La nostra prima volta alle Maldive, splendida Biyadhoo

Allora eccomi qui a fare un piccolo resoconto del nostro primo viaggio alle Maldive, eravamo sempre stati molto titubanti se andare in queste isolette in quanto la paura di annoiarsi a morte dovendo rimanere “confinati” in pochi centinaia di metri quadri era sempre li a farci desistere.
Poi alla fine ci siamo decisi a provare, dopo tutto ci siamo detti, potendo fare snorkelling non sarà poi così terribile.
Allora a settembre mi metto alla ricerca del volo e dell’isoletta, cercavo un’isola che avesse un bel reef abbordabile anche ad una come me che ha il terrore dell’acqua alta e gira sempre con la propria fidata tavoletta legata al polso e naturalmente, cosa ancora più importante, da non spendere un capitale.
Dopo accurate ricerche su vari forum specifici e sentito i consigli e pareri di diverse persone la scelta è caduta su Biyadhoo, a detta dei più un isoletta spartana ma carina e per noi che non ricerchiamo il lusso andava più che bene.
Quindi provo a scrivere una mail direttamente al resort e nello stesso tempo chiedo la quotazione all’agenzia Mundus di Bolzano (anche questa informazione trovata nei vari forum). Nel frattempo mi attivo per il volo e la scelta ricade sulla compagnia Etihad.
Alla fine prenoto il volo tramite expedia e il resort tramite la Mundus.

Ed eccoci qui a Malpensa, il volo di andata è stato molto tranquillo, tra l’altro sia nella prima tratta che nella seconda l’aereo era mezzo vuoto così abbiamo volato con due sedili a testa. La compagnia aerea è proprio come descritta, efficiente e puntuale, inoltre era da tanto che su un volo intercontinentale non ci venivano portati calzettoni, copriocchi ecc. ecc., oltre al solito cuscino e coperta. In conclusione direi una delle migliori compagnie provate fino ad ora.

http://www.ilgiramondo.net/forum/album-foto/u-64161/biyadhoo+-+maldive/181130-dallaereo.jpg

Arriviamo a Malè nel primo pomeriggio e subito ci viene indicato a chi rivolgerci per il transfert che non aspettiamo più di 10/15 minuti e quindi via verso la nostra isoletta.
All’arrivo ci viene offerta una salvietta calda e un grosso cocco da bere e sbrighiamo le solite formalità.

Ci viene assegnata una camera nel lato ovest dell’isola come da me richiesto ma però al piano terra, chiediamo quindi se possibile averne una al primo piano (sono un po’ fissata su questo), e ci dicono che il giorno dopo avrebbero fatto il possibile, e così è stato, prima notte camera 86, dopo di ché trasferiti alla camera 61, primo blocco a ovest dopo il bar.
La camera è spartana come mi avevano detto e ha dei mobili un po’ datati ma direi veramente funzionale. Al suo interno ha ben due tavolinetti con tre sedie e un porta valigie comodissimo, l’armadio è composto da una rientranza nel muro chiuso da delle portine fatte a tapparella, anche questo spazioso e con tanti appendiabiti (cosa che non si trova mai), nello stesso posto si trova il comodissimo frigo pieno di bevande, chiaramente a pagamento, utilissimo per tenere la propria acqua o quello che uno vuole metterci. Il bagno è composto da un ripiano spazioso con al centro il lavabo, e la doccia è a pavimento, un po’ ribassato con la sua tenda e l’acqua calda arriva tramite un piccolo scaldabagno regolabile.

http://www.ilgiramondo.net/forum/album-foto/u-64161/biyadhoo+-+maldive/181153-la-camera-1.jpg

Mi sono soffermata sulla camera perché avevo letto di tutto e di più su queste camere, soprattutto avevo letto tante lamentele, io devo dire che non l’ho assolutamente trovata orrenda, anzi, ho visto decisamente posti peggiori girando un po’ il mondo. Come dicevo la camera è molto spaziosa e, cosa fondamentale, molto pulita, certo se uno si sofferma sul legno degli arredi un po’ datato o sulle piastrelle sbeccate allora i difetti li trova eccome ma prima di tutto io guardo la pulizia e non queste cose, inoltre se si vuole la camera lussuosa allora bisogna anche essere disposti a pagare questi lussi, è inutile lamentarsi e poi però voler spendere poco.
E poi in fin dei conti uno non va di certo alle Maldive per stare in camera, quel che conta è il mare e quello di sicuro è stupendo. L’isola purtroppo ha la spiaggia praticamente solo nella parte ovest, o meglio ci sono anche delle calette nella parte est ma piccole e tra l’altro in alcune hanno dovuto mettere i famosi muretti anti erosione indi per cui tutti gli ospiti si portano nella parte ovest dell’isola che ha appunto questa grande spiaggia dove si trovano lettini per tutti messi all’ombra della rigogliosa vegetazione che ricopre tutta l’isola. E’ già perché Biyadhoo è completamente ricoperta di alberi, alcuni penso centenari da quanto sono grandi, sembra una giungla, ma una giungla tenuta bene, le stradine che la attraversano sono sempre pulite dalle signore che tutte le mattine spazzano via le foglie.

http://www.ilgiramondo.net/forum/album-foto/u-64161/biyadhoo+-+maldive/181142-isola1.jpg

Anche le famigerate palazzine a due piani sono immerse nel verde ed infatti dal mare non si vedono anche se sono li a pochi metri dalla riva.

http://www.ilgiramondo.net/forum/album-foto/u-64161/biyadhoo+-+maldive/181152-le-palazzine.jpg

Allora sempre parlando della struttura il bar è all’aperto mentre il ristorante è chiuso, ora per tanti questa è una pecca, certo anche a me piace il ristorante aperto e a noi che abbiamo preso una settimana di tempo splendido sarebbe andato bene ma nel caso di pioggia e vento penso che avere un luogo chiuso non sia poi così male (parlo per esperienze passate). Comunque anche al ristorante il personale è tutto gentilissimo a partire dai cuochi ai camerieri, la prima sera abbiamo chiesto di cambiare tavolo perché eravamo proprio sotto l’aria condizionata e il giorno dopo prontamente lo hanno fatto, penserete ma come prima la camera poi il tavolo, ebbene si abbiamo cambiato tutto e non è finita, il tavolo lo abbiamo ricambiato subito perché sono arrivati Tamara e Alessandro, una simpaticissima coppia toscana, e quindi abbiamo subito fatto una tavolata unica.
Il menù prevedeva sempre il classico riso bianco, un altro tipo di riso con verdure o con carry ecc, tonno fatto solitamente in due modi, pollo, verdure e sempre un tipo di pasta che non era poi niente male, infine insalate varie e un buffett di dolci sempre diversi, insomma noi abbiamo mangiato bene, certo alla fine le cose sono quelle ma ricordiamoci che non siamo in Italia ma alle Maldive e quindi anche il cibo è diverso dal nostro, l’importante anche qui è non essere troppo esigenti e poi qualcosa di buono si trova sempre, io sono ingrassata quasi due chili segno che qualcosa ho trovato.

http://www.ilgiramondo.net/forum/album-foto/u-64161/biyadhoo+-+maldive/181160-il-buffet1.jpg

In conclusione il cibo non era niente male e anche a colazione c’erano diversi tipi di brioches, pane burro marmellate caffè, te e succo, corn flakes e le classiche cose salate, quindi uova, che ti cuocevano al momento, e poi wurstel fagioli ecc..
Ah dimenticavo c’è anche una piccola Spa che però noi non abbiamo usato e quindi non saprei dire com’è.

Bene, spero di essere stata abbastanza dettagliata nella descrizione della struttura, so che la maggior parte di chi cerca informazioni cerca queste perché il mare si sa che è stupendo comunque è giusto parlare anche del mare, e che dire?
Stupendo.
Il reef che circonda l’isola è bellissimo e ricco di tantissimi pesci, ci sono diversi passaggi nella laguna per poter uscire nel blu, io che come detto ho paura del mare aperto ci ho messo alcuni giorni a decidermi a “uscire” ma pur rimanendo all’interno della laguna si possono incontrare centinaia di pesci multicolori e divertirsi ugualmente.
Noi avevamo preso possesso di un angolo di spiaggia poco “trafficato” davanti al passaggio nr. tre e vi assicuro che già li appena fuori si vedeva di tutto, per diversi giorni sono rimasta li e mi avventuravo solo alcuni metri a ridosso del reef.

http://www.ilgiramondo.net/forum/album-foto/u-64161/biyadhoo+-+maldive/181134-il-nostro-angolo1.jpg

Certo quando poi alla fine mi sono decisa e sono uscita con la mia fidata tavoletta e ben tre guardie del corpo, Albe, Tam e Ale, ho visto delle cose bellissime.
Il primo giorno che mi sono appunto avventurata nel blu mi hanno portata dal passaggio uno e rientro al passaggio sette (il pontile), molto semplice davvero (e infatti poi l’ho fatto anche i giorni successivi), e un’uscita dal passaggio due (il cantiere navale) e rientro al passaggio tre, ecco qui l’entrata è un po’ difficoltosa essendo l’acqua molto bassa ma poi una volta usciti c’è una stupenda corrente che senza fare alcuna fatica ti porta direttamente al passaggio per rientrare, appunto il tre.
Nella mia prima uscita abbiamo nuotato con ben sette aquile di mare che volteggiavano sotto e intorno a noi, un’emozione stupenda, inoltre ovunque ci si girasse sembrava di essere in un acquario. Consiglio vivamente a tutti, anche a chi sa nuotare pochissimo, di uscire tranquillamente, certo bisogna sempre avere un po’ di attenzione per le correnti ma la cosa è fattibilissima (parola di una che sa nuotare pochissimo e ha il terrore dell’acqua alta).

http://www.ilgiramondo.net/forum/album-foto/u-64161/biyadhoo+-+maldive/181181-reef3.jpg

A riva poi giravano sempre quattro o cinque piccoli squaletti che adoravo osservare, troppo belli quando si lanciavano nel bel mezzo del branco di sardine che stazionano davanti alla spiaggia facendole schizzare qua e là.
Quando siamo andati noi a Biyadhoo vicino al diving vi era una piccola recinzione, in mare con una trentina di piccole tartarughe nate lo scorso luglio ed essendo arrivato il momento di liberarle tutti noi ospiti siamo stati avvisati e quindi quella mattina ci siamo presentati in massa per assistere all’evento.
La sorpresa è stata quando ci hanno detto che chi voleva poteva prenderne una e liberarla quindi mi sono intrufolata tra la folla e ne ho presa una in mano e, dopo le classiche foto di rito, l’ho liberata in mare con l’augurio di sopravvivere ai pericoli che avrebbe incontrato, chissà, speriamo, era talmente piccola ancora. Comunque è stato emozionante dare la libertà ad un esserino così bello.

Per quanto riguarda le escursioni noi abbiamo fatto quella all’isola deserta con pic nic e direi proprio niente male, il cuoco ha preparato una grigliata spettacolare, mangiato benissimo, e l’isola è veramente favolosa, un mare trasparente e cristallino in cui rimanere in ammollo.

http://www.ilgiramondo.net/forum/album-foto/u-64161/biyadhoo+-+maldive/181165-laguna-dellisola-deserta.jpg

La seconda escursione l’abbiamo fatta all’isola dei pescatori di Maafuschi, ci hanno fatto fare un giro per l’isola passando davanti al carcere, la moschea, la scuola ecc. e poi chiaramente nel negozietto di souvenir. A mio avviso niente di che ma per una volta che si va alle Maldive è da vedere e poi qualche cosina da comperare si trova sempre.

L’ultimo giorno poi, visto che avevamo l’aereo la sera, abbiamo deciso di passarlo a Malè e quindi la mattina siamo partiti per la capitale, l’isola è praticamente un agglomerato di case e condomini le cui stradine sono tutte super trafficate da auto e soprattutto da miliardi di motorini, insomma non un granché, tra l’altro sfortuna vuole quel giorno fosse festa nazionale (ce lo ha detto un ragazzo incontrato li), quindi molte cose erano chiuse, insomma diciamo che a noi non è piaciuta molto ed infatti dopo aver pranzato in un locale carino, consigliatoci da un ragazzo maldiviano, siamo tornati in aeroporto e siamo rimasti li ad aspettare di imbarcarci verso la fredda Italia.

