Three Corners Fayrouz Plaza Beach Resort

Le ferie, questo periodo in cui ognuno cerca di evadere dalla quotidianità per immergersi in un atmosfera diversa e poter dire: ”ho staccato la spina e mi sono allontanato per rigenerarmi… “

26 luglio – 2 agosto 2010. Io e mio marito abbiamo deciso di mettere in pratica quanto scritto sopra e combinando il desiderio dei nonni di poter portare al mare i nostri bimbi ci siamo concessi una settimana di stacco prenotando un 2×1 per Marsa Alam, scopo immersioni e relax! :ok:

Così optiamo prenotando il sabato della settimana prima per il Three Corner Fayrouz, con Viaggi del Turchese, scegliendo come aereoporto di partenza Bergamo. Potevamo scegliere anche Venezia ma la scelta è stata indotta dagli orari: partendo da Venezia avremmo perso tutto il primo e l’ultimo giorno dato che il rientro era previsto col volo delle 06:00!! Mentre da Bergamo il volo del rientro era per le 21:00 e così avremmo perso solo il primo… alla fine comunque anche la mattina del martedì se ne è andata dato che siamo arrivati al Resort per le 13:30! Vediamo perchè.:o

Causa sciopero in Grecia, il volo con partenza alle 23:50 del lunedì è stato spostato alle 05:00 del mattino, con un ritardo aggiunto sul posto di un ora e mezza…morale siamo decollati circa alle 07:00!! Chiederemo per questo per principio, il risarcimento della notte/giornata non fatta!
All’aereoporto c’è il parcheggio low cost molto conveniente, con 19,90 euro lasci l’auto per 8 giorni, con il pullmann che ti accompagna e ti viene a prendere. Unica nota dolente è che segue gli orari dei voli, non quelli del tuo arrivo li. Questo significa che se il primo volo di arrivo della notte è previsto per le 04:00 lui dal parcheggio parte a quell’ora e non prima; così noi ci siamo dovuti far accompagnare in aereoporto già a mezzanotte, con il risultato che abbiamo “dormito” un pò sulle sedie ed un pò per terra. Soluzione fatta perchè eravamo noi due, se avessimo avuto i bimbi con noi avremmo optato per un’altro tipo di vacanza e di conseguenza l’opertivo voli non sarebbe stato questo da tour de force! Comunque di bimbi che ciondolavano ed attendevano ne abbiamo visti diversi…ognuno in fondo sceglie come vuole. Un suggerimento se viaggerete con Air Cairo: chiedete di stare nelle file 31 e 32 che sono le uscite di sicurezza poste sulle ali. Lo spazio li è umano, nelle altre file si soffre discretamente se uno è alto.. (purtroppo al ritorno nonostante fossimo tra i primi a fare il chek in il tizio dell’aereporto ci ha assicurato di poter esaudire la nostra richiesta ma poi quando ci siamo accorti che sulla carta di imbarco la fila segnata era la 29 era troppo tardi per farcela cambiare. Non è stato piacevole, quindi controllate appena va la da!)

Lo ho anticipato all’inizio, la vacanza nasce per soddisfare la nostra esigenza di immergerci letteralmente e quindi di fare sub! Per questo già dall’Italia mi ero informata sia sul diving del Resort (Extra Divers, tedesco) sia ad un altro di un resort vicino, il diving Sea World del Sea Beach Resort. :-)I contatti avuti ci hanno fatto optare per appoggiarci al Sea World, così sistemati in camera chiamiamo Valentina e ci accordiamo per farci venire a prendere verso sera per raggiungerla in sede e accordarci sul pacchetto che volevamo fare.
La struttura ci piace e ci fa subito un ottima impressione (al contrario della disposizione del Diving del nostro albergo e dell’idea poco professionale che ci aveva fatto il ragazzo che parla italiano di questo centro). Conosciamo il titolare e le varie guide. Decidiamo di fare entrambi il brevetto Advance con la guida Ali (molto in gamba e paziente!).Prenotiamo due giornate in barca (4 immersioni, 2 a Delphine House e 2 ai Giardini di Allah o paradaise), una mattina ad Abu Dabbab con altre 2 immersioni e la sera stessa l’ultima immersione, quella della specialità notturna all’house reef loro!

Tornati in albergo stiamo in piscina fino al calar del sole, le 19:00 circa, per poi prepararci per la cena e ninne presto visto che la partenza per la gita è prevista per le 08:00 egiziane del giorno seguente, ma per il nostro fisico sarebbero state le 07 di mattina e con la notte appena trascorsa era meglio non fare tardi.
Le due giornate successive passano così: rientravamo verso le 17:30, sostavamo in piscina fino alle 19:30 mentre la giornata del venerdì scorre veloce con le 2 immersioni della mattina, il pomeriggio in spiaggia a riposare e verso sera con il trasferimento all’ altro resort per compilare le ultimo carte del brevetto e per prepararci con l’immersione notturna. Sabato, domenica e lunedì, giorno della partenza, sono stati i giorni in pratica in cui ci siamo vissuti il Three Corners.

*-) Per iniziare a vedere nel dettaglio le conclusioni della vacanza e riportare il nostro parere su questa struttura, preannuncio che mi discosterò un pò dai vari pareri riportati sul topic in oggetto alla struttura. Mi spiego meglio. Leggendo i vari messaggi prima della partenza mi ero fatta, come accadde naturalmente, un’idea basata sulle impressioni delgi altri forumisti. Consapevole che le cose bisogna viverle personalmente e quindi poi le opinioni verranno filtrate dalla propria persona, sia per me che per mio marito l’aspettativa ne è rimasta un pò delusa. Mi ripeto, leggendo le varie pagine credevo di trovare molto di più. Da una struttura di 5 stelle, di tre anni di vita, mi aspettavo altro.

Daccordo con gli altri sulla cortesia, sempre in tutte le varie aree del resort, e questo non è poco. Io non ho trovato minimamente insistenti i camerieri su bibite da prendere,erano tutti molto simpatici. Daccordo sulla bellezza del reef e sulla comodità strategica dei tre punti di accesso al mare dalle rispettive tre scalette. Questo permetteva a chiunque di viversi il mare in base alle proprie capacità. Snorkeling però “possibile” solo la mattina in quanto poi nel pomeriggio per la posizione del sole,ed il mare più agitato non si vede quasi nulla e si nuota in un brodo da quanto calda era l’acqua in questo periodo!. Daccordo sulla magnifica opportunità di accedere con circa un quarto d’ora di cammino, alla baia di Marsa Mubarak ( a destra degli ombrelloni scollinando due volte le dune) dove per la presenza di alghe sul fondo sabbioso si possono vedere circa 7/8 tartarughe giganti, noi anche un piccolo polipo, delle sogliole, pesci pietra e il trigone. Meglio andarci la mattina, anche perchè essendo meta di gite in barca di altri alberghi nel pomeriggio cè molta gente, difatti non so per quanto le tartarughe li ci staranno…

L’idea che ci ha dato il resort è di vedere la struttua come se fosse “vecchia” di diversi anni e non solo tre, in diversi elementi: le porte, le sedie, gli infissi, le piastrelle della camera, gli sdraio della piscina, i paravento in spiaggia ecc.:-o

Capisco che a confronto con la bellezza del luogo in sè sono miseri dettagli, ma da una struttua di 5 stelle mi ripeto credevo altro, tutto qui. Per quel che riguarda la pulizia saremmo stati “sfortunati” in quanto il primo giorno abbiamo trovato un paio di scarafaggi in stanza e siccome sia io che mio marito abbiamo un pò la fobia degli insetti abbiamo chiesto ad un giardiniere che stava annaffiando le piante se ci poteva aiutare! E lui con tutta tranquillità con le sue mani li ha “catturati” e portati fuori, ridendo giustamente delle nostre facce perplesse. Sicuramente saremmo diventati i protagonisti di un anneddoto divertenete da raccontare. A dover di cronaca poi non li abbiamo più trovati! La qualità del cibo esaltata nel forum noi l’abbiamo trovata nella media, anzi in altri resort sempre nel mar rosso abbiamo mangiato meglio. Mangiavamo a pranzo al ristorante in spiaggia dove c’era sempre della carne alla griglia, pizza diversa ogni giorno, riso in bianco, una minestra del giorno, verdure e formaggi, patatine e pesce fritto, hot dog e qualche dolce. Al ristorante principale cenavamo. Ogni sera trattavano un tema differente, la cena orientale quella del sabato, è stata per noi la migliore. Li comunque cè più varietà di cibi naturalmente rispetto al ristorante al mare.

