Grecia: Tour Classico più Meteore

Dal 9 maggio 2005 al 16 maggio 2005

Tour operator: Alpitour
Compagnia aerea: Aegean Airlines (Milano Malpensa – Atene)

Siamo arrivati ad Atene con un volo perfetto, il più perfetto direi che abbiamo mai fatto sia per puntualità che come servizio di bordo. Dall’alto abbiamo iniziato a renderci conto di com’è la Grecia e a ricrederci un po’ sul tour che avevamo scelto, infatti al momento della prenotazione non eravamo molto convinti! Quando abbiamo iniziato a vedere Atene dall’alto ci siamo resi conto che è una città veramente grande, e la sua vista suscita una strana impressione, forse perchè sui libri e anche sulle guide descrivono la Grecia come un paese molto antico e con 4000 anni di storia! Il che è vero, ma è appunto impressionante trovarsi in strade a tre corsie dove tutti hanno una gran fretta, e dove ci sono solo palazzi ultra moderni e anche un po’ tralasciati, di fianco all’acropoli o al tempio di Zeus ecc…
Scesi dall’aereo il nostro pulman che ci stava aspettando ci ha portato all’hotel, che si trovava a un’ora circa dall’aeroporto e quasi in pieno centro storico, durante la strada ci si rende conto subito di essere in una città con modi abbastanza diversi dai nosti, infatti non hanno molto rispetto del codice della strada!! E’ una città molto caotica e non molto bella fuori dal centro!!!
Dopo queste piccole premesse posso iniziare a raccontarvi il nostro viaggio vero e proprio!!!

Kaliméra a tutti!!!

La mattina seguente come da programma abbiamo fatto un giro della città panoramico, e siamo saliti a visitare l’Acropoli… che emozione salire dai maestosi Proprilei e trovarsi davanti all’imponentissimo Partenone e di fianco al tempio di Atena Nike con la famosissima Loggetta delle Cariatidi!!! Quante volte e quante ore a scuola dedicate allo studio di questo magnifico complesso, e ora finalmente lo avevo davanti ai miei occhi, risplendende e meravigliosi di tutti i suoi lunghissimi anni e della sua grande storia!!! Fantastico!!! Peccato tutto intorno trovare lavori in corso e scultori che sistemano e restaurano quello che resta!! Dall’alto dell’Acropoli è anche fantastica la vista che c’è sulla città, intorno si notano subito la collina del Licabetto e la collina di Filopappo. Oltre al grande caos e ai grandi palazzi moderni che ci sono è anche una città abbastanza verde. La vista dell’Acropoli e del Partenone comunque tolgono senza dubbio l’incertezza che avevamo sul nostro viaggio! Uno spettacolo unico!!!
Durante la nostra mattinata abbiamo continuato la visita della città e ci siamo fermati al museo nazionale per ammirare i resti originali di tutti gli anni di storia dall’età classica a quella preistorica fino alla più moderna età bizantina!
Molto bello è stato poi al pomeriggio addentrarci nella Plaka (la zona più vecchia e caratteristica del centro) e mangiare in una delle tante tavernette ai piedi del Partenone!!! La cucina Greca è molto buona!!! Poi è molto bello percorrere la via dei negozi di souvenir dove ogni commerciante cerca di farti entrare nel proprio negozio, Atene è una città che dicono vada visitata lasciandosi trasportare di qua e di là in base al momento… e in effetti è vero!!! Abbiamo camminato tutto il pomeriggio e abbiamo assaporato quella che è la vita degli Ateniesi, ci siamo anche seduti in un bar e abbiamo provato il loro caffè preferito, il Nescafè, un caffe solubile molto lungo che si può fare con acqua o latte e si gusta per un’oretta seduti nei bar, infatti per loro il caffè è quasi un culto e non va mai preso in fretta!!!

Il giorno seguente abbiamo visitato Atene in libertà, girando tra le zone centrali come Monastiraki, Syntagma (la piazza principale), la Plaka, i giardini Nazionali (dove a fianco c’è la casa del presidente e il cambio delle guardie), il tempio di Zeus, l’Arco di Adriano, l’Agorà, il Foro Romano, l’università, l’accademia, lo stadio Kallimarmaro e tutto quanto c’è di interessante, Atene è molto grande ma due giorni sono suffiecienti per visitarla, perchè comunque quello che c’è di bello e interessante resta nelle vicinanze del centro storico e il resto non è molto bello!!!
Anche alla sera i negozi della Plaka restano aperti e ci sono molti locali veramnete carini dove mangiare o semplicemente prendere un caffè o un cocktail…

Il giovedì mattina siamo partiti per il nostro tour, con la guida Penelope (bravissima e molto molto preparata), la prima sosta è stata al Canale di Corinto, veramente impressionante!!! Poi abbiamo proseguito per Epidauro dove abbiamo visitato il museo e il famosissimo teatro dall’acustica perfetta (se vi capiterà di andarci provate come noi a salire fino a su e a fare provare alla vostra guida a fare diversi suoni) dallo scalino più alto si sente perfettamente infatti cadere una moneta o accendere un fiammifero… tenete presente che è molto grande (circa 15.000 posti)!!!
Abbiamo proseguito poi la nostra visita per Micene, dove finalmente abbiamo trovato la famosa Porta dei Leoni (che in realtà sono due leonesse) anche quella studiata a scuola per diversi anni, stupenda e perfettamente conservata, abbiamo visto le tombe reali e l’Importantissimo Tesoro di Atreo, dove si dice sia stata rinvenuta la Maschera di agamennone!! Alla fine di questa bella visita ci siamo fermati a pranzare in un ristorantino molto carino nelle vicinanze e nel pomeriggio abbiamo attraversato tutto il peloponneso per recarci ad Olympia dove abbiamo passato la notte!!!

Il venerdì abbiamo visitato Olympia, paesino piccolo e molto carino, che si trova in una zona di pianura molto verde!!! Attraversando il Bosco Sacro si giunge agli scavi, dove si possono vedere la Palestra, il laboratorio di Fidia, il Tempio di Zeus e il Tempio di Era, il primo Stadio… devo dire che è molto bella e affascinante la visita!!! E’ impressionante poi sapere che in quell’epoca facevano già tutti quei giochi che oggi noi abbiamo ereditato!!
Abbiamo pranzato in un ristorantino molto bello nelle vicinanze a base di pesce!!!
Nel pomeriggio abbiamo fatto tutta la costa ovest del peloponneso, molto verde e a macchia mediterranea, poi siamo ripassati sulla Grecia continentale attraverso il ponte che c’è a Patrasso (ora non ricordo come si chiama), ma è un ponte nuovissimo e molto lungo (circa 2 km e mezzo, e anche abbastanza caro…), poi abbiamo proseguito lungo la costa dove si trovano panorami fantasti, di mare e monti per arrivare attaverso stradine tortuose e panoramiche alla meravigliosa Delfi!!!
Che meraviglia, che stupore… Delfi è il paese che mi è piaciuto di più, tutto in mezzo a questi monti con una vista spettacolare sul mare e sulla valle degli ulivi… un posto a se, quasi fuori dal mondo (se non fosse per la marea di turisti…), un posto che sembra veramente tra il divino e il reale… il centro del mondo come credevano le antiche divinità!!!

Il sabato mattina con tutta calma abbiamo visitato gli antichi scavi, il tempio del dio Apollo con il famosissimo oracolo che si teneva durante il periodo estivo in quanto il Dio del Sole in inverno veniva sostituito dal culto di Dioniso, la sorgente Castalda dove si dice che le Vergini Lapizie si purificavano prima del rito… poi si vedono gli scavi del ginnasio e lo stadio dei giochi Pitici che si alternavano ogni quattro anni a quelli Olimpici (cioè due anni gli uni gagli alti…), Delfi è veramente un luogo magico, un posto che lascia nel cuore qualcosa di indescivibile… per rendersene conto bisogna andarci e assaporare il senso di mistero che c’è…
Dopo la visita siamo partitia attraverso una stradina piccola e tortuosa molto panoramica, e abbiamo visto il monte Parnaso, uno dei più alti della Grecia dove nel periodo invernale ultimamente si va a sciare… Poi siamo scesi e abbiamo fatto tutta la pianura della tessaglia, devo dire non molto bella, per raggiungere le famosissime (ma meta di turismo solo negli ultimi periodi) Meteore, ci siamo fermati nel pesino di Kalmbaka dove abbiamo passato la notte. Qui la gente e “l’atmosfera” in generale è abbastanza diversa dal resto della Grecia…

La domenica mattina, finalmente abbiamo visitato le così tanto sospirate Meteore, si raggiungono percorrendo una strada panoramica attraverso questi stranissimi “sassi” enormi e da dove si vedono solo sei dei restanti monasteri… abbiamo poi visitato il monastero di Varlaam (abitato da monaci), molto bello e caratteristico, poi nel versante opposto abbiamo visitato il monastero di Aghios Stefanos (Santo Stefano) oggi abitato da suore… quest’ultimo è l’unico che si affaccia sulla pianura di Kalmbaka, e ha una vista spettacolare, questi monasteri sono molto curati e conservati meravigliosamente!!! Devo ammettere che tutta quella strada percorsa vale la pena di essere fatta, perchè lo spettacolo di queste tanto nominate Meteore vale davvero la visita!!! Rappresentano quella che è la storia più attuale della Grecia, dall’età bizantina in poi… anche questi sono luoghi che danno veramente il senso di divinità e di culto!!! Sembra anche qui come a Delfi di essere all’estremità del mondo in una realtà tra naturale e sovrannaturale…
Purtorppo nel pomeriggio ci siamo dovuti fare 400 km diretti per il ritorno ad Atene, molto lunghi ma che tutto sommato passano abbastanza velocemente!!!
Abbiamo rifatto tutta la pianura della Tessaglia e siamo passati anche da quella di Maratona… zona che non colpisce molto!!!
Guinti ad Atene, anche se molto stanchi, l’ultima sera in giro per la Plaka e a rivedere per l’ultima volta l’Acropoli illuminata, non c’è la tolto nessuno!!!!

La Grecia è un paese fantastico, un paese che ha fatto la nostra storia, un paese che lascia nel cuore molto… nonostante il caos e la frenesia di Atene… è un paese che vale più di una visita!!!

Le titubanze che avevamo all’inizio si sono trasformate in grande soddisfazione e in grande ammirazione per questo viaggio fantastico!!!

Kalì Andàmossi Grecia!!!

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook