Ibiza con la piccolina

Dopo diversi mesi di stop ai box dai viaggi abbiamo deciso nonostante tutte le varie Cassandre di partire con la nostra piccola bimba di 6 mesi. Tanto per non far preoccupare i nonni decidiamo una meta balneare la movimentata ibiza e la rilassante formentera.
Non vi dico i commenti di tutti i conoscenti. Non credo di esagerare dicendo che senza i pareri di altri genitori presenti nel sito del giramondo forse non saremmo più partiti.
Il volo ha un prezzo ridicolo 24 € A/R in due + la quota bimba fissa di 40 €.

La macchina l’abbiamo presa direttamente con il sito e-noleggio ed all’aeroporto era pronta per noi una nuovissima seat ibiza diesel con appena 750 Km. Girare l’isola è molto semplice per cui subito prendiamo confidenza con le varie strade e ci dirigiamo verso il Coral Beach Hotel che si trova a Es Canar zona molto tranquilla e adatta a famiglie:cool:. L’albergo prenotato con il sito www.booking.com è costato veramente poco (350 € una settimana senza colazione) ma si è dimostrato veramente confortevole. A pochi metri dall’hotel ci sono due mini market, negozi di souvenir e la bellissima spiaggia di Cala nova dove abbiamo passato il nostro primo pomeriggio a ibiza. Inutile dirlo che la vacanza ha ritmi diversi rispetto alle precedenti perché dovevamo coniugare le esigenze del bebé che ad orari precisi gradiva la pappa con i nostri ovviamente dando precedenza alla piccola. Basta organizzarsi e tutto diventa anche divertente. Siamo riusciti a fargli fare il bagno a mare che inizialmente guardava con diffidenza e con una buona organizzazione di pappe pronte riuscivamo anche a farla mangiare sotto l’ombrellone e se necessario anche dormire. I bimbi si adattano meglio e prima di noi forse siamo noi ad avere dei limiti.
Il giorno successivo siamo stati sempre a cala nova e credo che siamo stati i primi ad arrivare in spiaggia alle 9:00. Con creme 50+ e ombrelloni riuscivamo a rimanere diverse ore in spiaggia alternandoci nel bagno e godendoci dei bagnetti anche con la principessa quando era sveglia. Ritornavamo nelle ore più calde in hotel per poi andare nuovamente in spiaggia o in piscina. Abbiamo trovato degli ottimi omogeneizzati e grazie al nostro forellino elettrico siamo riusciti a non essere schiavi degli orari della bimba e a goderci tutti insieme le opportunità della vacanza. Il centro di es Canar è veramente adatto alle famiglie in quanto vi sono diversi localini e ristoranti dove si mangia veramente bene e zone adatte per il passeggio. Consiglio a tutti i genitori questa zona.
Una spiaggia che abbiamo visitato per ben tre volte è stata cala Mastella piccola insenatura con acqua bassa e molto calma e con un grosso albero sulla destra che ci consentiva di passare tranquillamente tutta la giornata al mare:ok:. Questa cala è piuttosto piccola per cui conviene arrivare molto presto. Ricorderemo con piacere le grandi scorpacciate di ricci di mare di cui questa cala è piena nella zona a destra sugli scogli. Momenti unici sono stati immortalati nelle foto e nel filmino che ci emozionano ogni volta. Mille espressioni della nostra bimba dalla gioia al terrore per piccole scoperte che faceva nel suo primo viaggio al mare.
Durante la settimana ad ibiza abbiamo visitato anche altre spiagge come per esempio cala agua blanca. Devo ammettere che con la bimba è stata una faticaccia in quanto il parcheggio è distante dalla spiaggia circa 600 metri e la pendenza non è indifferente. In compenso la spiaggia merita sicuramente e deve essere vista.
La spiaggia che ci è piaciuta di più senza ombra di dubbio è stata cala Comte:D. Anche questa volta siamo arrivati in spiaggia alle 9.00 (da es canar ci sono circa 45’ di macchina) ed eravamo solamente in 6. Tutta la cala a disposizione per le foto e il filmino. Alle 11.30 la spiaggia e stracolma di gente e la distanza tra i vari ombrelloni è inesistente. Abbiamo trovato molto comodo il bar sopra la spiaggia che ci è servito per base di appoggio durante le pappine e per ristoro dal sole. Ricorderò sempre questo posto per l’ottimo il succo di frutta fresco che abbiamo bevuto.
A pochi Km da cala Comte c’è la bella cala Tarida che merita sicuramente di essere vista. Altra spiaggia degna di nota è Ses Salinas.

Una sera siamo stati a San Antonio ma l’eccessiva presenza di ragazzi ubriachi ci faceva preoccupare per la bambina :xper cui non siamo rimasti particolarmente colpiti mentre ibiza città l’abbiamo trovata molto carina ed interessante. Meglio avere sempre lo sguardo basso per evitare di incorrere in liti con la moglie:evil:o almeno bisogna essere bravi:cattivo:.

Ad Ibiza abbiamo avuto la possibilità di vedere la semifinale e la finale di coppa del mondo e quindi lascio immaginare il tifo degli spagnoli :shock:. Il locale di es Canar era stracolmo di gente di tutte le nazioni e nonostante il tifo e i cori da stadio la nostra bimba è riuscita a dormire per tutto il secondo tempo e anche oltre il fischio finale nonostante i festeggiamenti e le varie trombette:o. Eppure la partita non mi sembrava così noiosa*-)!
La settimana ad ibiza è letteralmente volata lasciando nel nostro cuore un piccolo grande ricordo della prima gita della nostra famiglia:serenata:.

Pin It
Tags:

Ci sono 7 commenti su “Ibiza con la piccolina

  1. Bel diario anche su ibiza,hai ragione Cala comte è bellissima,ma anche Cala Tarida,e così tante altre spiagge tutte da scoprire.Ibiza più che altro è conosciuta per la sua vita notturna,ma invece è tutta un isola da scoprire per la sua natura…e i suoi tramonti sono magici!!!:)

  2. Bravo Gaetano, hai fatto bene a partire con la bimba. Non ascoltare le critiche, fai quello che ti dice il cuore. Io e mio marito abbiamo sempre portato i nostri figli in viaggio con noi e sono cresciuti con la mente aperta, sempre interessati e curiosi di vedere al di la del loro orticello.
    Sono stata a Ibiza quasi 20 anni fa con i miei bambini.:ok:

  3. Bravissimo Tano!!!
    Anzi molto più bravo di me perchè per il primo viaggio con il mio piccolino ho scelto la riviera romagnola a pochi km da casa!!! Ed i parenti hanno avuto da ridire anche su quello….
    Ma per il prossimo anno vedrai che anch’io mi allontano un po’ di più!!!
    Perchè no magari proprio Ibiza!!

Lascia un commento

Commenta con Facebook