Creta 2010

CRETA 2010
a cura di Danilo
Partenza: 09/08/2010
Ritorno: 23/08/2010
Compagnia aerea: Czech Airlines
Hotel soggiorno: Korifi Suites Boutique Hotel dal 09 al 16, Alexis Hotel dal 16 al 23
Costo complessivo: 935 €
Autonoleggio: Suzuky Jimmy presa da TouRent 600€ ass.ne completa 2,735 km fatti

CONSIGLI PER LA PARTENZA
Essendo al mio 8° diario di viaggio questa volta faccio una piccola introduzione perché Creta è assolutamente un caso a parte rispetto alle altre isole della Grecia che ho già visitato. La differenza sta assolutamente nella grandezza che gli da il primato di isola più grande della Grecia. In base al tipo di vacanza che volete effettuare Creta vi mette a disposizione tutte le modalità per poter svolgere al meglio il vostro soggiorno, ovvio che per poterlo fare c’è bisogno di anticipare i tempi non solo per trovare posto ma anche per risparmiare. Il mio diario di viaggio più che raccontare il soggiorno di un vacanziero sembra un test di un marines leggendolo capirete perchè.
Data la grandezza di questa isola per chi desidera girarla tutta consiglio di fare tutto da se prenotando solo l’ aereo per poi fare delle tappe e prendere le tantissime rent room che si trovano in giro. Io nonostante ho soggiornato in 2 punti diversi non sono riuscito a vederla tutta. Il mezzo di trasporto più idoneo per Creta è sicuramente l’ auto perché comunque le distanze sono considerevoli. Oltre alla strada principale chiamata main road ci sono strade secondarie ed addirittura mulattiere sterrate per arrivare in alcuni posti e quindi il livello di difficoltà aumenta per chi è alla guida. Inoltre alla stipula del contratto accertatevi che l’ assicurazione sia full ovvero estesa per qualsiasi danno o problema alla vettura, questo elemento è fondamentale. Ci sono tantissime agenzie che affittano auto scooter e quanto altro, io mi sono affidato ad un rent che si trova proprio dentro l’ aeroporto di Heraklion ma ci sono dei ragazzi italiani presenti sull’isola che offrono questo tipo di servizio: Anna & Andrea – xerocamboscreta.com.
Inutile rammentare le solite cose tipo foto e video camera maschera x immersioni ecc…una cosa che dovete assolutamente portarvi altrimenti le dovrete comprare a Creta se volete sono le scarpette x entrare in acqua, in alcune spiagge sono fondamentali. Io le lasciavo fisse in auto così se servivano le prendevo senza starmi a preoccupare.
La cartina di Creta è suddivisa in 4 zone che si sviluppano da ovest verso est e sono: Chania, Rethymno, Heraklion e Lasithi.

09/08 IL GIORNO DELLA PARTENZA
Partiamo da Roma fiumicino alle ore 08:00 con destinazione Praga per effettuare il primo scalo. Con la Czech Airlines non avevo mai viaggiato e al check in l’ hostess di terra combina un casino allucinante, classico problema di overbooking non ha saputo gestire la situazione, noi effettuiamo le operazioni di imbarco con lo speaker dell’ aeroporto che annunciava l’ ultimo avviso che l’ aereo stava partendo. Saliti sull’ aereo dopo neanche 1 minuto è partito…unica nota positiva si viaggia in business class. Il viaggio è stato tranquillo anche se poi tra uno scalo e l’ altro abbiamo aspettato 2 ore, in compenso ci hanno passato 2 volte la colazione. Arrivati ad Heraklion prima sorpresa, i nostri bagagli non ci sono. Impauriti da come eravamo partiti il nostro problema era sapere se almeno le avessero imbarcate le valige oppure fossero rimaste a Roma. Proviamo a parlare con un’ operatrice dell’ aeroporto di Creta ma l’ unica cosa che otteniamo è ritornate domani. All’ aeroporto Heraklion di Creta non c’è un punto informazione per i turisti, ci dicono che loro non possono darci neanche il classico beauty case di emergenza. Usciamo e la prima cosa che facciamo è contrattare l’ auto per il noleggio, strappiamo a 600€ tutto compreso una Suzuky Jimmy una jeep molto comoda che a fine vacanza riporteremo in pessime condizioni. Arriviamo al Korifi Suites Boutique Hotel che si trova a Piskopiano un paesino bellissimo sopra la vivacissima Hersonissos. L’ albergo è molto semplice, come sistemazione di appoggio per dormire può anche andare bene anche se la pulizia della camera non era buona e l’aria condizionata non inclusa nel prezzo come invece c’era scritto. Sistemati alla meglio facciamo un giro per Piskopiano.
PISKOPIANO:
E’ un paesino tipico greco con tante taverne e molti negozietti che vendono sia souvenir che abiti, in teoria dalle 19 alle 23 dovrebbe essere pedonale ma non tutti rispettano questa regola, comunque consiglio una visita di sera con tanto di cena, ho provato le taverne del posto e sono davvero economiche e buone. Scendendo la strada arriviamo ad Hersonissos
HERSONISSOS:
Qui la sera si concentra la movida dei molti turisti presenti a Creta. I negozi lungo la main road vendono tutto con marchi contraffatti, molti fast food e ristoranti turistici. Entrando dentro la strada della movida oltre ai ristoranti pub e negozi ci sono le discoteche. Questa è la parte meno tranquilla di Hersonissos, butta dentro ovunque che ti offrono alcool e quanto altro a costo che tu entri nel locale. La via è trafficata fino alle 6 di mattina.
Per la cena ci fermiamo al ristorante La Scala, non turistico e di buona qualità, la posizione è davvero bella, a un palmo dal mare. Spendiamo 38,90 prendendo graviera saganaky, dakos, delmonico steack (bistecca tenera americana) con patate e verdura e un mix grill con patate fritte. Stanchissimi ce ne torniamo in hotel.

10/08 CNOSSO – IERAPETRA- AGHIOS NIKOLAOS

MUSEO DI CNOSSO: orario 09:00- 18:00 dal lun al sab costo 6€ gratis x studenti che presentano la tessera universitaria.

Partiamo prestissimo per andare a vedere il museo di Cnosso per evitare il caldo e la fila delle persone. Ci sono dei parcheggi accanto al museo se andate presto ne potreste beneficiare. Il museo a mio parere ha una bellezza molto soggettiva, all’entrata ci sono delle persone che si offrono di farvi da guida dietro retribuzione, noi siamo andati senza guida…se ci andate con le giuste intenzioni e quindi sapere tutto ma proprio tutto di questo posto la durata della visita potrebbe essere anche di 3-4 ore, noi dopo quasi un’ora andiamo via, a parte il caldo l’impatto visivo ci ha deluso un po’.
Passiamo in aeroporto x avere notizie sulla valigia ma la situazione è invariata, sconsolati ritorniamo a Piskopiano e pranziamo alla taverna Petros (a conduzione familiare di origini francesi). Prendiamo 2 ottime insalate greche 6,50€ l’una e poi ci rinfreschiamo nel nostro hotel per poi andare ad Aghios Nikolaos.
AGHIO NIKOLAOS: Piccola città che si affaccia sul mare, c’è il porto dove diverse imbarcazioni partono per Sitia e altre destinazioni, di passaggio per arrivare poi a Ierapetra
IERAPETRA: città che offre molto sia di giorno che di sera, c’è il porto dove si prendono i traghetti per Chrissi. Molti negozi e taverne sia sul lungomare che internamente. C’è la spiaggia di sabbia ed un buon mare, di sera è molto particolare. Qui ci rimaniamo fino a tarda serata, ceniamo alla taverna Zorbas, situata sul lungomare facile da trovare, il personale parla italiano, il menù è in italiano, c’è la wi-fi zone gratuita, si mangia benissimo e non si spende molto. Dopo un rapido giretto ritorniamo in hotel (circa 200 km!!!).

11/08 MALIA – PISKOPIANO

MALIA: Piccola città che si trova ad est di Hersonissos, presenta un bellissimo tratto di spiaggia e un mare cristallino, qui c’è molta affluenza di turismo giovanile inglese, ci sono molti negozi locali pub discoteche e parchi divertimenti. Qui di caratteristico non troverete nulla.

Rimaniamo in zona e ci facciamo il primo giorno di mare. Decidiamo di puntare Malia che presenta un bellissimo tratto di spiaggia di sabbia ed un bellissimo mare. Parcheggiamo l’auto nei pressi dell’hotel Malia Beach. Gli ombrelloni presenti sulla spiaggia sono tanti, noi decidiamo di posizionarci nella zona proprio dove c’è l’ingresso per la piscina dell’hotel perché c’è una scogliera che ripara il mare dalla corrente e poi non c’è tantissima gente in quel tratto perché è proprio alla fine della spiaggia. L acqua è davvero stupenda, in questo tratto non è alta se invece ci si sposta verso sinistra si evita la scogliera e ci si può fare il vero primo bagno della stagione. Il costo dell’ombrellone e dei lettini è di 6€. La spiaggia è attrezzata con docce e bar. Per pranzare scegliamo l’ Aeolos bar, ha molte scelte, lo consiglio. Prendiamo una ricca macedonia di frutta con gelato 5,50€ un panino 3,50€ uno yogurt con miele 4,50 € 2 limonate grandi 2€ l’una. Usciti da qui ci facciamo un giro per Malia dove tutto è al servizio del turismo inglese, quasi tutti i locali sono in stile inglese, compresi i ristoranti e i fast food.
Rimaniamo fino alle 18:00 poi ritorniamo in hotel per prepararci alla cena. Rimaniamo a Piskopiano e ceniamo alla taverna David Vegeri, questa taverna sarà quella che per stile, origini,prezzi e modi di fare risulterà essere la taverna greca di Creta migliore che abbiamo provato. In perfetto stile cretese ed a conduzione familiare questa taverna non passa inosservata, arrivati appena in tempo (1 solo tavolo libero alle 20:30) viene portato non un menù ma una specie di lista menù con accanto uno spazio dove bisogna indicare a penna la quantità che si vuole di quella pietanza. I prezzi sono molto bassi poiché non si trattano di vere e proprie porzioni ma di assaggi ma comunque in buona quantià. Vi elenco quello che abbiamo provato: formaggio locale, dakos, meet balls, gamberi, pollo alla piastra e bevande, costo totale 21€. Alla fine vi omaggiano con frutta (cocomero ed uva). La qualità ottima ed anche il servizio è ottimo, cosa da tenere ben presente. Beh questa taverna se siete a Creta dovete per forza provarla!!! Finita la cena facciamo un giretto per questo paese e conosciamo un cretese di nome Apostolo che ha un negozio che vende prodotti tipici come miele, raki, ouzo creme per il corpo e tante altre cose… Ci facciamo una bella chiacchierata con lui, ci offre del raki ed a fine chiacchierata decidiamo di comprare alcune cose. Torniamo in albergo presto per prepararci alla trasferta di domani, la spiaggia di Vai.

12/08 VAI
Questa giornata è interamente dedicata alla spiaggia di Vai, ad estremo nord est di Creta. La sveglia suona presto alle 6:30, prendiamo la new road che ci porta fino a Stia, poi da qui c’è un tratto di strada (sulla cartina è di colore rosso) con indicazioni per Vai ma fate attenzione perché ad un certo punto le indicazioni non ci sono e per essere sicuri che state andando bene dovete chiedere info ai passanti. Arrivati ad un certo tratto di strada troverete un bivio che vi Indica in entrambe le strade Vai, con l’unica differenza che con una strada ci arrivate dopo 13 km, con quell’altra 15, scegliete quella con 15 km (almeno se le strade rimangono così anche dopo che ci sono stato io). La strada per raggiungere Vai è molto brutta qui, è sterrata e la velocità non è mai superiore ai 20 km/h, quindi ci si mette un po’, ma alla fine ci si arriva!!! Noi mettiamo piede sulla spiaggia per le 10:30, orario ideale perché ancora non viene presa d’assalto dai tanti pullman turistici che arrivano verso le 12:00. Cominciamo a fare subito foto e ci scegliamo anche l’ombrellone ( 9 € compresi i lettini, il più caro di Creta). Il tratto di spiaggia libera prosegue poi verso sinistra, inoltre visto le tante palme che ci sono si può scegliere anche l’ alternativa di mettersi sotto una di queste anche se distanti un po’ dal mare. La spiaggia è brecciolino fino bianca davanti agli ombrelloni l’ accesso in acqua è comodo, verso sinistra servono le scarpette. L’ acqua è assolutamente trasparente, consiglio di portarvi la maschera per le immersioni. La spiaggia è attrezzata con docce, bar e ristorante, inoltre percorrendo verso lato ristorante una scalinata della durata di circa 10 minuti si scavalca la montagna e si raggiunge una caletta non attrezzata ovviamente completamente libera. Si può raggiungere anche a nuoto via mare.
Per pranzo prendiamo 2 ricche insalate 2 limonate acqua pane spendendo in tutto 17,50€. Rimaniamo in spiaggia fino alle 18 poi torniamo in hotel per le 20 e ceniamo a Piskopiano alla taverna Kostas & Eilotas situata accanto alla piazza vicino la vecchia chiesa. Anche qui si respira l’aria della vera taverna cretese, prendiamo 2 antipasti, 1 insalata di spinaci, 1 mussaka, 1 calamaro fritto, pane ed acqua spendendo 31€. Qui le porzioni sono normali ed il servizio è ottimo. Ci viene offerto anche qui della frutta. Contenti della giornata trascorsa dopo un giro di acquisti tra souvenir e cosevarie ce ne andiamo a dormire.

13/08 ISOLA DI CHRISSI – GOLFO DI MIRABELLO

Consigli: portarsi le scarpette x entrare in acqua, fare colazione leggera x evitare poi disagi sul traghetto, prendere posto altrimenti poi si riempie subito e fotocamera con molto spazio sulla memoria!!!
Sveglia di nuovo alle 6:30, partenza per l’isola di Chrissi.
Percorriamo la new road fino a Ierapetra, poi da qui prendiamo il traghetto che ci porta sull’isola. Arrivati a Ierapetra parcheggiamo su strada invece di optare per il parcheggio a pagamento nei pressi del porto (3,50€) oppure negli altri parking (2€). Facciamo colazione in un bar sandwechess che si trova nei pressi di una piazza con una statua e dei cannoncini, l’insegna è rossa ci sono i tavoli con le sedie. Cornetti e strudel di mele produzione propria (0,60€) inoltre ci compriamo anche il pranzo qui, delle schiacciate agli spinaci ottime (1,80€). Devo fare una precisazione importante per quanto riguarda il modo di arrivare a Chrissi. Su altre guide avevo letto che c’era uno scafo veloce chiamato Fast boat nautilus che con circa 30 minuti arrivasse a Chrissi. In effetti c’è un ufficio nei pressi del porto (ed anche un sito internet) che pubblicizza anche questa fast boat ma oggi è chiuso e comunque dava solo info senza vendere i biglietti…un mistero questa fast boat…Vabbè, preso atto che l’unico modo per andare è il traghetto prendiamo i biglietti 25€ ( proprio al porto c’è un ufficio informazioni e davanti una biglietteria) per il primo traghetto che parte alle h 10:00 ed arriva a Chrissi dopo circa 1h e 30 con partenza poi da Chrissi obbligata alle 16. Altrimenti c’è ne uno che parte alle 12:30 con ritorno alle 17:00. Il consiglio che vi posso dare è quello di non mangiare prima di salire sul traghetto perché il viaggio non è molto tranquillo, infatti molte persone hanno accusato il mar di mare, considerate che solo la navigazione è di circa 1h e 20 minuti. Noi avendo fatto colazione presto ci siamo salvati. Arrivati sull’isola già troviamo alcune persone che sono sulla spiaggia, sono persone che campeggiano su quest’isola. Accanto alla zona attracco del traghetto c’è una spiaggia con un ristorante ma se andate verso il sentierino alle spalle del bar dopo circa 400 mt c’è la golden beach vero paradiso terrestre…e qui cominciate a dire…Beh venire a Creta è stata una scelta fantastica!!! Spiaggia fantastica bianca attrezzata con un bar che vende panini cocktail e frutta, mancano le docce ma in compenso il mare è un qualcosa di indescrivibile…non crederete a quello che vedrete…i colori del mare sono fantastici ed unici. Ci posizioniamo sotto uno degli ombrelloni che consiglio di prendere assolutamente (10€) e poi ci facciamo un bagno di circa 1 ora. Siamo stati fortunati che oggi c’è pochissimo vento ( costante a Chrissi) infatti poi nel pomeriggio ha cominciato ad alzarsi sempre di più. C’è anche la possibilità di mettersi sotto gli alberi o di mettersi nella spiaggia libera ma il sole ad una certa ora è devastante!!! Alle 16 riprendiamo il traghetto che ci riporta a Ierapetra, al ritorno ci fermiamo nel golfo di Mirabello ed apprezziamo la Voulisma Beach. Questa spiaggia oltre ad essere bellissima è la più attrezzata che ho visto a Creta, addirittura aveva la cabina x il cambio vestiti, oltre che alle solite cose. Rimaniamo fino alle ore 19 poi ritorno in hotel e cana a Piskopiano al ristorante che non ricordo il nome perché non me lo sono scritto ma che comunque si trova davanti al ristorante Ariadni. Ambiente curato,carino, si mangia bene ed ha anche la wi-fi zone. Prendiamo un’ insalata greca, 1 porzione da 8 di involtini in foglia di vite, chicken sovlaky, filetto alla crema di funghi coca cola acqua pane e ciskake con gelato costo totale 42€. Qualità e servizio ottimi. Giretto a Hersonissos poi ritorno in hotel.

