Cayo Largo, la perla dei caraibi per eccellenza…

Se mi avessero detto qual e’ stato il viaggio piu’ significativo, avrei risposto Kenia e il safari, se mi avessero chiesto il viaggio piu’ completo avrei detto Capoverde – Boavista, quello piu’ colorato Santo Domingo quello piu’ culturale l’Egitto e le sue piramidi…
Cosi scorrendo si sarebbe arrivati al viaggio piu’ importante;
bhe’ senza esagerare penso che Cayo Largo lo rappresenti alla perfezione…..
Sia chiaro se Cayo largo viene chiamata le Maldive dei caraibi c’e’ un motivo, SOLO ED ESCLUSIVAMENTE MARE, non c entra niente con la Cuba che pensate voi, quella dei divertimenti e delle follie notturne…..
Dopo la piccola premessa, vi spiego come funziona una vacanza a Cayo:
Viaggio Roma Milano con easy jet, veloce, tranquillo, sicuro…..
Aereoporto di malpensa, inutile, triste e quasi abbandonato a una certa ora, neanche una macchinetta funzionante per acqua e caffe’…
Alloggiamo una notte all Hotel oleggio, 40 euro a camera piu’ 20 euro di navetta la mattina dopo per raggiungere MXP, il tutto prenotato on line tre mesi prima…Voto 5 alla simpatia del receptionist, sembrava quello di Shining…
La mattina navetta alle 6 per MXP, volo blu panorama, quasi 10 ore di vole, scalo a l Havana di due ore per rifornimenti e controlli vari (non comprate niente li come souvenir, non fate come una coppia di ragazzi che ha speso 100 euro per poi trovare le stesse cose a meta’ prezzo a Cayo paese, so ragazzi che voi fa??)
Appena parte il volo entri mentalmente nella vacanza, perchè sai che al prossimo atterraggio sarai sull’isola che per 15 giorni sarà l’unico tuo habitat, dal cielo si stagliano le prime isole, il mare stupendo, il sole che illumina il paesaggio, la gente che sull’aereo dice “SEMBRANO LE MALDIVE!!!!!!!!!”, atterri e appena il portellone si apre arriva una botta di caldo assurda, modello egitto ad agosto….
Operatori dell’eden village pronti all’uscita per l’accoglienza clienti, tutto regolare si sale sul pullman e si comincia a capire come sarà la vacanza a Cayo..
Apro una parentesi, un giorno prima di partire l’agenzia di viaggi ci comunica che il nostro villaggio e’ stato chiuso causa ristrutturazioni urgenti, ci dirottano al playa blanca cayo largo, internazionale, dovevamo andare all’eden village isla del sur, molto piu’ piccolo e prettamente italiano..
Il villaggio si presenta grande, spazioso, grande presenza di canadesi (il canada e’ una nazione molto presente a Cayo, fu un canadese anni fa a fare da apripista per loro e da li e’ diventata una meta dichiarata canadese..)
Al di la di come mangiate, dormite e vivete il villaggio dovete tener presente che:
I canadesi sono tanti e mangiano da schifo (pasta e cocomero), girano con thermos pieni di cuba libre e mojto, non sono invadenti, non rompono le scatole e ci vogliono bene, nessuno che si ubriaca o che rompe le scatole, bevono mangiano e dormono….
I ristoranti sono monotoni come menu, non e’ colpa ne dell’Eden, ne di che guevara o fidel castro, la roba da mangiare arriva da Cuba, percio’ partirete con un menu vario a inizio settimana che poi sara’ risicato e monotono alla fine della settimana, il lunedi successivo vedrete rifiorire tutti i banchi mangerecci…
Animazione EDEN inesistente, ma non e’ colpa loro, li sono ospiti dell’animazione cubana, percio’ gli orari gli sport e le eventuali attrrazioni sono prettamente per canadesi, show in tre lingue, cose carine ma niente di piu’, anzi troppo riescono a fare…
Abituatevi alle file interminabili dopo pranzo o cena per il caffe’ o per altre bevande, li al bancono ci sono tre cubani, uno lavoro e gli altri guardano..
La colazione e la cena si fanno in un ristorante poco illuminato, con zanzare agguerrite e lentezza dei camerieri assurda, la cosa piu’ ridicola e’ che per ogni bicchiere d’acqua o vino dovete chiamare il cameriere, che a seconda di chi trovate ci mettera tra i 5 e i 10 minuti per portarvi da bere, se vi alzate tra il primo e il secondo fate presente che non avete finito la cena o la colazione, altrimenti tornerete in tavola e troverete tutto sparecchiato, altri 10 minuti per riportarvi tutto, molto piu’ semplice mettere delle brocche in tavola e dire ai camerieri di non correre a sparecchiare ma accertarsi se i clienti hanno finito o no il pasto…
Vabbe vi abituerete presto…
A pranzo si mangia all aperto, chi ci riesce, perche’ tra gatti e mosquito impazzirete, come vi girate avete il piatto pieno di mosce e zanzare….
Adottate uno stratagemma, tenete coperti i piatti con i tovaglioli e mangerete tranquilli (se non c e’ vento).
La giornata tipo a cayo e’ cosi come l abbiamo fatta noi:
Sveglia alle 8, colazione, trenino (gratis) alle 9, playa paraiso e playa sirena a vostra scelta, io preferivo paraiso, molto piu’ selvaggia, sappiate che con il braccialetto eden a Paraiso non avete niente, percio’ portatevi l’acqua dal villaggio altrimenti a pochi pesos comparte da bere li, i lettini sono pochi e gli ombrelloni ancora meno, ma il mare e i suoi colori vi faranno stare sempre nell’acqua, percio’ per me ha significato poco stendermi sulla sabbia invece che sui lettini…
A playa sirena invece con il braccialetto eden potete avere accesso al bancone bar, acqua birra, coca e fanta gratis, vino mojoto pinha colada a pagamento(3 cuc).
Per mangiare a playa sirena funziona cosi:
-15 cuc BUFFET PIU’ CARNE ALLA GRIGLIA (POLLO O MAIALE, NESSUNA FIORENTINA)
-20 cuc BUFFET + ARAGOSTA (SPETTACOLARE, prenotare all’arrivo in spiaggia, altrimenti non le mangiate)
Non perdete l’occasione di mangiare a riva al mare sul lettino con 20 cuc l’aragosta perche’ sareste solo che dei limitati, date una mancetta e ve la portano sul lettino, lo farebbereo cmq, ma la mancetta e’ sempre gradita, calcolate che guadagnano 30 euro al mese…
Se invece non volete rimanere a mangiare in spiaggia, ci sono i trenini o taxi (2 cuc a persona per tratta, quindi 2 persone, a/r per il villaggio sono 8 cuc, meno di 7 euro, 1 euro=1,35 cuc), passano alle 13:30, 15:00, 17:00 per il villaggio.
I trenini sono sempre affollati, percio’ state svegli e non pretendete il posto perche’ chi e’ piu’ veloce sale gli altri rimangono a piedi e chiamano il taxi, niente lotte particolari, io ero un fenomeno essendo abituato ai tram di Rama, il piu’ veloce era un sardo in soli 2 secondi caricava mogli e figli, incredibile!!!
Noi la prima settimana abbiamo fatto il carico di aragoste a pranzo la seconda abbiamo optato per il villaggio e poi ritornavamo in spiaggia fino alla sera per poi tornare con il taxy…
Capitolo escursioni:
Da fare assolutamente, CAYO RICO, HAVANA (tour veloce, stancante ma indispensabile la foto in plaza della revolution), noi abbiamo fatto anche LO MAXIMO, se avessimo fatto prima cayo rico l’avremmo evitata, per carita’ escursione bella ma due dei tre posti che fate sono gli stessi di cayo rico, solo che quest ultima e’ un paradiso terrestre meglio di sirena o paraiso, vedere per credere…
Non aggiungo altro, dovete solo andarci, state attenti alle carte di credito EMESSE DA ISTITUTI AMERICANI O FILO AMERICANI, io avevo BARCLAYS e non era accettata anche se era VISA, la banca al mio ritorno ha confermato il problema, ma me n ero accorto gia’ in vacanza da sola, funziona benissimo la postpay.
Capitolo tempo: 15 giorni di sole pieno, pioveva solo la notte, meglio di cosi!!!!
Il ritorno e’ stato veloce e senza scalo, diretto Cayo-mxp..
Concludo dicendo che una settimana e’ poca, due vanno benissimo, tre sarebbero il massimo, ma di questi tempi siamo piu’ che soddisfatti..
A chi partira’ per Cayo dico solo godetevi le spiagge e il mare e non pensate ad altro, sara’ tutto marginale….

Pin It
Tags:

Ci sono 7 commenti su “Cayo Largo, la perla dei caraibi per eccellenza…

  1. Importante e’ stato il fatto di poter,dopo 1000 sacrifici,andare con la persona del cuore in un posto da favola che tante persone possono solo ammirare in cartolina,gli altri viaggi sono stati belli,ma questo per una serie di motivi e’ stato il top,poi per me che amo il mare e odio la montagna,rappresenta un viaggio importante…
    Ok???

  2. Ciao sono stata a caio largo al playa blanca a fine marzo e 2 volte in passato alle Maldive e devo dire che le Maldive per me sono un altra cosa ! Soprattutto considerando che per vedere la spiaggia come le Maldive devi farti 30 min di trenino per me il vero relax è uscire e entrare dalla camera alla spiaggia ogni volta che necessito .Per quanto riguarda l’ Havana anche noi siamo stati contenti di fare l’ escursione all’ Havana per vedere anche se brevemente la vera Cuba che a Cayo Largo non assapori proprio.Ciao Silvia

  3. Certo che le vacanze alle Maldive non hanno le stesse caratteristiche di quelle di Cayo,e’ normale li e’ tutto a portata di mano,pero’ avere un mare cosi in una zona non ancora tanto conosciuta visto che se nomini Cuba la maggior parte della gente conosce varadero,dove appunto il mare non e’ all altezza di Cayo….

  4. Ciao,partirò a metà luglio per Cayo largo, per me sarebbe la quinta vacanza in questo posto incantato, però è la prima volta al Barcelò o Playa Balnca che dir si voglia.Domandina stupida, banale e magari fuori luogo, esiste per caso un campo di basket, oppure solamente un canestro o qualcosa di simile? I “commerciali” di Gran Caribe mi hanno confermato l’impianto sportivo, ma una conferma di chi ci è appena stato mi da più fiducia.Grazie

  5. Ciao,
    partirò per Cuba il 19 agosto ristorno 6 settembre con Blu Panorama.
    Volevo alcuni consigli da voi.
    L’itinerario che volevo fare è il seguente:

    19 agosto Havana 3 notti (parte vecchi)
    22 agosto Cayo largo 4/5 notti (passando da Santa Clara
    26 agosto Trinidad 1 notte
    27 Cayo Coco 5/6 notti (visitando cayo Guglielmo – santa Maria
    2 settembre Varadeo 3 notti
    ed infine Havana 2 notti (parte nuova)

    Volevo sapere come spostarmi da un posto all’altro (aereo- pulman- taxi) ed il costo
    Inoltre se per ogni destinazione potete consigliarmi gli alloggi

    Grazie per me è la prima volta che visito CUBA e non voglio sprecare tempo e soldi, forse con i Vs. consigli mi possono essere utili!

Lascia un commento

Commenta con Facebook