USA Agosto 2011: California+Parchi

Itinerario di viaggio:
Partenza 11/08 da Milano Linate
San Francisco 11-12-13/8
Trasferimento e Visita a Yosemite 14/8
Trasferimento a Lone Pine 15/8
Visita Death valley – Trasferimento a Las Vegas 16/8
Las vegas – Zion – Bryce Canyon 17/8
Moab 18-19/8
Monument valley – Page 20/8
Antelope – Trasferimento al Grand Canyon 21/8

Grand canyon – Flagstaff Trasferimento verso San Diego 22/8
San Diego 23-25/8
Santa Monica/Venice – Los Angeles 25-26-27-28/8
Los Angeles – Ripartenza 29/8

Mi sono decisa a raccontare il mio viaggio!!!
Composizione del gruppo di viaggio: 4 donne!!!
Abbiamo speso a testa circa € 2.500 per: volo, auto, assicurazioni, pernottamenti, pasti, benzina, escursioni, accesso ai parchi… praticamente tutto…sono escluse solo le spese “personali”.

Intanto vi elenco quello che abbiamo organizzato dall’Italia.

Voli. Purtroppo li abbiamo prenotati un po’ in ritardo ed abbiamo speso € 1.150,00 a testa.

Auto: prenotata dall’Italia tramite Enoleggio, ritirata all’aeroporto di San Francisco il 14 e riportata il 29 all’aeroporto di Los Angeles.
Abbiamo pagato € 408,00 dall’Italia, ed abbiamo integrato al ritiro dell’auto, l’assicurazione con LDW (che copre ogni danno alla carrozzeria) e la Roadsafe (e’ una specie di copertura totale per danni che puoi fare alle persone ed alle cose con la macchina) con un’aggiunta di $ 302,00. Non ci è successo nulla, quindi non le abbiamo usate!

Navigatore. Assolutamente comodo (per me necessario). Abbiamo acquistato le cartine USA per il TomTom, spesa € 29,95. Risparmiando decisamente! Cartine perfette, sia nei parchi che nelle città!

Assicurazioni sanitarie: con Viaggi Sicuri € 275,88 (importo totale per tutte e 4). Per fortuna non abbiamo avuto la necessità di utilizzarla, quindi non posso dare nessun giudizio. Sicuramente posso dire che abbiamo risparmiato facendola online.

Prenotazione escursione all’Antelope Canyon, direttamente dal sito, alle 11.30 (orario migliore per vedere i giochi di luce), € 89,23 (importo totale per tutte e 4).

Prenotazione alberghi.
Allora se posso darvi un consiglio, per un viaggio del genere, organizzate tutto dall’Italia. Facevamo tutti i giorni ore ed ore di strada, già il viaggio è impegnativo, mettersi a cercare l’albergo sarebbe stato pesante…
Abbiamo utilizzato la Lonely Planet, le recensioni e i vari diari di viaggio trovati su internet.
Le prenotazioni le abbiamo fatte tramite Booking, Venere e i siti degli alberghi.
Ahhh se utilizzate Booking (o similari) spesso vi danno camere limitate per 2 persone. Contattando poi la struttura si può modificare la prenotazione aumentando il numero delle persone, con un piccolo supplemento.
Ho scoperto la cosa per caso. Inizialmente dovevamo essere in 3 ed avevo già fatto tutte le prenotazioni…

INFO IMPORTANTE.
Siamo rimaste chiuse fuori dall’auto (direte…ehhhh beh sono donne…a quanto pare succede moooolto spesso!!!). Ovviamente avevamo tutto dentro: chiavi, documenti, cellulari, soldi…
Non vi sto a raccontare i dettagli, ma la cosa essenziale. Nel giro di un’oretta ce la siamo cavata, senza nessun danno all’auto… Come? Abbiamo chiamato la polizia, ed è arrivato un poliziotto super organizzato, che in pochi secondi ci ha aperto l’auto.
La nostra auto aveva la possibilità di impostare un codice per aprire l’auto senza chiavi, ovviamente non l’avevamo impostato.

Inizio a raccontare la super vacanza!!!!

11-12-13 agosto 2011
Arrivo a San Francisco.
Abbandoniamo l’aeroporto con un Treno (BART) che ci conduce a 5 min dal nostro primo albergo (all’angolo tra Powell Street e Market Street): Grant Hotel (a due passi da Union Square).
Le 3 notti a San Francisco ci sono costate $ 374, 22 colazione inclusa e WiFI solo alla reception (prenotato tramite Venere). Il personale dell’albergo non è molto ospitale, una famiglia asiatica. Ma l’albergo andava benissimo, in centro e vicinissimo ai mezzi.
Camera più che discreta, colazione con brioches, bomboloni, ciambelle, muffins, caffè americano, the. Lo spazio per la colazione è ridotto ai minimi termini…
San Francisco è stupenda, da girare a piedi. In tre giorni abbiamo girato per Chinatown (che non ci è piaciuta), Financial District (Transamerican Pyramid), City Lights Bookstore (una delle più famose librerie al mondo), Coit Tower, Lombard Street (nel tratto degli 8 tornanti) la strada più tortuosa al mondo, Fisherman’s Wharf (quartiere bellissimo), Pier 39 con i suoi leoni marini, SFMoma (che abbiamo visto solo da fuori!), Il Castro, la collina di Twin Peaks, Haight Street e Ashbury Street, Golden Gate Park, Gold Gate Bridge (spettacoloooooooo!!!!).
Vi consiglio di noleggiare una bicicletta, noi l’abbiamo presa vicino al Golden Gate Park ($ 100 per tutte e 4), l’idea era di andare a Sausalito.
Alla fine non ci siamo andate perché arrivate al Golden Gate Bridge, era completamente coperto dalla nebbia, un vento pazzesco…
Lo abbiamo attraversato e siamo andate al Vista Point Overlook.
Abbiamo fatto un po’ di foto, ci siamo riposate un po’….e poi ci siamo accorte che la nebbia stava scomparendo.
Così abbiamo deciso di “saltare” Sausalito e di tornare indietro. Siamo rimaste un po’ di tempo in adorazione…sembrava si fosse proprio messo in mostra per noi!!!! Che emozione! Scendete fino a Fort Point.
Così abbiamo deciso di ritornare “seguendo” la costa ovest, Lincoln Blvd, da Baker Beach è stupendo…abbiamo continuato sulla strada El Cammino del Mar…vi consiglio assolutamente di fare quel giro! Si continua ad ammirare il Golden Gate da altri punti di vista.
Volevamo entrare al Japanese Tea Garden, ma alla fine era tardi, dovevamo riconsegnare le bici…abbiamo solo “buttato l’occhio”.
San Francisco ci è piaciuta molto, è bellissima da vivere. Sicura, ben servita, cibo per tutti i gusti…

14 agosto 2011 – Ritiro auto a San Francisco Airport, destinazione Yosemite (circa 190 miglia – circa 4 ore)
Ci aspettavamo una coda chilometrica ed invece in poco più di mezz’ora abbiamo ricevuto la nostra bellissima auto. Una Ford, tipo Jeep bianca. E’ sempre andata benissimo.
Quindi verso le 10 della mattina partiamo da San Francisco, in direzione Yosemite. Ci siamo fermate per il pranzo allo Sugar Pine Caffè (per puro caso!!!). Abbiamo pranzato molto bene, pagato solo $ 53,20 (in 4!!!). Locale molto caratteristico (in un paesino molto caratteristico), se ci passate, vi consiglio di fermarvi! Il personale gentilissimo!
Riprendiamo così il nostro viaggio.
Arriviamo allo Yosemite, facciamo l’annual pass ($ 80).
Iniziamo a girare in auto, vediamo ad un certo punto qualche macchina ferma sul ciglio della strada. C’era una mamma orso con 2 cuccioli!!!! Direi botta di fortuna allucinante. Molliamo l’auto e ci fermiamo per avvicinarci, fare foto, video… Altra emozione fortissima!!!
Dopo questa inaspettata vista, mi sa che ci siamo sentite già appagate dal nostro primo parco. Comunque siamo andate a vedere le Yosemite Falls
Stanche dal viaggio, sulla strada dal parco al nostro albergo (Cedar Lodge a El Portal) ci siamo fermate in un supermercato ed abbiamo cenato sul terrazzo della camera.
Albergo Cedar Lodge a El Portal, a circa 10 minuti dall’entrata del parco. Pagato € 124, 44 (solo pernottamento), prenotato tramite Venere.
Struttura molto carina e caratteristica, parcheggi l’auto praticamente davanti alla camera.
Ah una cosa, siete isolati dal mondo, i nostri cellulari non prendevano! La Wifi non è gratuita!!!

15 agosto – Visita alle Sequoie di Mariposa Grove e trasferimento a Lone Pine (circa 197 miglia – circa 4 ore)
Siamo andate a Mariposa Grove a vedere le Sequoie più “famose e datate”! Abbiamo fatto il Trail più corto a piedi, abbiamo visto tra le altre la Grizzly Giant…maestosa!!!!
Fatto il nostro Trail, partiamo verso un paesaggio completamente diverso!!! Il deserto!
Seguiamo la Scenic 120 (quella che passa dal Tioga Pass)…ed ancora per qualche ora continuiamo a vedere paesaggi “montani”. Laghetti con colori spettacolari, cime innevate, muri di roccia dai vari colori…bellissima strada! Facciamo una pausa di un’oretta ai bordi di un laghetto!
Arriviamo a Lone Pine, lasciamo le valigie al nostro albergo Historical Dow Villa (prenotato direttamente dal sito dell’albergo). Wi-fi free solo alla reception.
Ci aspettavamo un postaccio, ed invece anche questo molto caratteristico, pagato $ 89.60 (totale della camera in 4 solo pernottamento). A dire il vero ci hanno “adattato” una camera King Size, dove hanno aggiunto un lettino. Camera ridottissima (a turno dovevamo aprire le valigie), ma per una cena e qualche ora di sonno, ci è andata benissimo.
Paesino carino ed abbastanza vivo.
Appena arrivate, ci siamo fiondate in un supermercato, dove abbiamo acquistato dei contenitori di polistirolo (che ci hanno fatto compagnia fino a Santa Monica) e qualche tanica di acqua.
Ceniamo sulla Main street, non ricordo il nome, ma aveva una terrazzo all’aperto che dà sulla strada. Scorpacciata di carne $ 97.65 (importo per tutte e 4). Abbiamo mangiato molto bene.

16 agosto – Visita Death Valley e trasferimento a Las Vegas (circa 251 miglia)
Levataccia alle 4 di notte. Colazione molto veloce al Mc Donald’s ($ 18.31 per tutte e 4) e partenza verso la Death Valley.
Su questo parco non avevo nessuna aspettativa, invece mi ha emozionata!!! Colori stupendi, paesaggi lunari…
Ci aspettavamo un caldo allucinante, tutto molto sopportabile, nulla a che vedere con il caldo che ci aspettava poi a Las Vegas!
Abbiamo fatto tutto il giro: Artist point, Zabriskie Point, The Badwater, Devil’s Golf Course…Spettacolo!!!!!
Finito il giro e fatte le innumerevoli foto, partiamo verso Las Vegas.
La cosa bella di questo viaggio è che lo scenario continua a cambiare!!!
Ed ora a Las Vegas…qua si che abbiamo sofferto il caldo e l’afa!
Che dire di Las Vegas, classico giro per i casinò, negozi, alberghi. Lo spettacolo delle fontane del Bellagio. Lo spettacolo del Mirage…
Abbiamo alloggiato a The Signature at MGM. Per un totale di $ 155,68. Prenotato da Booking. Wi-fi gratis anche in camera (anche se c’era scritto che era a pagamento!).
Consiglio, prenotate la camera per 2 persone anche se siete di più. Noi ci abbiamo dormito in 4.
Tanto nessuno vi controlla (gli alberghi sono immensi!!!!!). Avevamo un letto King size e un divano che ha fatto da letto.
Vasca con idromassaggio e doccia…albergo stupendo, ma senza Casinò. C’è un tunnel che lo collega all’MGM GRAND.
Una notte forse è poca per vedere un pò Las Vegas…ma la priorità di questa parte di vacanza erano i parchi. Quindi è andata bene così!!

