Penisola Calcidica: dove non osano gli italiani…… (Kassandra-Sithonia-Monte Athos)

PENISOLA CALCIDICA: DOVE NON OSANO GLI ITALIANI……
(Kassandra-Sithonia-Monte Athos )

Per settembre eravamo alla ricerca di una meta un po’ insolita…lontano dalle solite isole , abbiamo visto per caso un’offerta a 326 euro volo + hotel a Pefkohori nella penisola calcidica….l’avevo già vista sulla cartina, quella strana penisola dalla forma di una mano con 3 “dita”…..leggendo qua e la (e non si trova moltissimo) ci ha incuriosito, prenotiamo e il 13 settembre partiamo io mio marito e Roberto, un nostro amico, da Bergamo orio al serio.Dopo un volo di sole 2 ore siamo a Salonicco
Ritiriamo la macchina noleggiata su internet in aeroporto (180 euro x 7 giorni) e iniziamo la strada verso l’hotel e la prima penisola : Kassandra.
L’hotel dove giungiamo circa 1 ora dopo è carino, pulito, non parlano italiano ed è frequentato da russi , serbi e bulgari. A noi servirà solo come base per dormire, fare colazione e cenare (visto che la cena è compresa nei 326 euro).

14 Settembre: Iniziamo dalla penisola di Kassandra e ci dirigiamo verso il sud…a Loutra che è un centro termale,poi a agia Nikolaos deserta e non attrezzata con una piccola chiesetta, risaliamo verso kriopigi e sostiamo qualche ora su una bella spiaggia vicina ad un camping,il mare è bello, calmo e il sole ancora molto forte. Passando all’interno ci dirigiamo a FurKa e poi verso Posidi sulla lunghissima spiaggia argentea e deserta.

15 Settembre:Decidiamo per la penisola di Sithonia , la strada è molto bella e in un ora circa siamo in questa seconda penisola. Il panorama cambia….diventa ancora più verde, la costa è frastagliata ed immenso è il senso di libertà e di pace. La prima sosta è a Nikiti ,un piccolo paesino con porticciolo, spiaggia dorata e vista l’ora (le 10 del mattino) ancora non frequentata.Ripartiamo per il centro e poi x spostarci verso est a Vourvourou, una bella baia frastagliata e con un mare limpidissimo. Dopo pranzo scendiamo verso sud est percorrendo la strada con pinete bellissime e arriviamo a Sarti che è un classico luogo di villeggiatura con molto hotel negozi e rumorosi beach bar….la spiaggia dorata è molto bella e ampia ma il mare non è all’altezza…anche se di fronte a noi si erge severo il Monte Athos.
Cerchiamo la spiaggia Orange beach a pochi km da Sarti e giunti li abbiamo una bellissima sorpresa. Una spiaggia di enormi sassi bianchi e pochissima sabbia, un mare “incredibile” ,purtroppo perché molto piccola anche molto affollata.

16 Settembre:Relax sulle spiagge vicine a Pefkohori , quindi Paliouri e la summer beach e poi la Koursaros, con musica e,lettini e ombrelloni compresi nella consumazione. Qui tutte le spiagge attrezzate offrono lettini e ombrelloni semplicemente consumando una bevanda (circa 4 o 5 euro)
Verso sera ci godiamo una passeggiata sul lungo mare di Kallithea, vivace località con un piccolo tempio di Zeus Ammos purtroppo chiuso, molti ristoranti e negozi.

17 Settembre:Sud ovest di kassandra e quindi a Nea Skioni dove visitiamo il porto e le vie principali.
Leggendo un cartello vediamo Old skioni e percorriamo una strada sterrata per alcuni km ,intravediamo nella roccia resti di antiche abitazioni…ma non c’è nulla a segnalare questo luogo, quindi immaginiamo la vecchia città da questi resti visti da lontano e rientriamo sulla litoranea del mare fermandoci al Nefeli beach, una spiaggia molto carina, con un prato verde e gli ombrelloni nel primo terrazzamento e più in basso la spiaggia vera e propria, con servizio di wi fi docce e amache

18 Settembre: Informandoci abbiamo scoperto una barca che parte dal porto di Ormos Panagias nella penisola di Sithonia diretta alla circumnavigazione del Monte Athos. Sveglia presto , circa 100 km per arrivare al porto e ci imbarchiamo appena in tempo verso questa misteriosa e affascinante terza penisola.
Il Monte Athos è popolato esclusivamente da monaci ortodossi , nel 883 è stato proclamato una repubblica indipendente dominata esclusivamente da monaci ed eremiti.Nel 1400 era popolato da circa 40000 monaci in circa 40 monasteri, ora sono solo 1700 in circa 20 monasteri.
E’ sostanzialmente inaccessibile sopra tutto alle donne e l’unico modo per vedere “qualche cosa” è via mare. Tutta la zona è luogo di culto e siccome non è visitabile ,questo isolamento ha infuso al sacro Monte una mistica e unica atmosfera.
Durante la gita vediamo quindi da lontano alcuni bellissimi monasteri, enormi e seri alcuni, altri addirittura colorati ed immaginiamo la vita silenziosa e di preghiera al loro interno.
Rientrando verso sera ci fermiamo alla vicina spiaggia di lagonissi per un veloce bagno in un’acqua incantevole.

19 Settembre:Dopo circa 1000 km percorsi in 5 giorni ci concediamo un giorno di relax alla summer beach a Paliouri.

20 Settembre: 90 km e consegniamo la macchina a Salonicco e poi il nostro rientro in Italia.

Le mie considerazioni: Entrambe le tre penisole sono bellissime,
Kassandra è vivace con spiagge lunghe circondate da bellissime pinete, alcune località balneari con molti servizi e negozi,
Sithonia ha uno stupendo paesaggio naturale ed è considerata un paradiso di pace e tranquillità,
Monte athos: mistico e spirituale
In tutta la penisola calcidica il turismo italiano non è ancora arrivato in massa (come nelle isole greche) .
E’ ancora dominio dei paesi dell’est e quindi ne risentono l’organizzazione degli alberghi, la merce nei negozi, le lingue parlate.
Il turismo italiano richiede più attenzione e forse più qualità,non è abituato a lunghe spiagge deserte dove abbondano purtroppo i rifiuti di chi ha bivaccato, non è molto abituato ai negozi di pellicce che proliferano, ai locali che non sono “alla moda”.alle cittadine che non sono caratteristici gioiellini come nelle isole greche
Dopo circa 1200 Km in 7 giorni, abbiamo visto panorami stupendi, natura superba e altera, un mare stupefacente e sicuramente luoghi che offrono libertà di movimento.
Una sera in hotel un signore sentendoci parlare in italiano ci ha domandato in inglese..”Ma voi italiani qui? Con la vostra bella Italia , il vostro mare e il vostro sole?
La nostra risposta è stata : WE LOVE GREECE

Pin It

Ci sono 4 commenti su “Penisola Calcidica: dove non osano gli italiani…… (Kassandra-Sithonia-Monte Athos)

Lascia un commento

Commenta con Facebook