Walea (Indonesia)

LA NOSTRA AVVENTURA PER WALEA E’ INIZIATA DOMENICA 28/9/2003.
COME PER OGNI VIAGGIO C’ERA UN ATMOSFERA BELLISSIMA(A PARTE IL BLACK OUT)..LA NOSTRA META ERA A DUE GIORNI DI VIAGGIO E COSI’ ARRIVATI A MILANO E ABBIAMO PRESO IL NOSTRO PRIMO AEREO PER ZURIGO.
A ZURIGO CI ASPETTAVA UN 747 DELLA SINGAPORE AIRLINES;DOPO BEN 13 ORE PASSATE TRA UNA DORMITINA ,UNO SPUNTINO E CHI ,PER 13 ORE , HA GUARDATO LA TV SIAMO ARRIVATI A SINGAPORE.
SIAMO RIMASTI ESTASIATI PER LA BELLEZZA E LA GRANDEZZA DI QUESTO AEREOPORTO ABBIAMO CERCATO IL NOSTRO GATES E FINALMENTE SIAMO RIPARTITI PER MANADO CON UN AEREO DELLA LINEA SILKAIR DOVE POI ABBIAMO PASSATO LA NOTTE.
A MANADO AD ATTENDERCI ALL’AEREOPORTO C’ERA UN TASSISTA(CHIAMARLO COSI’ E’ UN PAROLONE) COMUNQUE CI HA FATTO ACCOMODARE SU DUE MACCHINE(..RICORDO CHE ERAVAMO IN 5) E DA LI CI HANNO ACCOMPAGNATO AL “GRAN PURI” L’ALBERGO PIU’ BELLO DI MANADO.
IO E FRANCESCO INVECE DI RIPOSARCI ABBIAMO DECISO DI ANDARE A FARE UN GIRO ,VERAMENTE CERCAVAMO LA BOUTIQUE SITUATA AL SECONDO PIANO E COMUNICANTE CON L’ESTERNO CHE BRUNO ED ELENA CI AVEVAVO CONSIGLIATO DI VISITARE ED IN EFFETTI SI COMPRAVA BENISSIMO….
ALLA SERA ERAVAMO INDECISI DOVE ANDARE A MANGIARE… DAI CONSIGLI RICEVUTI 2 ERANO I RISTORANTI DA PROVARE…IL GREEN GARDEN E IL BAHARI(..O UN NOME DEL GENERE)…ABBIAMO OPTATO PER IL SECONDO ANCHE INCURIOSITI DAI FAMOSI GRANCHI XL DESCRITTI DA BRUNO…E ABBIAMO AVUTO RAGIONE INFATTI ABBIAMO TROVATO UN POSTICINO DELIZIOSO DOVE ABBIAMO ASSAGGIATO DI TUTTO…DAL NOSI GORENG AL FAMOSO GRANCHIO (RIGOROSAMENTE FRITTO) ALL’ARAGOSTA(NIENTE A CHE VEDERE CON QUELLA DI WALEA) E ABBIAMO SPESO UNA SCIOCCHEZZA.
PASSATA LA NOTTE CI ASPETTAVA L’ULTIMO AEREO DEL VIAGGIO…IL FAMOSO AEREO 18 POSTI DELLA COMPAGNIA “MERPATI” CHE CI AVREBBE PORTATO A LUVUK…NON E’ PROPRIO UN BOEING… IO E TUTTI GLI ALTRI COMPONENTI DEL GRUPPO ABBIAMO PISOLATO( CONSIGLIATI I TAPPI PER LE ORECCHIE).
DOPO CIRCA DUE ORE ATTERRIAMO A DESTINAZIONE E FINALMENTE VEDIAMO UN PERSONAGGIO CON LA MAGLIETTA BLU E LA SCRITTA “WALEA”…NON ERAVAMO PIU’ SOLI….SBRIGATE LE ULTIME FORMALITA’ AEREOPORTUALI CI HA FATTO ACCOMODARE SU DI UN PULMINO E VIA TRA MERCATINI DI FRUTTA , FORESTA E ALTRI INCREDIBILI PAESAGGI ALLA VOLTA DEL PORTO(PER MODO DI DIRE) DI PAGIMANA ….E’ STATA UNA BELLISSIMA ESPERIENZA VEDERE IL RIFORNIMENTO PER L’ISOLA AL MERCATINO DELLA FRUTTA DOVE I BAMBINI CI GUARDAVANO STUPITI…
GIUNTI AL PORTO ORMAI CI SENTIVAMO VICINISSIMI ALLA FATIDICA META…WALEA STIAMO ARRIVANDO!!!!
MA C’ERA ANCORA UN TRAGITTO IN MOTOSCAFO…APPENA SALITI SULLA BARCA SUBITO L’ATMOSFERA FAMILIARE DI WALEA CI HA CONTAGIATO…NON C’ERANO COCA COLE O BIRRE PER DISSETARCI…BENSI’ BISCOTTI CALDI FATTI IN CASA E THE NEL THERMOS….FANTASTICO!
DOPO CIRCA UN PAIO D’ORE IL CONDUCENTE SI VOLTA CI GUARDA E RIDE….E CI SUSSURRA….”QUELLA DAVANTI A VOI E’ LA FAMOSA PUNTA DI WALEA”…NOI 5 CI SIAMO GUARDATI IN FACCIA….ED INSIEME ABBIAMO TUTTI PENSATO LA STESSA COSA…
“NON E’ POSSIBILE CHE ESISTA UN POSTO COSI’ BELLO…”….SIAMO RIMASTI SENZA PAROLE MENTRE LA BARCA SI AVVICINAVA PIAN PIANO AL PONTILE… LA VISTA VENIVA ILLUMINATA DAL CONFONDERSI DEI COLORI DELLA BARRIERA CORALLINA CON IL VERDE SMERALDO DELLA FORESTA MENTRE SI SPECCHIAVA NEL MARE…IL SILENZIO ERA TURBATO SOLO DAL VOLTEGGIARE DI QUALCHE AQUILA PESCATRICE O DALL’INSEGUIRSI DI QUALCHE PESCE SULLA SUPERFICIE DELL’ACQUA….
RIPETO…LO SPETTACOLO CHE CI SI PRESENTAVA DAVANTI AGLI OCCHI ERA DI QUELLI CHE TOLGONO IL FIATO CI TENEVO A SOTTOLINEARLO PERCHE’ NON STO ASSOLUTAMENTE ESAGERANDO….WALEA E’ VERAMENTE UN SOGNO CHE SI REALIZZA !
L’ACCOGLIENZA CI E’ STATA FATTA DAI PROPRIETARI DELL’ISOLA LELE E LUCA(SIMONA ERA IN FERIE IN ITALIA FINO AL 9/10) CHE ,COME SE FOSSIMI AMICI DI VECCHIA DATA, CI ACCOMPAGNANO AI NOSTRI BUNGALOW CI OFFRONO UN OTTIMO SUCCO DI FRUTTA NATURALE E CI SPIEGANO LE COSE PRINCIPALI…POI A FRANCESCO GUARDANDOSI ATTORNO VIENE IN MENTE UNA COSA E CHIEDE A LELE…: “..GLI ALTRI TURISTI?..”…LELE LO GUARDA E SORRIDE…”..RAGAZZI PER 5 GIORNI….SARETE GLI UNICI TURISTI DI WALEA…”…IMMAGINATEVI COME CI SIAMO SENTITI…NOI 5 GLI UNICI TURISTI DI UNA DELLE PIU’ BELLE ISOLE DEL MONDO…IL SOGNO CONTINUA…!!!!
LA VACANZA E’ COSI’ COMINCIATA NEL MIGLIORE DEI MODI…IL TEMPO ERA SPLENDIDO…E L’INDOMANI AVREMMO ANCHE COMINCIATO L’AVVENTURA SUBACQUEA…CHE, DA QUEL TANTO CHE SI POTEVA VEDERE DAL PONTILE(..PRATI DI CORALLO COLOR ARCOBALENO)…SI TRATTAVA SICURAMENTE DI UN ALTRO SOGNO CHE SI STAVA PER REALIZZARE…
PASSATA COSI’ LA PRIMA NOTTE CI ALZIAMO PER PORTARE L’ATREZZATURA SUBACQUEA AL DIVING DOPODICHE’ UNA BELLA COLAZIONE E VIAAAAA….SI PARTE CON IL CHECK DIVING…ISTRUTTORE SONNY(INDONESIANO SIMPATICISSIMO)…