17 agosto – Trasferimento da Las Vegas a Bryce Canyon – con tappa obbligata allo Zion (circa 255 miglia – 4 ore e mezza solo di trasferimento)
La mattina ce la siamo presa con comodo.
Partite da Las Vegas, arriviamo allo Zion. Parcheggiamo e facciamo il trail con la navetta gratuita. E’ veramente bello!!!! Colori stupendi. Fermatevi, non vi “porterà” via molto tempo! Noi lo abbiamo fatto un pò di fretta, nel senso che siamo sempre rimaste sulla navetta, ed il giro è durato circa una mezzora. Siamo partite da Las Vegas un pò tardi…
Arriviamo ormai al buio ad Hatch…direttamente al nostro albergo.
Credo sia stato il migliore in cui abbiamo soggiornato, soprattutto considerato il rapporto qualità prezzo, abbiamo pagato $ 93.96 (prezzo da dividere per 4).
Siamo state al Riverside Resort. Il signore che ci ha ricevute, è stato gentilissimo (super sorridente!!!). La camera arredata con gusto, molto caratteristica e pulita…
Uno spettacolo, anche il panorama che circonda l’albergo. Che è in mezzo al nulla.
Abbiamo cenato e fatto colazione nel ristorante, sempre di loro proprietà! Il Cactus CowBoy. Anche questo molto caratteristico, abbiamo mangiato bene, per cena (speso $ 49.03). Ovviamente da dividere per 4.

18 agosto – Bryce Canyon, trasferimento a Moab (circa 280 miglia – 5 ore di viaggio)
Partiamo la mattina dal nostro albergo, facendo prima una buona colazione sempre al Cactus CowBoy (speso $ 34.93). Ovviamente da dividere per 4.
Arriviamo al Bryce e facciamo il percorso per strada, vedendo tutto il parco. Partendo dal punto più lontano. Purtroppo quando siamo arrivate, ci siamo beccate una bella grandine, durata parecchio. Un pò per questo motivo, un pò per il ritardo nella partenza da Hatch, non siamo riuscite a fare il Trail che avevamo in programma… Se devo ammettere un grosso rimpianto che ho di questo viaggio è non aver fatto nessun trail (anche breve!) al Bryce, che visto da “sotto” dovrebbe essere spettacolare! FATELO!!!!
Partiamo così dal Bryce, direzione Moab…circa 5 ore di viaggio.
Pranzo…ci siamo fermate lungo il viaggio, non ricordo bene dove, spendendo $ 33,21.
Arriviamo la sera al nostro alloggio il Kokopelli Lodge (speso $ 168,54 per due notti per una camera con due letti matrimoniali), dove ci siamo fermate per ben 2 notti!!!
Il posto è molto carino e caratteristico….unica pecca la titolare un pò sfuggente, con orari ridotti. E’ stata comunque gentile…quando siamo arrivate, abbiamo avvisato del ritardo e ci ha fatto trovare la stanza aperta con le chiavi dentro! Ma umanamente molto fredda e la mattina non era mai alla reception prima delle 9.30.
Usciamo la sera per due passi e per la cena.
Abbiamo cenato in un ristorante sulla Main Street, Moab Brewery, un pò particolare con i gommoni e bici appesi al soffitto…
Abbiamo aspettato ma non più di 15 minuti prima di sederci, il locale era pieno, abbiamo mangiato bene, c’è un pò di tutto dalle insalatone, alla carne, e pesce (speso in 4 $ 69,92). Buonissima la birra!!!

