Kenya 2010 al Garoda Resort

ciao a tutti vorrei condividere con voi la mia esperienza in questa terra fantastica,dopo 2 anni di preparativi il mio viaggio è finalmente arrivato, siamo partiti io e il mio ragazzo il 23 agosto 2010 da roma fiumicino con la compagnia blue panorama destinazione mombasa partenza in perfetto orario, 22,55, dopo circa 7 ore di volo finalmente siamo atterrati!!!:yeah:
all’aeroporto di Mombasa ci aspetta una fila interminabile per la compilazione del visto, avevo portato con me dei dollari ma non li hanno accettati in quanto devono essere datati dopo il 2000, nessun problema ho pagato tranquillamente in euro, il visto ci è costato 20 euro, dopo il disbrigo delle pratiche all’uscita dell’aeroporto ci aspettava il nostro assistente Marco, che fa riferimento al tour operator “ UN ALTRO SOLE”, ci consegna il plico con le informazioni e ci indirizza verso il nostro pulmino, dove ci attende un altro assistente che durante il tragitto risponde alle nostre domande, il viaggio da Mombasa al nostro hotel situato a Watamu dura circa 2 ore attraverso villaggi desolanti e poveri ma la cosa che stupisce sono i bambini che salutano con dei sorrisi grandissimi, è una sensazione che non riesco a descrivere!!!
Arriviamo finalmente in hotel, stremati, subito ci accolgono con un succo di cocco di benvenuto e con i dipendenti del Resort che intonavano la famosa canzone “jambo, jambo bwana….” carinissimi i quali ci accompagnano alla nostra camere portandoci le valigie, li liquidiamo gentilmente offrendogli una mancia, dopo esserci sistemati andiamo all’appuntamento di conoscenza con i ragazzi dell’animazione, dove ci propongono le escursioni offerte dall’hotel, apro una piccola parentesi, prima di partire dall’Italia mi ero informata moltissimo con chi era meglio fare i safari e alla fine ho deciso di effettuarli con un certo Luigi Kassim contattabile facilmente in quanto ha sia un sito internet e poi è iscritto a facebook, ho visto che parlava molto bene l’italiano i commenti erano tutti positivissimi allora tramite e- mail ci siamo accordati per il prezzo e mi ha lasciato il suo numero di cellulare dove l’ho contattato appena arrivata in kenya, sentite le proposte dell’hotel ho notato che i prezzi sono di gran lunga superiori a quelli che vengono proposti li sul posto e ho notato anche che cercano di terrorizzare i turisti dicendogli di non fidarsi di chi vende i pacchetti fuori dall’hotel perchè senza le assicurazioni senza permessi ecc.. io comunque ho optato per prenderlo fuori dall’hotel, penso che poi ognuno debba decidere in base a molti fattori quindi il mio consiglio è di informarsi sempre bene e sperando che l’assicurazione non debba mai servire!!!!:no:
Inizia la vera vacanza, di corsa ci dirigiamo alla spiaggia è bellissima bianchissima soffice come farina il mare è qualcosa di eccezionale i colori sono indescrivibili i nostri occhi sono inebriati da questa bellezza finito questo momento di contemplazione veniamo accerchiati da ragazzi allegri che vogliono venderci di tutto, gentilmente li ringraziamo e gli spieghiamo che gia abbiamo preso accordi con Luigi per fare tutte le escursioni, ci ringraziano e si spostano verso altri turisti…all’inizio sembrano tutti uguali ma poi parlandoci tutti i giorni comprendi che ognuno di loro ha una storia da raccontare che ti prende e ti fa riflettere su molte cose, e quei sguardi ti rimangono dentro, sperando che il loro futuro sia felice!
Spenderei 2 paroline anche per l’hotel, il Garoda resort è nuovissimo inaugurato a dicembre 2009, le camere sono molto belle spaziose pulite non abbiamo avuto problemi ci siamo lavati i denti con l’acqua del bagno in quanto essendo un resort italiano hanno tutte le autorizzazioni hccp, alcuni hanno trovato degli insetti nelle stanze, ma siamo sempre in Africa può succedere, comunque nessun problema chiamando la reception arrivano subito degli inservienti che ripuliscono dai fastidiosi insetti!
Tutte le mattine c’è la disinfestazione infatti non ho visto nemmeno una zanzara, passiamo alla cucina: si mangia meglio che in Italia la pasta è buonissima c’è carne e pesce a volontà, patate in pastella, pomodori ripieni, peperoni ripieni di tutto e di più frutta fresca tutti i giorni dolci…insomma non manca veramente nulla, l’animazione è presente ma non invadente organizzano tornei di beach volley, acquagim, freccette, una sera ci hanno fatto vedere le stelle con il telescopio, un consiglio quando starete li buttate un occhio al cielo stellato da far venire i brividi sembra che le stelle siano sopra le vostre teste vicinissime, che meraviglia!!!:D
La mattina effettuano lunghe passeggiate sulla spiaggia, ci hanno portato anche a visitare l’ospedale delle tartarughe, alcune sere organizzano spettacoli nell’anfiteatro molto caratteristici, tutto impeccabile veramente;
passiamo al safari come gia accennato in precedenza ho contattato Luigi tramite messaggi sul cellulare ci ha dato appuntamento all’ingresso del resort e li abbiamo pianificato le escursioni abbiamo deciso di fare il safari di 2 giorni ed una notte con pernottamento pranzo e cena in camera ( non in tenda, come ci aveva proposto l’hotel) nel voi wildlife lodge più safari blu di un giorno.
Giovedì mattina pronti per la partenza del tanto atteso safari ci viene a prendere Luigi fuori dal nostro hotel e ci accompagna a fare colazione in un bar dove servono caffè italiano ottimo, sbrighiamo le ultime pratiche nella sua agenzia e ci lascia nelle mani della guida di nome Francesco e dell’autista, parlano tutti e 2 perfettamente italiano, quindi per qualsiasi cosa abbiamo potuto chiedere e ci davano, lungo il tragitto spiegazioni varie, durante il safari ci hanno fornito acqua a volontà, dopo 2 ore di viaggio in strade sterrate piene di buche ci fermiamo lungo un fiume dove vediamo i coccodrilli e delle bertucce che ci vengono vicino, arriviamo all’ingresso dello Tsavo East che bello appena varcato il cancello subito 3 elefanti si prevede una giornata ricca di emozioni, proseguiamo il nostro game drive vediamo antilopi, dik dik, un facocero, zebre, bufali, gazzelle, giraffe, ippopotami….dopo poco ecco quello che stavamo cercando i felini abbiamo scorto le leonesse con i cuccioli e il leone che meraviglia……..si è fatta l’ora di pranzo e andiamo a pranzare presso il lodge che avevamo concordato ci accolgono con spugnette bagnate e un cocktail di benvenuto ci assegnano la camera e andiamo a posare il bagaglio, stanze enormi da 5 posti letto tutta per noi con vista sulla pozza d’acqua artificiale dove si abbeverano gli animale, chi se lo sarebbe mai immaginato un posto cosi, pranziamo ci riposiamo un pò e verso le 16,00 ripartiamo per la seconda fase del safari, incontriamo di nuovo delle leonesse che si riposano beatamente all’ombra, ma ecco che dopo un po’ compare lui il ghepardo non ci possiamo credere siamo inebriati la nostra gioia è immensa fotografie a più non posso e poi via per un altro giro, rientro al lodge per ora di cena e subito a dormire in previsione di un’altra giornata fantastica, la mattina seguante sveglia prestissimo colazione e ripartenza avvistiamo anche un gruppo di babbuini e ci dirigiamo verso il villaggio Masai ci accolgono bellissimi bimbi a cui diamo pavesini cornetti e tutto quello che avevamo con noi, ci accolgono con una loro danza e ci fanno visitare le loro particolari case, a questo punto direzione hotel dove arriviamo giusto per l’ora di pranzo.
Abbiamo giusto un giorno per crogiolarsi al sole e goderci la fantastica lingua di sabbia che compare con la bassa marea che gia l’indomani partiamo per il safari blu, ci è venuto a prendere Kassim in hotel con la sua macchina ci ha accompagnato dove c’erano le imbarcazioni e li ci ha affidati al capitano dopo un po’ che eravamo in mare ci siamo fermati per una tappa di snorkeling risaliti tutti a bordo ci hanno accompagnato su una spiaggetta bianchissima dove non c’era praticamente nessuno a parte noi dell’escursione li vediamo tantissimi granchi con le chele rosse carinissimi, proseguiamo vedendo le mangrovie e attracchiamo vicino ad un insenatura formata dall’acqua li effettueremo la nostra abbuffata, per pranzo ci offrono riso al cocco con gamberetti, gamberetti, aragoste a volontà cucinato tutto alla brace buonissimo………ci riposiamo un po sotto il sole e poi rieccoci pronti per rientrare in hotel.
La mattina seguente approfittando della bassa marea decidiamo di incamminarci verso la barriera corallina scoperta e qui troviamo una stella marina grandissima di un colore rosso fuoco, che emozione subito a fotografarla non ne avevo mai viste di cosi belle e grandi, qui in kenya tutto è una sorpresa non ci sono parole per descrivere tanta bellezza di posti e genti!!!:cool:
Purtroppo è arrivato il giorno della ripartenza sveglia alle 3 e partenza dal villaggio alle 4,00 ultima sosta non programmata per strada un pulmino che era con noi si ferma, dopo vari controlli si accorgono che è rimasto senza benziana, fantastico… ma li vige il motto “hakuna matata” per cui chiamano altri pulmini e si riparte per l’aeroporto.
Qui le cose cambiano notevolmente le guardie sono scortesi e per racimolare chiedono a molti di aprire le valigie, udite udite a chi l’hanno chiesto, a me.. pazienza non avendo nulla da nascondere e non intenzionata a farmi spillare nemmeno 1 euro la apro gentilmente e gli indico di controllare.. fa un controllo sommario e poi mi fa cenno di andare!!!

Stessa fila dell’andata per il visto di uscita di 20 euro e poi eccoci qui sul nostro aereo pronti per tornare a casa con il magone in gola, un saluto a questo paese bellissimo con l’augurio per tutti quelli che abbiamo conosciuto di avere una vita migliore di quella in cui si trovano ora!!!
jambo :bacio:

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook