Tour Sardegna e isole estate 2011

Questa che racconteremo è la nostra seconda visita in Sardegna a distanza di circa 6 anni dalla prima. Ovviamente l’itinerario è completamente diverso per evitare inutili doppioni. Nel nostro primo viaggio avevamo visto in due settimane la zona di Villasimius, Muravera, Santa Maria Navarrese e Orosei. Ancora indelebile è il ricordo delle spiagge visitare che elencherò sinteticamente e da dove le abbiamo ragiunte. Comodamente con delle imbarcazioni che partano da Santa Maria Navarrese: Cala Goloritzè, Cala Mariolu, Cala Sisine, Cala Luna.
Raggiungibili in macchina da Orosei: la spiaggia di Sa Curcurica (buona base di partenza per visitare la riserva della Biderosa senza pagare il biglietto basta guadare un piccolo rigagnolo e il gioco è fatto):perep: e La Biderosa (composta da cinque splendide calette).
Raggiungibili in macchina da Villasimius: Cala Sinzias, Cala Pira, Punta Molentis, Spiaggia Porto Giunco con il retrostante stagno di Notteri e la spiaggia del Riso.Per mangiare citerò solamente la zona di Golgo raggiungibile da Baunei (vicino Santa Maria Navarrese) dove abbiamo gustato un ottimo purceddu sardo e pane carasau. La visita di questo posto non la dimenticherò mai.
Dopo questa breve premessa è necessario scrivere del nuovo itinerario nato per caso visitando il sito della Ryanair e trovando dei biglietti vergognosamente bassi. Questa volta vogliamo evitare la famigerata orientale sarda per cui decidiamo di visitare la zona di San Paolo vicina a San Teodoro per poi salire sino alla Maddalena. Per evitare tratte molto lunghe decidiamo di interrompere il nostro primo giorno a Nuoro a circa 2 ore (e 200 Km) da Cagliari prendendo la comoda SS131.
Alloggiamo all’Hotel Sandalia in via Einaudi n.14 al costo di 70,00 euro per una notte con colazione (www.hotelsandalia.com).

Giorno 9
La vera gita inizia partendo verso San Paolo per raggiungere il Residence La Cerbiatta Loc. Vaccileddi con ampio e gratuito parcheggio che in queste zone non è da sottovalutare:ok:. La casa è molto carina e confortevole dotata di angolo cottura, tv e lavatrice. In prossimità del residence ci sono diverse bellissime spiagge che abbiamo visitato. Il primo giorno abbiamo visitato la spiaggia di Porto Taverna con parcheggio rigorosamente a pagamento come tutto nella zona. Avendo l’angolo cottura e una piccoletta a seguito interrompevamo i bagni mattutini per un pranzetto a casa. Sulla strada che collega il piccolo centro a San Teodoro abbiamo trovato un buon supermercato.

Giorno 10
Il secondo giorno decidiamo di visitare la famosissima spiaggia Capo Coda di Cavallo (parcheggio 8 euro tutta la giornata e 4 euro se si entra dopo le 15.00). La spiaggia è molto bella ma fortunatamente la mattina presto è quasi deserta e quindi riusciamo a fare delle belle foto ricordo. La sera andiamo a visitare il centro di San Teodoro dove tra negozietti e bancarelle passiamo senza accorgersene delle ore. Da segnalare la gelateria “Il Gelo Viola” in piazza Emilio Lussu dove gustiamo un ottimo gelato:clap:.

Giorno 11
Sveglia presto e dopo abbondante colazione ci dirigiamo verso la spiaggia di Brandinchi che si trova a circa 5 Km dal nostro residence. Ovviamente il parcheggio è a pagamento e costa 1,50€ ad ora e 10,00€ tutta la giornata. La spiaggia è molto bella e l’acqua è trasparente tanto che diversi abitanti della zona gli danno anche il nome di Tahiti. Peccato per qualche alga. Dopo pit stop a casa per pranzo partiamo in direzione della costa smeralda dove visitiamo la spiaggia di Capriccioli Est (parcheggio 2,00€). La spiaggia è molto bella e caratterizzata da rocce di granito ai margini.

Giorno 12
Partenza in direzione costa smeralda per visitare cala del Principe (parcheggio 2,00€ ad ora) con passeggiata di circa 500 metri tra la macchia mediterranea per raggiungere la spiaggia con bimba in braccio. Spiaggia di sabbia bianca e mare cristallino. Dopo circa 4 ore torniamo a casa per visitare nel pomeriggio la vicina spiaggia di Lu Impostu. Questa spiaggia è molto particolare in quanto vi è una lingua di sabbia bagnata da due lati di cui uno è costituito da una zona umida. La bimba si è divertita tantissimo passeggiando nelle basse acque retrostanti alla ricerca dei granchetti. La sera passeggiata a Porto San Paolo dove prendiamo info per l’escursione all’isola di Tavolara.

Giorno 13
Partenza in direzione Costa Smeralda per visitare la spiaggia del Pevero. Il parcheggio anche qui è a 2,00€ ora. Dall’alto la spiaggia sembra una grande piscina. Ritorniamo a casa dopo circa 5 ore di mare per programmare una visita nelle vicina spiaggia di La Cinta. Oltre le dune che orlano la spiaggia si estende lo stagno di San Teodoro importante area umida ricca di avifauna.

Giorno 14
Giornata dedicata all’escursione all’isola di Tavolara. La barca si prende da Porto San Paolo. Quest’isola è veramente un paradiso anche per la limitata presenza di persone che nel momento di punta sono al massimo una 40 in Km di spiaggia disponibile. Il fondale è veramente eccezionale e la presenza di pesci e ricci e quasi disarmante. Non dimenticheremo facilmente questa splendida giornata di mare:Bello:.
La sera siamo andati a porto Rotondo dove tra le varie imbarcazioni abbiamo preso un buon gelato al Bar gelateria del Molo in via del Molo.

Giorno 15
Giornata di trasferimento per raggiungere Palau e con il traghetto l’isola della Maddalena dove soggiorneremo nei prossimi giorni. Il traghetto da Palau impiega circa 30’ per raggiungere l’isola con partenze ogni 30-40’. Noi abbiamo evitato di prendere l’andata e il ritorno per essere liberi sugli orari e non rimanere vincolati a scegliere la stessa compagnia (costo solo andata 19,00€ mentre andata e ritorno costa 35,00€). L’hotel che abbiamo scelto è villa marina in via Ammiraglio n.12. L’hotel è un tre stelle non all’altezza con stanze molto spartane e vecchie:(:notok:. Tutto funziona male o non funziona ma in compenso la posizione centrale e la vicinanza al centro a piedi ripaga di molti disagi. Bisogna essere fortunati se si visitano le isole in quanto spesso soffia un forte vento di maestrale per cui le uniche spiagge praticabili sono quella di Spalmatore e Cala Francese. Noi invece impavidi andiamo a vedere la spiaggia del relitto e Andreani alla vicina Isola di Caprera collegata tramite un ponte all’isola della Maddalena. La sera giro del centro con felpina causa vento e ottimo Kebab preso al Kebab House in via Amendola 26.

Giorno 16
Giriamo tutte le spiagge dell’isola e tutte le splendide strade panoramiche delle due isole. Le spiagge sono tutte bellissime si può spaziare da: Monte di Rena, Bassa Trinita nell’isola della Maddalena alle famose spiagge Andreani e del relitto di Caprera. Inoltre per i più temerari c’è cala Coticcio e Cala Napoletana che noi abbiamo visto via mare. Nel tardo pomeriggio abbiamo cenato nella pineta dell’isola di Caprera. La sera finalmente con la bimba che dorme ci godiamo il centro:serenata:. Prendiamo la Seadas, dolce tipico della Sardegna a base di formaggio e miele, al Gran Caffè Garbaldi. Ovunque nel molo ti propongono delle escursioni con delle imbarcazioni per cui decidiamo di fare l’indomani un bel tour delle isole. Vagliamo le varie possibilità*-). Se non avessimo la piccolina avremmo sicuramente preferito o l’affitto del gommone oppure il servizio taxi il cui costo è in base all’isola scelta e alla spiaggia e prevede un viaggio di andata e ritorno all’orario richiesto. Invece preferiamo qualcosa di più confortevole come la Barca Elena Tour (www.elenatour.it) al costo di 30,00€ a persona. L’itinerario prevede una sosta bagno a cala Corsara nell’isola di Spargi con visione della famosa testa di strega, un passaggio a largo della famosissima spiaggia Rosa, una sosta bagno nella zona delle piscine naturali, sosta bagno a cala S. Maria isola di S. Maria e un giro dell’isola di Caprera per vedere la piccola tahiti cala Coticcio.

Giorno 17
Giornata dedicata al tour che si manifesta da subito all’altezza delle aspettative. Nel tragitto vediamo da lontano cala Conneri che reputo sia da visitare eventualmente con il servizio taxi. La giornata passa in fretta tra bagni e relax. Noi fortunatamente non optiamo per il pranzo per cui riusciamo tranquillamente a fare tutte le soste bagno programmate. La sera stanchi ma soddisfatti pensiamo al proseguo della vacanza.

Giorno 18
Ci alziamo e pensiamo a programmare il viaggio verso Santa Teresa di Gallura dove abbiamo prenotato un Hotel per altre 4 notti ma purtroppo a causa di una telefonata siamo costretti a rientrare urgentemente a casa con tutte le difficoltà che comporta avendo poche possibilità di mezzi da scegliere e poche compagnie aeree. La Ryanair ci spenna circa 600 in due con bimba :xe perdiamo la prenotazione dell’ultimo Hotel:-x e gli ultimi giorni di affitto della macchina:mad:. Fortunatamente alla fine tutto finirà per il meglio :laugh:per cui va bene così vuol dire che il resto del tour lo programmeremo nel nostro prossimo viaggio.

Tano, Caterina & Aurora

Pin It
Tags:

Ci sono 1 commenti su “Tour Sardegna e isole estate 2011

Lascia un commento

Commenta con Facebook