Praga romantica

Eccoci di ritorno dal nostro viaggio a Praga. Che dire…sono rimasta incantata da questa città.
Volo Czech airlines puntuale e prenotato a febbraio ad € 212 circa in 2 andata e ritorno, ottima compagnia.
Abbiamo soggiornato presso l’Atlante residence “ai quattro angeli” €300 per 5 notti con colazione inclusa e gestito da un italiano: mai scelta fu più azzeccata per la posizione strategica (mai preso un mezzo), per il costo e per la qualità della camera e dei servizi.
Il tempo è stato un pochino capriccioso, ma comunque abbiamo girato in lungo ed in largo, anche se ben coperti.
Per quanto riguarda la sicurezza, ci siamo trovati benissmo, certo nei punti più affolati bisogna tenere gli occhi aperti, come dapperttutto ci sono i borseggiatori.
I costi per il vitto sono veramente irrisori, siamo rimasti piacevolmente sorpresi.
Praga è una vera perla, o meglio un “cristallo”unico di cui ci si innamora in un attimo, i monumenti sono bellissimi ed in continua manutenzione e restauro, ma anche camminando fuori dai circuiti più turistici ed alzando lo sguardo sulle facciate dei palazzi art nuveau e liberty, si respira un’atmosfera romantica ed anacronistica.
Consiglio di visitare il Ponte Carlo la mattina presto per goderserlo quando ancora non c’è la folla di turisti e venditori di souvenir.
L’orologio astronomico nella Piazza della città vecchia, bello e quanta gente per assistere allo spettacolo che offre ogni ora, secondo me un po’ sopravvalutato.
Quartiere ebraico Josefov, con le sue sinagoghe bellissimo e molto toccante per quanto riguarda il cimitero.
Il castello di Praga, la cattedrale neogotica di San Vito, il vicolo d’oro e poi i giardini, insomma una meraviglia.
Abbiamo anche partecipato alla crociera serale sulla Moldava, con guida in italiano e cena a bordo: ero un po’ scettica, ma mi sono dovuta ricredere, che spettacolo Praga in notturna dal fiume…
La raccolta del materiale per l’organizzazione del viaggio è stata semplice, il web è pieno zeppo di informazioni e poi la nostra cara Lonely ci aiuta sempre! Ho consultato anche questo sito http://www.pragaconalberto.com dà consigli molto utili.
Cambio 1 euro sono circa 24,6 corone ceche, abbiamo sempre ritirato al bancomat, in aeroporto ce ne sono una sfilza subito prima dell’uscita in fondo a destra, anche uno dell’unicredit. State sempre attenti al resto, la mancia non è obbligatoria!

Descrivere questa città non rende l’idea, neppure lontanamente, di come in realtà è, insomma andateci!

Pin It
Tags:

Ci sono 7 commenti su “Praga romantica

  1. Sono stato a Praga praticamente in concomitanza degli amici che hanno redatto il diario di viaggio ( dal 11 al 16 agosto ) e sono costretto , voce fuori dal coro , a dire che ho trovato Praga una città molto al di sotto delle attese anzi la porrei in fondo alla mia graduatoria europea.
    Sicuramente un contesto storico notevole ma avvilito dal turistificio di cui Praga patisce le conseguenze. Turisti accalcati nelle due zone di qui e di la dal Ponte Carlo. Negozi tutti uguali che si ripetono in maniera ossessiva vendendo tutti le stesse cose agli stessi prezzi. Nessun museo di qualità ma solo invenzioni pro turisti ( per esempio quello sul comunismo ) , tutto si paga anche le chiese che non sono considerate luogo di culto a libero accesso ma in cui una qualche cancellata blocca l’accesso per il balzello. Si paga per la sinagoga , per il cimitero ebraico si paga per tutto senza selezione ( ho speso una fortuna per le toelettes ) . E se uscite dalle due zone dei turisti allora periferie degradate e tanta gente che cerca nella spazzatura. In effetti costa poco sia come alloggio che come prezzi di ristoranti che cucinano non quello che si mangia in cechia ma quello che vi aspettate si mangi in cechia. Quei cartelli di ‘vero menù ceco’ mi facevano pensare a se sarei mai entrato qui da noi in un ristorante con la scritta ‘vero menù italiano’. Insomma probabilmente diversi anni fa Praga ,con un tessuto cittadino più originale e ‘vero’ , era una città molto bella oggi mi sembra solo una scatola vuota. Oggi sembra di essere in una batteria di allevamento di polli. No…non mi è proprio piaciuta.

Lascia un commento

Commenta con Facebook