A spasso per i mercatini di Natale…

Era il 4 dicembre, quando 2 nostri carissimi amici che vivono nelle Marche, ci chiamano per dirci che andranno a visitare per una settimana i mercatini di Natale in Alto Adige, Austria e Germania, e se avevamo voglia di unirci a loro… Incuriosito di vedere il fascino natalizio di questi posti che conoscevo solamente in estate, gli rispondo – E PERCHE’ NO! – per quando sarebbe la partenza? Ci rispondono – IL 6 DICEMBRE! – cavolo cavolo cavolo, abbiamo solamente 2 giorni per prenotare gli alberghi, preparare le valigie e preparare la macchina per il viaggio…
Per il pernottamento in Alto Adige ci affidiamo al maso Obertörgelhof, di proprietà della signora Hilde, che si trova in frazione Kranebitt 18 a Bressanone; la struttura comprende 3 appartamenti tutti in puro stile montanaro. Abbiamo conosciuto questo piccolo agriturismo attraverso il sito di GALLOROSSO, che è una sorta di consorzio che riunisce tutti i masi dell’ Alto Adige. Il prezzo del nostro appartamento per 2 persone è di 45 € a notte.
Per il pernottamento a Monaco di Baviera ci siamo affidati al GOLDEN LEAF HOTEL PERLACH, situato in un tranquillissimo quartiere residenziale, con molti parcheggi gratuiti a disposizione, e a solamente 20 minuti di metro dal centro città (metro U5 fermata NEUPERLACH SÜD), alla modica cifra di 37 € a notte esclusa colazione, prenotato come sempre su EDREAMS.

6 DICEMBRE

E’ mattina prestissimo quando suona la sveglia, e belli pimpanti saliamo in macchina in direzione Bressanone, la temperatura è abbondantemente sotto lo zero… Dopo circa 3 ore e mezza di autostrada, decidiamo di uscire a Egna in provincia di Trento, e proseguire fino a destinazione in Statale; il sole sta per sorgere e lo spettacolo del paesaggio innevato è stupendo, fortunatamente per strada non abbiamo trovato neve per tutto il tragitto, il che ha reso ancora più gradevole le ore di viaggio! Giungiamo a Bressanone giusto giusto per ora di colazione. Decidiamo di attendere l’arrivo dei nostri 2 amici in un grandissimo bar (BAR DOM) proprio di fronte alla piazza nella quale si svolgono i mercatini di Natale. Giusto il tempo di fare colazione e anche gli stand natalizi aprono, richiamando subito molta gente, per la maggiore turisti. Le bancarelle offrono splendidi oggetti di artigianato in legno e vetro, speck e grappe alto atesine, fino ad arrivare agli articoli per la casa e l’immancabile vin brulè, vi consiglio di provare il mosto di frutti di bosco… a dir poco squisito! In questa graziosa città, i mercatini si svolgono in piazza del Duomo, che è anche la piazza principale, nella quale si può accedere solamente a piedi; trovare da parcheggiare, se non avete l’hotel in centro, non è molto facile… Consiglio peraltro di arrivare non troppo tardi, e se anche tutti i parcheggi a pagamento sono esauriti, potreste provare come abbiamo fatto noi, a lasciare la macchina nei parcheggi dei super market subito fuori dal centro storico. Per pranzo decidiamo di stare in centro, nella buonissima pizzeria al taglio “DAI ROMANI”. Finito di pranzare, un po’ infreddoliti e un po’ stanchi, decidiamo di andare a fare il check-in al maso; come al solito ci accoglie la signora Hilde, che ci accompagna ai nostri appartamenti; questa volta a noi è capitato un alloggio nuovo, ancora mai utilizzato, situato nell’attico della struttura, dal quale si può ammirare Bressanone dall’alto! Un paio di orette di sonno ci andavano proprio per riprenderci dal viaggio, così verso le 15, ripartiamo, questa volta in direzione Vipiteno. Dopo circa 30 km percorsi tutti assolutamente in statale, per ammirare meglio il paesaggio invernale, giungiamo a destinazione; qui il discorso parcheggio è completamente diverso rispetto a Bressanone, infatti se pur più piccolina, Vipiteno dispone di un parcheggio pubblico sotterraneo a pagamento (circa 1,20 € all’ora). I mercatini qui si svolgono per tutto il centro storico, esattamente in VIA CITTA’ NUOVA. Molto piccoli veramente bellissimi, anche qui gli stand sfoggiano il meglio dell’artigianato natalizio e delle specialità tipiche alto atesine, quasi ovunque punti ristoro dove si possono mangiare würstel e speck in ogni maniera, noi data la bassa temperatura, optiamo per un bar sul corso dove degustiamo un fantastico BOMBARDINO, liquore a base di uovo, rum e vino che viene servito caldo, proprio quello che serviva per scaldare gli animi. Acquistati i nostri addobbi natalizi decidiamo di rientrare in stanza. La serata si conclude con un’ottima cena alla GASSL BRÄU, piccolo birrificio artigianale con annesso ristorante, che si trova a Chiusa, a circa 12 km da Bressanone, dove oltre a 3 tipi di birra artigianale, servono ottime pietanze tipiche della zona.

