Formentera 2005 – l’isola dei gechi

Partenza da Orio al serio il 9/8 ore 06.45 arrivo ad ibiza previsto per le 08.30 con myair, già usata in precedenza, ottimo volo, costo del viaggio a/r 145 euro.
Non vediamo l’ora di arrivare e goderci questi sette giorni in quest’isola a detta di tutti molto bella, e poi scoprirò che avevano proprio ragione..
Siamo in tre io e due mie amiche tra cui Fedelisa, amica di questo forum :) abbiamo prenotato all’Hostal Fonda Pepe a Sant Ferran, costo dell’hostal per sette giorni 150 euro, camera tripla con bagno, balcone, prima colazione.. e sorpresa… c’è anche la piscina!
Di fronte all’hostal c’è il ristorante fonda pepe …mmm che paella :love: , non la scorderò mai, troppo buona e costa veramente poco mangiare in questo ristorante, ottima anche la carne e … la frittata spagnola!
Passiamo alle spiagge visitate che sono le chicche di quest’isola:
Illetes, sabbia rosa e acqua cristallina, che dire… non mi ha per niente delusa dalle foto viste in giro è proprio così


Levante dall’altra parte di Illetes c’è un bel vento e non ti accorgi che stai arrostendo..

Es Pujols anche qui abbiamo trovato una bella spiaggetta solo bisogna passare delle rocce sott’acqua ma ne vale la pena

Cala Saona dove ci sono queste rocce color rosso che racchiudono questa bellissima spiaggia è inutile dire che il mare è fantastico
Playa de Migjorn, all’altezza di Es Arenals al Km 11, spiaggia spaziosa ma sempre piena di gente.. bellissimo..

La vita a Formentera.. e che vita !!!
Dopo la spiaggia si fa l’aperitivo, al Big Sur (che si trova per andare verso Illetes) tanta gente, si balla in spiaggia, si beve sangria e birra e si ammira il meraviglioso tramonto, molto molto carino!
Oppure l’alternativa è il Blanco al Km 8 a Playa de Migjorn, qui c’è ancora più gente, per arrivare alla spiaggia dal bar devi sudare, anche qui bellissima la musica e la gente.
Dopo l’aperitivo c’è il ritrovo al Banana’s in centro a Es Pujols e da lì si decide se andare in discoteca lo Xueno l’unica che c’è.
Ogni tanto organizzano feste in giro per l’isola e solitamente si ha la notizia in spiaggia, noi non siamo riuscite a vederne neanche una, anzi si.. una …pensavamo iniziasse alle 02.30, invece a quell’ora era già finita sigh..
Un locale carino il Blue Bar al Km 8 a playa de Migjorn (dove c’è il Blanco)
Abbiamo noleggiato l’auto per 5 giorni, siamo andate a visitare i due fari, il faro de la mola dove si vede l’alba, queste scogliere a picco molto belle.

Abbiamo visitato il mercatino a El Pilar, dalle 16.00 alle 22.00 ogni mercoledì e domenica, ci sono cose veramente particolari, quel giorno eravamo senza mezzo .. quindi ritorno in autostop, abbiamo conosciuto questo ragazzo di Ibiza che stava lavorando, faceva le consegne del latte, quindi abbiamo fatto le ultime consegne con lui e ci ha fatto un po’ da guida turistica J.
Il faro di Cap de Barbaria, dove si ammira un tramonto bellissimo

e dove scendendo in una grotta si vede un bel panorama, questo faro mi è piaciuto di più.

La vita a formentera non è cara, si riesce a cenare con poco la sera basta scegliere i posti giusti, in spiaggia basta portarsi un panino una bottiglia d’acqua presi al supermercato la mattina, e con tre euro te la cavi.
La birra alla spina piccola costa 1.50 (… qui da noi costa più del doppio), le sigarette (marlboro light) costano 2,70 euro.
I cocktail si aggirano intorno ai 6/7 euro stesso prezzo qui a Milano.
Insomma.. questa vacanza è stata devastante, con una media di sonno di due ore a notte.. ma in sette giorni volevamo proprio vedere tutto di formentera, non si può perdere niente di quest’isola così selvaggia, con le sue spiagge bianche e il suo mare trasparente, adesso ho capito perché ci sono molti italiani, un paradiso a solo 1 ora e 45 di volo da noi..
Ciao isola del geco ci vediamo presto :bacio:

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook