Sardegna : Ogliastra mare e monti, quello che non ti aspetti.

Quando per trovare il Paradiso, basta fare poca strada !

La Sardegna per me e’ stata una sorpresa, non conoscevo questa regione, le uniche volte che vi ero stato era quando giocavo a calcio, molti anni fa, ed e’ sempre stato un mordi e fuggi. Ammetto che non mi e’ mai interessato piu’ di tanto farci una vacanza, sono un amante del sud est asiatico e quei luoghi sono stati i miei preferiti in questi ultimi anni. Quest’anno pero’avevo un buco, forse tornero’ in Asia nel prossimo Febbraio, e dopo un anno di lavoro senza un giorno di festa,mi sono ritrovato con un accumulo di ferie esagerate, ed una stanchezza fisica e psichica ai massimi livelli. E’ successo cosi’ che un amico sardo conosciuto al lavoro mi ha detto : Michele hai bisogno di riposo e di rilassarti, perche’ non vieni in Sardegna , in una zona tranquilla della Sardegna, nella provincia dell’Ogliastra fuori dal turismo di massa, ho la possibilita’ di trovarti una casetta in una zona tranquilla e ad un buon prezzo che fa al caso tuo. Sono rimasto un po’ perplesso, dubbioso, io non amo la confusione e la vita mondana,ed altri amici mi avevano detto che in un’altra zona della Sardegna, San Teodoro, in una sola giornata avevano incontrato 12 loro concittadini che conoscevano. Dopo averci pensato un po’ ho accettato.

Ho prenotato in anticipo il traghetto con la compagnia Moby, ed il 20 Giugno con mia moglie e la nostra jeppe Suzuki jimny, alle 8 di mattina siamo partiti dal porto di Livorno per Olbia. Sicuramente il viaggio in nave e’ stata la parte piu’ noiosa di questa vacanza.Alle 14,30 sbarcati ad Olbia abbiamo imboccato la strada che passando da Nuoro e scendendo poi verso sud, ci ha portati in questa nuova provincia, l’Ogliastra ed il paese di Cardedu, nostra meta di arrivo. Questo paese, credo ultimo nato tra i comuni della Sardegna, si trova sulla statale 125 orintale,a circa 3 Km dal mare, un paese nuovo, trasferitosi dalla montagna al mare dopo l’alluvione del 1951.A Cardedu vivono circa 1500 persone, si estende su un territorio di quasi 2000 ettari, ricchi di vegetazione mediterranea e di boschi secolari, con flora e fauna unici che formano un complesso naturalistico eccezionale ruotante intorno al Monte Ferru.Il mare con fonadale sabbioso, e un litorale che alterna piccole insenature a distese di sabbia,scogli,sassi e porfidi rossi a calette incantevoli, crea un paesaggio vario che sopravvive incontaminato e selvaggio. La nostra casa si trova a circa 1 Km dal mare, su un leggero promontorio, circondata dai vigneti che producono il miglior Cannonau della Sardegna. Veramente una bella location, dalla splendita terrazza si gode uno stupendo panorama, di fronte il mare ,dietro le splendide montagne.
Il giorno dopo mi reco nella vicina spiaggia e capisco subito che qui il turismo e’ ancora sconosciuto,una spledida spiaggia quasi completamente deserta, non ci sono pedaggi di nessun genere, pianto il mio mini ombrellone nella sabbia e mi tuffo in questo splendido mare, che forse ha il difetto di essere subito profondo. Dato il vento che nel pomeriggio soffia in maniera discreta, capisco subito che questo e’ un ottimo posto per la vela ed il wind surf.Termino cosi’ la giornata,tra tuffi e bagni di sole, forse troppi.Prima di rientrare con mia moglie facciamo un giro lungo il tratto di costa a sud, Cardedu ha 12 km di costa. Qui la costa varia molto e lo spettacolo paesaggistico e’ unico.
Ceniamo a casa, in veranda, in una pace inaudita e sotto un cielo stellato che erano anni che non vedevo. Chi cerca la vita notturna, bhe sicuramente questo non e’ il posto adatto.
I giorni successivi alterniamo giornate di mare nelle varie spiagge a gite nell’entroterra con le sue selvagge montagne. Abbiamo visitato Osini,con le sue strade impervie per arrivare a visitare alcuni nuraghe. Uno dei paesi piu’ grandi dell’Ogliastra e’Lanusei che merita sicuramente una visita, come il vicino paese di Jerzu con la sua grande cantina di Cannonau e dove ho pranzato divinamente con un menu’ tutto sardo al ristorante da Concetta. Da visitare anche Tortoli’ il centro piu’ grande e piu’ turistico della zona e Baunei situato in una posizione splendida.
Merita sicuramente anche una gita con il trenino verde dell’Ogliastra che partendo da Arbatrax arriva a Mendas, basta non fare lo sbaglio che abbiamo fatto noi,che ci siamo sorbiti l’intero viaggio di 5 ore all’andata ed altrettanto al ritorno, un consiglio che posso dare e di raggiungere Lanusei in auto e da li prendere il trenino fino ad Usassai-Niala oppure Seui,e’senza dubbio questo il percorso piu’ interessante e meno stancante.

Bellissima e’ stata la gita giornaliera in motonave, che partendo da Torre di Bari ci porta per tutta la costa dell’Ogliastra, verso il nord con un mare color smeraldo.Visitiamo e facciamo brevi soste nelle varie calette
e spiagge, la cala di Mariuolu, di Sisinee la insuperabile spiaggia di cala Luna, visitiamo anche la grotta del Fico. In serata cotti dal sole ma felici rientriamo a Cardedu.
Due settimane sono passate velocissime, l’ultima Domenica a Cardedu si e’ anche festeggiato il patrono, San paolo, con la tradizionale fiera ,ed in quell’occasione ci sono state varie ed interessanti iniziative. Purtroppo pero’ siamo dovuti con molta nostalgia rientrare in #continente#, carichi pero’ di bei ricordi e di forme di pecorino e bottiglie di Cannonau eccezionale.
E’ stata sicuramente una bella vacanza, in uno dei luoghi Sardi ancora non sfiorati dal turismo di massa a contatto con un popolo che ti fa sentire come a casa.

Pin It
Tags:

Ci sono 5 commenti su “Sardegna : Ogliastra mare e monti, quello che non ti aspetti.

  1. ciao mr granu……….vedi come una vacanza semplice vi ha rintemprato il corpo e spirito,,,allora x l’anno prossimo,,,,,,,,ancora sardegna………magari un altra zona meno conosciuta …….ma ugualmente ricca di verde ….dune di sabbia e mare blù…..xchè è più profondo e ventilato……….zona costa verde…….marina di arbus………..ciao buone prossime vacanze,,,,,,,,,,Fiore–

  2. si può vedere il mondo, senti Mik.. ma la visa? ma che te l’hanno data per entrare al Porto Mediceo?
    e al ritorno allo sbarco? dimmi come t’hai fatto.. in incognito? dimmelo unnè possibile
    oh, si fa per scherzare.. la SSSardinia aahaah, la mì bisnonna l’era di Quartu
    eh si ! da Capo Frasca a Capo Pecora, Piscinas, Scivu ,Potixeddu, Buggerru, Cala Domestica, Masua ecco fatta la prossima gita, ci si vede a San Vincent prrrrovincia di Li eh!

  3. Si Ale, al porto Mediceo pur din non farmi sostà troppo sul quel “suolo”, tra l’altre ‘ose a me mi ci bruciavano i piedi, m’hanno fatto imbarca subito con una visa di sola andata. Al ritorno l’ho risolta con l’eliottero che è atterrato sulla nave per portà via un bimbo che si sentiva male, siccome lo portavano all’ospedale di Pisa, deh se tu voi l’hanno portato a quello di Livorno, ne ho approfittato per chiedere un passaggio.
    Mi hanno parlato bene della zona della costa Verde e di Piscinas, potrebbe essere un’idea
    Alla prossima
    Bona !!!!

  4. Ho fatto due anni di fila in Ogliastra, a Santa Maria Navarrese e a Cardedu, forse non è la Sardegna più bella come mare (che è comunque molto bello) ma senz’altro la zona è tra le più godibili. Anche in luglio mai traffico, mai ressa, spiagge per niente affollate.ciao

  5. Siamo innamorati dell’Ogliastra e spero di poter tornare anche quest’anno. Vediamo, visto che avrò il pancione di 7 mesi
    Rileggere il tuo diario dopo un pò di tempo mi ha fatto provare nostalgia.
    Segnalo che verso la fine di giugno a Lanusei c’è la tradizionale “Festa della ciliegia” con le cantine aperte: festa popolare all’insegna dei costumi tradizionali, musica, buon mangiare e, naturalmente, folclore. :ok:

Lascia un commento

Commenta con Facebook