centralen, un ultimo giro per andare fino al centro turistico a prendere gli ultimi souvenir e dare un ultimo sguardo a questo meraviglioso posto, poi si sale sull’Arlanda Express che ci riporta all’aeroporto e, infine, a casa.

Che dire…Stoccolma è sicuramente una città che mi rimarrà nel cuore!
Pulita, piena di gente educata…è stato l’unico posto in cui nessuno ha tentato di fregarci approfittando del fatto che eravamo turisti stranieri, anzi!Se vedevano che eravamo turisti spendevano ancora più tempo per spiegarci le cose e darci informazioni!
Dagli Svedesi dovremmo imparare soprattutto questo: l‘ospitalità verso i turisti stranieri, cosa che in Italia (nonostante fossi turista italiana) spesso non ho trovato.

Spero proprio di ritornarci anche perché non ho visto molte cose!
Prima di tutto mi spiace non essere entrata al municipio a visitare la sala blu dove si tiene il banchetto del Nobel.
Poi il museo degli ABBA, il Nordiska Museet…

Sì sì…Stoccolma, un giorno ci rivedremo!

Pin It
Tags:

Ci sono 5 commenti su “Stoccolma…la città più bella del mondo!

Lascia un commento

Commenta con Facebook