QUELLO CHE AVEVAMO DAVANTI AGLI OCCHI SOTT’ACQUA E’ STATO UNO DEGLI SPETTACOLI PIU’ BELLI CHE ABBIA MAI VISTO…PESCI CHE NON PENSAVO NEANCHE CHE ESISTESSERO…E AD OGNI IMMERSIONE ESEGUITA, OLTRE ALL’OFFRIRCI THE CALDO E BISCOTTI, CI VENIVA ILLUSTRATO CHE COSA AVEVAMO VISTO ATTRAVERSO IL LIBRO SUI PESCI DEL SULAWESI…
TENGO A SOTTOLINEARE CHE AD OGNI IMMERSIONE IL GAV E TUTTA L’ATTREZZATURA VENIVA SIA MONTATA CHE SMONTATA E SCIACCQUATA DAL PERSONALE ADDETTO…SIAMO STATI DAVVERO COCCOLATI IN TUTTO E PER TUTTO…
LE IMMERSIONI SONO TUTTE NELLO SPAZIO MASSIMO DI 20 MINUTI DAL PONTILE E OGNUNA HA DELLE PARTICOLARITA’ DIFFERENTI….LA PIU’ INTERESSANTE VIENE CONSIDERATA “GEGOLAN 2″…MA VI GIURO CHE FARE UNA CLASSIFICA SECONDO ME E’ IMPOSSIBILE…SOLO IL MIO LOOG-BOOK SA COSA E QUANTO HO VISTO…FARE DEI NOMI POTREBBE NON SERVIRE A NIENTE PERO’ SAPERE DI AVER VISTO IL “PIGMEI HORSE”…BEH…CREDETEMI…NON E’ DA TUTTI..ANCHE PERCHE’ QUELLA SPECIE SARA’ SI E NO UN UN ANNO CHE E’ STATA SCOPERTA…VOGLIO COSI’ SOTTOLINEARE CHE A WALEA HANNO SOGGIORNATO I MIGLIORI FOTOGRAFI SUBACQUEI DEL MONDO.. A COMINCIARE DAI “FERRARI” CHE HANNO SCRITTO IL LIBRO DELLA MONDADORI “BARRIERE CORALLINE”.
BELLISSIMO E’ POI STARE A RIDOSSO DELLE DIVERSE PARETI CORALLINE DOVE I FANTASTICI ISTRUTTORI (SONNY-CHEN E SEVRY) TI AIUTANO A VEDERE A VOLTE ANCHE CON LA LENTE D’INGRANDIMENTO NUDIBRANCHI,GAMBERETTI FOSFORESCENTI GRANCHIETTI COLORATI..INSOMMA SI POTREBBE PASSARE DELLE ORE ANCHE AD UNA PROFONDITA DI 10-15 METRI…
PER VEDERE IL “GROSSO”…BHE BISOGNA SCENDERE UN PO DI PIU’ (40/50 METRI)….E PROPRIO A GEGOLAN ABBIAMO VISTO UN PARTICOLARE SQUALO “CODA LUNGA”…MOLTO RARO PERCHE’ VIVE NEGLI ABISSI…ASSOMIGLIA ALLO SQUALO VOLPE E IN ITALIA NON GLI HANNO ANCORA DATO UN PROPRIO NOME…LA LUNGHEZZA E’ STATA DI CIRCA 4 METRI..CONFERMATA DA LELE E SONNY..PURTROPPO NON ABBIAMO AVUTO LA FORTUNA DI AVVISTARE I MARTELLI.
TORNANDO ALLA VITA DELL’ISOLA SOPRA L’ACQUA…PARLIAMO DI MANGIARE….
A COLAZIONE…PORTANO FRUTTA FRESCA, CAFFE, THE, PANE(FATTO DA LORO) CALDO CON MARMELLATA E BURRO…CHI VUOLE PUO’ ANCHE CHIEDERE LE UOVA…
A PRANZO VERSO MEZZOGIORNO PORTANO UN PIATTO CHE PUO’ ESSSERE UNA SPAGHETTATA UNA BELLA INSALATA O UN BEL SECONDO (TUTTI ABBONDANTI)..E DEL DOLCE…SOTTOLINEO CHE LELE GESTORE DELL’ISOLA MANGIA SEMPRE CON NOI E TUTTO QUELLO CHE MANGIAMO NOI…PER CUI…ROBA SUPER-BUONA!!!

ALLA SERA VIENE SERVITO OGNI GIORNO QUALCOSA DI DIVERSO…UN MISTO TRA CUCINA INDONESIANA E ITALIANA…TUTTO OTTIMO…MI E’ SEMBRATO PER 15 GIORNI DI ESSERE OSPITE DI UN AMICO…ATMOSFERA FAMILIARE !
BRUNO MI AVEVA CONSIGLIATO DI FARE L’ESCURSIONE A DONDOLA ISOLETTA A CIRCA 40 MINUTI DA WALEA…PURTROPPO UN PO’ PER L’EUFORIA DEI PRIMI GIORNI UN PO’ PERCHE LAURA E’ STATA MALE UN PAIO DI GIORNI*(spiego dopo perche’) NON SIAMO RIUSCITI A VEDERLA…PECCATO MA LA VISITA E’ SOLO RIMANDATA ALLA PROSSIMA ,SICURA,VOLTA.
BELLISSIMA E’ LA CAMMINATA DI CIRCA UN ORA NELLA FORESTA PER ARRIVARE AL VILLAGGIO DEI PESCATORI E ALLA PUNTA DELL’ISOLA DOVE SI TROVA UN ALTARE DEI DESIDERI…LA GIORNATA PROSEGUE CON LA MANGIATA IN SPIAGGIA E RELATIVO BAGNO IN UNA LAGUNA DOVE L’ACQUA RAGGIUNGE LA TEMPERATURA MASSIMA DI QUASI 38 GRADI…STREPITOSO !

