Tour Thailandia del Nord dal 29 novembre al 8 dicembre 2013

Da sempre la storia e la cultura orientali mi affascinano, così l’anno scorso quando ho scoperto che l’agenzia I Viaggi dell’Arcobaleno proponeva un viaggio di gruppo a fine novembre alla scoperta della Thailandia del Nord non ho perso tempo ad informarmi. Ho subito prenotato quando mi hanno detto che il gruppo di viaggio era composto da non più di dieci persone e che avremmo avuto per tutto il viaggio un accompagnatore dall’Italia, nonché la stessa titolare dell’agenzia.

Il viaggio inizia il 29 novembre, con partenza dall’aeroporto di Fiumicino con volo di linea Thai diretto per Bangkok. Il giorno successivo, in primissima mattinata siamo arrivati a Bangkok, dove abbiamo incontrato la nostra guida locale. Fatto il trasferimento in hotel, abbiamo avuto tutta la mattinata a disposizione per rilassarci prima di iniziare il tour. Il pomeriggio è dedicato all’escursione sui “Klongs”, i canali del fiume Chao Phraya, a bordo delle tradizionali “long tail boats” alla scoperta di una suggestiva ed inattesa Bangkok, prossima ma allo stesso lontanissima da quella dei grattacieli e dei viali intasati di auto. Un mondo in cui ancora si respira l’aria del tempo antico, che si può pienamente assaporare salendo nella pace che aleggia al culmine dei Wat Arun, il “Tempio dell’Aurora”. Rientrati all’hotel Vic3 abbiamo cenato. Il giorno successivo, siamo partiti alle 7 del mattino per visitare il famoso e coloratissimo mercato galleggiante. Le bancarelle diventano le diverse piroghe stracolme di frutta e verdura portate dai villaggi vicini. E’ un’esperienza da provare per respirare I profumi e gli odori della Thailandia. Dopo il pranzo, ci siamo diretti al complesso del Palazzo reale, simbolo della Nazione e monumento più glorificato di tutto il Paese, dove abbiamo visitato il Royal Pantheon, la Sala dell’incoronazione, la Royal Redemption Hall e la Sala dei Funerali Reali. L’edificio più venerato è il Wat Phra Kaew al cui interno è conservato il famoso “Buddha di smeraldo”, la più sacra statua e reliquia di tutta la Thailandia. Il giorno successivo, 2 dicembre, siamo partiti da Bangkok per raggiungere Ayuthaya, l’antica capitale del Siam fondata nel 1350. Qui abbiamo visitato il Bang Pa In, la sontuosa residenza estiva dei sovrani siamesi fatta costruire dal re Rama V, stupenda sintesi tra architettura orientale ed occidentale neoclassica; la visita è proseguita con il Wat Sri Sanpeth, Vihan Mongkon Borpith o Wat Prangchorn che ne fanno uno dei più ricchi parchi archeologici di tutta l’Asia. Da qui ci siamo trasferiti alla stazione ferroviaria per partire con il treno alla volta di Lopburi. Il viaggio è una stupenda occasione per ammirare gli scenari agresti delle regioni centrali e per condividere dei momenti di vita quotidiana con l’allegro e caloroso popolo Thai. Dopo il pranzo in un ristorante tipico, siamo arrivati a Lopburi, antica città che fu uno dei piú importanti centri di diffusione del buddismo e dove nacque il caratteristico stile artistico che porta il suo nome. Abbiamo visitato il Phra Narai Ratchaniwet, ovvero il “palazzo del Re Narai il Grande”, il Wat Phra Si Maha That, il Phra Prang Sam Yot, il Kala shrine of Sarn Prakarn, un tempio in cui centinaia di scimmie hanno fatto la loro abitazione. Dopo questa bellissima giornata, ci siamo diretti a Sukhothai, sistemazione all’hotel Le Charme Sukhothai Resort e cena. Il giorno successivo, dopo la prima colazione, siamo partiti di primo mattino per raggiungere il parco archeologico di Sukhothai, prima capitale del regno del Siam nel XIII secolo, e oggi World Heritage dell’UNESCO, dove abbiamo visitato Wat Maha Dhat, Wat Sra Sri e Wat Sri Chum. Sukhothai è una città antica conservata molto bene ed è estremamente suggestiva. Anche in questa giornata abbiamo pranzato in un ristorante tipico; nel pomeriggio abbiamo scoperto Sri Satchanalai, eretto dal Re Ramkamhaeng il Grande, un insieme di monumenti che segnano la nascita, dai modelli khmer, dello stile di Sukhothai. Abbiamo poi proseguito il nostro viaggio verso il Nord per raggiungere Chiang Rai. Sistemazione in hotel Lampang River House e cena. Il 4 dicembre la giornata inizia con la visita al Wat Phrathat Lampang Luang, uno dei templi Lanna più importanti del Nord. Passando poi attraverso la provincia di Phayao, un tempo regno indipendente, che poi fu assorbita nel regno di Lanna, abbiamo potuto ammirare il Lago Kwan Phayao e siamo successivamente passati attraverso la citta’ di Chiang Rai. Dopo il pranzo, abbiamo proseguito per Mae Sai, una cittadina di frontiera Myanmar con un mercatino molto vivo per continuare poi verso il famosissimo Triangolo d’oro dove si incontrano i confini di Thailandia, Myanmar e Laos alla confluenza del poderosos Mekong. Una vista indescrivibile, bellissima non solo del paesaggio ma anche delle nazioni circostanti. Ci siamo infine diretti all’hotel Imperial River House (un meraviglioso 5 stelle!!). La mattina del 5 dicembre siamo partiti in direzione Chiang Rai sulle tipiche imbarcazioni da fiume “long tail” per un tragitto di circa un’ora. Durante il tragitto ci siamo fermati per una breve visita ad un tempio sulla collina che guarda direttamente sul fiume Mae Kok. Nel pomeriggio abbiamo proseguito il nostro tour per Bo Sang e San Kamphaeng, famosi centri di produzione dell’artigianato del Nord, in particolare legno, sete, argento e carta di riso. Abbiamo visitato poi il Wat Doi Suthep, il principale tempio del Nord eretto su una collina dal quale si gode un magnifico panorama. Dopo anche questa giornata speciale siamo andati in hotel, il piacevole 4 stelle Hotel Mercure Chiang Mai. La mattina successiva siamo partiti da Chiang Mai di primo mattino per raggiungere il campo di addestramento di elefanti dove si vedono gli animali al lavoro nelle piantagioni di teak. Poi, chi voleva, poteva fare una quieta cavalcata a dorso di elefante, e io ho ovviamente provato! Nel pomeriggio abbiamo visitato una piantagione di orchidee. Anche questa giornata è finita, siamo quindi rientrati in hotel. L’ultimo giorno, 7 dicembre, è già ora di ripartire, alla volta dell’Italia però. Un viaggio entusiasmante, alla scoperta di posti incredibili, così diversi tra loro. L’organizzazione del viaggio è stata impeccabile, gli alberghi dove abbiamo soggiornato erano davvero accoglienti, con camere pulite e spaziose. Sono partito da solo, senza conoscere nessuno dei miei compagni di viaggio ma devo dire che si è rivelata un’esperienza molto gradevole, ho conosciuto persone molto piacevoli. Ma la cosa davvero speciale è quella di avere il tuo agente di viaggi/accompagnatore sempre a tua disposizione!

Pin It

Lascia un commento

Commenta con Facebook