19 agosto – Moab
La mattina ci alziamo ed andiamo a prenotare la nostra escursione (partenza alle 11) di rafting con la Moab Adventure Center spendendo $ 243 (per tutte e 4). Escursione di qualche ora, con pranzo incluso.
Prima di partire ci lanciamo in una super colazione americana da Zax Restaurant (spendendo $ 58,58). Buonissssssimaaaaaa!!!!!
Diciamo che è stata più una gita in barca, gli organizzatori simpatici e molto bravi. Ma dovevamo remare noi per andare avanti. Sicuramente agosto non è il mese migliore per fare rafting in quella zona. Abbiamo anche fatto il bagno nel Colorado!!!! Pranzo molto alla buona…
Rientriamo in stanza, ci cambiamo e partiamo alla volta dell’Arches Canyon.
Che dire…uno spettacolo!!! Assolutamente dovete arrivare al Delicate Arch Canyon. Vi consiglio di andarci nel tardo pomeriggio, sia perchè c’è una bella salita al sole, sia perchè non potete perdervi i colori che assume al tramonto!

20 agosto – Moab, visita Monument Valley, trasferimento a Page (circa 270 miglia – 6 ore di viaggio)
Nel trasferimento da Moab alla Monument ci capita quel piccolo “incidente di percorso” sopra accennato…siamo rimaste chiuse fuori dalla nostra auto!
Paghiamo i $20 per l’ingresso al parco.
Monument…che dire? A me ha emozionato tantissimo! Il mio parco preferito! L’abbiamo girata in macchina. Spettacolo! Non sarei più andata via!
Finito il nostro tour. Riprendiamo l’auto. Direzione Page. Pranziamo per strada…optando per un fast food, spendiamo circa $5 a testa.
Il paesino, me lo aspettavo più caratteristico.
Purtroppo abbiamo “sbagliato” la scelta dell’albergo…almeno secondo me. Siamo andate al Motel6 per $97,16.
E’ una catena molto economica, le camere più che decenti…ma non ha nulla di caratteristico!
Ma comunque è solo la camera per una notte!!!
Per cena andiamo da Ken’s Old West, ristorante tipico, molto carino! Fanno musica country dal vivo… Spendiamo $ 88,04 in 4.

21 agosto – Antelope Canyon e trasferimento al Grand Canyon (circa 140 miglia – 3 ore di viaggio)
Per la mattina avevamo prenotato l’escursione all’Antelope Canyon ($128,00 per tutte e 4), quella delle 11.30AM. Dicono che per vedere i colori migliori delle pareti, sia l’orario migliore.
Io non so come sia negli altri orari, ma quelle pareti hanno un gioco di colori veramente fantastico!!!
Finito il tour abbiamo fatto un pranzo veloce e siamo andate a Horseshoe Bend…spettacolo!!! Si vede un’ansa del Colorado veramente bella! Ne vale la pena!
Partiamo. Destinazione Grand Canyon, il nostro ultimo parco.
Arriviamo in tempo per esplorare la parte est. Cosa posso dire, immenso…infinito…
Godiamo del bellissimo tramonto a Yavapai Point!
Avevamo prenotato al Maswik Lodge, una Standard 2 Queen North. Abbiamo pagato $182,00 (solo perchè non abbiamo comunicato che eravamo in 4 anzichè 3). Potevamo anche prenotare per 2, che tanto non si sarebbe accorto nessuno, ed avremmo risparmiato qualche dollaro! Tanto danno una piantina e la stanza te la devi cercare tu! Ahhhhh direi necessaria una pila. Non c’è praticamente illuminazione, ma è il suo fascino! Pare di essere vicinissimi alle stelle!
Stanza molto bella! Bell’albergo… Spettacolare scenografia!
Ceniamo al ristorante a buffet del Lodge…$ 69,85 per una cena abbastanza scadente!

22 agosto – Grand Canyon e verso San Diego
Ci svegliamo prima dell’alba, mangiamo qualcosa di fretta e ci dirigiamo all’Hopi Point. Spettacolo!!!!!!
Ci siamo spostate tranquillamente con il bus!
Io ed una compagna di viaggio decidiamo di fare una breve elicotterata (con la Papillon). Sì bello, ma pensavo di scendere di più. Di avvicinarmi di più al Fiume! Invece abbiamo volato alto. E’ anche vero che abbiamo prenotato la gita più corta, quella di una mezz’ora… Considerata la cifra spesa (€ 121.50), non la rifarei e non so se la consiglierei! Mi informerei su quella più lunga, magari con quella si avvicinano di più!
Finita la gita, torniamo verso i trail e ci guardiamo una parte del parco, prima di raggiungere le altre 2 socie per il pranzo. Andiamo al Bright Angel, pranzato bene per $ 56,00 (in 4).
Dopo pranzo, partiamo! Destinazione San Diego!!!! Anche se con una tappa intermedia!
Allunghiamo leggermente direzione Flagstaff. Ci facciamo un giro per la cittadina, veramente carina!!! Particolare, si vede che è un paese di passaggio, ma pieno di gente giovane. Si sviluppa lungo la linea ferroviaria e lungo la famosissima Route 66!!!
Riprendiamo l’auto e ci fermiamo a fare benzina ed a prendere qualcosa da sgranocchiare. Cerchiamo di andare più possibile, ma verso le 22 ci fermiamo ad un Motel sulla strada. Caldo soffocante!!!! In camera era tutto caldissimo… Non ricordo nè il paese nè il nome dell’albergo, comunque spendiamo poco $ 74,76.

23-25 agosto – San Diego
La mattina dopo riprendiamo l’auto e via…finalmente arriviamo a San Diego in tarda mattinata. Raggiungiamo subito il nostro super economicissimo Motel il Dolphin Motel, 2 notti a $ 165,75 (con la colazione inclusa e Wifi). Abbiamo dovuto prendere due stanze, perchè quando avevamo prenotato dall’Italia, nel cambiamento da 3 a 4 letti, avevano disponibile solo quella sistemazione. Sistemazione che consiglio! Discreta colazione, parcheggio gratuito interno…
Buttiamo giù la roba, riprendiamo la nostra fedelissima auto e raggiungiamo finalmente il mare! Pranziamo in un baretto vicino alla spiaggia. Ci buttiamo poi al sole e ci concediamo un bell’aperitivo sulla spiaggia!!

Non vi sto a dettagliare le giornate dell’ultima settimana che abbiamo trascorso tra San Diego, Venice, Santa Monica, Los Angeles…
Ci siamo rilassate, quindi giornate in spiaggia, a parte una dedicata alla visita di Holliwood, Bevely Hills e molto velocemente Los Angeles.
Eravamo abbastanza esauste e quindi non abbiamo girato molto.
Mi sarebbe piaciuto visitare un po’ San Diego e fare una passeggiata per Rodeo Drive…va beh dai sarà per la prossima volta.

Le notti dal 25 al 28 le abbiamo trascorse a Marina Rey, alloggiato al Jolly Roger Hotel. Un pò troppo costoso, ma l’abbiamo prenotato lì al momento e non avevamo molta voglia di sbatterci a cercare. Comunque pagato $ 485,10 x 3 notti con colazione e wifi incluse.
Carino, zona tranquilla con ristoranti raggiungibili a piedi.
Bellissima Santa Monica da girare la sera.
L’ultima notte l’abbiamo trascorsa al Motel6 all’aeroporto di Los Angeles, pagato $ 82,10. Vale lo stesso commento fatto per il Motel 6 di Page.

Che dire…
Vacanza indimenticabile. Tornando indietro forse cercherei di prenderla un pò meno con comodo la mattina, per non arrivare sempre impiccata la sera a destinazione.
Ma alla fine eravamo in 4…con esigenze diverse.
Come ho già scritto ho due grossi rimpianti. Il primo (il più grosso) di non aver fatto il Trail al Bryce, ed il secondo (il più blando…) di non aver visitato un pò San Diego.
Se avete bisogno, sono a disposizione!

Pin It
Tags:

Ci sono 4 commenti su “USA Agosto 2011: California+Parchi

  1. Bel racconto :clap:…quando leggo mi sembra di tornare in quei luoghi straordinari.
    comprendo il rimpianto del mancato trail al Bryce …è davvero bello, merita e vale la fatica!! sarà per la prossima volta!!!

Lascia un commento

Commenta con Facebook