Naxos…l’isola profumata

Naxos … l’isola profumata

…profumata perché a Naxos la natura la fa ancora da padrona, pochissime auto, pochissime barche, spiagge deserte, una vegetazione odorosa, ginestre, cedri, cespugli fioriti, non c’è inquinamento, né atmosferico, né acustico, veramente un posto stupendo!
Navigando in rete ho scoperto il sito http://www.naxosvacanze.net, gestito da due simpatici italiani che vivono lì da sette anni, il cui scopo è quello di promuovere l’ottima ed economica offerta di sistemazioni turistiche a gestione familiare direttamente al pubblico italiano,senza dover ricorrere ad agenzie e tour operator internazionali.
Oltre all’assistenza per trovare l’alloggio di proprio gradimento, offrono informazioni e quant’altro è utile per l’organizzazione del viaggio.
Volo acquistato direttamente da EasyJet, per Atene a € 267,00 in due A/R + traghetto della Blue Star Ferries, con partenza dal Pireo e arrivo direttamente al porto di Naxos a € 139,00 in due A/R.

ecco mentre usciamo dal porto del Pireo

Per alloggio abbiamo scelto uno Studio situato nella Chora, cioè il centro più grande dell’isola, praticamente a 20 mt. dalla spiaggia di Agios Georgios, la spiaggia del paese, 50 € al giorno a giugno e 60 € a luglio (pulizie e cambio biancheria da bagno tutti i giorni, biancheria da letto ogni 3 giorni), pulizia impeccabile, il necessario come dotazione per la cucina
(ma non serve, perché a Naxos si mangia nelle taverne).
Lo Studio è un monolocale, con angolo cucina, bagno ed un bel balcone vista mare, dove tutte le sere abbiamo gustato il nostro aperitivo,
ammirando un tramonto più bello dell’altro.

Nota tecnica:
A Naxos come in tante altre isole Greche, nella doccia c’è la tenda, difficilmente il box, la carta igienica non si può gettare nel water ma in un cestino, con sacchetto di plastica e coperchio, che viene svuotato giornalmente dal personale delle pulizie, potrebbe sembrare una nota negativa, ma il motivo è che hanno i pozzi neri, che altrimenti verrebbero intasati dalla carta, però il grande vantaggio è che non scaricano nulla in mare.

Nella spiaggia del paese, ci siamo stati solamente il pomeriggio del primo giorno, il mare è bello e pulito, ma la nostra preferenza va alle spiagge selvagge e semideserte sparse nell’isola.

Il giorno successivo abbiamo affittato uno scooter e siamo andati alla scoperta di Naxos… (€ 130,00 per 9 gg. con la Kasko). Alla fine si può prendere uno studio anche un pò più lontano dal paese, spendendo sino alla metà, tanto con lo scooter in pochi minuti si arriva.

Premesso che le spiagge sono tutte belle ed il mare è pulito e trasparente ovunque, la nostra preferenza è andata senza ombra di dubbio ad una delle spiagge di Aliko, per la bellissima scogliera che la protegge.

Un’altra spiaggia molto bella è Mikri Vigla, con i cedri che arrivano quasi al mare, è lunghissima, con un’acqua trasparente e soprattutto deserta, non immaginate il profumo che pervade l’aria, per rendere l’idea, è come quando respirate una fialetta di eucaliptolo quando avete il raffreddore!

Anche la Plaka è bellissima, per chi predilige le comodità, può trovare ombrelloni e lettini a poco prezzo (dai 5 ai 7 € al giorno, un ombrellone e 2 lettini), ed è piena di taverne vista mare.

Un’altra spiaggia bellissima è ad Agia Anna, quella denominata “dei nudisti”, proprio davanti alla chiesetta di Agios Nikolaos, eh! eh! Se la sono scelta proprio bella!

Con il nostro scooter abbiamo girato tutta l’isola, siamo andati a Moutsona, dove c’è un piccolo porticciolo con 3 0 4 taverne dove dicono si mangi il pesce fresco, noi non ci siamo fermati.

.

Abbiamo proseguito per Lionas, dove la spiaggia è formata da ciottoli colorati,

poi Apollonas, anche li spiaggetta e alcune taverne sul mare, dove abbiamo pranzato, ma nulla degno di nota, anzi prezzi turistici e cibo niente di che. Siamo tornati poi dal lato nord/ovest dell’isola dove non ci sono spiagge di sabbia ma rocce e scogliere, pensate abbiamo fatto circa 140 km ed abbiamo incontrato solo 4 auto in tutto il giorno!!! A Naxos non ci sono neanche i semafori!

Un’altra volta ci siamo spinti sino a Panormos, bella spiaggia, niente taverne.


I paesini non hanno nulla di particolare, più o meno uguali, qualche bel mulino a vento, ma la cosa che ci è piaciuta di più è stata la vegetazione, bassa a cespugli, tutta fiorita, lilla, giallo, azzurra, ed ancora una volta profumatissima.

Capitolo cibo:
La colazione l’abbiamo fatta fuori, solo il primo giorno, perché siamo andati a piedi per vedere il paese, sino alla famosa Portara, in tutti i locali lungo il porto, costa € 5 a testa e prevede: tè, caffè, latte, succo di frutta, yogurt , frutta, pane e marmellata, croissant. Gli altri giorni l’abbiamo fatta sul nostro bel balcone vista mare.

Per quanto riguarda le nostre cene:
Mezè: sei cene . A noi è piaciuto molto perché, il cibo è ben cucinato, le porzioni sono molto abbondanti, il prezzo ragionevole, ma soprattutto il proprietario, Panagiotis, ci ha consigliato sempre bene per combinare il menù migliore, amichevolmente. La prima cena è stata indimenticabile: una frittura di pesce, leggerissima, di moscardini e gamberetti, poi razza, condita con una salsina base di olio, limone e prezzemolo, un calamaro gigante alla griglia ripieno di feta, pomodori e peperoni con contorno di riso, un’insalata greca, che qui non servono con la feta ma con un formaggio morbido, dolce, che ricorda la consistenza del caprino, è buonissimo, e birra Mythos gelata, mamma mia da scoppiare! Tenete presente che l’insalata greca è servita nell’equivalente della nostra insalatiera da servizio, per una persona!
Se Panagiotis vi dice: “faccio io, per quanto riguarda la scelta del menù, fidatevi, lo fa per consigliarvi al meglio e farvi assaggiare i suoi piatti migliori, non per darvi una fregatura con il conto, infatti quando vi consiglierà dei piatti, vi mostrerà nel frattempo i prezzi sul menù.
Nei pochi minuti di attesa per il tavolo, ci ha offerto ouzo come aperitivo, ed a fine cena, viene offerto come dessert, yogurt con una salsa dolce di carote, ed un liquore al cedro come digestivo.
Il locale è situato sul lungoporto della Chora, vista tramonto e portara.
Taverna Paradiso – location molto romantica, infatti si mangia con i piedi nella sabbia, sotto un bel albero illuminato, e se andate alla sera potete ammirare il tramonto, che a Naxos è sempre meraviglioso.

Peccato però per cibo, noi abbiamo ordinato il polpo alla brace, specialità dell’isola, sono arrivati due piatti ovali con dentro due tentacoli di polpo, lunghi circa 15 cm, cotti alla brace, quasi bruciati, secchi, posati nel piatto così, e null’altro, non una salsina, non un pò di verdura, neanche un pò di olio e limone, abbiamo fatto fatica a trangugiarli, così asciutti e duri, non ce la siamo sentita di avanzarli, dato il costo € 11,00 a piatto !!!!

E’ situato nella spiaggia di Agia Anna, se volete proprio andarci per il tramonto e la bella location, ordinate un’insalata greca e due birre e via, per mangiare bene andate altrove!!!
Taverna Amore Mio , cucina anche italiana e gestita da italiani – un pranzo: Questa taverna si trova sulla bellissima spiaggia della Plaka, ha attirato la nostra attenzione più che altro per le amache con ombrellone che affittano sulla spiaggia antistante, 5 € al giorno a giugno e 7€ al giorno a luglio.
Così la prima volta ci siamo limitati ad affittare l’ombrellone e le amache, la seconda volta abbiamo deciso anche di pranzare, abbiamo preso: un piatto di penne all’arrabbiata, un’insalata greca, due birre medie, ed un dessert, badate non questi piatti a testa, ma in due.
Il costo è stato di € 38,00, considerato che con questa cifra a Naxos si mangia una cena completa di pesce per due…
Ma quello che proprio non mi è piaciuto, è stato il fatto che guardando il conto, ho notato che le due birre costavano 6 € l’una, caspita un po troppo, considerato che avevo notato sulla lista, che le birre medie alla spina erano indicate al prezzo 4€, anzi esattamente nella lista c’era scritto “birra alla spina Heineken e Moretti : piccola 2€ – media 4€ – così ho chiesto spiegazioni al gestore, il quale mi ha risposto: ah no! la Moretti costa di più!
???? giudicate voi!!! i soliti furbetti italiani…
Maro’s, ma scritto in greco è Mapu: tre cene – questa taverna si trova vicino alla piazza centrale della Chora, si mangia bene, porzioni abbondanti (anche qui, si mangia in due con una porzione) i prezzi sono economici, ci hanno offerto il vino bianco della casa (buono) , come dessert il loro yogurt greco con il miele è favoloso, pensate una porzione di calamari fritti con patatine costa solo 6€ ed è abbondantissima.
Poi se uno vuole spendere davvero poco, all’inizio del viale del porto c’è un locale dove fanno Pita Ghiros, (una specie di piadina messa a cono con dentro carne cotta sulla griglia verticale- tipo kebab – pomodori, cetrioli, cipolla rossa, patatine fritte, tzatzichi) praticamente un pasto completo e costa intorno ai 2€ , una Mythos e con 5€ si è a posto!
Dopo cena, si possono fare quattro passi nei vicoletti della Chora, sino ad arrivare al Castello che domina il paese, ci sono tanti negozietti caratteristici, taverne nei cortili, nelle piazzette, con i tavoli lungo i vicoli, piano bar e pub.

Invece sul lungomare, locali dove ascoltare musica, ballare, gelaterie, bei negozi e ancora tante taverne.

Durante il viaggio di ritorno avendo a disposizione alcune ore, abbiamo approfittato per fare un breve giro nel centro di Atene, dal Pireo con la metro siamo scesi alla fermata di Monastiraki, dove c’è un deposito bagagli (3€ sino a 24 ore) ed abbiamo ottimizzato il nostro tempo prendendo il trenino che c’è appena fuori, così con 6€ a testa abbiamo visto le attrazioni principali del centro di Atene, cosa che sarebbe stata impossibile girando a piedi, visto il gran caldo ed il poco tempo a disposizione.

Conclusioni:
Naxos si è rivelata un ottima scelta, per il mare e le spiagge bellissime, pulite, non affollate, non inquinate da rumore, facilmente raggiungibili sia con moto che con auto e dato il poco affollamento, non c’è problema per il parcheggio.
Il clima è ottimale, caldo ma sempre un’arietta fresca, che non fa sudare, abbiamo acceso l’aria condizionata solo una notte.
Si mangia bene, spendendo il giusto, alla sera non ci si annoia, certo è una vacanza adatta a chi vuole fare solo mare, altro non c’è da fare se non appunto un paio di giri a vedere l’isola.
I greci, li abbiamo trovati gentili, disponibili, insomma come essere a casa!

In definitiva per noi Naxos è vincente sotto tutti i punti di vista… all’anno prossimo!

Pin It
Tags:

Ci sono 10 commenti su “Naxos…l’isola profumata

  1. Foto bellissime, e hai reso perfettamente l’idea dell’atmosfera che si respira, mi sembrava di sentire veramente i profumi.
    Ci avevo fatto un pensierino su Naxos, ma mi sa che si è trasformato in un “pensierone”

  2. beh… devo dire che la realtà è andata ben oltre le mie aspettative.Di un posto, considero il tutto nell’insieme, e devo dire che Naxos mette il segno di spunta positivo a quasi tutti i punti, ovviamente per le mie esigenze/caratteristiche.Per esempio il Mar Rosso, il confronto non lo regge, sì d’accordo, fare snork è bellissimo, si vedono delle cose meravigliose sott’acqua, però alla fine, poi sono sempre le stesse. L’anno scorso a Marsa Alam alle 21,30, eravamo già a letto, ed il mangiare… lasciamo perdere… d’accordo non si muore di fame… però mangiare bene è un’altra cosa. Spiagge così belle, oserei dire selvagge, non una cartaccia, una bottiglia di plastica, l’acqua del mare pulita anche con il mare mosso!ok.. basta sto tessendo troppo le le lodi di quest’isola… rischio di trovare troppa folla l’anno prossimo.. eh! eh!

  3. che posti meravigliosi… mi sa che dopo Karpathos, Naxos potrebbe essere una buona scelta! in quanto a vento come è messa? è fastidioso? dopo aver letto il tuo racconto mi è venuta ancora più la nostalgia della Grecia… e sono tornata solo sabato scorso!!!

Lascia un commento

Commenta con Facebook