Tour Rajasthan a Capodanno 2014

L’India è da sempre un posto che mi affascina e lo scorso anno, decidendo con mio marito dove andare per capodanno, abbiamo scelto di partecipare a un viaggio di gruppo organizzato da I Viaggi dell’Arcobaleno che proponeva il tour del Rajasthan, prevendendo anche l’accompagnatrice (che è una delle ragazze dell’agenzia viaggi).

Il nostro viaggio inizia il 27 dicembre, dopo i voli Bologna-Francoforte Francoforte-Delhi, alla scoperta della caotica capitale indiana. L’architettura della vecchia Delhi contrasta con lo splendore formale di New Delhi, costruita dagli inglesi per farne il centro politico e amministrativo della capitale.
Abbiamo visitato lo splendido Qutub Minar, antico minareto fatto costruire nel 1199, alcuni palazzi governativi, la Moschea del Venerdì, una delle più grandi dell’India, il Forte Rosso, dove per un certo periodo governarono gli imperatori, e infine il Mausoleo al Mahatma Gandhi. Il secondo giorno ci siamo diretti ad Agra. Nel pomeriggio abbiamo visitato il meraviglioso Taj Mahal, una delle sette meraviglie del mondo…..che dire, toglie il fiato! E’ il monumento simbolo dell’India, costruito nel 1632 come mausoleo per la moglie dell’imperatore che è morta dando alla luce il suo quattordicesimo figlio. All’uscita dal mausoleo ci si trova un letto di un fiume e la città di Agra, bellissimo! A poca distanza dal Taj Mahal, abbiamo visitato il Forte Rosso, esempio di costruzione dell’India Islamica, anch’esso stupendo! Il giorno seguente siamo arrivati nel Rajasthan, terra dei maharaja: durante il tragitto ci siamo fermati a Fatehpur Sikri e all’antico pozzo-palazzo, costruzioni bellissime! La prima è una città fantasma perché è stata abbandonata per la mancanza d’acqua ma si conserva ancora in modo eccellente.
In serata siamo arrivati a Jaipur, cittadina famosa per il suo castello e le pietre. Il quarto giorno inizia con l’escursione al Forte di Amber, dove abbiamo percorso la salita a dorso di un elefante. Nel pomeriggio abbiamo visitato la coloratissima “Città Rosa”, il palazzo di città con il suo museo e l’Osservatorio Astronomico. Jaipur, la capitale dello stato del Rajasthan, è famosa per i suoi edifici di arenaria rosa. Questa città è magica, ha palazzi stupendi e decorazioni da favola. Un posto dove il tempo si è fermato. Al colore degli edifici si aggiungono quelli degli abiti delle donne, dei turbanti degli uomini e dei pittoreschi bazar dove si possono trovare i più begli oggetti dell’artigianato indiano. Il sesto giorno siamo partiti alla volta di Pushkar, la celebre cittadina dove avviene la fiera di cammelli più famosa del mondo, e importante luogo di culto induista. Qui abbiamo ricevuto la benedizione di Brahama, durante la cerimonia con il bramino. Il lago di Pushkar è un luogo sacro frequentato da locali, dove i petali di rose vengono gettati in acqua per fare esaudire le preghiere. Pomeriggio in pullman per raggiungere Jodhpur. L’hotel che ci aspetta è bellissimo (Hotel Gateway): sembra di entrare all’interno di un’antica residenza indiana. Qui abbiamo trascorso il capodanno, passando una serata molto piacevole e divertente. Settimo giorno a Jodhpur (città blu), dove abbiamo visitato il forte di Mehrangarh, bellissima e imponente costruzione. In serata arriviamo a Jaisalmer, che visitiamo il giorno seguente. Bellissima città antica, nel cui portone di ingresso sono raffigurate delle mani femminili per commemorare le donne che si immolavano dopo la morte dei mariti. Nel pomeriggio cammellata nel deserto del Thar per ammirare il tramonto tra le dune di sabbia, che spettacolo! Il nono giorno siamo partiti alla volta di Bikaner dove abbiamo alloggiato nel palazzo del Maharaja e abbiamo visitato il forte di Junagarh, ricco di decorazioni murali. La mattina seguente siamo diretti a Mandawa, cittadina famosa per le Haweli, case di commercianti riccamente dipinte, dove si assiste alla vera vita degli indiani: uomini che stirano per la strada, pasticceri, uomini che fanno il thè… Alla sera abbiamo alloggiato nell’hotel più suggestivo e caratteristico del tour: Castle Mandawa!
 Il giorno seguente, nonché ultimo del tour, siamo tornati a Delhi.

Il tour è stato splendido, l’India è un paese dalle tante contraddizioni. Gli alberghi dove abbiamo alloggiato erano tutti belli, con camere spaziose e pulite. L’organizzazione del viaggio è stata impeccabile, e devo ringraziare l’accompagnatrice Maddalena per la continua disponibilità e pazienza.

Pin It

Lascia un commento

Commenta con Facebook