LA PRIMA VOLTA CHE AVEVAMO VISTO WALEA E’ STATO UN PAIO D’ANNI FA SU DI UNA RIVISTA SUBACQUEA E DA QUELLA VOLTA L’OBIETTIVO E’ SEMPRE STATO QUESTA “PERLA DEL MILLENNIO”…RAGGIUNTO POSSIAMO DIRE CHE TUTTE LE DIFFICOLTA’ PENSATE PER ARRIVARE (VIAGGIO….SARS…MALARIA…DISORDINI) NON ERANO DIFFICOLTA’…BENSI SOLO DEI PICCOLI PROBLEMI ….CON QUESTO NON VOGLIO DIRE CHE LA SARS O LA MALARIA SIANO DA SOTTOVALUTARE MA SOLO DA RIDIMENSIONARE…SE PARLI DI INDONESIA SUBITO VEDI GUERRE E ALTRI DISORDINI(VEDI BALI) MA NON DIMENTICHIAMO CHE PURTROPPO QUESTI PROBLEMI SONO IN TUTTO IL MONDO…MENTRE LA BELLEZZA DI WALEA E’ SOLO IN INDONESIA ! ! !

IL VIAGGIO DI RITORNO E’ STATO SENZA SOSTE….SIAMO PARTITI DAL FAMOSO PONTILE VERSO LE 2 DEL MATTINO E TRA UN AEREOPORTO E UN ALTRO…ALLA FINE NE CONTIAMO 7 DIVERSI TRA ANDATA E RITORNO(milano-zurigo-singapore-manado-luvuk-roma-genova)… SIAMO TORNATI IN ITALIA…

*…LAURA E’ STATA MALE 2 GIORNI(PARANOIE E INSONNIA)…PER AVER FATTO L’ANTIMALARIA CHE SCONSIGLIAMO VIVAMENTE A TUTTI….NON C’E ASSOLUTAMENTE MOTIVO E GLI STESSI GESTORI CHE PASSANO LI 10 MESI ALL’ANNO NON L’HANNO MAI FATTA…PER QUANTO RIGUARDA ZANZARE E SAND-FLY….COSA SONO???….MAI VISTI….NELLA SPIAGGIA DOVE DOVEVANO VIVERE I TERRIBILI SAND-FLY…BHE….TUTTE LE SERE GIOCAVAMO A PALLAVOLO…

VOGLIAMO RINGRAZIARE TUTTI GLI AMICI E LE PERSONE CHE CI HANNO PERMESSO DI VIVERE QUESTA SPLENDIDA AVVENTURA :

-FRANCESCO,LAURA,FEDERICO,ANDREA E STEFANO…..PARTECIPANTI
-LELE,LUCA E TUTTO LO STAFF DI WALEA…
-BRUNO, ELENA, ANDREA ACRI E LAURA(che fine hai fatto?)…PREZIOSISSIMI CONSIGLIERI!
-OSVALDO…IL NOSTRO TASSISTA PRIVATO PER SPOSTAMENTI IN ITALIA….ECONOMICO E SIMPATICISSIMO
-SCORPIO GRAZIE DELL’AIUTO ALLA PARTENZA…SEI UN AMICO !

E PER FINIRE…..

WALEA E I SUOI ABITANTI MARINI….
..GRAZIE DI ESISTERE..TORNEREMO A RIPRENDERCI IL NOSTRO CUORE !!!!

PER VISITARE WALEA IN INTERNET…. http://www.walea.com

FRANCESCO E LAURA

ps. segue una descrizione fatta dal nostro amico ANDREA ACRI su alcune delle immersioni che si possono fare a WALEA….grazie ANDREA per la preziosa collaborazione…

Sahida

Reef tondeggiante, visitabile in una sola immersione, adatto anche ai principianti. Vita bentonica molto rigogliosa, molto pesce di barriera. Da segnalare: gran quantità di bellissime spugne dalle forme bizzarre.

Jurumudi & Talawega

due reef distinti, ma molto simili tra loro: di forma allungata, si caratterizzano per la presenza lungo le estremità di un pianoro corallino, situato a circa 30 metri, che finisce per sprofondare a perpendicolo nel blu. Qui si possono trovare maestose gorgonie protese verso la corrente, spugne a botte, crinoidi dai colori sgargianti e molto pesce di medie dimensioni che volteggia nel blu, il tutto esaltato dalla luminosità del fondale favorevolmente esposto alla luce del sole. Immersioni, nei limiti di profondità, adatte a tutti. Incontri possibili: tartarughe, cernie, qualche pelagico di passaggio. Da segnalare: presenza di alcuni alcionari di dimensioni prossime al metro, rigogliosi coralli a frusta.

Kura-Kura

in indonesiano significa “tartaruga”, avvistamento possibile anche in questo lungo reef, caratterizzato da pareti scoscese ricche di vita. In prossimità della superficie, giardini di corallo intoccati e molto luminosi. Immersione adatta a tutti. Da segnalare: grotte e spaccature ammantate di alcionari, gorgonie e corallo nero.

Tanjug Kramat pass

si tratta della pass che collega il golfo al mare apertoin pratica un lungo , vallone che non supera i metri di profondità. In presenza di corrente, è possibile 30-35 assistere al passaggio di pelagici anche in gran quantità. Immersione in drift, di media difficoltà. Da segnalare: foreste di coloratissime gorgonie ed alcune spugne a botte di dimensioni eccezionali.

Lampu

questo esteso reef, sul quale sono possibili svariate immersioni, deve il suo nome al rudimentale faro (lampu in indonesiano) eretto sul corallo per segnalare ai naviganti la secca. Si tratta, a mio parere, di una delle immersioni più belle: la parete sprofonda come una muraglia a picco verso profondità molto elevate, ornata da spaccature ricche di vita e da fittisimi organismi sessili. La particolarità è che, essendo un luogo esposto al mare aperto e, quindi, a correnti anche di una certa importanza, se si ha la fortuna di incappare nella giornata giusta (questa è infatti una delle particolarità di Walea: nulla è garantito, ogni immersione è differente dalla precedente), da ottima immersione che è anche senza incontri “importanti”, questa può trasformarsi in una esperienza indimenticabile: branchi di centinaia di carangidi e talvolta anche tonni risalgono, quasi storditi dalla forza della corrente, dai fondali profondi, quasi sempre “scortati” da qualche massiccio esemplare di squalo grigio; qui abbiamo avvistato anche, per due volte di seguito, branchi di mante che danzavano a mezz’ acqua, come anche la sagoma possente di uno squalo che non siamo riusciti ad identificare. L’ immersione in presenza di corrente leggera è di media difficoltà, mentre quando questa è forte (si nota già dalla superficie a causa del flusso di marea) è consigliata solo a subacquei esperti ed in buona forma fisica.

Gegolan

ossia la “secca” per antonomasia: questa montagna sommersa infatti, circondata da centinaia di metri d’acqua, risale fino a circa dieci metri sotto il pelo dell’ acqua, e costituisce una torre isolata di non facile individuazione dalla superficie; qui l’attracco è praticamente impossibile, per cui la tecnica usata è l’ immersione in drift. Anche qui l’estensione della secca non permette di visitarla in una sola immersione, che va pianificata con molta attenzione a seconda della direzione del flusso di corrente e della sua intensità; essendo inoltre molto facile esagerare con la profondità, chi va sott’ acqua deve avere una certa esperienza ed essere allenato. Ma veniamo al dunque: a mio parere si tratta della immersione n°1 qui a Walea, che non esiterei nemmeno ad inserire nelle prime dieci al mondo. Su questa secca infatti sembra essere concentrato l’intero campionario di vita dell’ indopacifico, dal nudibranco più raro allo squalo pelagico: con le giuste condizioni, i branchi di pesci possono perfino oscurare la luce del sole, dando l’ impressione di trovarsi nel bel mezzo di un bombardamento; dal blu possono improvvisamente spuntare squali grigi, silvertips, mante, tonni e carangidi che talvolta si avvicinano fino a sfiorarti. La vita bentonica è cosi ricca e stupefacente che in alcuni casi ti fa ignorare il ben di dio di pesci che magari ti sta passando a poca distanza nel blu. E’ impossibile trasmettere a parole le emozioni che ho provato laggiù senza scadere nella banalità dei superlativi…è decisamente meglio andarci per rendersene conto di persona!

Talojon

altro reef molto bello, in grado di far andare fuori di testa qualunque fotografo per la presenza di un reef satellite completamente ammantato di alcionari, gorgonie, spugne, coralli a frusta, corallo nero… Avvistato anche uno squalo volpe.

Pin It
Tags:

Ci sono 1 commenti su “Walea (Indonesia)

Lascia un commento

Commenta con Facebook