Viaggio in Argentina

Sono Achille, ho 52 anni, sono un impiegato che ama molto viaggiare. Qualche anno fa, ho regalato alla mia fidanzata , un viaggio da sogno, in una terra sensuale: l’Argentina. Da subito si è presentata un’agenzia molto professionale e qualificata, poiché mi hanno consigliato di andare a visitare con la mia ragazza le cascate di Iguazù, sistemandoci all’interno del Parco Nazionale di Iguazù, per poter osservare la natura, ancora incontaminata. L’agenzia ci ha consigliato questa destinazione, non solo pSiamo partiti da Milano per giungere a destinazione, Buenos Aires. Dopo aver posato le valigie, abbiamo fatto un giro per la città, rimanendo estasiati dall’architettura e dall’accoglienza della gente, così come ci era stato detto dall’agenzia. Il giorno seguente siamo andati a visitare la zona coloniale della città per proseguire nei quartieri più caratteristici. Abbiamo continuato per Puerto Madryn, per fotografare i pinguini e vedere una delle più spettacolari risorse naturali. Inoltre abbiamo potuto ammirare dal vivo le balene, i leoni marini e gli elefanti marini. Altra tappa, è stata la visita dello spettacolare Perito Moreno, un ghiacciaio all’interno del Parco Nazionale Los Glaciares, dopodiché non potevano mancare, certamente le spettacolari cascate di Iguazù. Trovando una sistemazione alberghierasi all’interno del Parco Nazionale di Iguazù, per poter osservare la natura, ancora incontaminata Il fiume Iguazù, in questo punto, precipita con un muro d’acqua verso la valle, nel maestoso verde della foresta. Siamo tornati nella capitale argentina, Buenos Aires, per partecipare a una tipica cena argentina, mangiando e ballando al ritmo della musica e del tango, la danza più sensuale che manifesta l’ anima di questo popolo molto caloroso. Sfortunatamente la vacanza è terminata, siamo ritornati alla vita di tutti i giorni. Ringraziamo in maniera particolare l’agenzia di viaggi:Vicino e Lontano S.r.l., per averci dato consigli preziosi, che hanno reso la nostra vacanza particolarmente bella e reale.

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook