American dreamin’ – West Coast USA – Agosto 2010 (parte 1)

Pagine: 1 2 3 4

“I pensieri della Terra sono i miei pensieri, la sua voce è la mia voce, tutto ciò che è suo appartiene anche a me”. Benvenuti nel profondo West.

 

PREMESSA

Sì, in un viaggio del genere dev’esserci una premessa… La decisione di finire negli Stati Uniti è stata presa con decisione unanime a settembre 2009 quando, tornati dalle Seychelles ed esaurite quasi tutte le mete dell’Oceano Indiano, abbiamo pensato che non siamo mai stati dall’altra parte del mondo. Il sogno di Fabio era andare in California. Non gli interessava dove, bastava fosse… California! E allora che California sia! Inutile parlare della lettura di innumerevoli diari, alla fine siamo arrivati alla conclusione che… facevamo la California ed i parchi dell’ovest. Siamo lì una volta nella vita, non possiamo limitarci alla California!!! Trovati due compagni di viaggio, abbiamo modellato il nostro tour come un pezzo di pongo all’asilo… ne è venuto fuori un tour quasi perfetto, che si poteva definire perfetto solo avendo almeno una settimana di ferie in più… che ovviamente non avevamo. Se siete in procinto di prenotare un viaggio simile, non attendetevi una vacanza rilassante: le ore in auto sono stancanti e la sera appena si mette la testa sul cuscino si ghira che è un piacere!

ITINERARIO Abbiamo solo 15 giorni e 14 notti e vogliamo vedere tutto. Impossibile? Nothing is impossible. Ovviamente abbiamo fatto delle scelte, come… saltare San Diego e saltare la costa che parte da Los Angeles a San Francisco. Lo so, un colpo al cuore, ma è sicuramente un buon motivo per tornare da quelle parti! Abbiamo deciso di suddividere così i nostri giorni:

3 AGOSTO: volo VENEZIA-LOS ANGELES / Los Angeles

4 AGOSTO: Los Angeles

5 AGOSTO: Los Angeles

6 AGOSTO: Los Angeles / volo LOS ANGELES-SAN FRANCISCO / San Francisco

7 AGOSTO: San Francisco

8 AGOSTO: San Francisco

9 AGOSTO: San Francisco / Mariposa Grove / Oakhurst

10 AGOSTO: Oakhurst / Yosemite National Park / Tioga Pass / Lone Pine

11 AGOSTO: Lone Pine / Death Valley / Las Vegas

12 AGOSTO: Las Vegas

13 AGOSTO: Las Vegas / Zion National Park / Bryce Canyon National Park / Kanab

14 AGOSTO: Kanab / Antelope Upper Canyon / Horseshoe Bend / Mexican Hat

15 AGOSTO: Mexican Hat / Goosenecks State Park / Monument Valley Navajo Tribal Park / Little Colorado River Gorge / Grand Canyon

16 AGOSTO: Grand Canyon / Williams – Route 66 / Phoenix

17 AGOSTO: Phoenix / volo PHOENIX-VENEZIA

18 AGOSTO: arrivo in Italia

VOLI

A gennaio abbiamo prenotato i voli. Mancavano 8 mesi ma noi avevamo già 4 biglietti in mano con destinazione Los Angeles. Abbiamo prenotato i voli con la nostra fidata Expedia: VENEZIA-MADRID-CHICAGO-LOS ANGELES per me e Fabio, VENEZIA-MADRID-MIAMI-LOS ANGELES per i nostri due compagni che, per motivi di lavoro, finiranno il tour a Las Vegas tornando a casa prima del previsto. Prezzo: 616€ a testa con le compagnie aeree Iberia ed American Airlines. C’erano altri voli con un solo scalo e che partivano da Verona, ma che costavano dai 200 ai 400€ in più a testa… abbiamo deciso di investire questi soldi in altri modi in loco e “subire” due scali, che cmq noi apprezziamo perché non amiamo stare troppe ore in aereo. Verso fine gennaio, deciso per filo e per segno l’itinerario, abbiamo acquistato anche il volo LOS ANGELES-SAN FRANCISCO attraverso Orbitz con la compagnia aerea Virgin America; se acquistate il posto “main cabin” dovrete pagare al check-in il bagaglio da stivare 20$ (per prenotazioni dall’11 febbraio 2010 in poi il costo è aumentato a 25$), mentre se acquistate la “main cabin select” o la “business class” il bagaglio da imbarcare è gratuito. Volo pagato 45€ a testa. Se dovessimo tornare indietro avremmo volato dall’aeroporto di Long Beach con Jet Blue, che è una delle poche compagnie aeree americane che ancora non fa pagare il bagaglio da stivare. Ovviamente queste cose vengono sempre fuori dopo!!!

ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO/MEDICO/BAGAGLIO

Ignoranti in materia, abbiamo fatto passare troppo tempo dalla prenotazione dei voli alla stipula del contratto assicurativo, e quindi non potevamo più assicurarci contro l’annullamento. L’unica assicurazione che prevedeva anche questa copertura a distanza di giorni dalla prenotazione degli aerei era Insurance Bookers, che con 52€ a testa ci ha assegnato il prodotto “oro” con massimali alti. Era inclusa anche la copertura sanitaria, decisamente obbligatoria se si decide di visitare un paese come gli States. Definiremmo pura follia partire senza. Fortunatamente non l’abbiamo usata, quindi non possiamo consigliarla o sconsigliarla, ma sicuramente in 8 mesi di telefonate per chiedere spiegazioni ne abbiamo fatte a bizzeffe e possiamo assicurare che al call-center sono tutti preparati e gentilissimi.

AUTO A NOLEGGIO

Sicuramente materia prima per un on the road negli USA. Impensabile usare pullman o mezzi di trasporto pubblici collettivi. Bisognerebbe star via 6 mesi per riuscire a fare tutto. Abbiamo preso due auto a noleggio prenotate direttamente dall’Italia. La prima, per i tre giorni a Los Angeles, è stata noleggiata noleggiata con Enoleggio Auto, brooker che ci ha assegnato la Dollar Rent a Car per 90€ totali (incluso pieno di benzina che è comodissimo, GPS indispensabile a Los Angeles, km illimitati, tutte le assicurazioni incluse ed un driver con più di 25 anni aggiuntivo). L’auto per il nostro on the road è stata noleggiata con Car Hire 3000, che non è altro che la versione inglese di Enoleggio Auto; per fortuna i prezzi in questo sito, nonostante il brooker sia lo stesso, sono decisamente più bassi (più di 100€ di differenza nel nostro caso) e si ha a disposizione sempre il call-center italiano di Enoleggio per l’assistenza. Anche qui avevamo pieno di benzina, km illimitati, tutte le assicurazioni incluse e tutti potevamo guidare: a differenza di Los Angeles infatti abbiamo inserito lo young driver, e cioè la guida sotto i 25 anni. Per 4 persone con bagagli abbiamo optato per un SUV al costo totale di 430€ circa. Non abbiamo noleggiato il GPS (con quel che ci chiedevano per 9 giorni di noleggio ne acquistavamo due nuovi da portare a casa!!!) e nemmeno aggiunto il Road Safe (soccorso stradale) in quanto… anche qui, nel caso fosse successo qualcosa, avremmo pagato tanto quanto di carro attrezzi e recupero. Precisiamo che per noleggi iniziati in California tutti i driver con più di 25 anni sono gratuiti, basta dare la patente al momento del noleggio: il nome dei drivers devono comparire sul contratto. Non pagateli, paghereste per qualcosa che dovreste avere già incluso. Indispensabile per ritirare l’auto è una carta di credito intestata al contraente del noleggio e che abbia i numeri in rilievo: non sono accettate carte ricaricabili come PostePay o GeniusCard Unicredit, le quali sono carte di debito e non di credito. Per noleggiare l’auto in USA non è obbligatoria la patente internazionale… noi abbiamo presentato le nostre 4 patenti italiane ed è andato tutto liscio come l’olio.

PAGAMENTI

Indispensabile tanto quanto l’assicurazione sanitaria, è la carta di credito. In America si paga tutto (o quasi) con quella, ed è necessario che abbia massimali alti… vi assicuriamo che 3000€ sono appena sufficienti perchè l’imprevisto in questi posti è sempre dietro l’angolo e trovarsi senza soldi a 15 ore di aereo da casa non è simpatico; inoltre è sempre meglio avere, se partite in coppia, una carta di credito a testa, nel caso una delle due abbia eroso tutto il massimale o si blocchi. Oltre alla carta di credito, noi abbiamo cambiato 150€ a testa, pari a circa 200$, che ci sono serviti per le mance, i taxi o per i piccoli acquisti. Prenotate i dollari di piccolo taglio presso la vostra banca almeno due settimane prima di partire (o quando il cambio vi sembra migliore). Visa e Mastercard funzionano perfettamente in America!

HOTELS

Qui… ce ne sarebbero di cose da dire… di hotels ce ne sono finchè si è stufi ovunque (o quasi). Noi abbiamo prenotato tutti gli hotels dall’Italia, con pagamento diretto in loco, rimborsabili e cancellabili fino a 24h prima del nostro arrivo; nonostante questo, il nostro viaggio è andato liscio come l’olio per cui non abbiamo avuto necessità di disdire o rimandare le nostre prenotazioni. Dopo accurate e ponderate opzioni, siamo arrivati a scegliere questi hotels/motels:

LOS ANGELES -> Holiday Inn Express LAX (presso l’aeroporto, con colazione, 108$ per 4 persone per una notte, colazione a buffet inclusa, prenotato direttamente dal sito) -> Best Inn Hollywood (colazione inclusa, 228$ per 4 persone per due notti, prenotato direttamente dal sito)

SAN FRANCISCO -> The Good Hotel (biciclette incluse, 440$ per 4 persone in family suite per tre notti, prenotato direttamente dal sito) OAKHURST ->Best Western Yosemite Gateway Inn (161$ per 4 persone in family suite per una notte, prenotato tramite il sito Travel Now)

LONE PINE -> Dow Villa Historical Motel (76$ per 4 persone per una notte, prenotato direttamente dal loro sito)

LAS VEGAS -> Planet Hollywood Resort & Casinò (134$ per 2 persone per due notti, prenotato direttamente dal sito) -> Vdara Resort & Spa (319€ per 2 persone per tre notti, prenotato dal sito Travel Now)

KANAB -> Holiday Inn Express Kanab (90€ per 2 persone per una notte, colazione inclusa, prenotato da Expedia)

MONUMENT VALLEY -> San Juan Inn & Trading Post (90$ per 2 persone per una notte)

GRAND CANYON -> Bright Angel Lodge & Cabins (86$ per 2 persone per una notte in camera con bagno ma senza doccia, in comune, appena fuori dalla camera)

PHOENIX -> Hilton Garden Inn Airport North (46€ per 2 persone per una notte) Ognuno è libero di fare ciò che vuole e di godersi la vacanza in libertà ed a modo proprio, però se tornassimo indietro riprenoteremmo ancora una volta tutto dall’Italia, in quanto abbiamo scelto con cura i nostri hotels (parte preparatoria del viaggio che a me piace da morire!), li abbiamo prenotati, e se cambiavamo idea annullavamo senza perderci niente. Spesso, soprattutto in prossimità dei parchi e soprattutto nei mesi estivi, gli hotels/motels sono tutti pieni, e non è raro incontrare il cartello NO VACANCY. Per tal motivo, nel caso non si abbia una prenotazione valida, spesso si devono fare anche 40/60 miglia prima di arrivare al paesino successivo ed accontentarsi di ciò che rimane libero. Discorso a parte sono i parchi… a parer nostro, se si vuole dormire dentro è OBBLIGATORIO prenotare, anche con molto anticipo. Noi abbiamo prenotato la camera al Bright Angel Lodge & Cabins del Grand Canyon verso inizio marzo, e già erano terminate le camere con doccia privata; non è stato un disastro averla in comune per una sola notte, ma sicuramente ci siamo accontentati di ciò che è rimasto. Ed era marzo. Non osiamo immaginare chi arriva in loco e trova tutto pieno.

LINKS UTILI

Expedia: http://www.expedia.it/default.aspx Iberia: http://www.iberia.com/it/ American Airlines: http://www.americanairlines.it/intl/it/index.jsp?locale=it_IT Virgin America: http://www.virginamerica.com/ Orbiz: http://www.orbitz.com/ Enoleggio Auto: http://www.enoleggioauto.it/ Car Hire 3000: http://www.carhire3000.com/ Insurance Bookers: http://www.insurancebookers.it/ Holiday Inn Express LAX: http://hiexpresslax.com/ Best Inn Hollywood: http://www.bestinnhollywood.net/ The Good Hotel: http://www.thegoodhotel.com/ Best Western Yosemite Gateway Inn: http://www.yosemitegatewayinn.com/ Dow Villa Motel: http://www.dowvillamotel.com/ Planet Hollywood Resort & Casinò: http://www.planethollywoodresort.com/casinos/planet-hollywood/hotel-casino/property-home.shtml Vdara Resort & Spa: http://www.vdara.com/ Holiday Inn Express Kanab: http://www.ichotelsgroup.com/h/d/6c/1/en/hotel-directory/utah/kanab San Juan Inn & Trading Post: http://www.sanjuaninn.net/the-inn/ Bright Angel Lodge & Cabins: http://www.grandcanyonlodges.com/bright-angel-lodge-408.html Hilton Garden Inn Phoenix Airport North: http://hiltongardeninn.hilton.com/en/gi/hotels/index.jhtml?ctyhocn=PHXANGI Segue…

Pagine: 1 2 3 4

Pin It

Ci sono 25 commenti su “American dreamin’ – West Coast USA – Agosto 2010 (parte 1)

  1. Complimenti ilafabio! Ma soprattutto grazie… grazie perchè con questo racconto e con le vostre foto non eravate da soli, no… c’ero anche io, e immagino che come me ci fossero anche tutti i giramondini che hanno letto questo diario di viaggio!

    Aspettiamo con ansia il seguito… :ok:

    ciao :rose:

  2. che dire…complimenti davvero Ilaria…ho letto tutti i tuoi diari e devo dire che non sono mai noiosi ,anzi si leggono con vero interesse..sei molto brava a trasmettere la tua grande passione,che poi è quella di tutti noi!! forte il pezzo di ruta lee…mi hai fatto morire…complimenti attendo il secondo tempo!!

  3. Bravissima Ilaria, come al solito un racconto piacevolissimo e belle foto :ok:
    Ma sopratutto complimenti per la cura e l’abilità con cui organizzi i tuoi viaggi, riesci a fare cose straordinarie!!! Davvero bellissimo, sono già in preda alla nostalgia!! E’ un viaggio che lascia veramente il segno :wink:

  4. Quando ho letto “fine prima parte” è stato come fare un salto nello spazio e nel tempo: con la mente ero tornata completamente ad Agosto. E grazie per avermi fatto vedere Frisco col sole.
    Su su, avanti col seguito!:serenata:

  5. Che dire leggendo un diario così…trasmetti una grande passione per i viaggi…
    inoltre condivido il tuo stesso piacere nella fase di pre-viaggio come scegliere e prenotare gli hotel..è un preludio al viaggio che già mi dà una grande euforia..
    Complimenti!

  6. Complimenti Ila,bellissimo diario,super dettagliato,utilissimo e divertente!:ok:Belle anche le foto…E’un viaggio che prima o poi vorrei fare anch’io,intanto mi hai coinvolto tantissimo e mi hai fatto sognare…aspetto con impazienza la seconda parte,che prevedo sarà sui parchi…e quindi meraviglioso!

  7. che giro bellissimooo!!! Brava anche nella descrizione molto dettagliata. Io sto cominciando adesso a scrivere un resoconto del mio viaggio, solamente che poichè non mi sono appuntata tutte le spese mica mi ricordo tutto :shock:

  8. ciao, intanto complimenti per le foto e le info.
    ho fatto un viaggio molto simile al tuo, solo che io a los angeles sono arrivata il 10 agosto, le altre tappe molto simili alle mie. A LAX avete soggiornato nel mio stesso hotel, volevo chiederti se per caso ti hanno addebitato qualcosa sulla carta di credito, io mi sono trovata 40 $ e non sono riuscita nè a farmeli rimborsare nè a farmi dare una spiegazione, ovviamente è una piccila cifra, però vorrei capire cosa potrebbe essere. non ho usufruito del parcheggio, nè di piscina nè di paytv.

    grazie alessandra:ok:

  9. Parli dell’Holiday Inn Express Lax o del Best Inn Hollywood?
    Se è per il primo, a noi non hanno addebitato nulla di diverso da quel che avevamo scritto sulla prenotazione… solo 20$ a testa come “cauzione/deposito” che al check-out ci sono stati riaddebitati.

    Se invece fosse il Best Inn… lì ci hanno addebitato (temporaneamente) di tutto… un caos!!!

  10. ilafabio wrote:
    Parli dell’Holiday Inn Express Lax o del Best Inn Hollywood?
    Se è per il primo, a noi non hanno addebitato nulla di diverso da quel che avevamo scritto sulla prenotazione… solo 20$ a testa come “cauzione/deposito” che al check-out ci sono stati riaddebitati.

    Se invece fosse il Best Inn… lì ci hanno addebitato (temporaneamente) di tutto… un caos!!!

    mi riferivo all’holiday Inn, ma chissà cosa ci avranno mai addebitato. grazie di tutto.

  11. una domanda per chi, come voi, è già stato in USA. Partiremo il 5 agosto (siamo due coppie di amici) e a Los Angeles ho già prenotato l’auto, comunicando i nomi dei due “autisti” (io ed il mio amico). Il problema, secondo un conoscente, è che entrambi abbiamo ancora la patente vecchia, quella cartacea, e secondo questa persona all’accettazione dell’autonoleggio vorrebbero (oltre a quella internazionale che farò) la patente nuova, formato bankomat. A voi risulta, questo dubbio mi sta tormentando più dell’organizzazione di tutto il viaggio!!!!!!!!!:x

    Grazie per eventualli risposte “certe!”

  12. Noi non abbiamo avuto problemi di patenti… nel senso che fatalità tutte e 4 le nostre erano formato tessera per cui NON cartacee. Noi abbiamo noleggiato l’auto con Alamo e Dollar e non abbiamo avuto problemi.
    NON avevamo la patente internazionale.
    Che sappia io con le patenti cartacee non ci sono problemi (ti consiglio di vedere la sezione dedicata di questo forum).
    Un appunto: non pagare conducenti aggiuntivi perchè per noleggi che partono dalla California tutti i conducenti sopra i 25 anni sono inclusi (basta presentare la patente).

Lascia un commento

Commenta con Facebook