14/08 ZAKROS – XIROCAMBOS – AMATO – ZIROS – MESA APIDI – EXO APIDI – ARMENI – ETIA – GOUDOURAS

Sveglia tarda questa mattina x recuperare qualche ora di sonno, dopo un’ abbondante colazione si parte per un fantastico tour di Creta che parte da nord-est fino ad arrivare ad estremo sud-est e poi convergere verso ovest fino poi a ritrovarsi a Ierapetra e tornare indietro…circa 8 ore di auto e più di 640 km fatti!!!
La parte della regione Lasithi è quella meno sfruttata dal turismo di massa e dai grandi colossi che piantano giganteschi ecomostri in prossimità delle spiagge…qui è tutto molto brullo e selvatico…a tratti incontriamo bellissime coste interamente deserte con dei colori pazzeschi, molti km di rocce bagnate dal mare e fantastici panorami che scorgono dalle montagne quando la strada sale. La prima vera tappa la facciamo a Zakros, dove di fermiamo anche a pranzare alla taverna Nikolas Platanakis, facilissimo da trovare, prendiamo due insalate una greca una di tonno, acqua caffè 15€. Qui non c’è praticamente nulla, spiaggia libera misto rocce brecciolino totalmente minimalista, quindi dovete attrezzarvi voi. A ridosso della spiaggia una strada chiusa dove accoglie la taverna ed un bar e dall’altro lato della strada uno spiazzo enorme adibito ad area camping interamente occupata da francesi e forse qualche tedesco. Ci godiamo il riposo poi partiamo in direzione Xerocambos ma purtroppo non troviamo le indicazioni per arrivare ad una spiaggia che avevamo letto e che ne parlavano bene, qui ci sono gli italiani conosciuti via mail che hanno un rent car. Ci fermiamo poco prima di Amato, piccolissimo paesino con 4 case in perfetto stile cretese dove troviamo una piccola insenatura con spiaggia bianca ed un mare bellissimo…la cosa che ci spinge di più a fermarci qui è che nonostante sia abbastanza grande questo tratto ci sono circa 8-10 persone in tutto alle 14:30. Parcheggiata l’auto in prossimità della spiaggia ci mettiamo sotto l’ombra di un albero e poi meritatissimo bagno…
Riprendiamo il viaggio dopo una bella dormita sotto l’albero e mentre convergiamo verso ovest incontriamo molte capre kri-kri arrampicate sulle rocce e una piattaforma x atterraggio di elicotteri. Poco distante l’esposizione di un aereo caccia della seconda guerra mondiale. La strada per ritornare a Ierapetra non è la main road, qui incontriamo una provinciale che scavalca tutte le montagne…panorami fantastici…addirittura notiamo la presenza di piccoli falchetti che sorvolano un cielo azzurro chiaro… Arriviamo a Ierapetra dopo aver incontrato moltissimi paesini davvero caratteristici, qui si trovano molte case che producono vino miele yogurt formaggi tutti rigorosamente fatti in casa…questo posto è davvero il cuore pulsante di Creta. Torniamo in hotel devastati…ma non è ancora finita…doccia rapida in hotel e cena a Piskopiano al ristorante Ariadni, 2 coca cole giganti, 1 acqua, 1 riso con verdure, 1 porzione di carciofi ai 4 formaggi, 1 pesce spada alla griglia con contorni ed una pizza margherita a 33€. Il posto e la qualità del cibo ottimi, il servizio ahimè un po’ meno, causa la lentezza nel portarci le cose da mangiare e poi i camerieri un po’ troppo informali che fumano in bella vista e poi servono ai tavoli…non è una cosa bella da vedere. Torniamo in camera distrutti…ma a dormire non ci andiamo…la destinazione per la serata è discoteca Amnesia ad Hersonissos. Dal nostro hotel dista circa 5 minuti, parcheggiamo e ci tuffiamo nella movida notturna….nella strada dove ci sono tantissimi discoteche pub locali e fiumi di cocktail…Rimaniamo fino alle 03:00 poi il fisico non ci sostiene più e crolliamo… quindi ritorno in hotel a riposarci!!!

15/08 VULISMA BEACH (spiaggetta accanto alla Vulisma)

Ci svegliamo molto tardi per recuperare le forze esaurite ieri…ci prepariamo ed andiamo a farci una giornata intera di mare accanto alla rinomata Vulisma beach. Più di una volta ci è capitato di vedere dalla macchina una piccola insenatura con pochissimi ombrelloni accanto alla Vulisma…ma non ci era chiaro se fosse accessibile e come arrivarci…Beh…questa mattina abbiamo scoperto tutto!!!! Arrivati a Vulisma ci facciamo un pezzo di strada a piedi per capire come scendere con l’auto…alla fine vediamo che c’è una mulattiera bruttissima ma il posto ne vale davvero la pena…ci facciamo questa orribile strada con la macchina…parcheggiamo e arrivati sulla spiaggia ci accolgono 3 bellissime sorprese…
1) il mare è incredibilmente bello anche se i turisti cretini ci gettano di tutto purtroppo…
2) ci sono in questa spiaggetta mista ciottoli brecciolino solo 8 ombrelloni…
3) ci si poteva arrivare comodamente parcheggiando nell’area Vulisma beach, passare comodamente su questa spiaggia, farsi solo qualche metro sui sassi ed ecco arrivati qui senza rischiare la vita con l’auto a scendere dalla mulattiera!!!
Ebbene si…è inutile farsi l’ammazzata e scendere con l’auto…io non lo sapevo…credevo che le 2 spiagge fossero staccate tra loro…anche perché vedevo il via vai di auto scendere la mulattiera…bene..ora che lo sapete voi siete privilegiati e vi risparmio una fatica non da poco, credetemi!!!
Comunque ritornando a questa spiaggetta, oltre ad essere davvero minuscola…quindi nel pomeriggio il mare arriverà sotto il vostro lettino (6€ compreso ombrellone)…c’è davvero molta privacy e non il solito casino da spiaggia…si stava davvero bene!!! Consiglio le scarpette perché entrare in acqua altrimenti è difficoltoso…consiglio anche la maschera per le immersioni….tutta la parete rocciosa che è sulla destra richiama molti pesci!!! Davvero bella!!! Qui non ci sono le docce però, c’è solo un camper attrezzato da bar gestito da una coppia di signori a prezzi ragionevoli…altrimenti si raggiunge la Vulisma beach per il bar e per la doccia!!! Rimaniamo per tutto il giorno qui poi verso le 18:00 stanchi ritorniamo in hotel per preparaci alla cena.
Decidiamo di andare in un posto che credo forse solo uno o due turisti ci saranno andati a mangiare in questo posto…lontano dal caos e dalle grandi masse turistiche…il nome della taverna non lo saprò mai perché era scritto in greco ma con le indicazioni ci si arriva. Questa taverna si trova a Milatos, da Heronissos prendere la strada old road che va verso Malia…poco dopo troverete il cartello Milatos dopo circa 300 metri sulla sinistra c’è una taverna nel nulla…io l’ho scoperta perché tutte le volte che andavamo verso est la notavo!!! Beh che dire…dei prezzi irrisori neanche ne parlo…la qualità e la bontà del cibo è davvero fantastica…prendiamo 2 insalate e poi una portata di costolette di agnello cotte alla brace e pollo alla piastra condite con patate e altra insalata…bevande e pane 23 €!!! Il posto come già detto non offre nulla..infatti finita la cena ritorniamo ad Hersonissos per andare al New York, Camelot ed Amnesia, le migliori discoteche presenti a Creta!!!!

16/08 RETHIMNO – CHANIA

Oggi è il giorno della partenza…abbandoniamo l’est di Creta per dirigersi ad ovest nella zona Chania…Il viaggio nonostante siano 150 km circa è abbastanza lungo e noioso…la strada ad un certo punto è tutta curve e si rallenta molto…per fortuna la compagnia, la musica e qualche bel panorama rende il tutto meno strassante…
Durante il tragitto…facciamo una sosta e ci fermiamo non a caso a Rethimno…descritta da molti come una città molto bella e particolare…
RETHIMNO è davvero bella perché offre moltissimo, il mare sinceramente non l’ho visto però ci ho notato molti tratti di spiaggia attrezzati con sabbia quindi dovrebbe meritare. La città è in stile antico con una moschea, il porto con i vari riferimenti storici ed un bellissimo lungomare che accoglie anche molti locali ristoranti e pub…
All’interno della città tantissimi negozi che vendono molte cose anche tipiche locali…da segnalare alcuni artigiani che lavorano il cuoio, una ragazza che scolpisce a mano su pietre e signore che ricamano tovaglie e tanto altro…
Io qui ho fatto degli ottimi acquisti. Per pranzo ci fermiamo in un bar molto fornito…chiamato Salvador, prendiamo un’ insalata abbondante di gamberi, un panino, lo yogurt con amarena e bevande spendendo 9,90 €. Ripartiamo verso Chania dove arriviamo per le 18:00. Ad attenderci in Hotel ( Alexis Hotel) una bellissima sorpresa…l’aria condizionata rotta…ci dicono di aspettare 20 minuti (diventeranno 1h e 20) per la riparazione. Questo hotel abbastanza carino aveva per fortuna la connessione internet gratuita ma solo nella hall, quindi aggiorniamo via mail i nostri familiari di come procede la vacanza…
CHANIA: Città che domina la zona ovest di Creta…non per il mare ovviamente ma per le tante cose che offre…è proprio una vera e propria città, molto grande e molto trafficata…
Io ci sono stato per una settimana e devo dire che di sera girare per i vicoli di Chania è davvero rilassante, si incontrano molte persone e comunque dati i tantissimi negozi…posso dire almeno di averli visti tutti… C’è la zona della città vecchia, poi il lungomare e la zona nuova diciamo di Chania…quella che propone molti negozi di catene di abbigliamento importanti…A differenza di Hersonissos qui gli oggetti contraffatti non si trovano, poi più tipica e meno turisticamente presa d’assalto da inglesi e nordici.
Il centro è totalmente pedonale a qualsiasi ora, i parcheggi ci sono mala sera non è sempre facile trovarlo, prestare molta attenzione a come si parcheggia…abbiamo visto una sera dei vigili che invece di fare contravvenzioni toglievano le targhe delle auto parcheggiate in divieti di sosta, qui si usa fare così…quindi poi non si può neanche circolare!!!
Di sera è molto caratteristica, il faro Veneziano che domina il porto è illuminato e svetta su tutti…dando luce ai tantissimi ristoranti e locali presenti in questa zona. Noi per la cena scegliamo un locale che ci aveva colpito…sia per il posto che per il menù di 10 pagine…incredibile ma vero…poi hanno ogni menù per ogni lingua…e soprattutto poi dopo veniamo a scoprire che è anche per metà di un’italiana ed infatti il personale, non tutto parla italiano. Il ristorante si chiama Pelagos e si trova facilmente…diciamo che in linea d’aria e davanti al faro…Mangiamo di tutto e di più a base di pesce: gamberi in salsa d’olio, risotto ai frutti di mare, buonissimo, linguine ai frutti di mare al pomodoro, patate al cartoccio, bevande e pane 39€. La qualità del ciboe del servizio ottime…anche se però un’acqua minerale costa 5,50€ e un’acqua naturale 1,50€!!!! Stanchissimi facciamo un rapido giretto dando appuntamento a Chania a domani sera per un giro molto più completo.

17/08 STAVROS

Partiamo alla scoperta di questa spiaggia non molto distante da noi…Le indicazioni ci sono fino ad un certo punto poi cominciano a scarseggiare.
Con un po’ di fatica arriviamo a destinazione ed a primo impatto ci sembra un posto davvero magnifico…infatti lo è ma ciò che lo rende particolare è l’enorme montagna che in pratica ripara questa baia. La spiaggia è attrezzata con ombrelloni 5€, docce, bar ristorante ed anche una cabina per cambiarsi. Il parcheggio è ampio. L’ acqua è limpida con presenza di molti pesci,il fondale sabbioso. Pranziamo velocemente al bar ristorante Mama’s dove prendiamo una porzione di spinaci pies, trittico di bruschette, 2 insalate e bevande spendendo 22 €. Finito il pranzo ritorniamo in spiaggia e ci rimaniamo fino alle 19:00. Doccia veloce in hotel poi cena al centro di Chania al ristorante Mesostrato. Questo ristorante è protetto dalle mura quindi non passa aria, inoltre non c’è divisione tra fumatori e non quindi se avete problemi ve lo sconsiglio…il giudizio finale non è soddisfacente per una serie di motivi tra cui il servizio. La qualità del cibo era buona.
18/08 FALASARNA BALOS

Sveglia puntuale alle 6:00 direzione Falasarna. Come al solito i cartelli scarseggiano, x fortuna poi chiedendo qualche info troviamo la strada giusta. Anche x la spiaggia le info scarseggiano…comunque ci arriviamo lo stesso ma il mare è incredibilmente mosso. Il posto è sicuramente fantastico, anche dalle testimonianze raccolte dagli altri diari…
Percorsi 60 km decidiamo di non renderli inutili e quindi prolunghiamo la gita direzione Balos.
X Balos vi consiglio di attrezzarvi con scarpette, cappello, pranzo al sacco e foto/video camera.
Ci sono2 modi x raggiungere Balos:
1) con la propria auto percorrendo la strada normale e poi circa 7 km di mulattiera sterrata davvero brutta,poi parcheggio in uno spiazzo e 10-15minuti a piedi con tanto di scalini (il ritorno ragazzi è davvero stancante, se avete problemi di pressione o cali di zuccheri evitate!!!)
2) con il battello, sicuramente più comodo e meno stressante però anche qui ci sono dei lati negativi:
A) quando si arriva alla spiaggia già ci sono molte persone e quindi x le foto è un peccato, poi anche x il posto è difficoltoso visto che gli ombrelloni a disposizione sono pochi (circa 40 ombrelloni in tutto al costo di 5€ davvero pochissimo)
B) arrivando verso le 13:30 si riparte alle 16:30 troppo poco
Io ho fatto il fai da te e dopo aver distrutto la Jimmy appena scollino la parte di montagna che copre il mare i miei occhi vengono a contatto con un paesaggio che sconfina di tanto con l’immaginazione e la realtà….non credo ci siano parole x descrivere Balos…i suoi colori le sue emozioni e tutto ciò che ti avvolge quando sei su quella cima…scendendo le scalette si entra sempre di più in contatto con questo paradiso impossibile…Di sicuro arrivando con il battello questa sensazione non credo che la potreste vivere…
Quel posto tanto sognato e visto sulle cartoline finalmente è intorno a me, sotto di me, dentro di me…
Solo in 2 ore arrivo a scattare 100 foto…sono impazzito perso di Balos ragazzi…La spiaggia è attrezzata con pochi ombrelloni e una taverna che dista circa 1 km a piedi dalla spiaggia. Inutile scrivere com’è il mare o cose simili…unico neo la tanta sporcizia lasciata dai turisti…
Ripartiamo verso le 16:30 perché comunque il ritorno sarà molto lungo e faticoso…Al ritorno in hotel dopo una grande doccia andiamo a Chania a cenare al ristorante Tamas che avevamo prenotato ieri. Ottimo ristorante ed anche il cibo. Data la stanchezza dopo cena ritorniamo in hotel a riposarci.

19/08 FALASARNA
Riproviamo dopo il tentativo di ieri a visitare questa fantastica spiaggia…Devo ammettere che la scelta di tornare ci ha premiato, posto fantastico e mare strepitoso…io rimango basito per tutte queste spiagge stupende della Grecia…Il consiglio è quello di andarci assolutamente sperando che il tempo vi assista!!! Spiaggia attrezzata con le solita cose.
Ritorno di sera a Chania, cena al ristorante Anfora nei pressi del porto, mangiamo bene tutto a base di pesce spendendo poco.

20/08 ELAFONISSI

Sveglia prestissimo…ci avventuriamo per esplorare una delle spiagge più belle e chiacchierate dell’isola. Arrivarci è abbastanza facile, anche se la strada ad un certo punto è a doppio senso e quindi la velocità si abbassa notevolmente. Il parcheggio è abbastanza accogliente e se potete andateci presto x prendervi il posto all’ombra. Ci sono sia bar che market quindi per il mangiare non c’è problema. Il paradiso che vedrete quando arrivate sulla spiaggia è un qualcosa di indescrivibile…sfido chiunque a trovare delle parole per spiegare la tanta bellezza di questo posto…dal 2005 parco nazionale. Il costo dell’ombrellone è di 7€, i prezzi del bar invece sono abbordabilissimi e la cosa è da sottolineare.
Rimaniamo fino alle 17:00 poi come sempre avviene già dalle 12 il vento aumenta sempre di più, il consiglio che vi do è quello di prendere l’ombrellone del posto invece di andare con il proprio…il vento ve lo farà volare sicuro.
Torniamo nei pressi del nostro hotel e ceniamo vicino al porto prendendo tutto a base di pesce.

21/08 VLATOS MILIA PLATANIAS GERANI

Oggi giorno di riposo, ci svegliamo tardi e decidiamo di farci un giro per vedere i paesi Vlatos e Milia. Nel percorso x arrivare in questi paesi notiamo altre frazioni molto caratteristiche di 10-20 abitanti…che vendono anche miele formaggi e ricotte rigorosamente produzioni artigianali fatte in casa. Pranziamo in un ristorante dove si mangia benissimo a Vlatos chiamato
Taverna Platania…si trova a bordo strada immerso nel verde…tipo agriturismo. Ritornando indietro ci fermiamo a vedere altri paesini vicino Chania, come Gerani e Platanias (ci sono vari paesi sparsi x Creta di nome Platanias) molto carini e caratteristici anche se troppo turistici. Prendiamo da mangiare al Crazy taste a Platanias.
La cena invece a Chania da Pelagos x i saluti finali…

22/08 CHANIA AGIA MARINA

Primo giorno di maltempo ma oramai la vacanza è terminata quindi facciamo un giro di giorno per Chania mai vista alla luce ed Aghia Marina…

23/08 RETHIMNO RITORNO A ROMA

Lasciamo l’hotel e andiamo a Rethimno, paesino già visto. Ci facciamo un giro e pranziamo qui prima di raggiungere l’aeroporto per il ritorno a casa.

CONCLUSIONI

Nonostante i tanti km percorsi e la molta energia accumulata e spesa per questa vacanza non posso dire di aver visto tutta Creta…effettivamente se mi organizzavo diversamente con hotel e pernottamenti avrei risparmiato molto tempo. Creta è fantastica offre moltissimo e chiede moltissimo, indubbiamente per molti versi è una vacanza che non dimenticherò per nessun motivo, poi ogni vacanza che termina nei modi migliori si dice sempre che ci si lascia un pezzo di cuore…nel mio caso a Creta ci ho lasciato molto di più di un pezzo di cuore ma non ho la nostalgia perché tanto ci ritornerò…

Pin It
Tags:

Ci sono 3 commenti su “Creta 2010

Lascia un commento

Commenta con Facebook