7 DICEMBRE

Optiamo oggi per una visita ai mercatini di Brunico, a circa 35 km da Bressanone. Percorriamo tutto il tragitto in statale, attraversando tutti paesini tanto belli quanto piccoli, purtroppo il continuo passare di camion e la strada non molto larga, ci fa arrivare a destinazione dopo circa un’ora e mezza, devo dire che almeno dalla nostra parte ci si è messo il tempo, che oggi offre un sole che sembra anche scaldare un pochino, nonostante i -11° che ci sono all’aperto!!! Anche qui trovare parcheggio non è un’impresa facile, troviamo a fortuna da parcheggiare a circa 2 km dal centro… Camminando e ancora camminando, giungiamo in piazza Tschurtschenthaler, sede dei mercatini; lungo tutto il centro storico, completamente addobbato, è presente un’esposizione di presepi artigianali a dir poco bellissimi. Ora giunti all’ora di pranzo, l’argomento maggiore è dove andare a mangiare, già, perchè dopo aver girato praticamente tutti i ristorantini del centro, i quali ci rispondevano che di media bisognava aspettare 2 ore per sedersi, troviamo a fortuna, una piccolissima panetteria che faceva orario continuato, la quale sforna senza interruzione pizza al taglio (anche qui circa mezz’oretta di attesa per entrare e prendere i tranci), molto buona, peccato che abbiamo pranzato in piedi e all’aperto con un grado di temperatura! Passiamo il pomeriggio per il mercatino e i negozi del centro, da vedere assolutamente è uno stand dove creano candele, anche a tema natalizio, dove si può assistere alla realizzazione di esse! Decidiamo prima di ritornare a casa di andare a provare la birra artigianale alla RIENZ BRÄU, birrificio situato ai margini del centro storico, dove accompagnamo la birra con ottimi brezel! Risaliamo in macchina e ritorniamo in quel di Bressanone, a casa al caldo, e decidiamo di dedicare la serata al riposo, per prepararci al prossimo mercatino… MERANO

