Viaggio solidale in Senegal

Ciao
Questo è il secondo viaggio che faccio con viaggi solidali, mi piace la loro filosofia del viaggio, che ti mette in contatto con la realtà locale, direi abbastanza direttamente anche perché non c’è accompagnatore dall’Italia , ma solo un mediatore culturale locale, inoltre le persone che vi partecipano, almeno sulla base della mia esperienza sono tutte auto selezionate, nel senso che in genere sono persone che hanno fatto esperienza di volontariato in Italia e all’estero e pertanto sono molto motivate ad incontrare un’altra cultura come in questo caso molto diversa da quella occidentale.
Il nostro gruppo è di 10 persone : 7 del nord Italia e 3 del Sud , cioè noi che veniamo da Palermo , mentre gli altri si inbarcano a Milano Malpensa e noi da Palermo via Roma , perché la tunisair ha tolto per il 28/12/2012 l’aereo da Palermo a Tunisi, così con gli altri componenti del gruppo ci incontriamo a Tunisi, subito c’è sintonia e simpatia reciproca. Il fatto che non abbiamo potuto prendere il Palermo tunisi , ma il palermo –roma con Jesy-jet e poi il Roma –Tunisi con Tunisair ci ha costretto ad una levataccia e ad una lunga attesa a Tunisi prima del volo Tunisi-Dakar , che è avvenuto con un’ora di ritardo…………………………..
All’imbarco la cosa più bella è stato vedere che eravamo noi in minoranza e la maggioranza erano neri , ho capito subito che la prospettiva stava cambiando , stavo andando in Africa!
All’arrivo a Dakar ore 2, 20 circa del mattino la nostra guida Abdou non c’è, dov’è ci chiediamo, ma nonostante la calca ci viene in soccorso un addetto dell’areoporto, che chiama per noi Abdou………..lui era nell’aerea parcheggio macchine , ci aspettava li?? Saliamo in pulmino, caricano le valigie sul tetto e via verso l’albergo www.auberghe le coumbassou, arrivo e sistemazione nelle camere ore 830
29/12/2012
Sveglia ore 830, colazione latte , burro , marmellata , caffè, pane –baughette, the insieme a molti altri italiani , che penso erano un gruppo di avventure del mondo, poi partenza per il lago rosa, ma prima cambio degli euro in cf , ci raggiunge sull’autobus un simpatico banchiere!

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook