Una settimana a spasso per il sud – ovest

Inutile iniziare il diario dicendo che questi luoghi ci sono piaciuti tantissimo e ci sono rimasti nel cuore.
Dalla fatica che ho fatto a trovare da dormire sulla costa nord della Cornovaglia, credevo di trovare un traffico esagerato ed invece non è stato così. Tanti turisti inglesi, qualche tedesco e olandese e quasi nessun italiano (fortunatamente).
Quello che più ci ha colpito di questi posti sono sicuramente le verdi brughiere, gli animali al pascolo (cavalli, mucche e pecore), i tipici paesini di pescatori, i bei cottages, le casine colorate sulla spiaggia, i bambini che si divertivano a pescare granchi, i fiori, i giardini curatissimi, la guida a destra e la gente sempre gentilissima e cordiale.

Periodo -> dal 31 luglio al 07 agosto. Consigliato il perido estivo per le tante ore di luce.

Voli ->
(Ryanair) Bergamo – Bristol = 45 euro,
(Air Southwest) Newquay – Londra = 35 euro,
(Easyjet) Londra – Palermo = 108 euro.

Contee attraversate -> Wiltshire, Somerset, Dorset, Devon e Cornovaglia.
Può risultare utile ricevere a casa materiale richiedendolo ai vari indirizzi email degli uffici del turismo di ciascuna contea.

Noleggio e strade -> Enoleggio (Alamo) con ritiro all’aeroporto di Bristol e consegna all’aeroporto di Newquay 237 euro. Abbiamo percorso circa 1000 km senza accorgercene. Il tragitto più lungo non superava 1 ora consecutiva.
Le strade, soprattutto in Cornovaglia, non sono larghe più di 2 o 3 metri perciò meglio fare tutte le assicurazioni possibili. Ogni tot metri c’è una specie di allargamento per consentire di accostare nel caso si veda arrivare una macchina in senso opposto. Se ci si incrocia in un punto senza allargamento, una delle due macchine e costretta a fare retromarcia. Tranquilli che gli inglesi non vanno di fretta e nessuno vi manderà a quel paese, anzi, vi ringrazieranno o risponderanno con un cenno al vostro grazie. Mai sentito un clacson suonare in 7 giorni.
Le autostrade sono gratuite e molto belle a 3 corsie!
Consiglio l’uso del navigatore perchè in Cornovaglia le indicazioni stradali sono spesso carenti e gli autovelox sono numerosi.

Parcheggi -> tasto dolente quello dei parcheggi poichè sono praticamente tutti a pagamento (da 1 a 3 sterline all’ora fino ad una massimo di 5-6 per tutto il giorno). Possono ottenere sconti se si è membri del National Trust.
In alcuni paesi siamo riuscite a trovare parcheggi gratuiti appena fuori dal centro non lontano dai parcheggi a pagamento.
In alternativa, potrete utilizzare il sistema del park+ride cioè parcheggiate gratis fuori città in appositi piazzali e prendere un bus che vi porta in centro.
Dopo le 18 i parcheggi diventano gratuiti.

I b&b
– Bristol Whitegates Bed & Breakfast near Bristol Airport – Welcome to Whitegates 26£ a testa compreso trasferimento da/per aeroporto
– Shaftesbury (grazie Hakon per il consiglio) Welcome to Ivy Cross House B&B – Bed and Breakfast in Shaftesbury, Dorset 30£ a testa
– Beer Belmont House, Beer, Devon ~ Luxury 4 Star Child & Pet Free Bed & Breakfast 40£ a testa compresi tappi per le orecchie per i gabbiani
– Looe Ambleside B&B Looe 30£ a testa
– Ruan Minor (Helston) Bed and Breakfast, Cornwall, Cadgwith, Lizard, Helston, 35£ a testa
– Portreath Home 31£ a testa
– St. Mabyn The Old Chapel House – Bed and Breakfast Cornwall 35£ a testa
– Londra easyHotel – Cheap Hotel Bookings Worldwide 25£ a testa

Prezzi -> Devo ammettere che non è stata una vacanza molto dispendiosa nonstante la sterlina. Noi abbiamo mangiato bene e speso sicuramente meno di quanto avremmo speso in Italia: a pranzo ci affidavamo quasi sempre a bar che preparavano sandwiches freschi, o supermercati o alla catena “Pasty Presto”, mentre per cena andavamo sempre nei pub (la cucina chiude alle 21) per gustarci un bel piatto caldo. Come extra solo qualche souvenirs quali calamite e conchiglie.

Meteo -> dire che siamo state fortunate è poco, infatti ha piovuto solamente in un paio di momenti e la pioggia non è mai durata più di una mezz’ora (eventi non rari soprattutto in questi periodi dell’anno). Spesso abbiamo avuto il sole a farci compagnia. Ci siamo anche abbronzate
Le temperature erano accettabilissime, oscillavano dai 18 ai 23 °C.

