Fihalhohi. La vacanza perfetta.

LA VACANZA PERFETTA
FIHALHOHI, MADIVE 1/9 GENNAIO 2011

E’ tra Febbraio e Giugno 2010 che il nostro sogno prende forma. Siamo in 13 viaggiatori, di cui 4 ‘giramondini’.
Si comincia con la prenotazione diretta dei voli presso la Qatar Airways: partenza 1/1/2011 rientro 9/1/2011. Opzionando i voli con largo anticipo, si possono trovare discrete offerte: qualcuno paga 650 euro, qualcun altro 860. Ma tant’e’. I voli sono nostri.
Dopo mesi e mesi e mesi di accordi, prenotazioni, telefonate alla Thomas Cook Reiseburo a Bressanone ecco che poco prima di Natale ci arrivano i sospirati vouchers per Fihalhohi, Atollo di Male Sud, Maldives.
La partenza del gruppone e’ prevista per il giorno di Capodanno, chi da Milano, chi da Roma. Solo Federica e marito. partiranno il giorno dopo.
Alle 10 del mattino parto da casa e mi reco alla Stazione Centrale per prendere il Malpensa Express che arriva all’aeroporto alle 12,30 dove, come d’accordo, trovo Gianni e consorte.
Facciamo colazione, compriamo due giornali e siamo al check-in della Qatar Airways, destinazione Doha, Qatar.
Breve coda, pesatura valigie ed eccoci con in mano le carte d’imbarco.
Si sale! L’aereo, un gigantesco Airbus 330 ha un load factor del 100% (cioe’ e’ tutto pieno come un uovo)….io mi ritrovo nei sedili centrali con 2 indiani affianco. Quello piu’ vicino a me, mannaggia a lui, e’ un ragazzo che dall’odorino che emana, credo abbia fatto una pucciata in una delle peggiori lozioni mai sentite. Avro’ la nausea per 6 ore. Vabbeh….
L’aereo si immette sulla pista, accelera e…….take off! Viaaaaa, siamo in aria.
Subito le assistenti di volo, tutte carinissime, molto eleganti nelle loro divise viola, iniziano a fare su e giu’, prima con caramelline e fazzolettini rinfrescanti, poi con le cuffie, poi con una salvietta umida per lavarsi le mani prima del pranzo – discreto.
Nel frattempo, sul sedile di fronte c’e’ un bello schermo con il quale comincio a ‘pasticciare’: c’e’ musica, film, cartoni animati, tv satellite, informazioni geografiche e informazioni sul volo.
Tra i film in programma, parecchi sono di primissima visione, come Megamind, Mangia Prega Ama, The Social Network, e altri ancora.
Inizio a guardarmi Megamind che non avevo visto. Carino molto. E intanto siamo gia’ fuori dall’Europa, forse sopra la Turchia o giu’ di li.
Le ore scorrono abbastanza veloci. Il volo e’ tranquillo. Mi guardo un altro film. Sotto di noi il deserto arabo.
Siamo in dirittura d’arrivo.
Doha ci accoglie alle 22,30 ora locale. Si scende!
Solita trafila ai detector, controllo passaporti ed eccoci in aeroporto dove, purtroppo mi tocchera’ passare la notte.
Gianni e Mariagrazia, fortunelli, avendo opzionato il volo a Febbraio scorso hanno invece la connessione per Male’ solo due ore dopo.
Nel frattempo arriva il gruppo siciliano da Roma: Franco, Patrizia, Federica, Alberto, Ezio, Marialuisa, Andrea e Silvia. Baci e abbracci.
Cominciamo ad esplorare l’aeroporto (che alla fine della vacanza, conoscero’ quasi come le mie tasche).
L’aeroporto di Doha e’ carino, piccolino, molto trafficato. Scendiamo, saliamo, riscendiamo, facciamo piu’ di una visita al duty free e alla fine ci ‘sistemiamo’ alla bell’e meglio sulle sedie di fronte al desk da dove partira’ il nostro volo la mattina dopo alle 7,30.
Lo scalo lungo e’ un po’ noioso e scomodo. Chiediamo alla Oryx Lounge se c’e’ posto, ma ci rimbalzano fino alle 2 di notte…. Diamo un’occhiatina all’interno e non ci sono chaise long, solo poltroncine, pertanto ne facciamo anche a meno, visto che costerebbe 40 dollari a persona
Quindi totale bivacco: chi si sdraia come puo’, chi dorme in piedi, chi con la testa a penzoloni, chi non dorme affatto. Fatto sta che arrivano le 4 di mattina e decidiamo di fare una bella colazione al Costa Coffee che presenta cornetti giganti e caffe’ all’italiana. Ottimo.
Alle 6,45 apre il check in e ci precipitiamo al desk.
Eccoci finalmente sul volo per le Maldive che arrivera’ a Male’ alle 14,30 ora locale.
Ci accoglie una temperatura stupenda….
Altro disbrigo di pratiche doganali, controllo bagagli e immigrazione e, finalmente, abbiamo il timbro delle Maldive sul passaporto.
Usciamo dall’aeroporto e attendiamo la nostra barca veloce che ci portera’ a Fihalhohi.
L’attesa e’ un po’ piu’ lunga di quanto pensavamo…cosi’ cominciamo a goderci il calore maldiviano la’ al porto.
Poi finalmente eccolo: saliamo sul motoscafo con tutta la nostra mercanzia e in 40 minuti di traversata nel mezzo dell’Oceano Indiano, arriviamo alla META.
Orario: + 5 ore rispetto all’Italia.
Siamo a FIHALHOHI, siiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!
Breve accoglienza con un drink, un the e qualche tramezzino, ci consegnano le chiavi dei bungalow e finalmente ci possiamo togliere i maglioni, le scarpe e i calzettoni invernali. Infiliamo i costumi che toglieremo solo il 9 gennaio.
Questo E’ il paradiso.
L’isola e’ piccolina e deliziosa, con una natura lussureggiante. Ci sono centinaia di palme da cocco con tronchi altissimi e molte con tronchi piegati quasi fino a terra.
Fihalhohi e’ piena di cornacchie e aironi.
Ma il mare tutt’attorno e’ il gioiello prezioso di questo piccolo territorio sabbioso. Un lato dell’isola presenta un lato piu’ ventilato, un altro lato risulta leggermente piu’ scoglioso (e risultera’ infatti quello piu’ ‘abitato’ dalla fauna marittima) e poi ….la nostra spiaggia: quella a ovest, dove tramonta il sole.

Sara’ li’ che trascorreremo le nostre giornate, spaparanzati sui lettini fino alle 7 di sera.

Marchiamo il territorio: quella fetta di spiaggia sara’ praticamente solo nostra.
I nostri vicini sono i ragazzi degli sport acquatici: un gruppetto di ragazzotti maldiviani che sudano cosi’ tanto a lavorare che secondo noi, loro il Maalox non sanno nemmeno cosa sia.
Di certo non sono stressati.
Hanno un’amico curioso: il pappagallo Duke che parla e dice ‘Hallo’, how are you?’…troppo simpatico. Restiamo tutti estasiati a vedere Duke che si sbuccia, con becco e zampine, le noccioline, i pistacchi e gli anacardi che avevamo acquistato a Doha.
Le nostre giornate sono cadenzate dalla colazione (circa alle 8,30 del mattino), dal pranzo (verso le 13) e dalla cena (verso le 20,30). Tutto il resto della giornata lo passiamo al mare….chi ad abbronzarsi, chi a fare snorkeling. E cosi’ sara’ per tutta la settimana.
Il ristorante e’ carino, affollato, ma senza ressa. I pasti sono buoni tutti, tutti i giorni e sfido chiunque a dire che li’ si mangia male. Abbiamo mangiato bene. Le bevande, compresa l’acqua sono a pagamento. Una bottiglia d’acqua naturale da 1,5 lt. Cosa 2,5 USD. Quella frizzante 1 litro, cosa 4,5 USD. Drink analcolici sui 5 USD. Drink alcolici 8 USD. Birra Corona in bottiglia 4,5 USD. Tanto per dare dei dettagli. Alla fine io paghero’ circa 60 USD di bevande in totale.
Il 3 Gennaio arrivano appunto anche Federica e Curzio che, insieme a Gianni e Mariagrazia, soggiornano nei bellissimi bungalow overwater.
Li’ da loro andiamo a bere il caffe’ dopopranzo (ci siamo portati la moka dall’Italia – dato che il caffe’ maldiviano non e’ il massimo). Bere il caffe’ seduti in veranda sopra l’acquario dell’oceano indiano e’ una delle esperienze piu’ sensazionali mai provate.
Una cosa simile mi era capitata solo in una posada messicana a Tulum….cibo italiano, tracce di tartarughe sulla spiaggia, luna su nel cielo e distesa di mare cristallino tutt’attorno.
Da brivido.
Sull’isola e’ anche presente una piccola e deliziosa SPA dove, a turno, abbiamo tutti lasciato un nostro obolo per ‘godere’ di un rilassante massaggio balinese che ci ha rimesso in sesto. Costo del massaggio 60 USD tasse comprese.
E poi il mare…..stupendo, caldo, accogliente, cristallino, infinito….una macchia d’azzurro, turchese, blu, verde smeraldo. La perfezione.
I pesci e tutto il mondo subacqueo la fanno da padrone, qui.
I miei compagni si dilettano in spedizioni giornaliere di snorkeling alla ricerca dei pesci piu’ belli, piu’ strani, piu’ colorati, piu’ temibili.
Ne vedranno (ne vedremo) davvero davvero tanti. Non per niente questa e’ una delle barriere coralline piu’ famose al mondo. Peccato solo che il Nino, ed anche lo tsunami del 2004 abbiano distrutto molto corallo che ora si trova tutto spezzettato sul fondale.
Patrizia trova due coralli bellissimi: uno bianco e uno nero che verranno immortalati dalle nostre fotocamere piu’ e piu’ volte.
Scattiamo foto a raffica, fotografiamo tutto, ogni centimetro, ogni palma, ogni pesce, ogni riflesso sul mare, ogni granello di sabbia, mille fotogrammi dei tramonti….
Per non scordare niente, per ricordare ogni dettaglio, per far si che queste splendide giornate di una vacanza perfetta, restino a lungo nei nostri cuori.
Bye bye….

Pin It

Ci sono 26 commenti su “Fihalhohi. La vacanza perfetta.

  1. Wow!!!!…meraviglia delle meraviglie !!! Potevi mettere delle foto del gruppetto pero’…:)…magari tutti con il caffè in veranda:D:D…anche se quelle che hai messo sono a dir poco stupende…..
    Bravi, complimenti!!

  2. Grazie a Ely e Brusen.
    Facile fare belle foto alle Maldive……:)
    Molte grazie per il commento sulla scrittura scorrevole.

    E un grazie grande grande alle mie amiche Cris, Elly, Wanda, Robi…:bacio::bacio::bacio:

  3. …ma ti sei fatta dare il nome del “profumo”:shock:… poteva essere il regalo “perfetto”, per allontanare qualche spasimante di troppo:D:D

    Brava Gabri… sei arrivata UNO… e gli altri che fanno :o dormono sulle frasche!!!!!

    P.S. Menzione speciale per le foto… b e l l i s s i m e!!!:wink:

  4. Bravissima Gabry :ok:
    ho letto tutto d’un fiato ed ancora mi tornano in mente i bei momenti che abbiamo passato :serenata:

    la cosa che condivido di piu’ e’ proprio il titolo del diario : la vacanza perfetta :serenata::serenata::serenata:
    speriamo di poterla ripetere prima o poi :rose:

  5. Che posso dire:o??????????? Ah, si, ecco:yeah:: IO C’ERO:cattivo::D!!!!!!!!!!! E quindi non posso che applaudirti e quotarti….grande!!!

    Da64 wrote:
    Brava Gabri… sei arrivata UNO… e gli altri che fanno :o dormono sulle frasche!!!!!

    Arriviamo, arriviamo….abbi fede:wink:

  6. Mamma quanti commentiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!
    GRAZIE. CHE CARINI.

    Allora: Adriano, Dani, Alesk, GianniCapo, Federica….qualcuno si sara’ riconosciuto in tutto cio’. E’ stata proprio una vacanza perfetta e vi voglio bene tutti chi c’era e chi non c’era.

    Daniela, sono arrivata UNO come dici tu solo perche’, nel rimettere a posto le foto, le parole mi sono uscite di getto….

    Ariari….ti giuro che l’indianino si era fatto il bagno della brillantina Linetti (indiana, pero’…)
    Rubia….cara la mia amica amante del Mex! anche tu lo stesso problema sul volo?? ah, andiamo bene!
    Mike, tesoro santo ma ciaaaaaaooo….visto dove sono andata? smuack smuack e grazie per il commentino

    Ilafabio: hai ragione. Stamattina qua a MIlano faceva freddissimissimo e, come ho aperto il portone di casa per uscire, ho proprio detto: pensa un mesetto fa dov’ero….
    Grazie. Un bacione.
    A voi com’e’ andata a Monaco? Avete brindato con birra wurstel e crauti?:ok:

  7. @Scherma.
    Infatti l’ho pensato….
    ‘chi va alle Maldive a Capodanno….ecc ecc’

    grazie per i complimenti:bacio:

    @Mamanu
    ma quanto hai ragione? voglia di mare SEMPRE!:rose:
    questo mare, poi, e’ davvero uno spettacolo.

Lascia un commento

Commenta con Facebook