Il mio sogno … di nome Maldive

Ognuno di noi, fin da bambino, sviluppa passioni … la mia è sempre stata per i viaggi, scoprire nuove culture, abitudini diverse, avere la possibilità di conoscere nuovi luoghi lontani dalla nostra vita di tutti i giorni. e con le passioni si creano i sogni. Il mio, essendo innamorato del mare, era soltanto uno : prima o poi avrei voluto essere alle Maldive … e così è stato . E quale miglior occasione se non in viaggio di nozze ?

 

Sono partito  il 17 Marzo 2014  con la mia dolce metà e insieme a nostro figlio di 21 mesi, con 2 valigie e un carico di entusiasmo e di soddisfazione per esser finalmente riuscito a realizzare  il sogno da bambino …

… e veniamo al viaggio !

Il volo (neos) non è tra i più comodi, aggiungiamoci il fatto di aver viaggiato in 3 su 2 posti (perchè i bambini sotto i 2 anni non pagano e quindi non gli viene assegnato nessun posto e bisogna tenerli in braccio). Da Roma Fiumicino trascorrono 8 ore e 30 prima di vedere la piccola pista dell’aeroporto di Malè. Scendendo dall’aereo la prima cosa che ti colpisce è la temperatura deliziosamente estiva che ti avvolge, facendoti capire quanto sia distante da lì  la pioggia e il freddo che avevamo lasciato in Italia. Quando si lascia l’aeroporto sono 2 le alternative per raggiungere la propria isola: con l’idrovolante o con la barca; noi abbiamo optato per quest’ultima (ma solo all’andata) e in un’ora e 45 minuti siamo giunti nel nostro ” paradiso”: quando scendi dalla barca  tutta la stanchezza che avevi accumulato sparisce nello stesso momento in cui giri lo sguardo e osservi la spiaggia incredibilmente bianca e l’acqua così pulita e trasparente da sembrare surreale : BENVENUTI AD ALIMATHA’  !

1459869_10203443090821814_509957287_n

L’isola di Alimathà è situata nell’atollo di Vaaru, a sud di Malè; ci è stato raccontato che un’isola per essere riconosciuta tale debba avere almeno 7 palme e nella nostra ne erano presenti 1.200, inoltre ogni resort ha controlli severissimi riguardo all’ambiente circostante, dove sono numerose le visite per verificare lo stato delle palme (ho scoperto che hanno un importanza pazzesca per i maldiviani e per il loro governo) e la non presenza di cocco per garantire la sicurezza degli ospiti .  Il resort gestito dai “villaggi BRAVO” è veramente eccezionale, curato in ogni minimo dettaglio, in cui la pulizia e l’attenzione per i dettagli permettono al villaggio di essere veramente di alto livello. A volte mi fermavo e osservavo il mare, con i suoi colori pazzeschi, lontani dalle mie abitudini romane, guardavo la spiaggia incredibilmente bianca e soffice , sempre fresca anche nelle ore più calde . Mi piaceva il primo pomeriggio,mentre tutti erano in camera a riposarsi, passeggiare solo sul bagnasciuga  e osservare i vari scorci che avevo davanti fatti di palme, di mare e di una varietà di animali  incredibile.

1510622_10203443075901441_2075114393_n

Essendo un villaggio per famiglie la struttura era piena di bambini, molti dei quali non superavano i 4 anni;  vedere mio figlio così contento mentre prendeva confidenza con l’acqua ripagava la nostra scelta di averlo voluto in tutti i modi portarlo con noi, per condividere il nostro viaggio di nozze anche insieme a lui e ora posso dire con certezza che non sarebbe stata la stessa cosa senza di lui . La nostra esperienza alle Maldive è stata perfetta sotto ogni punto di vista, siamo riusciti a godere a pieno le meraviglie che il luogo offriva, abbiamo conosciuto e condiviso momenti con nuove persone, fatto amicizia …

1173654_10203443077301476_1848205409_n

La sera prima di tornare in stanza per prepararci, passavano sempre una mezz’oretta  nella spiaggia di fronte alla camera per osservare il tramonto. Mi avevano detto che quello maldiviano era una cosa che valeva la pena non perdere e devo dire che avevano ragione, i colori e i contrasti che si formano con il mare sono fantastici e ovviamente non sono mancate le foto !

1959711_10203443091101821_1211741198_n

1173897_10203443088621759_1894933192_n

In genere, in ogni viaggio che faccio, la sensazione che provo quando sono stato alla grande è di una piacevole nostalgia che mi fa capire che è stato bellissimo, vissuto in ogni suo momento. Si dice che un viaggio è riuscito quando i giorni  ti volano … ebbene, è proprio la sensazione che ho provato .

Arrivederci alimathà

1972356_10203443090501806_2068349163_n

 

 

 

 

 

 

 

Pin It

Ci sono 2 commenti su “Il mio sogno … di nome Maldive

  1. Caro amico, non sai come ti capisco !!
    Leggere queste tue righe mi fa ritornare la maldivite, nota malattia che colpisce chiunque abbia la fortuna di passare per questi posti.
    Siamo stati ad Alimatha a fine Marzo 2009, per festeggiare il mio 40° compleanno, le mie bimbe allora avevano 4 e 7 anni e mi ricordo che le lasciavamo “libere” di andare dove volevano tant’è piccola e circoscritta l’isola.
    Ricordo quante volte, al primo mattino, mi alzavo da letto ancora mezzo dormiente ,aprivo la veranda e dopo 30 mt. mi tuffavo in quell’acqua calda e limpidissima, ricordo quella cena con aragosta a lume di candela con il tavolino in sabbia, ricordo quel silenzio che stordiva la mente,..quanti ricordi….!!!
    Alimathà………arriverderci…!!!!

  2. ogni tanto, guardo queste foto ed è come essere tornato la … a due passi dal mare , sempre a piedi nudi e con addosso solo un costume …. tutto passa , ma è proprio questa nostalgia che mi da la consapevolezza di essere stato alla grande … credo che una vacanza per essere chiamata tale deve lasciarti queste sensazioni ….

Lascia un commento

Commenta con Facebook