In conclusione che dire, è stata una vacanza molto bella, abbiamo passato 11 giorni in totale relax con l’unica “fatica” di ammirare la fauna marina.
L’isola come ho già detto è a mio, anzi a nostro, avviso molto bella e, cosa non da poco, abbordabile un po’ a tutti, insomma Maldive a portata di portafoglio e questo è sicuramente da tener presente nella valutazione di Biyadhoo. Certo alcune cose sarebbero da sistemare ma teniamoci così Biyadhoo con le sue pecche e con il suo mare favoloso e il suo prezzo strepitoso. E con questa rima chiudo il mio piccolo diario sperando di aver dato delle informazioni utili a chi, come noi, cercava questo.

Pin It
Tags:

Ci sono 22 commenti su “La nostra prima volta alle Maldive, splendida Biyadhoo

  1. Mi sembra proprio che la vacanza sia andata nel migliore dei modi :ok:
    Leggendo la descrizione dell’isola mi è venuta un pò in mente Bathala…quindi penso che anche Biyadhoo potrebbe piacermi…chissà … un giorno….:wink:
    L’esperienza con le tartarughe deve essere stata emozionantissima…io non mi sarei fatta largo nella folla ma li avrei stesi tutti pur di prenderne una e poi lasciarla in mare!!
    adesso serve qualche foto però :photo:

  2. brava Manu!! diario ricco di informazioni utili!! :clap:
    [QUOTE]E poi in fin dei conti uno non va di certo alle Maldive per stare in camera, quel che conta è il mare e quello di sicuro è stupendo.[/QUOTE]
    sono assolutamente d’accordo con te…che importa la camera quando sei alle Maldive??? :o

  3. Difficile non essere d’accordo con le tue impressioni, visto che eravamo lì con voi:sorridente: ( la Tam del racconto sono io!!)ti sei dimenticata solo la caccia alle stelle, si perchè la sera visto che l’animazione(grazie al cielo) è praticamente assente, utilizzando un app. Iphone davamo la caccia alle stelle! lì sono così belle e vicine senza l’inquinamento luminoso delle città. Un paio di info per il diving: le immersioni della mattina sono tutte in pass e occorre essere in grado di gestirle perchè le guide più di tanto non aiutano, quella del pomeriggio è più semplice, inoltre è possibile fare immersioni illimitate(a pagamento) da riva se si ha un compagno, non in tutte le isole è permesso.

  4. Grazie a tutti :bacio: :bacio:e grazie a Tam per le informazionii per il diving, che io chiaramente non ho usato, e soprattutto per la piacevolissima compagnia :bacio:

    Per le foto purtroppo volevo già metterle ieri ma sono tutte troppo pesanti e il sito non me le accetta quindi devo ridurle e quindi mi ci vuole un attimo

  5. bel diario grazie
    anche noi abbiamo sempre nicchiato sulle maldive proprio per la paura di annoiarsi in “così poco spazio” (siamo un po’ fanatici del girare e del vedere)
    ma questo tuo racconto mi fa veder la cosa sotto un aspetto diverso e forse forse….
    soprattutto perchè anche noi non amiamo il lusso, la confusione, e l’importante in un luogo è stare bene, che sia pulito e tutto il resto è di più.

  6. ho rivisto nel tuo diario, le mie stesse titubanze per la scelta di una prima volta alle maldive… la paura di annoiarsi… la paura di sentirsi prigionieri di poche centinaia di metri di lembo di sabbia… bene ora che hai provato, vedrai che la voglia di Maldive tornera’ a ripetizione…:wink: almeno per me e’ stata così.
    Bel diario…:rose: complimenti.

  7. uauu il diario della manu ed albert
    sulle maldive :serenata: ..bene quindi io te lo commento dalle filippine …..:serenata:
    bello brava hai saputo dare info precise e dettagliate a chi cerca un isola maldiviana a prezzi accssibili
    ma le foto ???

  8. Grazie Bru, in effetti sulle Maldive cosa vuoi dire, l’ho scritto proprio con l’intento di dare il più possibile delle informazioni pratiche, non si può di certo commentare il luogo che è splendido
    Le foto devo ridurle per inserirle, e già qui mi incasino, ma ce la farò promesso

  9. complimenti bel diario ! :ok:
    sono contento che l’isola non sia cambiata in questi anni tranne forse per il lato est, ancora non c’erano i muretti anti-erosione e si stava ancora bene anche se molta meno spiaggia della zona ovest
    aspettiamo le foto :rose:

Lascia un Commento

Commenta con Facebook