8 DICEMBRE

Ore 7, la sveglia suona, ci mettiamo dopo un’oretta sulla strada per Merano, a circa 90 km da noi; percorriamo per circa 75 km l’autostrada senza il minimo ingorgo, arrivati a circa 15 km dalla nostra destinazione, iniziamo con la coda! Sarà un incidente! Lavori in corso! Questi i discorsi che si facevano in macchina… E invece no, era la coda che c’era per entrare in città!!! Così dopo circa 2 ore di incolonnamento, arriviamo al casello, e un omino della viabilità, ci fa prendere la strada per la zona industriale, cioè dalla parte opposta del centro storico… Alla mia domanda – MA NOI DOVREMMO ANDARE AI MERCATINI IN CENTRO! – lui molto gentilmente risponde – TUTTI DEVONO ANDARE AI MERCATINI, MA DOVETE ANDARE A PARCHEGGIARE A 5 Km DAL CENTRO – bene, intanto abbiamo tutta la giornata a disposizione e nessuno ci corre dietro! Parcheggiamo la macchina all’interno di un’azienda di grafica, il quale parcheggio era già stracolmo di macchine provenienti da qualsiasi parte d’Italia (molto probabilmente qui ci sono abituati), e iniziamo ad incamminarci su dei marciapiedi che assomigliano molto ad una pista di pattinaggio, ghiaccio e neve ovunque! Arriviamo in centro dopo circa un’oretta, e la prima cosa che si vede è gente e gente che arriva da qualsiasi strada possibile, troppa per quello che il centro città può sopportare! Data l’ora di pranzo ormai prossima ad arrivare decidiamo di cercare ristoro e lasciare anche oggi il pomeriggio per i mercatini e lo shopping; tolta dalla testa l’idea di pranzare alla fabbrica di birra FORST, cerchiamo e troviamo da pranzare presso una delle tante bancarelle al mercatino di Natale, wurstel e crauti a go go, contornato da un’ottima birra cittadina, peccato anche oggi mangiare in piedi e all’aperto! Ci buttiamo così dopo pranzo in quell’impresa che oggi si chiama VISITARE I MERCATINI DI MERANO, devo dire molto belli, ma purtroppo situati in una posizione dove lo spazio è veramente troppo poco per la quantità di turisti che li visitano… Anche qui propongono all’incirca quello che propongono quelli delle altre città, e se sapevamo dell’odissea che ci aspettava per visitarli, magari ci pensavamo 2 volte prima di venire. Altra cosa che forse veniva snobbata un po’ dai turisti, sono le viette del centro storico, piccoline e veramente piene di negozietti che proponevano anche qui articoli natalizi, l’ideale per rilassarsi un pochino dopo tutta la confusione di prima! Il tardo pomeriggio arriva in un attimo e decidiamo di salire in macchina, stanchi e infreddoliti ripartiamo in direzione Bressanone. La serata è dedicata a ripreparare le valigie, in quanto domani mattina si parte in direzione MONACO DI BAVIERA.

9 DICEMBRE

Ormai quasi un’abitudine di questa nostra vacanza, la sveglia suona prestissimo, check out effettuato, partiamo in direzione Monaco di Baviera. Dato che il nostro arrivo in hotel è previsto per le 15, decidiamo di fare tappa ad INNSBRUCK, anche qui per una breve visita ai sui mercatini di Natale! Ormai conosciuta come le nostre tasche, arriviamo al parcheggio coperto in centro città dopo circa 2 ore di strada, percorsa tutto in statale attraverso il passo del Brennero, e in compagnia di una fastidiosissima nevicata, che ci fa però arrivare senza molti problemi. Avevamo già visitato Innsbruck in estate, ma sotto natale è veramente un’altra città; vedere una quantità di addobbi fuori da ogni immaginazione, con neve per terra e le montagne sullo sfondo, è una cosa favolosa! Fortunatamente in giro non c’è molta gente, un po’ che per loro è giornata lavorativa, e un po’ che forse è ancora ora di colazione… Comunque godiamoci al meglio questa giornata. Decidiamo di andare a fare colazione all’HOTEL SACHER, famoso per le sue fette dell’omonima torta, e per i prezzi ultra esagerati, fetta di torta e uno pseudo-cappuccino per la bellezza di 9.60 € a testa… Iniziamo così la visita dei mercatini… Sono divisi in 3 zone per tutto il centro storico, il più grande si trova lungo la Maria-theresien Strasse, composto da circa 60 casette di legno, e vendono moltissimi oggetti di artigianato tirolese, bellissimi quelli di vetro, un po’ cari, ma unici. Il secondo composto da circa 70 casette, si trova nella città vecchia (DOVE SI TROVA IL TETTO D’ORO E IL MUSEO SWAROVSKY), questo composto per la maggior parte da stand gastronomici, buonissimo il profumo di cannella e vin brulè che si respira nell’aria, ti fa proprio sentire in periodo natalizio; bellissimo da vedere qui nella città vecchia è la via delle fiabe, dove moltissime case hanno appeso come ornamento i personaggi delle favole più famose. Il terzo mercatino e per mio parere il più bello, si trova in Marktplatz, sempre a ridosso del centro storico, qui sono presenti stand che realizzano statuette di ogni forma e misura in terracotta, sempre dedicate al Natale, ci sono angoli con animali, dove i bambini possono divertirsi in loro compagnia, e numerosi stand dove cucinano ancora come una volta con i forni a legna… Con molte borse in mano, carichi quasi come dei muli (noi 2 poveri ragazzi) decidiamo di fare pranzo alla THERESIEN BRÄU, birrificio cittadino ubicato in Maria-theresien strasse, dove accompagniamo la loro deliziosa birra con una favolosa wiener (cotoletta impanata di circa 25 cm) con salsa di mirtilli e insalata di patate. Belli sazi, forse fin troppo, andiamo alla macchina, e dopo aver fatto il pieno e acquistato la vignetta per le autostrade austriache (7.50 € per una settimana), partiamo per Monaco di Baviera, dove arriviamo alle 16 circa, e ad aspettarci una bella nevicata, che durante la mattina aveva ricoperto tutta la città. Giusto il tempo di fare il check-in e usciamo subito dall’hotel, in direzione ALLIANZ ARENA (lo stadio del Bayern Monaco), già non centra proprio niente con i mercatini di Natale, ma i nostri amici, erano curiosi di vederlo… Dopo una visita dello stadio di circa 2 ore, prendiamo la metro per andare in centro; vista ormai l’ora troppo tarda, decidiamo di saltare i mercatini, ai quali avremmo poi dedicato tutta la giornata seguente, e di farci un bel giro per negozi nella lunghissima via dello shopping monacense, la KAUFINGER STRASSE. Tutti i negozi qui, come oramai in tutte le città, erano addobbati per il Natale, sono sincero, odio fare shopping, ma con questa atmosfera, era tutta un’altra cosa! Per cena optiamo per il pasto alla AUGUSTINER BRÄU, sempre nella stessa via dello shopping, dove dei grandi piatti tipici bavaresi, accompagnano le nostre altrettanto grandissime birre. Decidiamo nel dopo cena, di rientrare in hotel, e concludere così la nostra pienissima giornata.

10 DICEMBRE

Questa mattina, strano ma vero, decidiamo di far suonare la sveglia un pochettino più tardi, troppo ormai la stanchezza che avevamo accumulato in questi giorni! Decidiamo così di uscire dall’hotel alle 10:30, e come non andare a fare colazione alla pasticceria RISCHART??? In questa famosissima pasticceria di Monaco, lo spettacolo dei dolci è continuo in tutto l’arco dell’anno, ma sotto le feste di Natale è esagerato veramente… Oltre alle circa 40 tipi di brioche diversi, torte alte circa 10 cm, e le famosissime praline di cioccolato, ora si aggiungono per le feste anche i tradizionali STOLLEN (all’incirca una variante tedesca del panettone) e riproduzioni della natività fatti con zucchero, cioccolato e pastafrolla, uno spettacolo visivo oltre che gustativo! Qui i mercatini sono veramente veramente grandi! Si sviluppano in tutta la Marienplatz, all’interno del neus rathaus, nella weinstrasse e fino a metà della kaufingerstrasse; sono presenti in tutto circa 150 casette di legno, ma al contrario di quelli visitati altrove, qui sono tutti occupati solo ed esclusivamente da addobbi natalizi e gastronomici, potete gustare come altrove il GLÜHWEIN (vin brulè) vari mosti di frutta serviti caldissimi, frutta ricoperta di cioccolata, frittelle di mela alla cannella, il panpepato di Norimberga, oltre agli immancabili panini con il wurstel, diciamo che avete solamente l’imbarazzo della scelta su come ingrassare… Visitiamo solamente una piccola ala dei mercatini, quella presente dentro al neus rathaus, è una parte dedicata per la maggiore ai più piccoli, con renne parlanti e molti personaggi del Natale animati, inoltre era presente una renna vera, e i bambini potevano farci le foto. L’ora di pranzo incombe, e dato che siamo veramente vicini, andiamo a pranzo alla HB, dove come di rito, il litro di birra è d’obbligo, e se bevuto con la giusta compagnia, è ancora più buona! Usciti decidiamo di ritornare ai mercatini e di dedicarci tutto resto della giornata, la temperatura nel frattempo scende abbondantemente sotto lo zero, e una buona tazza di bevanda calda non può fare altro che bene! Curioso è che il vin brulè viene dato dentro delle tazze in ceramica, e ogni anno sono diverse, è possibile anche acquistarle a al prezzo di 3 euro… restiamo in giro fino all’imbrunire, quando le luminarie prendono vita e trasformano il centro cittadino; purtroppo anche qui noi ragazzi, arriviamo a fine giornata carichi di borse e souvenirs come fossimo 2 muli! Per cena ci dirigiamo verso la UNION-BRÄU (METRO U5 MAX-WEBER-PLATZ), altra birreria con ristorante annesso, forse un po’ meno conosciuta dai turisti, ma vi assicuro che si mangia bene e tanto spendendo relativamente poco, circa 13 euro a testa per mangiare e bere. Usciamo dal ristorante e ad accoglierci una bella nevicata che nel frattempo aveva imbiancato tutta la strada, niente di più bello per concludere in bellezza la parte tedesca della nostra vacanza!

11 DICEMBRE

Anche il giorno del rientro purtroppo è arrivato, e questa mattina le nostre strade si divideranno… Io e Chiara decidiamo infatti di sostare lungo la strada per il rientro ai mercatini di Bolzano, mentre i nostri amici, decidono di proseguire e vedere quelli di Verona. Lasciamo l’hotel alle 6 circa, e arriviamo con molta calma a Bolzano verso le 9. Dato che purtroppo oggi il nostro tempo è poco, decidiamo subito di darci da fare… Dopo aver lasciato la macchina in un parcheggio sotterraneo a pagamento, andiamo direttamente ai mercatini, che si svolgono in PIAZZA WALTHER, la piazza centrale; trovano posto in essa circa 60 casette di legno, è il mercatino di natale più grande dell’Alto Adige, ma non per questo il più affollato, dopo un giro completo decidiamo di andare a fare un giro per il centro storico totalmente addobbato, che si trova esattamente a circa 200 metri dalla piazza. Per pranzo torniamo ai mercatini, per assaporare del buonissimo pane ai semi di girasole cotto a legna imbottito di speck, assolutamente fantastico! Prima di concludere la giornata, decidiamo nel primo pomeriggio di riprendere la macchina e andare al THUNIVERSUM, lo spaccio aziendale della fabbrica di ceramiche Thun, per fare qualche acquisto e fare qualche regalo. Ripresa l’autostrada dopo circa 2 ore, rientriamo a casa verso sera.

Che dire, è stato bello sì il viaggio e sia raccontarlo in questo diario, con un pochino di nostalgia di quei posti e per l’ottima compagnia! Consiglio a tutti almeno una volta di fare un giro ai mercatini, sono UNICI!

Pin It
Tags:

Ci sono 4 commenti su “A spasso per i mercatini di Natale…

  1. I mercatini di Natale sono stupendi!! mi piacciono da impazzire….ho un bellissimo ricordo di quello di Bressanone…visto la sera quando ormai il grosso della folla era sparito..sono ancora più magici visti in tranquillità!!
    Quelli del Trentino li ho visti…mi manca l’estero e il tuo diario è un’ottimo spunto :ok: ciao

  2. Grazie!, concordo pienamente, la sera c’è poca gente in giro, e te li godi meglio… Bressanone poi è sempre nel mio cuore, ci vado molto spesso anche per trovare un pò di relax a metà stagione, senza la folla che puoi trovare ad agosto! Tra tutti quelli che ho visitato, per adesso il più bello è quello di Monaco di Baviera, ma il prossimo anno vorrei andare a visitare quelli di Norimberga, che a descrizione di chi c’è stato ha detto essere ancora più belli e grandi… Se posso esserti d’ aiuto per qualche info extra, chiedi pure… :ok:

Lascia un commento

Commenta con Facebook