Zante: dove il mare è sempre più blu

Zante: dove il mare è sempre più blu

Decolliamo il 10 luglio alle 6,30 da Malpensa diretti a Zante. Dopo solo 1 ora e 45 minuti siamo a Zakynthos città. Fa caldo, anzi caldissimo, con 18 euro in taxi arriviamo a Lagana, all’hotel Megara che abbiamo scelto come base, con booking su internet a 245 euro per una settimana.
Siamo in quattro, io, mio marito, Roberto e Alessandro e appena arrivati già ci rendiamo conto che Laganas non fa per noi…. in effetti questa cittadina si presenta come era stata descritta in diversi forum, ma dal vivo…. è un vero paese dei balocchi per ragazzini, una via lunga e stretta che ospita discoteche, locali, fast food, negozi di souvenir…. l’età media è fra i 18 e i 22 anni, storme di ragazzi/e russi ed inglesi che girano in costume anche la sera, che vivono di notte e di giorno dormono… ma non ci scoraggiamo, affittiamo gli scooter e siamo pronti a partire!
11 Luglio: Ci dirigiamo nella parte est dell’isola, ci fermiamo a Tsvili ,una cittadina moto carina e tranquilla, la spiaggia è bella, ci sono molti negozi e taverne, il mare che comincia ad affascinarci è splendidamente limpido. Nel pomeriggio ci muoviamo alla volta di Alikana con una bella spiaggia abbastanza selvaggia. Ceniamo in una taverna a Laganas, con 10 euro a testa, un piatto di carne grigliata con patatine e birra.
12 Luglio:Ddecidiamo per il sud dell’isola, verso Vassilikos, passando per Argasi, un centro balneare con tante piccole insenature e poca spiaggia, arriviamo a Banana Beach ,una lunghissima spiaggia bianca e poi ci muoviamo verso Gheracas, una bella spiaggia, famosa per le tartarughe Careta-careta, che depongono le uova ogni estate, ci fermiamo qualche ora, affittando due sdraio e un ombrellone, visto il sole potentissimo.
Dopo una sosta in taverna approdiamo a Porto Roma per un ultimo bagno.
13 Luglio: Si parte alla volta di Porto Vromi, attraversando la regione verso Ovest… i panorami sono bellissimi, uliveti e cipressi, salite e discese, fino allo spettacolo che si gode dall’alto: Porto Vromi, un’insenatura favolosa con un mare verde e trasparente. Ci imbarchiamo con 15 euro a testa per la visita della spiaggia del Navaglio raggiungibile solo via mare. Una spiaggia fantastica, intorno alla nave naufragata si è creata una spiaggia di sabbia bianchissima .Dopo la sosta di un’ora visitiamo le cave che ci sono nei dintorni, preziosi spettacoli della natura in un mare che sfuma dal turchese, al blu cobalto.
Al rientro passiamo per Porto Limnionas ,scogliere a picco sul mare, c’è come un fiordo, una piccola insenatura dove scendere (abbastanza facile il percorso) per fare un bagno in un’acqua chiara e freschissima .Al tramonto ci dirigiamo a Laganas e alla sua “terribile” vita notturna.
14 Luglio:Ddi prima mattina partiamo per il nord e le Blu cave, lungo la strada ci fermiamo per un bagno tonificante nella bella insenatura di Micro nisi e i suoi ciottoli bianchi.
Raggiungiamo verso mezzogiorno il porto si St.nicholas e per 5 euro a testa con una barca visitiamo le Blu Cave, la barca è solo per noi, il mare azzurro e le caverne dall’acqua quasi color indaco.
La sera ceniamo a Zante città con 12,50 euro a testa in una taverna davanti al porto.
15 Luglio: Puntiamo al sud ed allora Keri beach che è una piacevole sorpresa, finalmente un leggero venticello, una piccola cittadina, ed il mare…. come sempre da favola.
A cena ritorniamo a Zante città e visitiamo la chiesa di Agios Dionysios, che conserva le vestigia del santo e piazza Solomos.
16 Luglio: puntiamo di nuovo alle Blu cave e al porto di St.Nicholas, ma prima ci fermiamo a Xigia beach, un vero spettacolo della natura. Il mare è ineguagliabile, la spiaggia piccola, ma quasi deserta.
Ci godiamo un pranzo in taverna a St Nicholas e oziamo per il resto del pomeriggio.
Al rientro ci fermiamo a Zante città per visitare il suo cimitero.
Consegniamo gli scooter e ceniamo con un pita gyros e una birra.
L’isola di Zakynnthos ci ha piacevolmente stupito, poco turismo, un mare sinceramente
meraviglioso, spiagge e insenature da scoprire, un capolavoro della natura ancora in buona parte intatto. Partiamo e ciò che riportiamo da questa vacanze è un ricordo davvero prezioso.

Info:
Lagans: un paese dei balocchi, fast food, negozi, ragazzini mezzi nudi, discoteche, spiaggia e mare mediocri, se avete più di 20 anni, non amate i cibo spazzatura, la musica sparata dai locali… statene alla larga
Tsivili: tranquilla, un bel mare, adatta alle famiglie
Zante città: turisticamente molto vivibile, non c’è spiaggia ma solo il porto, bello il centro, taverne a buon livello
Argasi: centro tranquillo, poca spiaggia, una buona base per partire in escursione dell’isola, alberghi di buon livello, adatto alle famiglie

Spiagge: Aliches/Alikana adatte a tutti, sabbiose
Porto Limnionas: tipo fiordo, davvero spettacolare
Gheracas: spiaggia al sud molto bella
Xigia: un capolavoro
Navaglio: solo via mare, merita vederla

L’isola si gira bene in scooter ma anche in macchina, si raggiunge da Milano con volo easy jet a circa 300 euro, gli alberghi sono numerosi e prenotabili via internet.

Pin It
Tags:

Ci sono 6 commenti su “Zante: dove il mare è sempre più blu

Lascia un commento

Commenta con Facebook