Guida utilizzata -> Lonely Planet Devon, Cornwall & SouthWest England (non esiste la versione italiana) e Lonely Planet Inghilterra.
31 luglio

Atterriamo a Bristol verso le 23:30 di sera ma non è un problema perchè i proprietari del b&b ci aspettano al “ten minutes pick up parking”. Non volendo perdere tempo, non ho cercato un b&b in centro a Bristol dato che la mattina seguente dovevamo tornare in aeroporto a ritirare la macchina a noleggio.
Il primo b&b (a qualche minuto di distanza dall’aeroporto) ci appare subito bellissimo e i proprietari gentilissimi!

1 agosto

La mattina ci alziamo presto e dopo una buona colazione continentale, il marito ci riaccompagna all’aeroporto e ci scarica proprio davanti all’ufficio di noleggio.
Abbiamo scelto Enoleggio (Alamo) e in qualche minuto ci consegnano una nuovissima (ed enorme visto che sappiamo già che tipo di strade ci aspettano) Peugeot 207 s/w!
Presa confidenza con la macchina, cominciamo subito ad esplorare il Wiltshire e ci dirigiamo a Lacock, un gioiellino di città proprietà del National Trust. Utilizzata per alcune scene di Orgoglio e Pregiudizio ed Harry Potter. Peccato per le macchine parcheggiate davanti alle abitazioni..
Lasciato il paese di Lacock, ci dirigiamo nella città più turistica del tour che abbiamo fatto: Bath.
Già il nome rievoca il raffinato complesso termale romano. La città piena di bellissime fioriere, è circondata da 7 verdi colline e le numerose villette georgiane hanno portato la città ad essere interamente tutelata dall’UNESCO.
L’attrazione che vale la pena visitare è sicuramente il Roman Baths Museum http://www.romanbaths.co.uk/
L’ingresso costa un’esagerazione (circa 12£) ma è compresa l’audioguida. Ciò che di più merita a mio parere è il Great Bath.
Per il pranzo abbimo scelto Sally Lunn’s: situato all’interno dell’edificio più antico di Bath. Da provare la focaccia!
Nel pomeriggio ci spostiamo nella più piccola città d’Inghilterra: Wells.
L’obiettivo della visita è la Cathedral Church of St. Andrew, costruita tra il 1180 e il 1508. Ingresso gratuito.
Essendo gia tardo pomeriggio ed essendo noi gia un po stanchine, decidiamo di tralasciare la visita alla Glastonbury Tor che ammiriamo solo da lontano.
Ci mettiamo quindi in marcia verso la prossima cittadina dove dormiremo anche: Shaftesbury!
Il luogo più noto della città è la Gold Hill nonchè una stretta via in ciottolato fiancheggiata da bellissimi cottages. La vista da lassù è magnifica. Essendo arrivate di domenica nel tardo pome la cittadina era quasi completamente deserta.
Una famosa pubblicità degli anni 70 del pane confezionato Hovis è stata girata proprio qui.
2 agosto

Dopo una deliziosa English Breakfast, ci mettiamo in marcia verso la prima meta della giornata: le rovine di Corfe Castle.. Arrivate in prossimità del parcheggio, scopriamo che ci si può arrivare tramite un carinissimo trenino a vapore e con ulteriori 20 min di treno e di paesaggio bellissimi si può proseguire per una rinomata cittadina di mare del Dorset: Swanage(9£ a/r). http://www.swanagerailway.co.uk/n-fares.htm
Molto bella come esperienza. Si ha la sensazione di tornare indietro nel tempo. In più, eravamo le uniche “straniere” sul treno!
Nel pomeriggio ci spostiamo verso la vicina Durdle Door: un arco formatosi dall’erosione del mare.
Abbiamo seguito le indicazioni per il parcheggio da cui si apre un’ampissima scelta di paths (sentieri) da percorrere lungo la costa fino a scendere in spiaggia.
La vista della Dudle Door e delle scogliere è mozzafiato e sicuramente una delle più belle del Dorset!
Nel tardo pomeriggio percorriamo il tratto di Jurassic Coast (denominata così per la varietà geologica presente su questo territorio), passando per l’animata Lyme Regis sino ad arrivare a Beer: il paese più caratteristico della costa del Devon.
Giunti al parcheggio (convenzionato con il b&b perciò gratuito), andiamo a lasciare i bagagli in camera e poi iniziamo la nostra passeggiata per la tranquilla cittadina. Per la cena segnalo il pub-ristorante dell’hotel Anchor Inn http://www.anchorinn-beer.co.uk/restaur … -menus.php
Il b&b in cui abbiamo soggiornato era molto bello ed il proprietario gentile.
Unico neo: per colazione ci sono solo 4 tavoli mentre le camere sono 5, noi abbiamo scelto di fare colazione fuori così non c’era troppo casino. La nostra camera era bellissima anche se aveva il lavandino in camera e bagno e doccia con ingressi separati ma sempre in camera.
Il b&b fornisce tappi per le orecchie per i gabbiani Se avete il sonno leggero, vi conviene metterli!
3 agosto

La nostra giornata inizia con una sosta a Torquay, città natale di Agatha Chrstie. Dico sosta perchè è molto commercializzata e non ci è piaciuta..
Per non perdere troppo tempo, decidiamo di andare a Paignton: anche in questo caso il centro è molto commercializzato però c’è un bel lungomare con giostre, Pier, spiaggia e tante cabine colorate!
Dopo pranzo ci avviamo verso Dartmouth e proprio ad un paio di km dall’arrivo.. Sorpresa: dobbiamo imbarcare la macchina sul traghetto per raggiungere l’altra riva ed entrare nel paese Esiste anche il percorso via terra però sarebbe stato molto più lungo.
Il paese ci è piaciuto molto nonostante la giornata grigia. Il piccolo porticciolo è animato da giovani pescatori di granchi che sfidano la pioggia
La nostra visita a Dartmouth ha un ulteriore scopo: visitare la residenza di Agatha Chrstie che si trova a Greenway. E’ sconsigliato arrivare qui in macchina perciò abbiamo preferito prendere il traghetto (circa 30 min da Dartmouth). In più, arrivando non in macchina ma “by green ways” si risparmiano quasi 2£; noi abbiamo quindi pagato 7.40£.
Il traghetto costa 8£ a/r e il percorso molto piacevole http://www.greenwayferry.co.uk/
La casa di Agatha Christie ha da poco riaperto dopo la ristrutturazione e mi è piaciuta molto. Purtroppo non si possono fare foto all’interno.. Le stanze piene di libri, foto di famiglia, vestiti e tanto altro in mostra!
Ritornate a Dartmouth dopo la piacevole visita, ci avviamo verso l’ingresso in Cornavaglia attraverso il Tamar Bridge e più precisamente verso il b&b di Looe dove sosteremo.
Questo è l’unico b&b senza parcheggio privato. Il b&b è arroccato perciò la scarpinata siete obbligati a farla a piedi Ma ne vale la pena solo per la camera e per la vista che si ha da lassù! Noi fortunatamente abbiamo trovato posto nel parcheggio non a pagamento.
Anche questa cittadina di pescatori ci è piaciuta molto. Piena di inglesi in vacanza!
Per la cena consiglio ” The White Swan Pub” situato proprio di fronte alla chiesa!
4 agosto

Stamattina spioviggina ma noi siamo attrezzate anche per questo e niente potrà farci cambiare i nostri piani!
Prima meta della giornata, uno dei più bei villaggi di pescatori della Cornovaglia: Polperro! Che pace e tranquillità che c’è arrivando presto la mattina..
Ha quasi smesso di piovere quando ci spostiamo in direzione Fowey dove arriveremo traghettando la macchina per un breve tratto.
Molto carino anche questo paese anche se un po’ più alla portata del turismo inglese.
Dopo Fowey ci dirigiamo a Mevagissey e poi a Falmouth!
Dopo una visita veloce a Falmouth, ci spostiamo verso The Lizard passando per Cadgwith dove è in corso una festa di paese.
The Lizard Peninsula ci ha fatto conoscere il lato più burrascoso della Cornovaglia,ci ha fatto innamorare delle sue nere scogliere, le insenature frastagliate e le distese di brughiere.
Una volta lasciati i babagli nella camera del bellissimo b&b, ne approfittiamo della giornata soleggiata per andare a Lizard Village e seguire un sentiero per andare a vedere alle scogliere!

5 agosto

Dopo una piacevole colazione in compagnia di altri due ospiti inglesi del b&b, iniziamo subito la nostra giornata con panorami mozzafiato al Lizard Point e successivamente a Kynance Cove e Mullion prima di lasciare queste stupende zone.
In tarda mattinata raggiungiamo la vicina Marazion. La cittadina è molto carina e il motivo che ci porta qui è St.Michael’s Mount cioè, la copia del Mont St. Michel francese, una delle principali attrazioni turistiche di Cornovaglia.
Noi però decidiamo di ammirarlo dalla terra ferma.
Noi abbiamo mangiato al pub “The engine inn” http://thefireengineinn.com/default.aspx si ha una bellissima vista del Mont ed abbiamo mangiato un piatto squisito: creamy fish pie che consiste in una piccola terrina in ceramica con all’interno pezzetti di pesce coperti da purea di patate e formaggio fuso.
Nel primo pomeriggio andiamo a visitare uno dei paesini di pescatori storici tra i più belli di Cornovaglia, che ci è piaciuto tantissimo: Mousehole.
Qui finalmente compriamo conchiglie meravigliose direttamente dalle cassette poste in strada. Naturalmente non è presente nessun venditore ed i soldi vanno lasciati negli appositi contenitori posti affianco. Si vede che sono zone poco battute dagli italiani??
In Italia non potrebbe esistere un principio del genere!
Saltando volutamente Penzance, ci dirigiamo a Land’s End dove si aprono davanti ai nostri occhi paesaggi incantevoli e tanti sentieri da percorrere a piedi. Peccato per quel parco tematico costruito nei pressi del parcheggio a pagamento.
Non ci crederete ma quì ci siamo anche abbronzate!
6 agosto

Trascorriamo il tempo della colazione a chiacchierare con i proprietari del b&b e con una famiglia di Bristol composta da moglie, marito e bimbo di 11 anni ospiti del b&b. Fuori pioveva perciò non avevamo fretta di metterci in marcia!
Dal giorno precedente, c’eravamo tenute St Ives da visitare oggi con più calma. Ottima scelta dato che a colazione ci sconsigliano tutti di arrivarci in macchina visto il traffico agostiano per trovare parcheggio. In alternativa, ci consigliano di recarci in macchina a Letant, parcheggiare in prossimità della stazione dei treni e raggiungere St.Ives col treno spendendo 4 euro a/r. Treni frequentissimi. Il tragitto dura 10,15 min circa.
Fortunatamente arriviamo a St.Ives e smette di piovere!
La cittadina, per quanto più grande e turistica di altre, ci è piaciuta molto. Qui si trova una succursale della Tate Britain.
Dopo un veloce e delizioso fish pie, riprendiamo il treno per Letant e risaliamo in macchina!
Nel pomeriggio è la volta di:

Padstow: al porto del paese si vive un’ atmosfera pittoresca tra negozietti, caffè, ristoranti di pesce, barche e giovani pescatori

Tintagel: il paese non ha molto da offrire oltre alla vecchia sede in tipico stile Cornish delle Poste.
La ragione principale che attrae i tanti turisti sono sicuramente le rovine del castello in cui pare sia nato il re dei miti anglosassoni -> re Artù. Bellissimi i panorami che si godono in prossimità delle rovine.

Boscastle: la maggior parte degli edifici di questo gioiellino di paese sono stati ristrutturati in seguito ad una devastante inondazione che ha colpito Boscastle il 16 agosto 2004.
Lasciata a malincuore Boscastle, dediamo di raggiungere l’ultimo b&b di questo bellissimo tour.L’idea iniziale era di prenotarne uno in centro a Port Isaac ma non avendo trovato posto, la scelta è ricaduta su un paesino dell’entroterra (St. Mabyn) tra Bodmin e Port Isaac.
Il b&b è davvero bellissimo ed immerso nella natura dato che il paesino di St. Mabyn conta una manciata di case.[/B]
7 agosto

Oggi è il nostro ultimo giorno nel sud-ovest :(
Dopo una buonissima colazione, ci avviamo verso le nostre 2 ultime destinazioni prima del volo interno Newquay – Londra!
La prima destinazione è la carinissima Port Isaac: famossimo villaggio di pescatori. Molto bello anche il camminamento dal parcheggio al paese.
Ultima tappa del nostro tour è stato “Lanhydrock country house and estate” situati vicino a Bodmin. Molto bella sia l’abitazione che i giardini.
Pare che qui sia stato girato il film “Gosford Park” candidato a 7 premi Oscar nel 2002.
Dopo la visita a questa residenza, ci avviciniamo (tristi) al minuscolo aeroporto di Newquay dove lasciamo la nostra macchina nel parcheggio degli uffici di noleggio. Eravamo le uniche italiane in tutto l’aeroporto. Un’emozione unica!
Non mi ricordo se avevo già scritto che mentre ci trovavamo all’interno dell’ aeroporto è suonato l’allarme antincendio ed abbiamo dovuto evacuare la struttura! Alla fine non era successo niente!
Altra informazione: se ci si vuole imbarcare, si deve obbligatoriamente pagare una tassa per l’ambiente di 5£ alle macchinette automatiche prima di fare il check-in.
Il volo della AirSouthwest decollerà in orario alla volta di Londra Gatwick; da qui trascorreremo una notte nella City dato che abbiamo il volo il giorno seguente per una settimana di mare e relax in Sicilia.

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook