2 settimane per innamorarsi di Creta

Ciao a tutti,
io e il mio fidanzato questa estate abbiamo deciso di avventurarci per 2 settimane a Creta.
Essendoci documentati e avendo chiesto ad amici che erano già stati lì, abbiamo deciso di optare per la parte sud dell’isola, quella che decisamente non risente del turismo di massa…Che dire? E’ stata un scelta azzeccatissima! Ci siamo innamorati della vera Creta e dei suoi abitanti!

Volo da Malpensa ad Heraklion, compagnia AirOne, con partenza 31 Luglio, rientro il 14 Agosto.

Abbiamo lasciato la macchina al ParkinGo, come facciamo solitamente quando partiamo da Malpensa, (http://www.parkingo.com/parcheggio-aeroporto-malpensa-mxp.php) lo consigliamo a tutti. Basta la prenotazione telefonica o via email e sono pronti a riceverti a qualsiasi ora e portarti con le loro navette gratuite direttamente al terminal!

Ci siamo trovati molto bene con la compagnia AirOne, che non ha fatto ritardi e non ha smarrito bagagli ne all’andata ne al ritorno! Abituati ai mostruosi ritardi della EasyJet ci è sembrato di vivere un sogno.

Un volta atterrati ad Heraklion siamo stati accolti, all’uscita dell’aeroporto, dal responsabile della compagnia di noleggio auto con cui avevamo prenotato la macchina già da casa (http://www.xerocamboscreta.com/Autonoleggio1it.htm). La consigliamo a tutti, sono ragazzi italiani che hanno deciso di aprire questa attività a Creta, fanno prezzi onesti e basta una semplice email per la prenotazione. A Creta non si può evitare di noleggiare un’auto, l’isola è troppo grande (La sua superficie si estende per circa 8305 Kmq e una lunghezza di 260 km) e ci sono troppe belle cose da visitare!
Heraklion è il capoluogo dell’isola e il principale porto sulla costa settentrionale di Creta: noi sapevamo che era il fulcro del turismo di massa perciò non abbiamo pensato di fermarci a visitarla e ci siamo subito diretti all’albergo.
Il nostro albergo era situato ad Agia Galini, una località balneare sulla costa meridionale di Creta, nel territorio della prefettura di Rethymno a circa 58 chilometri a sud della città di Rethymno.
Quando siamo arrivati siamo rimasti molto soddisfatti della scelta dell’albergo, situato su una strada tranquilla con parcheggio auto, in posizione sovrastante al paese di Agia Galini; il Rozmari ci ha regalato 2 settimane perfette. Il Rozmari è un albergo a conduzione familiare dove è possibile vivere l’esperienza della vera ospitalità cretese. I proprietari sono stati davvero gentilissimi. Con la formula Bed & breakfast, gli alloggi semplici e puliti, i prezzi ragionevoli e la breve distanza di cammino dal porto turistico di Agia Galini e dalla bellissima spiaggia di sabbia e ghiaia, abbiamo trovato il luogo ideale per le nostre vacanze.
I primi due giorni li abbiamo passati ad Agia Galini per recuperare le forze e le energie dopo 1 anno di lavoro. E’un pittoresco villaggio di pescatori con una bella spiaggia di sabbia dorata ampia e lunga, delimitato da suggestive scogliere rocciose e ben attrezzato con lettini ed ombrelloni. Nell’estremità orientale della spiaggia, un fiumiciattolo sbocca in mare, e un ponticello collega l’altra parte della spiaggia. Il mare è molto bello, turchese, cristallino e trasparente, con fondali digradanti e sabbiosi, ma entrare in acqua senza le scarpine di gomma può risultare un’esperienza alquanto dolorosa.
Dal terzo giorno in poi abbiamo deciso di visitare luoghi nuovi per riuscire a vedere il più possibile.