Una cosa un pò “curiosa” è stato notare come ogni giorno sembrava spuntare qualcuno di nuovo che si era fatto male… come non sappiamo. Un bimbo un giorno in piscina aveva il piede con del sangue, due signore le abbiamo viste girare con delle stampelle e dei cerotti normali al piede (che siano stati i pesci chirurgo alle scalette? Mah! A noi non hanno mai dato problemi),e per ultimo un signore che ha avuto la peggio dato che aveva il gesso alla cavaglia e girava con una sedia a rotelle…… *-)

Abbiamo chiesto di poter tenere la stanza fino all’ultimo e cioè per noi fino alle 18, dato che l’albergo lo dovevamo lasciare per le 18:45. Conferma data dopo essere passati tre volte in reception perchè non c’era mai il tizio che poteva convalidare la nostra richiesta. Venti euro è stato il costo della permanenza prolungata. La quale ci ha permesso di goderci pienamente l’ultimo giorno, andando addirittura per l’ora di pranzo dopo l’ultima uscita in mare al centro benessere. Molto bello. Compreso nel massaggio siamo stati anche nella loro piscina ed al bagno turco. L’unica nota negativa è che la palestra presente all’interno segue gli orari del centro che apre alle 09:30 e quindi io che volevo andare a correre alla mattina presto (i giorni liberi dalle immersioni) non ci sono potuta andare! Questo orario è scomodo. Palestra ben attrezzata di macchine ma non di pesi, il tappeto per correre ha incorporata la tv e l’areazione!

Non abbiamo trovato molta gente, anzi nessuna difficoltà nel trovare posto in spiaggia; certo la prima fila magari alle 10 è esaurita ma posti nella seconda ce ne erano diversi! In piscina un pò più lunga la ricerca ma alla fine anche li non siamo mai rimasti senza un posto all’ombra.

L’animazione composta da 7 ragazzi di diverse nazionalità è ben discreta, forse troppo.. ma anche qui puro parere personale!. Di attività ne facevano ma era l’entusiasmo che non trasmettevano che ci lasciavano un pò perplessi..

Non siamo stati purtroppo a Port Ghaib. L’albergo offre un servizi taxi che a orari prestabiliti con 2 euro a testa ti porta e poi ti viene a riprendere. Ci siamo ripromessi che se torneremo nelle vicinanze faremo un giro di sicuro in questo posto.

Da questa vacanza ci portiamo di più nel cuore le varie emozioni regalateci dalle immersioni. Era la prima volta che abbiamo fatto sub a Marsa Alam e i posti dove siamo stati sono veramente unici. Abbiamo nuotato in piccole grotte, passaggi fra un pinnacolo e l’altro come se fossero dei piccoli canyon, abbiamo perfino visto un branco di circa 30 delfini (di cui 2 cuccioli) che ci nuotavano vicino e con uno abbiamo addiritura giocato! Abbiamo visto tantissimi pesci pagliaccio con i loro piccolini, bellissimi! :grin:

Le giornate passate sotto nel blu profondo hanno decisamente alzato il livello globale di questa settimana trascorsa al Three! Tirando le somme ce la siamo goduta, è stato bello ma non siamo sicuri se torneremmo nuovamente in questa struttura, spinti al dire il vero comunque anche dalla innata curiosità di provare posti nuovi… chissà quindi quale sarà il prossimo !:-)

Pin It
Tags:

Ci sono 2 commenti su “Three Corners Fayrouz Plaza Beach Resort

Lascia un commento

Commenta con Facebook