1° GITA : Agios Georgios
Poco distante da Agia Galini, questa spiaggia ci ha regalato una giornata di pace ( era deserta fino alle 11, poi sono arrivati pochissimi turisti ) e acqua cristallina. Un bar, un parcheggio e una scalinata verso la pace.

2° GITA : Agios Pavlos
La spiaggia che si presenta è riparata da una insenatura ma questo non blocca il vento che ci offre una tipica giornata Cretese da volare via…Dalla spiaggia parte una scalinata che permette di fare una escursione verso altre 2 spiagge, belle da osservare dall’alto ma difficilmente raggiungibili in condizioni normali, figuriamoci col vento che sferzava quel giorno! La vista però è stupenda!
Resistiamo nella spiaggia principale dove il bagno nel mare cristallino ci fa dimenticare il fastidio del vento che ogni tanto ci sferza addosso la sabbia (uno scrub naturale insomma).

3° GITA : Rovine di Festos e spiaggia di Kommos
Il sito archeologico di Festos è importante perché sono stati ritrovati due palazzi, successivi l’uno all’altro e sovrapposti e si suppone che uno dei due fosse gemellato a quello di Cnosso. Anche qui, come a Cnosso, la disposizione dei locali è organizzata con i magazzini per le scorte situati al piano inferiore e le stanze reali al piano superiore. Su una spianata si trovano i resti di un forno per la fusione dei metalli e alcune officine. Molto bello! Decidiamo di visitarlo la mattina e di proseguire poi per la famosa spiaggia di Kommos. La spiaggia è famosa soprattutto perché di notte è possibile avvistare le tartarughe marine più comuni del Mar Mediterraneo, le Caretta caretta, che risalgono dal mare per sostare sulla spiaggia e depositare le uova. Quando arriviamo capiamo il perché, la spiaggia è molto ampia e pulita e il mare è bellissimo, ad un certo punto della giornata cresce il vento e si formano delle belle onde perciò fare il bagno diventa anche molto divertente!

4° GITA : Matala
La spiaggia di Matala sorge in fondo a una baia e la sua cittadina, ormai abbastanza turistica, offre una serie di vie con bancarelle piene di prodotti locali o creati ad hoc per i turisti. Qui abbiamo acquistato gran parte dei regalini.
Nella parte settentrionale della baia si possono visitare delle caverne che fungevano da luogo di sepoltura per gli antichi romani e che poi furono usate come dimora dagli hippy durante gli anni 60. Molte di esse ospitano letti e banchi di pietra e attualmente sono considerate ambiente protetto. E’ interessante visitare l’area e poi godersi la giornata sulla spiaggia, dove vengono spesso organizzati dei tornei di beach volley per professionisti.

5° GITA : Triopetra
Arrivare a Triopetra è stata un’impresa alquanto complessa. Sulla strada che collega Agia Galini con Rethymno ad un certo punto si incontra un incrocio che indica di svoltare per Triopetra…Da qui in poi le indicazioni spariscono e si può procedere solo per intuito: siamo giunti ad una strada che stavano completamente ricostruendo (siamo passati in pieno cantiere attraverso gli escavatori) e alla fine siamo riusciti a giungere a Triopetra….meravigliosa! Spiaggia enorme, se si cammina verso i tre grossi scogli che danno il nome alla spiaggia si può addirittura godere dell’ombra naturale creata dalle scogliere…bellissimo mare, bellissima spiaggia e praticamente solo io e il mio fidanzato (era deserta).

6 ° GITA : Preveli
A Preveli ci siamo arrivati percorrendo una strada che passava attraverso un vero e proprio Canyon e non abbiamo potuto evitare di fermarci per ammirarne il paesaggio! Il vento ti trascinava letteralmente via perché la forma stretta e ad imbuto del Canyon incanalava varie correnti d’aria ma lo scenario era bellissimo, lunare!
Per arrivare alla spiaggia si deve lasciare la macchina ad un parcheggio a pagamento e poi scendere a piedi: ne vale assolutamente la pena! La spiaggia è tagliata dalla foce di un fiume le cui rive sono rivestite da un vero palmeto naturale che aggiunge a questo luogo qualcosa di “esotico”! Ci si faceva il bagno in mare e poi ci si immergeva nel fiume per sciacquarsi dall’acqua salata! Bellissima e da non perdere!

7 ° GITA : Kalamaki
Kalamaki è un villaggio tradizionale caratterizzato da una spiaggia molto lunga su cui si affacciano molti bar e ristoranti. Dopo la giornata al sole ci siamo concessi il gelato e il Milkshake più grandi che avessimo mai visto, davvero buonissimi (ed economici)!

8° GITA : Gita in barca versi l’ isola Paximadia
Abbiamo deciso di goderci una giornata in mare così ci siamo accodati ad un tour che portava sull’isola di Paximadia. L’isola è rocciosa e completamente disabitata. Gli organizzatori della giornata ci hanno portati in barca fino all’isola, ci hanno fatto fare snorkeling nelle sue acque cristalline e poi hanno attraccato su una delle sue spiaggette sassose e ci ha fatto godere una bella giornata offrendoci il pranzo (insalata greca e bistecche di maiale, gnam !!).

9 ° GITA : Rethymno e Plakias
Rethimno è stata una tappa interessante. E’una delle località più conosciute a Creta dove sono ben visibili le tracce della storica dominazione veneziana e tra tutte spicca la famosa fortezza veneziana costruita nella parte occidentale della città a dominarla dalla cima di un promontorio. Il centro storico è formato da stretti vicoli con numerosi negozi: si possono notare particolari architettonici come i minareti, i portoni intagliati di fattura veneziana e le cupole dall’atmosfera esotica. Il simbolo della città è la Fontana Rimóndi, in piazza Plátanos.
Il pomeriggio l’abbiamo passato a Plakias dove siamo riusciti a trovare delle spiaggette molto carine semplicemente camminando un po’ sul lungo mare e non fermandoci alla spiaggia principale che invece risulta molto turistica.

10 ° GITA : Red Beach – Matala
Consigliati dal nostro albergatore siamo tornati a Matala alla ricerca della famosa Red Beach.
Per arrivarci ci si deve letteralmente inerpicare per poi ridiscendere lungo un pendio per circa una mezz’ora buona ma la fatica vale lo spettacolo. La sabbia è veramente rossa e il mare cristallino, splendide scogliere!

Il rientro è stato triste perchè Creta ci è proprio piaciuta, ci torneremo sicuramente perché ahimé non siamo riusciti a vedere nemmeno la metà di quello che volevamo visitare.

Consigli utili :
• a Creta c’è sempre il vento, chi non lo sopporta non ci vada,
• portarsi sempre le scarpine per fare il bagno, nella zona sud di Creta è quasi impossibile fare il bagno senza,
• noleggiare un’auto per poter girare comodamente l’isola, col motorino è impensabile (l’auto deve avere l’assicurazione totale),
• portarsi le scarpe da ginnastica per fare le escursioni (ho visto gente inerpicarsi in infradito e farsi del male, non ve lo consiglio)
• partire col desiderio di rallentare i ritmi, a Creta la vita è più lenta, forse è un buon modo per assaporarla di più e smetterla di essere sempre frenetici, che ne dite?

Pin It
Tags:

Ci sono 3 commenti su “2 settimane per innamorarsi di Creta

  1. Grazie, mi fa veramente piacere che vi sia venuta voglia di visitare questi luoghi dopo aver letto il mio diario di viaggio! Sisi in effetti Creta è davvero bellissima!
    Noi vogliamo assolutamente ritornare per poter visitare anche le altre zone!
    Consiglio a tutti gli amanti della tranquillità e dei posti senza turismo di massa, una vacanza come la nostra!:ok:

Lascia un commento

Commenta con Facebook